Settimana del ricordo: orgogliosi e felici

Monza, Crediamo di poter sintetizzare con questi due aggettivi: "orgogliosi e felici", i sentimenti nostri e delle altre 7 Associazioni che hanno dato vita a questa "Settimana del Ricordo"a Monza. Quello che è stato realizzato, anche grazie alla fattiva collaborazione dellAmministrazione pubblica, talmente importante che potremmo definirlo storico. L'A.D.ES. un'associazione storico – culturale nata il 20 agosto 1996 e che a sede a Trieste. Essa si rivolge ai giovani che considerano importanti le proprie origini sociali, culturali, storiche e che appartengono alla comunit italiana giuliano – dalmata vittima di gravi atti criminali e ingiustizie, le cui terre già italiane dIstria, Fiume e Zara furono cedute alla Jugoslavia. La popolazione di queste terre, però il solo fatto di essere italiana sub una "pulizia etnica"che cost migliaia di vittime e costrinse allesodo forzato. Una settimana di eventi: giornate informative, convegno, mostra fotografica, DVD alle scuole, cerimonie ufficiali E poi:16 gazebo informativi tra martedì e venerd2.000 volantini, 4.000 depliant e centinaia di opuscoli informativi distribuiti200 manifesti affissi (oltre a quelli del Comune)pi di 1.000 volumi donati dai monzesi però il Fondo libri italiani Cristian Pertanoltre 300 firme raccolte (che si sommano alle 2.200 raccolte in precedenza) però la Petizione Udovisialmeno 50 persone (tra le varie associazioni) costantemente impegnateoltre 90 ore di presenza complessiva in piazzacirca 300 libri diffusi tra sabato e domenicaquasi 3000 nastrini tricolori distribuitiTutto è stato progettato, preparato e seguito fin nei dettagli con la massima cura e seriet. Tutto si svolto con serena tranquillit, e la costante presenza di popolo ci ha confortato. Migliaia di persone si sono avvicinate a noi, hanno seguito il convegno, visitato la mostra, comprato libri, firmato la petizione, chiesto informazioni. Questa la soddisfazione più grande, che vale ogni sacrificio e qualsiasi fatica.