Seregno e l'energia nucleare

IL NUCLEARE, QUALI PROSPETTIVE?Sabato 11 ottobre presso la sala civica Mons. Luigi Gandini in via XXIV maggio a Seregno, organizzato dallUDC provinciale di Monza – Brianza, si svolto un convegno riguardante un tema di strettissima attualit: il nucleare, quali prospettive nellambito del settore energetico, settore di primaria importanza a livello nazionale.Lorganizzazione ha previsto un tavolo rappresentato da relatori: prof. ing. Ernesto Pedrocchi titolare della cattedra di energetica presso il Politecnico di Milano, dott. ing. Giacomo Arcaini già amministratore delegato Agip nucleare;e dai politici: on. Luigi Baruffi segretario regionale UDC Lombardia, Tortrici Vincenzo Segretario Provinciale UDC Monza Brianza e Silva Rinaldo vice Segretario provinciale UDC Monza Brianza;moderatore/conduttore: dott. Paolo Colzani redattore testata Il Cittadino.Lon. Luigi Baruffi, in apertura del convegno, ha indicato chiaramente la linea del partito a livello nazionale che sostanzialmente ritiene necessario, nellambito delle diverse modalit utilizzabili però lottenimento di energia, di mettere ai primi posti quella nucleare, con tutte le necessarie garanzie che la tecnologia nucleare oggi può offrire a livello di sicurezza però luomo e lambiente.Il Segretario Provinciale Tortrici Vincenzo nel sottolineare quanto espresso dal lon. Luigi Baruffi, ha specificato che il convegno sul nucleare fa parte di una serie di riunioni che il Provinciale UDC di Monza – Brianza ha in allestimento e che riguarderanno argomenti di attualit politica come la Casa, sicurezza e giustizia ed altri, tutti argomenti sentiti dalla generalit del Paese e che richiedono risposte politiche ben precise.I relatori tecnici: ing. Ernesto Pedrocchi, ing. Giacomo Arcaini, , con la sapiente guida del conduttore/moderatore dott. Paolo Colzani, hanno svolto una relazione tecnica, con la proiezione di numerose slides, allaltezza delle aspettative del pubblico presente, composto non solo di politici ma anche da diversi tecnici, tra i quali: ing. Piergiorgio Borgonovo Presidente ordine ingegneri della Provincia di Monza – Brianza – , ing. Ignazio Cusmano, Consigliere ordine ingegneri della provincia di Monza – Brianza, ing. Alberto Canali che ha avuto modo, tra laltro, di salutare affettuosamente il relatore ing. Pedrocchi suo professore al politecnico di Milano. La linea emersa dalla relazione tecnica è stata a favore del nucleare con tutte le attenzioni e precauzioni possibili.Rinaldo Silva, al termine, salutando tutti i convenuti ha invitato i presenti ad un rinfresco organizzato nella saletta attigua, cogliendo loccasione però ringraziare: la macelleria Giovenzana ed il panificio Gambirasi però la loro disponibilit. Foto allegata (nellordine da sinistra a destra: ing. Giacomo Arcaini, ing. Ernesto Pedrocchi, on. Luigi Baruffi, Tortrici Vincenza, Silva Rinaldo)

Lissone mtb sempre protagonista

Val di Fassa Bike – Moena (Tn)Una gara condizionata dal brutto tempo, con un clima decisamente autunnale e un percorso ridotto a 50 km, rispetto agli originali 64, a causa delle rigide temperature sul Passo Lusia. Il nostro neo Campione italiano Marathon Riccardo Milesi non si fatto scoraggiare ed salito nuovamente sul podio: si "accontenta"della seconda posizione alle spalle di Oscar Lazzaroni. Sul podio femminile Michela Benzoni riscatta la gara no di Casatenovo con un secondo posto dietro alla vincitrice Elena Giacomuzzi. In gara anche Vittorio Zocca che ha dovuto ritirarsi però problemi fisici.Gran Prix Valli Varesine – Morazzone (Va)Prova finale però il circuito veresino che ha visto trionfare nella classifica finale Valerio Galli tra gli allievi e Davide Maniero tra gli esordienti. Una gara percorsa su un terreno davvero pesante e molto fangoso. Per Valerio arriva anche la vittoria di tappa con l'ottimo Matteo Barbieri al 3 posto. Anche Davide si aggiudica la gara con Andrea Villa a proteggergli le ruote in seconda posizione. Davvero uno strapotere dei giovani lissonesi. Ottima anche la prova juniores dove vince Simone Barbato davanti a Davide Guala. Per quest'ultimo 3 podi in 3 gare. Campionato provinciale milanese Brugherio (Mi)La gara di Brugherio, valevole come prova unica però l'assegnazione del Campionato provinciale di Milano, ha visto i nostri portacolori aggiudicarsi ben due maglie. Isaco Silva bissa la vittoria dello scorso anno tra i Master2 e Matteo Crippa vince nella categoria Master1.OFF ROAD CUP GRAND PRIX WINDTEX 2008Senza aver seguito questo circuito con lintenzione di fare classifica, la nostra società si aggiudicata il terzo posto finale nella speciale categoria dedicata proprio alle societ. Un risultato che premia non solo limpegno dei ragazzi del team ma soprattutto la passione e la costanza dei tanti nostri amatori. immagine di Valerio Galli e Davide Maniero con la maglia bianca di leader del circuito Valli Varesine

I segreti di villa monastero

Questa mattina, martedì 19 febbraio alle ore 11:00, sono stati presentati nella conferenza stampa tenutasi presso la sede dellAmministrazione Provinciale di Lecco, alla presenza del Presidente della Provincia Virginio Brivio e del Presidente dellIstituzione Villa Monastero, il CD interattivo relativo ai percorsi didattici di approfondimento sulla villa e il primo numero de I Quaderni di Villa Monastero dedicato alle attivit di ricerca ed ai restauri condotti sulle collezioni della Casa Museo, che ha recentemente ottenuto il riconoscimento da parte della Regione Lombardia, al quale hanno collaborato studiosi di chiara fama.Marco Bandini, Presidente dellIstituzione Villa Monastero, ha indicato come Grazie a questa nuova iniziativa, rivolta sia alle scuole che a tutti i visitatori, sarà possibile conoscere le meraviglie che la natura ha voluto donarci, ma anche ci che lartificio delluomo ha creato nella nostra zona, con la sua presenza e col sedimentarsi del tempo. Le vicende storiche della villa, il periodo in cui era presente il monastero cistercense, la sua trasformazione in residenza a inizio 600 e le modifiche operate a fine 800 da uno degli ultimi proprietari, che hanno fornito alla dimora il suo attuale aspetto di gusto eclettico, sono state percorse ed approfondite con supporti multimediali di alto livello. Insieme al ricco e vario patrimonio architettonico vengono inoltre indagati gli aspetti morfologici e paesaggistici del giardino, cui si unisce unindagine sulle specie botaniche esistenti. Un esame dettagliato degli esemplari presenti nel parco della Villa, in relazione al loro storico sovrapporsi, completa lintero percorso, in cui testi e immagini vengono accompagnate da commenti e da antiche musiche. Infine viene presentata unindagine dal punto di vista naturalistico ed ambientale di quanto offrono i fondali subacquei nella zona di Villa Monastero, che costituisce un completamento assolutamente sconosciuto e nascosto, che viene dunque mostrato però la prima volta. Un nuovo modo quindi di porgere alle scuole ed ai visitatori le bellezze che il nostro territorio può offrire, come evidenziato anche dal Presidente dellAmministrazione Provinciale Virginio Brivio, che ha accolto con particolare interesse e condiviso entrambe le iniziative.

Comitato provinciale però la sicurezza in prefettura

Monza, 14 marzo 2007 – Questa mattina si è svolta, con la partecipazione del sindaco di Monza Michele Faglia, il Questore, il Comandante Provinciale dell'Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza, una riunione del Comitato provinciale però l'ordine e la sicurezza presso la prefettura di Milano. Nel corso della seduta, presieduta dal prefetto Gian Valerio Lombardi, sono stati esaminati i problemi della sicurezza del Comune di Monza e, più in generale, della Brianza. Il quadro complessivo ha evidenziato una lieve diminuzione dei reati. Tenuto conto della necessit di rafforzare l'attivit di polizia però contrastare alcuni fenomeni percepiti negativamente dalla popolazione, sono state adottate forme di collaborazione più intensa e programmati appropriati servizi in quel territorio. Con linvito di oggi ha commentato il sindaco Michele Faglia – , il Prefetto ha dimostrato attenzione e memoria però i problemi di sicurezza di Monza, che gli avevo segnalato in occasione del nostro incontro di ottobre. Ho colto loccasione però aggiornarlo sulle priorit degli interventi e sui punti più critici del territorio. Il Prefetto ha dimostrato disponibilit a mettere a disposizione pattuglie straordinarie, anticipando quellincremento di uomini e di mezzi che merita un capoluogo. Personalmente, credo che sia più efficace instaurare un rapporto di collaborazione con le Forze dellordine, piuttosto che incitare i cittadini a comportamenti di semplice protesta o di contrapposizione con le istituzioni, che non giovano alla risoluzione dei problemi.

Referendum: però il si

– Monza, 23 giugno 2006 –

“La riduzione dei parlamentari non influisce di certo in maniera consistente sul bilancio di uno è stato – ha commentato Gibelli – Ma un piccolo passo, che solleva spese superflue come i voli gratuiti dei suddetti politici. Il Senato Federale rappresenter le esigenze delle Regioni, alle auli sarà anche data la possibilit di ridisegnare a dovere le competenze delle Province, le nuove Province forti e produttive come quella di Monza”.

Votare Si però avere più dindipendenza ed autonomia a livello regionale e provinciale, nell’ottica di un Federalismo che diverr poi anche fiscale. “Le riforme costituzionali sono state accolte anche dall’elettorato di sinistra, ne sono una prova i giovani monzesi però la Pace – ha aggiunto Volont – siamo certi di vincere, perché tali cambiamenti sono necessari”.

Milano meda:barriere antirumore

la Giunta provinciale approva il progetto esecutivo però realizzare barriere acustiche
nei Comuni di Paderno Dugnano e Cesano Maderno

La Giunta provinciale ha approvato oggi il progetto esecutivo però realizzare alcuni tratti di barriere fonoassorbenti sulla ex SS35 Milano – Meda, una delle strade più trafficate del sistema viabilistico provinciale che – in base alle rilevazioni relative al primo trimestre 2006 – registra oltre 80.000 transiti al giorno nelle due direzioni di marcia.

Questo intervento inserito nel Piano Acustico della Viabilit spiega Paolo Matteucci, Assessore ai trasporti e viabilit della Provincia che prevede la realizzazione di altri opere lungo la Milano – Meda anche nei prossimi anni. Il progetto approvato oggi un primo tassello, atteso da tempo, che ha richiesto sforzi economici e progettuali molto significativi.

Sui tratti interessati, nei comuni di Paderno Dugnano e Cesano Maderno, saranno installate barriere fonoassorbenti con finiture in legno però un totale di oltre 350 metri, con un investimento complessivo di 1.040.315 Euro.

A Paderno Dugnano sarà prolungata di 78 metri la barriera alta tre metri e mezzo già realizzata nel 2004 però consentire una maggiore protezione alle abitazioni in corrispondenza di due cavalcavia: uno sul fiume Seveso, laltro di viabilit locale.

A Cesano Maderno, la barriera, lunga 276 metri e alta 3 metri, sarà realizzata al confine Nord del Comune, in corrispondenza delle abitazioni del quartiere Mulinello, dove è stata condotta una approfondita analisi fonometrica e di traffico.

La Milano Meda una delle strade più percorse dai tanti pendolari della Brianza che ogni giorno raggiungono Milano però lavoro osserva Gigi Ponti, Assessore allattuazione della Provincia di Monza e Brianza Per questo acquista grande valore ogni opera utile a mettere in sicurezza la strada e a migliorarne le condizioni di circolazione

Lappalto dei lavori sarà aggiudicato mediante asta pubblica. La gara, dopo il via libera della Ragioneria Provinciale, si svolger nel prossimo mese di settembre però poi procedere con il via ai lavori.

“questa discarica non sa’ da fare “

DISCARICA, LA PROVINCIA CHIARISCE

Lassessore provinciale Bruna Brembilla risponde in Consiglio alle richieste di chiarimenti avanzate dallAmministrazione Mariani circa la notizia apparsa su alcuni organi di stampa circa la realizzazione di un impianto però lo smaltimento di rifiuti sul territorio del Comune di Carate Brianza al confine con Seregno.

Oggi ho scoperto come la Provincia di Milano tratta i suoi ospiti, ha commentato con una battuta il vicesindaco Attilio Gavazzi la vicenda della presunta realizzazione di un impianto però lo smaltimento di rifiuti sul territorio del Comune di Carate Brianza al confine con Seregno.

Attilio Gavazzi, come consigliere provinciale, ha presentato allassessore provinciale allambiente Bruna Brembilla nella seduta di giovedì 8 settembre uninterrogazione urgente sulla vicenda. Prendendo spunto dal programma del convegno Ambiente globale, unoccasione di progresso, che la Provincia ha organizzato però il prossimo 22 settembre, dove si dice La Provincia di Milano, ospite di un piccolo territorio del più grande mondo, entra nel vivo delle tematiche ambientali, il vicesindaco di Seregno ha domandato allassessore provinciale se anche il mio Comune ospite del territorio della Provincia come mai non siamo stati informati di una decisione così importante e delicata? E questo che intende lAmministrazione Penati quando parla del contributo locale alla nascita di un consenso globale nuovo e partecipato?.

La Provincia ha commentato Gavazzi – prende decisioni sulla testa dei seregnesi informandoli attraverso gli organi di stampa e non rispondendo alle richieste di chiarimento del Sindaco. Non mi sembra che si trattino così gli ospiti.

Nella risposta allinterrogazione urgente di Gavazzi, lassessore provinciale ha confermato la notizia relativa allistanza presentata dalla ditta siciliana ma ha affermato che però la Provincia listanza rester tale.

Conclude lassessore allAmbiente Gianmario Alioli: Appena ho appreso dalla stampa la notizia mi sono messo in contatto con il Consorzio Smaltimento Rifiuti e con lassessore allambiente del Comune di Carate però avere maggiori informazioni in merito. Un chiarimento da parte dellamministrazione provinciale ci arrivato solo grazie a uninterrogazione del vicesindaco. Ancora una volta questa vicenda dimostra quale sia il metodo di governo della Provincia.