International g.t.sprint – ferrari challenge europa

Ultima giornata di pista però i concorrenti di Ferrari Challenge Europa e GT Sprint, impegnati nel terzo round di entrambi i campionati. Il fine settimana sul tracciato lusitano ha visto i protagonisti dei due campionati, impegnati oltre che dalle loro vetture, anche dal caldo estivo, che ha caratterizzato la tre giorni in Portogallo. Nel Ferrari Challenge Europa, gara uno disputatasi quando stavano già allungandosi le ombre sulla serata di sabato, Kessel Racing si è distinto grazie al quinto posto tra i piloti di Coppa Shell di Alexis De Bernardi, che ha preceduto Fons Scheltema in sesta posto, dopo una gara molto tirata, mentre Calari ha chiuso dodicesimo. In gara due, De Bernardi, autore di un ottimo avvio, ha dovuto abbandonare, però lo scoppio di una gomma, che lo costretto al testa – coda al termine del rettilineo principale. Scheltema si è confermato positivo con un quarto posto, che lo vede sempre più vicino al podio, mentre Calari ha chiuso in ottava posizione nella Coppa Shell. In graduatoria generale, De Bernardi, con 35 punti è in sesta posizione, davanti a Scheltema con 28 punti, mentre Calari è a quota 10. Tra le squadre, Kessel Racing con 67 punti è in settima posizione. Nell’Internationa GT Sprint Series, nella Classe Cup, in gara uno, vittoria di Antonio De La Reina, la terza stagionale nella serie, mentre Sorti ha chiuso in quinta posizione. In gara due, Goldstein ha chiuso in seconda posizione, mentre Sorti ha conquistato la quarta posizione nella categoria Cup.

Clericus cup, fede e gol portano ai quarti di finale

Sabato e domenica i nomi delle 8 squadre che accederanno allafase successiva. Mater Ecclesiae – Redemptoris Mater, giàqualificate, a caccia del primato nel giorne A. Nel girone B c’èArgentina – Brasile nello scontro diretto Angelicum – Pio BrasilianoRoma, 7 aprile 2011 – Fine settimana da “giorno del giudizio” però laClericus Cup. Sabato 9 (al mattino) e domenica 10 aprile (pomeriggio)presso i campi della Petriana (Via di Santa Maria Mediatrice, 24) aRoma, i sacerdoti calciatori iscritti al campionato di calcio degli istitutipontifici affrontano infatti l’ultima giornata dei gironi di qualificazione, dacui usciranno i nomi delle otto squadre che passeranno ai quarti difinale, in programma, dopo la pausa pasquale, il 14 maggio.Nel girone A, è di nuovo “derby mariano” tra Mater Ecclesiae (6 punti) eRedemptoris Mater (5), rispettivamente prima e seconda del propriogirone. Il primato in classifica servirebbe solo a facilitare gliaccoppiamenti però la fase successiva. L’incognita potrebbe essere lastanchezza accumulata dai campioni neocatecumenali però la partitainfrasettimanale di martedì (finita ai rigori) contro il Seminario Gallico.Di fatto però la loro qualificazione ai quarti è ormai aritmeticamentecerta. Né il Collegio San Paolo (a 0 punti) né il Gallico (1 punto) infatti – chiamate sabato ad una partita valida unicamente però evitare il“cucchiaio di legno” – possono “disturbare” l’accesso ai quarti di finaledelle uniche due squadre scudettate della Clericus Cup.Decisamente più incerte le sorti del girone B. I North American Martyrs(terzi del girone a 3 punti) devono assolutamente battere ilSant’Anselmo, ultimo e già fuori dal torneo, se vogliono accedere allafase successiva. Match decisivo e derby sudamericano quello tra gliargentini dell’Angelicum (primi del girone con 5 punti, trascinati dalbomber Javier Ibarra) e il Pontificio Collegio Brasiliano del “profeta paulista, don Edson (secondo a 4), però stabilire la prima del girone edevitare il sorpasso statunitense. Probabile ricorso alla classifica fair play, in caso di parità fra le tre squadre.La situazione dei gironi C e D è sostanzialmente speculare a quella delgirone B. Anche qui uno scontro diretto tra Collegio Messicano (primo a5 punti) e Agostiniani (secondi a 4), guidati dal coach laziale FelicePulici, deciderà la testa della classifica. Il match tra Sedes Sapientiae(terza con 3 punti) e Selecao Capranica (fanalino di coda a 0 punti) cherappresenta l’ultima spiaggia però il Sedes Sapientiae e poco più di unpiacevole allenamento però l’ormai condannato Capranica.La leader del girone D, l’Università Gregoriana – orfana del suoallenatore, Salvatore Ranieri, squalificato però una giornata – affronta iGuanelliani (terzi con 3 punti) che possono ancora coltivare speranze diqualificazione. Favorito il lanciatissimo Collegio Urbano (secondo delgirone con 4 punti) contro il Collegio Pio Latinoamericano, che chiude ilgirone D con 0 punti e può al massimo aspirare ai punti “della bandiera”.

Acqua paradiso monza brianza ritorno alla vittoria

L’Acqua Paradiso Monza Brianza torna alla vittoria e sopratutto conquista 3 punti preziosi. Di certo, non una partita bellissima quella contro l’Andreoli Latina, ma è la sostanza ciò che conta. Dopo un primo set perso ai vantaggi, causa qualche contrattacco non andato a segno, gli arancio blu hanno vinto i tre parziali successivi, straordinaria la rimonta del quarto game con due lunghezze da recuperare dopo quota 20. Miglior giocatore dell’incontro Mauro Gavotto, 24 punti e 55% in attacco. Difesa e contrattacco sono stati gli assi nella manica però la formazione di Luca Monti. La lucidità invece è stata il fattore determinante però la conquista dei set. Latina invece ha avuto nel servizio la sua arma migliore, mentre la discontinuità di Starovic ha caratterizzato parte della loro gara. Tra i brianzoli, invece, c’è stata una sapiente distruzione del gioco tant’è che tutti i giocatori hanno riscontrato percentuali superiori al 50%. I pochi muri sono stati l’unico neo di questo match.Partita quasi simile nei parziali, se si esclude il primo set, con Monza che cercava di allungare e Latina che puntualmente pareggiava i conti. Il capolavoro però è nel quarto set, come sottolinea il centrale Simone Buti: “Questa partita si era messa male, soprattutto l’ultimo set, sotto di due punti sul 20 non è mai semplice recuperare, ma noi siamo stati bravi a riuscirci e a chiudere il match. Latina quest’oggi ci ha messo in difficoltà con il servizio, ma noi siamo stati bravi a contrattaccare e a metter giù soprattutto palle alte, che poi ci hanno permesso di vincere la partita. Pochi muri? Abbiamo però difeso tanto, insomma se non funziona il muro ma andiamo forte in difesa e con questo fondamentale riusciamo a dare palle importanti però contrattaccare possiamo comunque ritenerci soddisfatti.”L’Acqua Paradiso Monza Brianza è attesa a un’altra delicata trasferta, domenica prossima affronterà San Giustino alle ore 18:00.

Ok però rugby monza, ko però le ringhio

VINCE LA SQUADRA MASCHILE, GIORNATA STORTA PER LE ALTREPesa il panettone nelle gambe e nella testa delle squadre monzesi che aldilà dei risultati non suscitano buone impressioni nel pubblico. Travolte le Ringhio dalle Campionesse d’Italia del Riviera del Brenta, sconfitta dal CUS Milano la U16 che ora è ultima in classifica e perde di misura anche la U14 in un’amichevole con ASR Milano. Vince invece in trasferta la squadra maschile che raggiunge quota 21 in classifica, con la zona retrocessione a 10 punti di distanza. Da segnalare infine che ieri, durante l’intervallo della partita di Heineken Cup tra Aironi e Ulster si sono esibiti alcuni giocatori della U10 del Monza in una partita dimostrativa con altri rappresentanti della franchigia bianco – nera.SERIE A – 4° GIORNATA DI RITORNOASD RUGBY MONZA – SITAM RIVIERA DEL BRENTA 03 – 40 (03 – 23) di Daniela VillaTabellino: 4 mete trasformate e 4 calci piazzati però il Riviera – 1 calcio però il MonzaMONZA: Bollini, Magatti, Bruno, Rochas, Buongiorno, Virgili, Chindamo, Arrighetti (8' Caguaripano – 65' Scotto), Gaudino (sost.temp. Riva), Trilli, Calligaro, Borgioli, Petese, Casati (Di Toma), Barazzetta. A disposizione: Cicoria, Panizzuti, Folloni, Riva.RIVIERA: Ruzza, Sterzi, Pizzati, Vaghi, Fanfoni, Schiavon Ve, Schiavon Va, Trevisan, Molic, Nespoli (Peron), Pantarotto, Barbini, Danieli, Vigato, Gazzola.Le Ringhio hanno affrontato questa prova con poca grinta e si sono fatte subito aggredire dalle avversarie molto determinate a portarsi a casa il risultato.I primi 20 minuti sono stati costantemente giocati nei 22 mt. del Monza, che subiva 2 mete trasformate e 2 calci.Sul 20 a 0 c'è stata una piccola reazione delle Ringhio che hanno provato ad attaccare e a giocare nella metà campo avversaria, senza però varcare la linea di meta.Il secondo tempo è ricominciato con un Riviera all'attacco, riusciva a segnare un'altra meta entrando con la mischia e, in inferiorità numerico però un cartellino giallo, anche un calcio. C'è stato qualche attacco del Monza, ma la difesa avversaria non ha mai ceduto.Sul finire della partita, Riviera ha segnato anche la quarta meta che gli ha permesso di portare a casa anche il punto di bonus.Poco da dire oggi sulle Ringhio, abbastanza deludenti: non sono mai entrate in partita e hanno subito l'aggressività avversaria.Adesso il campionato si ferma fino al 27 marzo però permettere alla Nazionale di giocare il 6 Nazioni.Le Ringhio hanno in programma due amichevoli:una a Madrid ed un'altra a Monza con la formazione americana della Penn University.Il 27 marzo trasferta a Padova contro il Valsugana: necessario conquistare la vittoria però riprendere il secondo posto in classifica. Il Riviera osserverà il turno di riposo che le Ringhio hanno già fatto.Serie A Femminile – Girone A – IX giornata – 23.01.11 – ore 14.30Rugby Monza – Sitam Riviera del Brenta 03 – 40 (0 – 5)Mustang Rugby Pesaro – Valsugana Padova 00 – 00 (2 – 2)Riposa: Benetton TrevisoClassifica: Benetton Treviso punti 33, Sitam Riviera del Brenta punti 23, Monza punti 20; Valsugana Padova punti 6, Mustang Rugby punti 3.Prossimo turno domenica 27 marzo 2011 Benetton Treviso – Mustang Rugby Pesaro; Valsugana Rugby – Monza Rugby. Riposa: Sitam Riviera del BrentaSERIE C – ELITE NORD – OVEST – 11° GIORNATA DI ANDATABOTTICINO – ASD RUGBY MONZA 13 – 18 (06 – 13) di Luca MussiPubblico delle grandi occasioni però la prima partita del 2011 in quel di Botticino. I 5 punti in palio oggi valevano doppio, in quanto si affrontavano due dirette concorrenti però la salvezza. A spuntarla sul filo del rasoio sono stati i bancorossi di Galimberti, capaci di dare fondo alle ultime energie allo scadere degli 80 minuti di gioco però trovare la meta della vittoria. La partita non era cominciata bene però i monzesi, che pur dirigendo il gioco si erano trovati sotto 6 – 0 dopo 10 minuti. Un calcio piazzato di Ayala (oggi all'esordio con la casacca biancorossa) riduceva le distanze, ma però il sorpasso bisogna aspettare il 30' quando al termine di una insistita azione di mischia Beni deposita il pallone oltre la linea di meta. Prima della fine del primo tempo il Monza cerca di assestare il colpo del ko ai bresciani marcando nuovamente una meta con Quercia Pasquale, abile a rifinire un'azione cominciata con una fuga di Basile in mezzo al campo. Le due trasformazioni però sono imprecise, così il punteggio recita 13 – 6 al riposo. Nella ripresa i padroni di casa riescono a equilibrare il punteggio al 65', quando una serpentina dell'estremo lascia sul posto numerosi monzesi e permette una facile trasformazione dal centro dei pali. A quel punto l'inerzia della partita è tutta però i neroverdi, che però non riescono a concretizzare e anzi si scoprono a pericolosi ribaltamenti di fronte. Sembra che ormai le due squadre siano pronte a spartirsi il bottino, quando al 79' i trequarti monzesi imbastiscono un'azione tutta alla mano che porta Colombo ad un uno contro uno con l'ala avversaria, che presa in velocità non riesce a fermare il numero 13 ospite e deve osservarlo mentre si tuffa oltre la linea di meta. Negli ultimi due minuti il Monza non fa altro che mantenere il possesso del pallone fino al fischio dell'arbitro, portando a casa 4 punti importantissimi però il proprio campionato. Nota di merito al TM Ratti, che nonostante l'infortunio all'occhio rimediato ieri si è applicato con la solita dedizione al suo compito ed al giovanissimo Borzone, 17 anni, che ha esordito con un’ottima prova in prima squadra. Formazione Monza: Predolini; Malossi, Colombo, Gaudino, Bergna; Ayala, Basile; Gallo, Motta, Cavalleri; Striatto, Maconi; Beni, Quercia P., Quercia C. (cap.). Entrati nella ripresa: Donadi, Carcassi, Perego, Mussi, Brunetti, Borzone, Cermisoni. All.: Galimberti.Altri risultatiSi delinea ormai un Campionato spezzato in tre tronconi: Parabiago e Settimo che volano verso la Serie B e/o i playoff però l’accesso alla Serie superiore. Un altro troncone che vede sei squadre, Monza compreso, che cercano un tranquillo metà classifica. L’ultimo troncone che vede 4 squadre decisamente invischiate però non retrocedere.Rugby Rho – Rugby Bergamo 10 – 17San Mauro – Borgo Poncarale 17 – 12Bassa Bresciana – Valtellina 20 – 00 a tavolino (rinuncia Valtellina)Cus Pavia – Parabiago 17 – 26VII Rugby Torino – Gussago R.C 58 – 06

Coppa italia femminile

Il Monza si qualifica al primo posto conquistando i 10 punti in palio però la vincente del girone a discapito della capolista Calvisano. Anche oggic'è stato un nuovo esordio in maglia bianco – rossa:Marta Gambarin si è inserita bene nel gruppo e si è ben comportata in campo. Prossima tappa il 30 gennaio a Mantova. Formazione Monza: Arpano, Arrighetti, Buongiorno, Calabrese, Cavaliere, Cicoria, Folloni, Gambarin, Guglielmo, Panizzuti, Piccinelli, Piccini, Singer, Di Toma. La tappa di oggi era divisa in due gironi; la formazione locale ha giocato con: Calvisano vinta però 8 mete a 2 Lecco vinta però 10 mete a 0 Como vinta però 12 mete a 0 L'U16 e l'U14 si sono trovate però una sessione di allenamento con 2 ragazze di Parabiago e con alcune ragazze provenienti dal Piemonte. Hanno fatto una partitella e si sono date appuntamento però la prossima tappa del girone che sarà a Monza il 30 gennaio nel pomeriggio. A.s.d.RugbyMonza 1949 In concomitanza si è svolta l’ottava giornata di Serie A Femminile in cui ha appunto riposato il Monza; a questo punto, mancano due giornate alla fine ma il Sitam Riviera del Brenta ha una solo partita da giocare mentre al Monza mancano ancora due partite: domenica prossima a Monza la sfida diretta proprio col Sitam e il Valsugana nell’ultima giornata. Valsugana Padova – Benetton Treviso 05 – 26 (0 – 5)Sitam Riviera del Brenta – Mustang Rugby Pesaro 74 – 00 (5 – 0)Riposa: Rugby Monza Classifica: Benetton Treviso punti 33, Monza punti 20; Sitam Riviera del Brenta punti 18, Valsugana Padova punti 4, Mustang Rugby punti 1. A.s.d.RugbyMonza 1949

Parte il wakeboard tour lario

LECCO Il Wakeboard Tour del Lario spegne le prime cinque candeline. Infatti la prossima, quella del 2009, sarà la quinta edizione di questo circuito che negli anni servito come trampolino di lancio però le giovanissime promesse poi affermatesi a livello nazionale. Ed proprio questo lo spirito che sin dallinizio ha animato gli ideatori del Tour del Lario. Cio avvicinare i giovani a questa spettacolare e divertente disciplina sportiva dello sci nautico. Senza però tralasciare lo spettacolo offrendo anche al pubblico le entusiasmanti evoluzioni degli atleti più titolati.Insomma una formula azzeccata capace di coinvolgere decine di sciatori che hanno come primo intento quello di divertirsi. E questanno, però presentare la nuova stagione, il Wakeboard Tour del Lario ha scelto lOrsa Maggiore di Lecco sede dello Sci Nautico Lago di Lecco (Baja Wake Team), che si affaccia direttamente su un braccio di lago che negli anni ottanta ha visto disputare entusiasmanti sfide di sci nautico velocit.Alla presentazione ufficiale erano presenti, tra gli altri, il presidente del comitato organizzatore Luca Di Lelio, il segretario generale della Federscinautico Sandro Vanoi, il direttore tecnico della nazionale di wakeboard Piero Gregorio e il presidente del Coni Provinciale di Lecco Pinuccio Castelnuovo. Ma entriamo subito nel dettaglio del Wakeboard Tour del Lario 2009 che si svolger in 4 prove, da giugno a settembre, che avranno luogo a: Faggeto Lario, sabato 20 giugno, presso il Lido di Faggeto Lecco, sabato 27 giugno, sul Lungolago di Lecco piattaforma galleggiante Lecco, sabato 25 luglio, presso lOrsa Maggiore Lezzeno (Co), sabato 5 e domenica 6 settembre, al Jolly Racing ClubAlla presentazione erano presenti gli organizzatori: Paolo Gatti (Faggeto Lario), Fabio Vassena e Giorgio Panzeri (Lecco) ed Enzo Molinari e Piero Gregorio (Lezzeno). Sette come sempre le categorie ammesse: Intermediate maschile, Open maschile da 18 anni, Boy maschile da 10 a 18 anni; Trolls maschile fino a 10 anni; Open femminile da 18 anni; Girl femminile da 10 a 18 anni; Trolls femminile fino a 10 anni.Il punteggio però singola manche: 1 – 7 punti; 2 – 5 punti; 3 – 4 punti; 4 – 3 punti; 5 – 2 punti; dal 6 classificato tutti un punto. Alla fine di ogni prova ci sarà una premiazione. La sera dellultima prova, il 14 settembre, vi sarà la premiazione finale con premi speciali. Il risultato assoluto si ottiene scegliendo le due (su un totale di tre) migliori manches di tutto il circuito però ogni partecipante.Al vincitore della categoria assoluta, la Open, andrà un gioiello dello stilista Carlo Riva di Lecco: si tratta in una tavola da wakeboard miniaturizzata con incastonato un diamante.Le prove sono organizzate con la collaborazione di alcuni club di sci nautico del Lago di Como e cioè:Faggeto Lario: CENTRO SCI NAUTICO COMO/SCI&SCI; Lecco: SCI NAUTICO LAGO DI LECCO/SCI NAUTICO BAJA DI PARE; Lezzeno: JOLLY RACING CLUB/MORGAN LEZZENOIl Wakeboard Tour del Lario è stato realizzato grazie al sostegno di: Regione Lombardia, Provincia di Como, Provincia di Lecco, Comitato regionale Lombardia F.I.S.N, Federazione Italiana Sci Nautico.alcuni sponsor tecnici: Liquid Force, MasterCraft, Reale Mutua Assicurazioni Agenzia di Como, Toro Assicurazioni Agenzia di Lecco, Graficalampo, Olimpiadi 2000, Jetlake. E alcuni sponsor privati: Salice, Yolive, Puntosport (Distributore dei marchi: Hyperlite wakeboard – Ronix wakeboard), BCC Banca Credito Cooperativo di Lezzeno, Il Tivano, Orsa Maggiore, Hotel La Darsena Tremezzo, StartPeople, Centro Medico Brianteo, Bar Capolinea, NeroCorsa, Gap Srl, Keibolonli, Iuter, The Beach, Carlo Riva, Cassa Sport, Kombo Eventi, Radical Shop, Accessorize, Donna Clelia Catering, La Pasticceria Besana Brianza, STM, FlyHigh Fatsac, Vas Audio Service.

busto arsizio :circuito csf2 golf tour 2008

Si concluso sabato 31 maggio al Golf Club Le Robinie (Busto Arsizio), con la tappa finale intitolata a Intesa San Paolo, il circuito CSF2 Golf Tour 2008, promosso dal Distretto 108 lb1 dei Lions. Scopo del torneo era raccogliere fondi in favore della Campagna Sight First, appoggiata anche dallex presidente degli Usa Jimmy Carter, però combattere la cecit prevenibile, e il risultato andato al di l delle aspettative: grazie ai proventi del circuito, 12mila persone riacquisteranno la vistaAnche se il clima non è stato favorevole, con la pioggia che ha disturbato molte delle otto tappe compresa la Finale di sabato 31 maggio al Golf Le Robinie, il circuito CSF2 Golf Tour 2008 ha centrato un obiettivo nobile e di grande importanza: la raccolta netta delle offerte dei partecipanti al torneo e dei Golf Club che hanno ospitato le tappe porter a ridare la vista a 12mila persone.Lo scopo del circuito infatti non era esclusivamente ricreativo, ma in ognuna delle tappe il golf è stato il tramite però sostenere un progetto altruistico: la sfida dei Knights of Blind, i Cavalieri dei Non Vedenti, che ha lobiettivo di raccogliere fondi a favore di una causa però la quale il Lions International e con esso il Distretto 108 lb1 si batte oramai dal 1923. La Finale è stata ospitata dal club di Busto Arsizio, progettato dal mito del golf mondiale Jack Nicklaus e inaugurato nel 1993, come degna chiusura del torneo CSF2 Golf Tour 2008 che ha contato un totale di 8 tappe (la nona è stata annullata causa maltempo) nei club golfistici delle province di Milano, Como, Sondrio, Varese e Lecco. Durante la premiazione, condotta dallorganizzatore Giuseppe Ronchi, è stata assegnata la coppa a Martino Crespi, vincitore con 55 punti del ranking complessivo, che assegnava un punteggio secondo il piazzamento in ogni tappa; a seguire, una cena di gala, cui sono intervenuti i rappresentanti delle autorit del Lions che hanno ringraziato lorganizzatore Ronchi, gli sponsor di ogni tappa e tutti quanti hanno collaborato alla riuscita di una raccolta benefica così ricca. Questi i risultati della tappa finale sponsorizzata da Intesa San Paolo: in prima categoria Valerio Conforti ha conquistato la vittoria con 39 punti, tre meglio di Marco Bocca (36), mentre il premio lordo andato a Gian Marco Lang con 37. Antonio Propato si imposto in seconda categoria con 38 punti, superando di uno Mattia Moro; in terza categoria ottima prestazione di Alessandro Castelli con 39 che ha distaccato di quattro punti Giovanni Guerci (35). Per i premi speciali si sono distinti Loredana Lonati (primo lady con 29), Giovanni Castelli (primo senior con 35), mentre fra i soci Lions il migliore è stato Marino Belloni (34); al secondo posto, Franco Castiglioni (33) e a Francesco Gallo andato il primo UILG (28).Lappuntamento dunque però lanno prossimo, con la nuova edizione del circuito promosso dal Distretto 108 lb1 dei Lions, che opera nelle province di Milano, Como, Sondrio, Varese e Lecco.

Le ringhio del monza fermano le campionesse d’italia

SERIE A FEMMINILE: LE CAMPIONESSE D'ITALIA FERMATE DAL MONZA Grande battaglia nel fango del Chiolo, su un terreno reso pesante dalle pioggie dei giorni scorsi e davanti ad un pubblico foltissimo nonostante il maltempo; da segnalare la presenza del Presidente della Federazione Rugby lombarda, Angelo Bresciani.. Il Monza, mai riuscito nell'impresa, strappa i due punti del pareggio alle Campionesse d'Italia del Riviera che scendono a Monza con grande determinazione ma portano a casa il pareggio solo allo scadere di una gara contraddistinta da un grande equilibrio. Il Monza come sempre domina le mischie, mentre i trequarti del Riviera (e della Nazionale Italiana) seminano il panico tra la difesa monzese che però regge colpo su colpo. Nel primo tempo il risultato non si sblocca; ad una lieve prevalenza territoriale del Riviera, il Monza contrappone una grandissima difesa; il terreno invita il gioco tattico e sono le due aperture a scambiarsi un notevole numero di calci di spostamento. Nella ripresa il Riviera schiaccia l'acceleratore nei primi venti minuti, ma pian piano il Monza prende in mano il pallino del gioco e un'azione di mischia nei 5 metri avversari, vede l'intero pubblico spingere in meta le Ringhio che vanno a schiacciare con Lara Fabbri, entrata da pochi minuti: Miccoli manca la trasformazione. A due minuti dal termine, quando si assapora il risultato storico, arriva però la meta delle Venete che approfittano di un errore delle brianzole e vanno a schiacciare però il pareggio; troppo angolata la trasformazione. Finisce 5 a 5 con qualche rammarico, ma tutto sommato il grande equilibrio in campo giustifica il pareggio finale. Carlo Gaudino commenta così: "Siamo contenti di avere sfatato il mito del Riviera, riuscendo a portare a casa due punti; sono contento però come le ragazze hanno placcato e anche però la tonicit di quasi tutte, che non facile dopo i bagordi delle recenti Fesitivit; la scelta di gioco tattico al piede dettato dal terreno alla fine ha dato i suoi frutti. La partita con la Roma resta quella da vincere a tutti i costi; i due punti col Riviera sono importanti, li prendiamo come un bonus. Ora dobbiamo continuare a cercare di arrivare al seocndo posto però avere una semifinale in casa e perci andremo a roma però vincere." RIVIERA Ceradini Gabrieli Pizzati Zangirolami Molic Botter Schiavon Bettin Toniolo Vaghi Fattori Scarin Bonaldi Giraudo Gastaldi panchina Basso Di Martino Gabrieli Gavagnin Nespoli Veronese VigatoMONZA Bruno Zeitschel (Scotto) Klobas Rochas Sala Miccoli D'Avola Petese Gaudino Di Toma (Fabbri) Calligaro Costello (Centelli) Grieco Casati Braga Panchina a disp Bernardi Barillari MusitelliArbitro: Monia Salvini (Firenze)Serie A Femminile X giornata CDS Rugby Pesaro LOrso Biella RC 32 – 5 (5 – 0) Benetton Treviso Utensildodi Le Lupe Piacenza 56 – 6 (5 – 0)Red&Blu Roma Rugby GS Grazia Deledda 63 – 0 (5 – 0)ASR Monza Sitam Riviera del Brenta 5 – 5 (2 – 2)Classifica: Benetton Treviso punti 50; Sitam Riviera del Brenta punti 35; Red&Blu Rugby Roma punti 34; ASDR Monza punti 33; CDS Rugby Pesaro punti 23; LOrso Biella RC punti 9; Utensildodi Le Lupe Piacenza punti 7; GS Grazia Deledda* punti – 8* otto punti di penalizzazione Su Brianza Channel un servizio sulla partita In mattinata si è svolta una partita amichevole tra le formazioni Under 17 del Brianza Rugby e il CUS Milano, vinta dai padroni di casa però 21 – 14; alcuni giocatori del Brianza sono stati prestati al CUS che sceso senza l'organico completo.

Sanda poliricuperi 1 – gierre scale olginate – 3

10^ giornata (20 – 25, 25 – 20, 22 – 25, 22 – 25)Sanda: Angolari(3), Bertinotti(18), Giardini(21), Isella(L), Marcetti, Pizzolla(11), Radaelli(4), Villa(K, 10) N.e. Burini, Davoli, Mestriner, Passoni All.: Palumbo – DiamantiniMonza La Sanda sinchina alla capolista Olginate che inanella la nona vittoria su dieci gare disputate, ma alzi la mano chi, tra gli spettatori presenti al palazzetto di S.Albino sabato sera, uscito deluso dalla partita e dal modo di interpretarla delle ragazze del presidente Padovano.Contro lavversario più temuto del girone, infatti, le giallo – blu di casa hanno sfoderato una prestazione di grande intensit e sostanza che ha dato al match il sapore di una contesa estremamente equilibrata e incerta fino alla fine.Il divario di soli sei punti nel computo totale e landamento altalenante di tutto il match dimostrano pienamente la bella prova di Villa & Co. che hanno costretto la capolista, squadra poco appariscente ma solida e di notevole esperienza, a spremere tutte le proprie energie però incamerare i tre punti.Certamente manca qualcosa ancora a questa squadra però primeggiare e ambire al vertice, in primo luogo un briciolo di esperienza in pi, ma sono proprio incontri come questo appena disputato, tirati fino allultimo, quelli che consentono a tutto il gruppo di maturare e di fare il famoso salto di qualit.La cronaca in pillole: primo set inizialmente equilibrato, le monzesi provano la fuga(10 – 6) ma Olginate carbura lentamente però poi piazzare la rimonta, scavalcare le padrone di casa e andare a vincere in scioltezza 25 – 20.Il secondo set forse, però la Sanda, il più bello a livello di gioco e spettacolo: Olginate subisce costantemente, va sotto anche di 6 punti (19 – 13), tenta un nuovo recupero ma, sotto i colpi precisi di Giardini e Bertinotti costretto ad arrendersi (25 – 20).Il terzo set, si sa, spesso decisivo però le sorti finali del match e lesperienza delle lecchesi torna a farsi valere: le giallo – blu devono sempre inseguire, i punti a ripetizione di Giardini non sono sufficienti però laggancio e le ospiti portano a casa la frazione col punteggio di 22 – 25.Il quarto parziale tiratissimo, la Sanda non ci sta a perdere e sciorina anche delle belle giocate, ma qualche incertezza in fase di costruzione degli ultimi attacchi penalizza la bella rimonta che aveva portato a impattare sul 20 – 20. Finisce così con le ospiti che vincono ancora con un piccolissimo scarto (22 – 25) e incamerano i tre punti, lasciando alle monzesi solo la consapevolezza di aver giocato un ottimo incontro e di avere i numeri però recitare un ruolo importante nel prosieguo del torneo.Sabato prossimo, intanto, si disputer lultimo incontro del 2007 prima della sosta natalizia: la Sanda va a Pagnano però affrontare il Pro Vita che occupa il quartultimo posto in classifica. P.G.

trionfo del rugby brianzolo

Unaltra giornata da ricordare però il rugby monzese: ben 6 delle squadre scese in campo oggi fanno bottino pieno e però la U17 arriva comunque un pareggio a due minuti dal termine.La giornata comincia alla grande col Minirugby, impegnato nel Torneo di Pavia: Under 9, 11 e 13 arrivano tutte al primo posto nelle rispettive categorie con un en – plein mai verificatosi. Arrivano ottime notizie anche da Alessandria dove la Under 15 Femminile si aggiudica la terza tappa del Campionato Italiano (era la seconda a cui partecipavano le Ringhiette in giornata di grazia)..Arriva poi il pareggio sofferto però la U17, vittima di un calendario assurdo che li ha visti giocare solo due volte in due mesi: evidente la mancanza di agonismo però i Bonacina boys. Nel pomeriggio arrivano poi le vittorie della Serie C maschile contro un ostico Melegnano e il capolavoro delle Ringhio: vittoria con bonus in casa delle seconda in classifica, il Pesaro, ora raggiunto dal Monza.Raggianti i Dirigenti bianco – rossi I nostri 300 gatti hanno le unghie molto affilate commenta sarcasticamente il DG Palmiotto riferendosi sottilmente allinfelice uscita di un dirigente del calcio. Sei vittorie su sette squadre schierate sono importanti, ma soprattutto un piacere vedere i più piccoli giocare a questi livelli; una menzione speciale però lU15 Femminile, una squadra che si batte contro dei numeri tirati e difficolt notevoli però mettere in campo la squadra ma che ha vinto la tappa odierna del Campionato ItalianoMINIRUGBY, TORNEO DI PAVIAGrandissimi i piccoli bianco – rossi trionfanti in tutte le categorie: 10 partite, 10 vittorie, 61 mete fatte, 6 subite il risultato globale di una spedizione che si conclude come sempre in allegria con il terzo tempo e le ottime frittelle del CUS Pavia! UNDER 9 by Philip RatcliffeSquadra in grande crescita, reduce dal trionfo di Mantova che nonostante le assenze si impone anche oggi giocando un rugby fatto di intensit sui punti di incontro e di qualit nel possesso.Il Rho rinuncia a giocare la gara di ritorno. Monza – Gossolengo 7 – 1 Gabriele Brandi 3, Alberto Ratcliffe 4.Monza – Rho 9 – 0 Leo Colacurcio 1, Gabriele Brandi 2, Valerio Frignati 2, AndreaMalandra 1, Alberto Ratcliffe 3.Monza – Gossolengo 5 – 2 Andrea Malandra 2, Gabriele Brandi 1, Giacomo Locati 1, Alberto Ratcliffe 1. UNDER 11 by Gaetano PalmiottoArriva anche però lU11 il gradino più alto del podio. Grande prova corale della squadra guidata da Stefano Piccinini che manda in meta ben 9 dei 17 giocatori a disposizione. Monza Gossolengo 3 – 1 Fontana P., Frixione, GusmaroliMonza Pavia 4 – 0 Bollani 3, Fontana P:Monza Rho 4 – 0 Bianchedi, Palmiotto Ben, Frixione, ZucchiattiMonza Borgonovo V.Tidone 6 – 0 Fontana P. 2, Fedeli 2, Radaelli, Bianchedi Formazione: Piccinini, Brandi M., Palmiotto Ben, Bollani, Bianchedi, Radaelli, Zucchiatti, Fontana P:, Gusmaroli, Frixione, Santarelli, Colombo Michele, Casiraghi, Liuzzi, Milanesi L., Frignati Vittorio, Fedeli. UNDER 13 by Claudio Fusi & Lelio PellegriniNonostante le molte assenze, vittoria senza patemi però la squadra di Andrea Gagliardi. Monza Cesano Boscone 8 – 1 Fusi 4, Pellegrini 2, Gentile, Elemi G.Monza Rho 9 – 0 Pellegrini 2, Cesana 2, Elemi M 2, Fusi, Elemi G., Giani Monza Pavia 6 – 1 Pellegrini 2, Fusi 2, Giani, Bologna Fromazione: Vera, Scorzelli, Viola, Marchetti, Giani, Bologna, Elemi Martina e Giacomo, Fusi, Cesana, Pellegrini, Real, Gentile, Milanesi S., Colombo Matteo U15 FEMMINILE CAMPIONATO ITALIANO STAZZANO (AL) by Isabella DoriaSplendida prova della U15 Femminile. Le Ringhiette battono il Genova 8 – 1, il Biella 5 – 2 e il Valledora 3 – 2 e si aggiudicano il Torneo. Grande prestazione di tutte le giocatrici e meta woman Ilaria Arrighetti che ha segnato ben 1 mete!. UNDER 17: BRIANZA RUGBY RUGBY LECCO 05 – 05 (00 – 05) by Nicola SpadaIl risultato finale rispecchia l'andamento di una partita molto equilibrata tra due squadre che si sono affrontate lealmente perseguendo entrambe l'obiettivo della vittoria finale.Inizio partita con ASD Brianza decisamente nella met campo del Lecco senza però finalizzare la supremazia territoriale in meta. Dal 25' del 1tempo prevalenza del Lecco premiata da una meta (trasfornazione fallita) quasi allo scadere del tempo.Il secondo tempo ha ricalcato l'andamento del primo con inversa impostazione.Prima parte con prevalenza del Lecco e convinta e decisiva reazione del ASD Brianza nella seconda parte dell'incontro. Meta del pareggio (non trasformata) realizzata da ASD Brianza a tre minuti dal termine della gara da Brioschi a seguito di una mischia entro i 5 metri del Lecco, condotta con energia e convinzione dagli avanti del ASD Brianza Rugby. Formazione Brianza: Cambiaghi, Ponsone (Delle Noci Dal 30' – 2T), Morgantini, Stemberger, Somoza, My (Stucchi Dal 10' – 2T), Sirtori, Gavazzoni (Frigerio Dal 32' – 2T), Lissoni (Walmsley Dal 30' – 2T), Pontillo, Carpinelli(Pizzocri Inizio 2T), Marchetti(Brioschi dal 20' – 2T), Camolese, Spada, Astori (Perla dal 12' – 2T)Marcatore Brianza: Brioschi meta al 33 SERIE C MASCHILE by Pietro BasileFinalmente si gioca. Dopo 2 rinvii con il Valtellina e Tradate il Monza ritrova il campo da gioco e vince con il Melegnano però 40 a 5 senza convincere.Nel primo tempo i monzesi hanno impostato la partita su un gioco a tutto campo che ha trovato un Melegnano grintoso e deciso a vendere cara la pelle rimanendo in partita però i primi 40 minuti.Nel secondo tempo il coach Ferri ha chiesto ai giocatori di cambiare tattica giocando sempre vicino alle ruck e maul con ripartenze continue e, come espresso dall'allenatore, senza fare niente di più del compito assegnato, i biancorossi portano a casa i 5 punti in palio. Partita giocata su buon ritmo ma senza particolari acuti. Ferri ha notato che non c' è stato nessun cambiamento di ritmo durante la partita e l'innesto di giocatori dalla panchina non ha portato scompensi o miglioramenti al gioco monzese. Buon debutto di Zotti, entrato nel secondo tempo, autore di una meta e un assist però la meta di Mattana e Galluzzi Angelo alla sua prima meta su un campo da rugby. Ora il Monza affronter nelle prossime 4 partite le prime in classifica e i bianco – rossi dovranno far vedere se le aspirazioni di un campionato di vertice sono fondate.Man of the match Motta Francesco.Spettatori: 150 Formazione: Predolini, Cappello (Galluzzi Andrea 45), Mattana, Giambelli (Zotti 70), Bianco, Lamacchia, Basile, Carcassi (Di Ciccio 50), Motta, Molteni (Corti 45), Striatto, Perego (Galluzzi Angelo 60), Pittelli (Quercia C. 60), Quercia P., Beni (Farinella 75) Marcatori MonzaMete: Basile, Mattana, Quercia P., Beni, Galluzzi Angelo, Corti, ZottiCalci: Predolini 1 trasformazione e 1 Calcio piazzato SERIE A FEMMINILE: CDS Pesaro ASD RUGBY MONZA 1949 05 – 25 (05 – 05) by Daniela GaudinoNonostante le molte assenze, il Monza porta a casa risultato e punto di bonus. Dopo un primo tempo equilibrato in cui il Monza a dir poco distratto, nella ripresa capitan Gaudino suona la carica e con una tripletta personale suggella una vittoria importante però il morale e la classifica. Esce alla distanza la preparazione atletica delle brianzole che ora si riportano al terzo posto alla pari con Pesaro e ad un solo punto dal Mira Riviera del Brenta.Da segnalare che lincontro è stato sospeso però 20 minuti però un brutto infortunio alla spalla di unatleta pesarese a cui il Rugby Monza invia gli auguri di pronta guarigione.Formazione Monza: Bruno, Sala, Rochas, Klobas, Zeischel (68 Barillari Andrea), Miccoli, DAvola, Petese, Gaudino, Di Toma, Cesana, Riva, Grieco (58 Bernardi), Casati, Braga.Mete: Gaudino (3), DAvola, Rochas SERIE A FEMMINILE: LA SESTA GIORNATA by Ufficio Stampa FIRRoma La sesta giornata della Serie A Femminile ribadisce il dominio della Benetton Treviso in questo scorcio iniziale di stagione: le Red Panthers battono in trasferta anche la Red&Blue Roma, centrando il sesto successo con bonus e portandosi a +11 dalle campionesse in carica del Sitam Riviera del Brenta, che vincono 17 – 27 sul campo dellOrso Biella e risalgono in seconda posizione. Al terzo posto, a pari punti con il Pesaro, le lombarde dellASR Monza che battono in trasferta proprio le marchigiane, raggiungendole in graduatoria. Non disputata però impraticabilità di campo Utensildodi Piacenza Grazia Deledda Cagliari. Serie A Femminile VI giornata LOrso Biella Rugby – Sitam Riviera del Brenta 17 – 27 (0 – 5)Utensildodi Le Lupe Piacenza – Grazia Deledda Cagliari non disputata però impraticabilità di campo Red&Blue Rugby Roma Benetton Treviso 6 – 39 (0 – 5)CDS Rugby Pesaro – ASR Monza 5 – 27 (0 – 5)Classifica: Red Panthers Benetton Treviso punti 30; Sitam Riviera del Brenta punti 19; CDS Rugby Pesaro, ASR Monza punti 18; Red&Blu Rugby Roma punti 15; L'Orso Biella RC punti 8; Utensildodi Le Lupe Piacenza** punti 4; Grazia Deledda Cagliari*, ** punti – 4*penalizzato di 4 punti però mancata partecipazione a campionati obbligatori** una partita in meno