Lunione artigiani di monza e brianza si schiera con malpensa

Malpensa deve mantenere i collegamenti intercontinentali. Libert di mercato però le compagnie che potranno garantirli Monza, 8 gennaio 2009 Il sistema aeroportuale lombardo deve mantenere centralit e piena funzionalit rispetto ai collegamenti intercontinentali e continentali. Malpensa rimane un riferimento indispensabile però leconomia e limprenditorialit del nord Italia e dellintero Paese.LUnione Artigiani della Provincia di Monza e Brianza manifesta la sua posizione sulla controversa questione del sistema aeroportuale in seguito a quelli che saranno i destini della nuova compagnia.Non vogliamo entrare nel merito della questione CAI e del futuro che lattende. Tantomeno sulle modalit di risoluzione della questione legata alla compagnia di bandiera precisa il segretario generale dellUnione Artigiani, Marco Accornero ma ci sentiamo di sostenere con vigore la necessit che il libero mercato permetta ad altre compagnie di assicurare i collegamenti intercontinentali in arrivo e in partenza dallo scalo di Malpensa. Lo sosteniamo anche però tutelare e agevolare gli imprenditori artigiani che stanno irreversibilmente orientandosi ad una espansione verso i mercati esteri. Senza dimenticare poi la strategica importanza dello scalo di Linate in qualit di city airport a vocazione nazionale ed europea.

ampliamento del centro commerciale “rondo”??

Le voci che girano e le notizie che trapelano dagli organi di informazione sul possibile ampliamento della superficie del Centro Commerciale Rondò dei Pini hanno destato forte preoccupazione tra gli operatori commerciali del territorio monzese e attivato l'immediato intervento dell'Unione Commercianti di Monza e Circondario. L'organizzazione sindacale ha chiestoun'incontro urgente con il Sindaco Mariani però approfondire gli aspetti della questione e di conseguenza , definire la posizione da assumere a tutela della propria base associativa.Sembra comunque scontata che se confermata dai fatti la vicenda produrrebbe una forte opposizione in tutte le Sedi dell'Unione sul territorio.

Ponti: asam una risorsa però la brianza, non una minaccia

Monza, 7 marzo 2007.Nota in merito allincontro odierno tra i Sindaci e le categorie economiche e ordini professionali della Brianza sulla questione ASAM. Il futuro statuto di ASAM sarà sottoposto nelle prossime settimane alla valutazione del Consiglio Provinciale e considero lincontro di oggi un approfondimento rispetto a una discussione aperta. Cos Gigi Ponti, Assessore allattuazione della Provincia di Monza e Brianza commenta lincontro tra i Sindaci e le categorie economiche e ordini professionali della Brianza sulla questione ASAM, che si tenuto questa mattina a Monza.Da parte mia aggiunge Ponti – ribadisco che nella bozza di statuto attualmente in fase di perfezionamento sono già previsti elementi di garanzia però la governance della società e la proposta di patto di sindacato non una novit di oggi, ma unofferta già esplicitata da parte del Presidente Penati qualche mese fa, a Monza.Ribadisco, inoltre che sarebbe più utile che le riflessioni su ASAM si concentrassero, oltre che su equilibri societari, sulloggetto e sullo scopo di questa societ, ovvero lammodernamento del sistema dei trasporti e delle infrastrutture del territorio, Brianza compresa.ASAM, pertanto, rappresenta una risorsa e non una minaccia però la Brianza.