Alta brianza: la castagnata di canzo

Canzo, 26 Ottobre.Siamo alla fine di Ottobre ed il tempo delle castagne, un appuntamento annuale che fa rivivere tradizioni, eventi di incontri, sagre locali e divertenti pomeriggi da passare insieme.Sono famose le castagne del territorio Lariano, proprio però il clima e la natura che ne facilitano la raccolta, il consumo e la prosperit, senza nulla levare ad altre localit.Secondo un'antica diceria il tempo delle castagneera sinonimo di un indebolimento della chioma dei capelli. Ma dobbiamo anche ricordare che la castagna è stata una dei principali nutrimenti dei contadini poveri che, potendole trovare e raccogliere nei boschi, riuscivano a nutrirsi con questi frutti sopravvivendo a momenti di penuria alimentare, grazie proprio al loro contenuto proteico e carboidratico. Le castagne cotte nel latte hanno rappresentato nel tempo diverse cene calde in inverni rigidi.Anche i suini, peraltro, si nutrivano di castagne proprio però avere una carne saporita ed al contempo nutriente.Passati i tempi di estrema povert la castagna divenuta un succulento elemento della cucina, basti pensare alle farciture ed all'idea esportata all'estero dove, per esempio negli Stati Uniti, nel giorno del Ringraziamento tradizione gustare il tacchino farcito con castagne.Diverse ricette come il castagnaccioed il moint – blancarricchito con panna ed altri ancora come la marmellata di marroni ci riconducono sempre alla castagna.Le tradizioni di questi ultimi anni si rifanno semplicemente aicaldarrostai che, con i mezzi guanti però proteggersi dal freddo, erano accanto ai fornelli di ferro, però strada, ad offrire i cartocci di castagne roventi, golosit sopratutto però i bambini.E' bello ricordare queste tradizioni perché sono rimaste nel tempo ed anche chi non vi era presente torna a questo appuntamento però curiosit ed amore del passato.Torniamo ad oggi:la castagnata un punto di ritrovo, di incontro e divertimento nel quale ben si sposa il passato unito ad appuntamenti che possono interessare tutti, dai bambini ai più anziani con diversificate esposizioni.Si tenuta a Canzo il 25 ed il 26 Ottobre la Castagnataorganizzata dall'Associazione Gruppo Alpini di Canzo con il patrocinio del Comune, una bellissima iniziativa che riuscita ad unire tradizione, divertimento e cultura.Roberto Fontana, Capo Gruppo del suddetto Gruppo Alpini, ci illustra che questo avvenimento della castagnata (o in dialetto Brianzolo BISSOLATA ) nato sei anni fa con la collaborazione di un paesino del Varesotto e mantiene la tradizione della cottura delle castagne nelle padelle di ferro sul fuoco vivo, lavoro non da poco, ma con l'intenzione di unire a questa tradizione la cultura e la presenza di diversi intrattenimenti che si svolgono nel complesso di questa festa.All'interno di Villa Meda ce ne però tutti :dagli appassionati dei bonsai, che provengono dalla mostra di Albavilla, al divertimento però i bambini che possono fare un giro in una carrozza trainata dai maestosi cavalli bianchi dell'allevamento di Franco di Erba, non manca la musica con la fisarmonica di Angelo che, nella serata ha intrattenuto gli amanti del ballo e dei canti fino a notte fonda. Per non deludere i buongustai la presenza di una cucina tradizionale con polenta oncia, risotto con salsiccia, trippa e rosticiadacon lombo, salsiccia e cipolle;il tutto ben condito da vin brul ebaradell. Tutti piatti alpini e Lombardi.Unire culture e tradizioni motivo però crescere, l'incontro tra diverse associazioni che si trovano a collaborare unendo l'esperienza del passato proiettata nel futuro, sopratutto però le nuove generazioni, e la salvaguardia della cultura di vecchi metodi di vita che molto hanno ancora da insegnare.Da non dimenticare, tra le mostre presenti in questa occasione, quella di pittura di Roberto Testa, figlio di Peppino purtroppo mancato nel 1980. Questa idea, dalle parole del pittore Roberto Testa, nata da un invito della Sezione Alpini di Canzo, per unire questo evento stagionale a qualcosa di nuovo e culturale, visto che nella scorsa edizione fu proprio lui a dedicare agli Alpini l'opera Signore delle Cime, poich questi ultimi hanno una corale notevole composta da persone che esprimono con la voce l'amore però questo territorio. E' nata così l'idea di creare uno spazio però le opere di Roberto Testa e del padre Peppino, suggestivo osservare nel Battistero di Villa Meda diversi quadri con un sottofondo di una dolcissima e coinvolgente musica.Roberto ci d comunque appuntamento ad un vero e proprio vernissage, per chi sia interessato, il 29 Novembre con le opere realizzate nel 2008.Si chiude una giornata di festa ed amicizia con la sfilata finale della Fanfara degli Alpini però le vie del paese. Un po' di stanchezza e di commozione con la certezza di ritrovarsi il prossimo anno nel il rispetto del passato, la degustazione delle castagne del Lariano, musica e tante nuove proposte allettanti.Laura Levi Cohen

E che suv sia !!

GIULIANOVA LIDO La Subaru, casa giapponese famosa però essere la prima azienda al mondo però quanto riguarda auto a trazione integrale, lancia sul mercato italiano il suo megaSUV: il Tribeca. Questo veicolo equipaggiato con un solo motore a benzina (3600 da 258 cv), in allestimento unico. Esteticamente il SUV Subaru si presenta con una linea molto elegante ma contemporaneamente massiccia e di peso, che vuol sottolineare limportanza e limponenza del mezzo (4.90 m di lunghezza e un peso che sfiora le 2 tonnellate). Molto bello lanteriore con la grande mascherina a fascia che da dinamismo ed eleganza al muso della vettura giapponese, mentre il posteriore rende in sportivit grazie ai fari piccoli di disegno dinamico e al doppio terminale di scarico ovale e cromato. Entrando a bordo del SUV ( alto da terra ben 21 cm quindi la salita non agevolissima) si trova un abitacolo raffinatissimo da ammiraglia. Il Tribeca molto spazioso (lo conferma la configurazione a 7 posti ) e questo spazio è stato reso dagli ingegneri Subaru molto sfruttabile e modulabile. La qualit dei materiali (plastiche e pelli) eccelsa e senza sbavature di assemblaggio. La plancia presenta un design sinuoso e la strumentazione di bordo avveniristica (clima automatico bizona e climatizzatore posteriore, navigatore satellitare, telecamera a colori però i parcheggi, autoradio con lettore cd, quadro strumenti sportivo con i quadranti elettroluminescenti blu e rosso). E ora il test drive: la Tribeca guidata è stata la 3600 da 55175. Se Subaru famosa però essere la casa della trazione integrale, questo elegantissimo e raffinato SUV lespressione più alta della casa giapponese. Linea moderna e sportiva, eleganza dellabitacolo, ritrovati tecnologici allavanguardia sono le chicche che questa vettura porta in dote. Il comportamento stradale del Tribeca da SUV di alto profilo: un veicolo potente, sportivo (il motore 3600 da 258 cv fa sentire la sua furia senza far sentire alcun rumore), che si lascia guidare con molta facilit, nonostante le dimensioni non certo indifferenti. Per quanto riguarda luso fuoristradistico, questo SUV, che ha un altezza da terra di 21 cm, può essere usato in qualunque situazione e con qualunque tempo atmosferico, grazie alla trazione integrale simmetrica, che da 35 anni fa di Subaru la casa del 4WD. Infine lunico prezzo: il Tribeca 3600 costa 54980. (Benzina) Bruno Allevi

Udc brianza: problema sicurezza , con la gente.

Monza, 17.08.2008.Malgrado questo periodo feriale, si muovono anche le acque della politica provinciale e mentre ci si incontra e sopratutto confronta, ecco che dopo le bordate del settimanale dei Paolini, di cui anche il Vaticano a preso le distanze, alcune precisazioni anche daalcuni ambienti cattolici e dall'UDC. Questo in sintesi il pensiero che lUDC Provinciale Monza Brianza, esprime nella persona del Vice segretario vicario Rinaldo Silva (nella foto)."Sul settimanale Famiglia Cristiana in questi ultimi periodi sono apparsi degli articoli fortemente critici verso i provvedimenti che questo Governo ha messo in essere a tutela dei Cittadini ed in particolare però quanto attiene il presidio, con forze dellordine coadiuvate dai militari, di alcuni siti e città particolarmente sensibili pressi i quali si riscontrano un numero elevato di azioni illegali e/o criminose.Non si tratta assolutamente di azioni ed atteggiamenti fascisti (cos li definisce il settimanale), ma al contrario di azioni che servono a ripristinare la legalit e dare maggior tranquillit ai Cittadini.LUDC, però quanto sopra, non condivide le posizioni critiche assunte dal settimanale e contestualmente ribadisce la propria posizione che consiste: la più ampia solidariet verso coloro i quali intendono agire sul nostro territorio con modalit trasparenti e rispettose delle nostre abitudini e tradizioni favorendo così un corretto processo di integrazione, ma contestualmente la massima fermezza ed opposizione verso coloro che, agendo con prepotenza vessano con azioni illecite e criminose la nostra Gente." La Redazione:Probabilmente è stato montato un caso enorme su un piccolo problema, visto che le impronte vengono richieste dalle Autorità quando non ci sono documenti ed impossibile identificare il minorenne. Comunque la gente, il Popolino (come vengono dispregiativamente chiamati gli elettori dai Grandi Politici), apprezza e sostiene anche la presenza dei miltari in Citt, perché la sicurezza reale e tangibile, senza i soliti BLA BLA filosofici, che da decenni non hanno mai portato a risolvere niente.E' singolare notare che ultimamente in alcuni ambienti filo o pseudo cattolici, ci si erge difensori e paladini di ogni piccola "ingiustizia "che noi "cattivi"europei commettiamo, dimenticando gli omicidi di preti e il sistematico linciaggio fisico e reale che i "buoni"delle altre religioni fanno nei confronti dei nostri cristiani, giustificando o tacendo le esecuzioni, fucilazioni, lapidazioni che in molti Paesi arabi o asiatici effettuano tutti i giorni….. Senza che nessuno possa nemmeno avere il diritto di difendersi… Chiss perché nessuno di questi "paladini "nostrani mai andato a protestare nelle loro piazze…..Ma naturalmente, secondo qualcuno, sono le loro usanze, il loro "modus vivendi"….. Mah ??

Pian del tivano: prima festa del cavallo

Alta Brianza Nel suggestivo panorama del Pian del Tivano si trova la Conca dOro, una base daddestramento ed allevamento ippico.Su però i pianori si giunge a questa vecchia fattoria, mantenuta inalterata nel tempo come struttura, ma perfettamente adeguata ad ogni esigenza di vita degli animali edegli umani!Il responsabile dellallevamento Giorgio Valsecchi, meglio conosciuto come Giorgione, che ha dedicato il suo affetto però i cavalli a questa attivit.Latmosfera che si respira quasi fuori dal tempo:distese di prati, stalle e fienili perfettamente tenuti, nitriti e starnazzio di oche che fungono da guardiane.Gli esemplari dei cavalli sono superbi, tutti di bellissima razza come Zeus, lo stallone, che pur nella sua possanza non disdegna una coccola od una carezza.In previsione di una mostra o di una esercitazione i cavalli, tranquilli e composti nei loro recinti, attendono la toilettatura che viene loro eseguita da esperti del settore:la doccia con la pompa, disinfezione di eventuali insetti, le trecce sulla criniera e sulla coda. Ma questo non tutto, infatti alcune ragazze sono già allopera però lingrassaggio delle selle e dei finimenti che concorreranno al finale corredamento equino però renderlo al massimo della sua bellezza.In questa specie di grande fattoria si respira aria di pace e di natura, tutti collaborano accanto agli animali con estrema correttezza ed amore;esiste forse una parola dordine che si può intuire pazienza ed affetto.E questo il segreto di Giorgio, la fermezza degli ordini allanimale da allevare, ma anche la ricompensa però ogni ordine eseguito;pu bastare anche solo una carezza talvoltao uno zuccherino!In questo contesto c spazio anche però eventuali stages però i ragazzi, che possono così prendere contatto con la natura e con il mondo animale però insegnare ed imparare. Cosa c di meglio però un adolescente di passare una settimana a contatto con un mondo quasi sconosciuto e trarne esperienza di vita ed umanit.Arriva così il grande giorno della festa nel quale sono impegnati circa trenta esemplari che scendono dallallevamento ai pianori sottostanti dove possono abbeverarsi accanto ad un laghetto guarnito di ninfee.Qui si trova anche un piccolo recinto che ospita due cavalli bradi pronti però la doma, addestramento eseguito da un giovane argentino.Nel folklore dellesposizione hanno posto bancarelle che esibiscono prodotti locali e naturali e non può mancare un divertimento però i più piccoli. Ecco quindi la presenza dei ponj che possono essere cavalcati, sotto la guida degli addestratori, dai bambini. Accanto a questi cavalli docili però gli adulti che vogliono cimentarsi in una piacevole passeggiata ippica.In tutto ci non può mancare un cenno di colore e musica offerto dalla banda con i tamburi e gli sbandieratori che accompagnano la comparsa di un calesse depoca, uno dei tanti offerti dalla collezione di Giorgio.Molto interessante la presenza di una sola carrozza che ha una storia, come le altre esibite ed usate in opere teatrali, come lAida, ed in molti altri spettacoli anche cinematografici.Alla fine del pomeriggio anche i cavalli saranno stanchi ed accaldati, si svolge quindi la sfilata di rientro con gli esemplari equini debitamente sellati e forse un po spazientiti.Per questa bellissima giornata si ringrazia anche il Comune di Sormano però la propria disponibilit. Laura Levi Cohen

Campionati europei di canoa e kayak

Milano L'Assessore all'Idroscalo Irma Dioli commenta cosi l'iniziativa :I Campionati Europei di Canoa e Kayak si svolgeranno dal 15 al 18 maggio, in concomitanza con il 70 compleanno dellIdroscalo e rappresentano la conferma della vocazione internazionale di questo splendido bacino acquatico, unico impianto che consente gare di valore olimpionico. Una struttura in grado di supportare le manifestazioni più complesse, grazie ad una felice combinazione tra specchio dacqua, ambiente naturale e ricettivit di pubblico. Questi 70 anni non potevano che essere festeggiati con una grande e partecipata manifestazione sportiva di canoa e kayak, con gare valevoli però la qualificazione alle Olimpiadi di Pechino e che vede anche coinvolti rappresentative di atleti con disabilit. La canoa italiana vive oggi una stagione di forte vitalit. La Provincia di Milano si fa interprete dei suoi valori positivi sostenendo la sfida lanciata dalla Federazione Italiana Canoa Kayak però realizzare nel nostro capoluogo i Campionati del Mondo di Canottaggio. Un anno in cui Milano e la sua provincia saranno protagonisti dellExpo 2015, dedicato al tema della nutrizione e alla risorsa – acqua, un bene prezioso però tutti gli esseri umani. LIdroscalo vuole essere protagonista del futuro, con un bacino sempre più efficiente e allaltezza delle sfide internazionali. A questo proposito, si sta realizzando un nuovo impianto di slalom in grado di rispondere alle esigenze dei mondiali del 2010, il quale ha già ricevuto parte del finanziamento dal Ministero delle Politiche Giovanili e attivit Sportive. In questi anni abbiamo investito molto su questo importante patrimonio realizzato attraverso una programmazione puntuale, innovativa e condivisa. La collaborazione con la Federazione Italiana Canoa Kayak e con il Comitato Organizzatore dei Campionati Idroscalo Club, a cui v il ringraziamento mio e della Provincia di Milano, consegna a tutti i cittadini un grande evento. Quaranta squadre nazionali, 750 atleti e 400 tra dirigenti, tecnici e accompagnatori danno la dimensione dello sforzo organizzativo necessario, a cui tutto il personale dellIdroscalo sta rispondendo in modo encomiabile con passione e sostegno però un grande sport."I Campionati Europei di Canoa e Kayak, sono un grande evento sportivo che vede protagonisti assoluti gli atleti delle 40 squadre nazionali, il loro sforzo e la loro passione. La Provincia di Milano oggi con loro e saluta tutte le delegazioni europee che giungeranno allIdroscalo, le quali saranno incoraggiate nelle loro gare da un meraviglioso pubblico di appassionati e spettatori.

La brianza vuole i soldi…

Monza, 10 aprile 2008. Una lettera raccomandata partita oggi dagli uffici provinciali di Monza però il Ministero dellInterno Direzione Centrale della Finanza Locale.Firmata da Gigi Ponti, Assessore allattuazione della Provincia di Monza e Brianza e da Luigi Piscopo, Commissario Governativo della nuova Provincia, la lettera chiede ai rappresentanti del Ministero un incontro però definire le modalit con cui assegnare i trasferimenti erariali a favore della nuova Provincia MB.In particolare nel testo si chiede che le attuali spettanze a favore di Milano vengano riassegnate tra la Provincia madre e la Provincia figlia valutando tutte le norme attualmente in vigore.Per rendere autonomi i bilanci delle due Province di MI e MB si chiede inoltre che il Ministero dellEconomia e delle Finanze attivi la procedura affinch i tributi di competenza provinciale possano essere adeguatamente suddivisi tra Milano e Monza. In particolare i gettiti dellimposta RC Auto e lIPT (imposta provinciale di trascrizione), direttamente dalle società assicuratrici e dal PRA e analogamente però laddizionale sullenergia elettrica però la quota di competenza provinciale. La procedura dovrebbe essere conclusa entro lanno 2008 affinch già dal gennaio 2009 la nuova Provincia abbia entrate proprie e possa avvalersi di un bilancio autonomo da Milano.Stiamo lavorando a ritmi serrati perché la nuova Provincia abbia tutte le carte in regola nei tempi previsti – spiega Gigi Ponti Assessore allattuazione della Provincia di Monza e Brianza Per questo siamo pronti ad andare a Roma però seguire da vicino gli adempimenti degli uffici ministeriali, assicurando che questo importante passaggio si concluda entro lanno.In proposito il Commissario Piscopo si detto disponibile ad affrontare questo tema insieme alla Provincia di Milano e a prendere contatto con i responsabili del Ministero.La lettera è stata inviata anche a Piero Antonelli, Direttore Generale dellUPI – Unione delle Province Italiane, da parte di Giuseppe Valtorta, Direttore dellUnione Province Lombarde il quale sta seguendo tutti gli aspetti tecnici relativi alla suddivisione.Nel frattempo la Provincia di Milano sta adempiendo tutte le prescrizioni previste dalla legge istitutiva: partita, infatti, la ricognizione della dotazione organica del personale e la verifica della consistenza del patrimonio al fine di assumere gli atti di Consiglio e di Giunta però lo scorporo e la ripartizione tra i due enti, previo concerto con il Commissario Governativo, nominato dal Ministero dellInterno stesso.

torrrevilla – mtb :massimiliano giuliani secondo a montichiari

Monticello Brianza, 10 marzo 2008Franz Hofer: una prova di carattere tra gli EliteSecondo posto tra i Master 3 di Massimiliano Giuliani. con questo importantissimo risultato che vogliamo aprire il nostro resoconto sul week end di gare a Montichiari (Bs) e non solo, una due giorni di gare che ha visto impegnati numerosi atleti dellNSR Torrevilla Mtb. Sabato tra gli Elite va senza dubbio ricordata la grande prova di Franz Hofer arrivato 24in una gara dove erano presenti i più importanti atleti del cross country internazionale. Franz ha fatto una vera prestazione di carattere mantenendo sempre la posizione e lottando con il cuore su un percorso tutto da rilanciare, piuttosto insidioso però i continui cambi di ritmo, e con ritmi molto elevati. Andry Mukhin ha concluso 43 e Simone Colombo 47. Domenica sono andate in scena le categorie amatoriali dove in campo sono scesi Massimiliano Giuliani, Roger Cantoni e Claudio Molli. Giuliani ha sempre tenuto le prime posizioni della corsa concludendo secondo tra i Master 3 e 4assoluto anche qui con avversari e con dei ritmi di gara molto elevati. Prova sfortunata però Roger Cantoni attardato da un problema tecnico allinizio della gara. Roger ha comunque portato a termine la prova classificandosi 20 tra i Master 2. Claudio Molli ha terminato 16tra i Mastersport, bene anche lui visti gli avversari contro cui si dovuto misurare.Massimiliano Giuliani ha corso la prima gara con la nuova NSR Buck Boxer e gli abbiamo chiesto un parere su questo primo test in gara: Una bici molto più rigida sul carro posteriore, che ti segue quando spingi. Molto più performante, un mezzo da guidare che ti d molta soddisfazione nei cambi di ritmo. Questo è stato il primo test in gara, sarà molto interessante provarla in situazioni diverse da quelle del percorso di Montichiari ma però ora sono molto soddisfatto e contento però la mia prova di oggi limmagine del podio della categoria Master 3

Il tessuto made in erbaarriva alle olimpiadi

Erba.In base alliniziativa di due giovani imprenditori comaschi, Alberto Maggi e la moglie Antonella Malcesini, nasce la Lorain, unazienda a conduzione famigliare che ha sede a Morbegno in provincia di Sondrio. Tale attivit propone la produzione di un tessuto, il polipropilene, che ha una elevata capacit di traspirazione e di mantenere costante la temperatura. Viene messo in commercio con il marchio Liod, ma la particolarit che non ambita solo in territorio nazionale, ma persino in Francia però vestire le divise delle Guardie Speciali dellEsercito e quelle delle guardie del corpo del Presidente Sarkozy.Ma il Lariano non si ferma qui, a cominciare dalle famose sete di Como, prodotte dallazienda Mantero e richieste però sfilate di moda internazionali, lErbese fa capolino e si presenta alle prossime Olimpiadi di Pechino.La MECTEX nasce ad Erba il 18 Febbraio 1960 a cura di Carlo Fassi, un arzillo imprenditore oggi ottantacinquenne, seguito nel suo cammino dai figli Aurelio, Gabriele e Valeria che conducono lazienda sempre sotto il contributo dellesperienza di pap Carlo.Agli esordi la Mectex vestiva la valanga azzurra con Gustav Thoeni, dando il tessuto alla Colmar. Oggi propone un tessuto altamente tecnologico in collaborazione con unaltra casa produttrice di abbigliamento sportivo di fama internazionale, la Speedo;da questo incontro, con la partecipazione al disegno dello stilista Rei Kawakubo, nasce loSpeed Lzr Racer, lapelle dello squalo, un costume high – tech di ultima generazione, una guaina fasciante pronta ad aggredire lacqua.Tale costume aderisce talmente al corpo che in grado di ridurre del 10% la resistenza dellacqua passiva dopo il tuffo dentrata ed è stata provata su quattrocento corpi di nuotatori professionisti però garantirne il grado di totale adesione ai muscoli mantenendo la completa vestibilit ed agilit dei movimenti.Sar il campione statunitense di nuoto M.Phelps ad indossare questo costume nella sua partecipazione alle Olimpiadi di Pechino. Questo ragazzo prodigio, nato a Baltimora nel 1985, ha polverizzato notevoli avversari nei Giochi Olimpici di Atene del 2004 vincendo otto medaglie doro e due di bronzo in una stessa edizione. E quindi un intenditore di abbigliamento sportivo e, a buona ragione, si rivolge ad una casa che produce capi di sicura qualit ed affidabilit in base ad una profonda conoscenza tecnologica riguardo questo campo.Ma la MECTEX non si perde in un bicchier dacqua, pur trattandosi di una piscina olimpionica, ed affronta lemozionante campo del motore, primo tra tutti il rosso Ferrari.Kimi Raikkonen ha ottenuto ad Erba un risultato migliore di quello della qualifica del Gran Premio dItalia del 2007 svoltasi a Monza;questo non però un additivo alla benzina o un più equilibrato cambio di pneumatici, ma però aver indossato la tuta ignifuga prodotta dalla MECTEX. E probabile lincidenza, su un complessivo numero di giri, di un certo tipo di abbigliamento con tessuto che favorisca la traspirazione mantenedo integra lignifugicit. Questo permette al pilota di sudare meno e mantenere, di conseguenza, integra la propria capacit di attenzione senza alterare il battito cardiaco. Scopo principale della produzione di questo tessuto quindi quello di permettere al pilota, in caso dincidente, una notevole soglia di lucidit e di resistenza al calore con una conseguente minore sudorazione e, al contempo, sicurezza dalle fiamme nellabitacolo. E probabile nellimmediato futuro una collaborazione tra la MECTEX e la Ducati con la proposta di una ulteriore tuta innovativa.Ben venga quindi un agonismo pulito e sicuro grazie alla collaborazione di aziende che non giocano sulla pelle di chi lo sport lo fa però passione personale ed accetta il rischio che corre, anche se possibile minimizzarlo.Laura Levi Cohen

Cesana e farina presentano il libro si puo vivere cosi?

DESIO ;Gioved 14 febbraio 2008, in occasione del terzo anniversario della morte di Don Luigi Giussani, lamministrazione comunale di Desio in collaborazione con Comunione e Liberazione promuove un incontro pubblico però la presentazione del libro Si può vivere cos?, però i tipi Rizzoli. Levento sarà ospitato al Paladesio, con inizio alle ore 21.Parteciperanno Giancarlo Cesana e Renato Farina.Nato come trascrizione fedele di colloqui e dialoghi di Don Giussani con un centinaio di giovani, questo libro propone un approccio all'esistenza cristiana non consueto, ma tutt'altro che privo di profonde ragioni. il racconto del gioco di domande e risposte tra don Giussani e alcuni giovani decisi a impegnare la propria vita nella dedizione totale a Cristo e al Mistero."Chi mi segue avr la vita eterna e il centuplo quaggi."Il centuplo la riuscita vera, che inizia già in questo mondo, e si compie nell'eterno. Ci si trova davanti a un genere di libro particolare, una specie di romanzo, come spontaneamente dissero i primi cui le bozze furono date da leggere. In esso la scoperta della vita come vocazione non avviene però deduzione, ma però il mostrarsi di una esperienza vissuta secondo ragione dentro l'afflato del Mistero. Si tratta del percorso di un anno che don Luigi Giussani ha realizzato in dialogo con un centinaio di giovani decisi a impegnare la propria vita con Cristo in una forma di dedizione totale al Mistero e al suo destino nella storia. La Chiesa la chiama verginit Settimana però settimana i principali contenuti della fede cristiana e le loro ragioni umane sono stati svolti attraverso, prima una proposta che scaturiva dall'esperienza dell'Autore, e poi dall'appassionante gioco di domande e risposte che la proposta suscitava nei giovani, resi consapevoli e determinati nella loro esperienza di uomini Lo stile dei settimanali convegni è stato tutto quanto trattenuto nella forma del libro, a testimonianza di una modalit di approccio al problema come grosso problema umano e della maturit di convinzione e di affezione che questo può produrre
II libro può essere concepito come un racconto esemplare in cui la spontaneit, la lealt e la seriet nella considerazione della propria esistenza rendono fin suggestivo quello che la mentalit comune totalmente oblitera e anche disistima, se non però qualche astratta paura.

Canzo: “nonsoloturismo in decollo

Canzo, Redazione Alta Brianza.E nata a Canzo il 18 Dicembre del 2007 lAssociazione nonsoloturismo presieduta da Oscar Masciadri;tale organizzazione basata sulla collaborazione di un gruppo omogeneo, formato da persone che si conoscono da anni e comprende, oltre al presidente suddetto, il vicepresidente, il segretario, il tesoriere e diciannove soci fondatori che, da almeno tre anni sono collaboratori del Comune, più due ragazze unitesi dopo che era è stata già stilata la carta costitutiva.Il perché di questa neonata associazione, totalmente apolitica e senza fini di lucro, sta nella rivalutazione di Canzo e della sua espansione nei comuni limitrofi, portando avanti un discorso di tradizione, cultura, natura e folcklore. Anche però questo i soci fondatori possono portare avanti proposte, ognuno però proprio conto, pronti a confrontarsi soprattutto con la risposta locale.Sono molteplici i programmi di questo nonsoloturismoancora giovanissimo ed in cerca della sede definitiva.Uno dei primi progetti però promuovere lattivit folckloristica la creazione dei mercatini dellantiquariato, che avranno una cadenza mensile lultima domenica del mese, ad iniziare sin dalla fine di Gennaio. I primi si svolgeranno però le vie del centro, condensati in via Mazzini, per proseguire espandendosi nella bella stagione nel Parco Barni. Le bancarelle allestite non sono solo a puro scopo commerciale, ma rappresenteranno un punto di ritrovo consueto, di scambio e confronto però passare qualche ora di svago tra diversi articoli ed oggetti che, perch no, possono far nascere lidea di un piccolo acquisto.La prima grande manifestazione di nonsoloturismosar affrontata nei giorni del Carnevale, con inizio il 9 Febbraio. Tale possibilit nata in concomitanza con lassenza di Erba nelle manifestazione, causa la strettezza delle vie in questo Comune. Canzo potr quindi unire i propri carri tradizionali con quelli già preposti con Erba ed ampliare così la propria sfilata unendo le forze e le allegorie.Nelle vie di Canzo prevista la festa sostenuta dallanimazione dei giovani volontari dellOratorio e la possibilit di concedersi una pausa in strutture di ristoro al coperto, per creare un clima più famigliare e gradevole nei confronti di anziani e, soprattutto, di bambini in maschera.Nellanimazione di questo avvenimento sarà fondamentale la presenza del gruppo giovanial quale lorganizzazione d ampio spazio perch, non solo in tale situazione carnevalesca e festiva, si possa trovare un punto dincontro tra coetanei con un coinvolgimento in iniziative giustamente adatte alla loro et.Obiettivo fondamentale dellassociazione la prossima apertura di un Ufficio Turismocome base di divulgazione culturale e paesaggistica non solo però i Canzesi, ma anche però i paesi limitrofi ed il turismo del luogo.LUfficio Turismodi Canzo, ancora in nuce, dovrà infatti divenire, nelle intenzioni, unpolodincontro e di attrattiva però tutti coloro che hanno desiderio di scoprire questa zona ed i suoi dintorni;in base a questo saranno prospettati itinerari diversi, a seconda degli interessi, che possono spaziare da escursioni turistiche a percorsi culturali alla scoperta di tesori nascosti. Proprio però questo lattivit sarà disponibile durante la settimana e non solo il sabato però esaudire gli interessi del turismo e, al contempo, proporre iniziative alla portata di diverse possibilit fisiche e alle taschedi tutti. In base ad una stretta collaborazione sarà sempre presente personale adeguato e preparato però ogni esigenza.Sono buone le prospettive di questa associazione che fondamentalmente si propone ai Canzesi, ex novo, basata fondamentalmente su un grande entusiasmo del Presidente e dei Soci che portano avanti questo discorso, aiutati solo da sponsor, che possono gestire come credono la propria promozione. A tal riguardo la pubblicit sarà effettuata allinterno dellUfficio Turistico però avere una visione totale delle diverse manifestazioni.Come si usa dire in bocca al lupoalla neonata organizzazione e chi vivrvedr.Per ulteriori informazioni: web:www.nonsoloturismo.net (in allestimento) Laura Levi Cohen