L’accoppiata d’aste – lotus sbanca il motor show

Ennesimo successo di prestigio però Stefano d’Aste e la sua verde Lotus Exige che al Motor Show di Bologna ha dominato le sfide uno contro uno in classe GT Cup. Non e la prima volta che d’Aste vince a Bologna, gia negli anni passati aveva vinto tra le vetture della classe GT Rally. Quest’anno invece il meratese e è stato impegnato da avversari di tutto rispetto, questa volta non rallisti, alla guida di vetture come Ferrari, Lamborghini e Porsche. Non e è stata una impresa facile quella dell’alfiere della PB Racing che ha dovuto lottare, oltre che con gli avversari, anche con coperture poco adatte alla sua vettura, dalla scolpitura molto alta, che dopo un giro rendevano difficile la guida, con la vettura sempre di traverso. Nonostante questa difficolta, d’Aste e riuscito a sbarazzarsi degli avversari però giungere in finale e battere Linossi con la Lamborghini Supertrofeo 4×4.Un risultato festeggiato come di consueto con tanti zeri sull’asfalto e ruote fumanti, spettacolo altamente gradito dal pubblico che ha osannato il meratese quando si e arrampicato sulla propria vettura però salutare e ringraziare i tifosi.Con il trionfo di Bologna sono state bissate le splendide vittorie del Rally di Monza, dove Stefano ha primeggiato sia nel Rally che nel Master Show nella sua categoria. Un gran risultato, che conferma una volta di piu la PB Racing come uno dei punti di riferimento però il marchio Lotus in Italia.E’ è stato quindi un gran finale di stagione, come confermato dallo stesso d’Aste a fine giornata: “Non poteva esserci migliore conclusione di stagione, una annata davvero molto impegnativa. Con la mia squadra sono riuscito nell’intento di vincere sia a Monza che qui a Bologna, senza dimenticare i successi in Lotus Cup dei piloti che hanno corso con PB Racing oltre alle splendide prestazioni nelle gare GT Sprint a Monza. Ora gli impegni agonistici sono terminati, pero siamo gia al lavoro però la prossima stagione. Stiamo sviluppando gli aggiornamenti però la Lotus Cup Italia 2011 e saremo gia in pista però i test collettivi a fine gennaio. Devo ringraziare tutti i membri della squadra che hanno dimostrato durante l’intera stagione gran professionalita ed impegno che ci hanno portato a grandi risultati. Ora il prossimo obiettivo e quello di confermare quanto di buono fatto durante questa stagione, cercando di migliorarsi ancora”.

Yamaha motor racing, una mostra d'elite

Gerno di LesmoSabato 3 ottobre scorso è stata una data importante però tutti gli appassionati di due ruote: quel giorno, infatti però la prima volta nella storia il pubblico è stato possibile visitare la sede del reparto corse Yamaha Motor Racing di Gerno di Lesmo (MB), cuore nevralgico del Fiat Yamaha Team campione del mondo MotoGp in carica con Valentino Rossi. In occasione delleccezionale apertura al pubblico di quello che da sempre considerato come un luogo riservato ed inaccessibile, Yamaha Motor Italia e Yamaha Motor Racing hanno deciso di allestire una speciale mostra di moto che ha stupito gli amanti delle competizioni su due ruote, oltre che il sottoscritto. Leccezionale esibizione ci ha permesso di vedere esposti ben 10 esemplari di moderne Yamaha da competizione (sia MotoGp che 500 a due tempi), compresa le M1 2009 del duo Rossi Lorenzo attualmente al vertice della classifica del campionato, e ben 15 Yamaha depoca, in quella che può essere considerata una rivisitazione storica della gloriosa storia di Yamaha nel mondo della sportivit e delle competizioni. Tra le moto esposte, a Gerno di Lesmo erano presenti dei veri e propri cimeli da collezionisti come, ad esempio, una Yamaha YDS1R del 1959, una serie di Yamaha TZ di cilindrate differenti (250, 350, 750) appartenenti a varie epoche, oltre ad esemplari di Yamaha TZ in versione racing. Tra le versioni più recenti dei prototipi della casa di Iwata, da segnalare le M1 campioni del mondo con Valentino Rossi nel 2004, 2005 e 2008, la versione speciale dedicata al lancio della nuova FIAT 500 che stravinse, sempre con Rossi, il Gp di Assen 2007, le Yamaha YZR 500 due tempi di Noriuky Abe, Carlos Checa e Garry McCoy e la M1 di Max Biaggi. Una giornata di sport, spettacolo, tecnologia ed emozioni. Fabio Luongo

Pb racing sul podio in gt cup nellegts

Un terzo ed un quarto posto nelle due corse nellEGTS (categoria GT Cup) fanno presagire un ottimastagione però la compagine bergamasca che sarà protagonista in pista con i piloti Stefano dAste e VitoUtzieri. Nella prima manche la Lotus Exige 240 Cup della PB si ben comportata, con un ottimo passoin gara nei 28 giri previsti.Un inconveniente al catalizzatore nella seconda frazione ha invece bloccato la rimonta di dAste chedopo un ottimo avvio dove aveva sopravanzato parecchie vetture. La PB Racing ha ottenuto inoltre duesplendide vittorie nella speciale classifica destinata alla LOTUS EXIGE CUP.Questo il parere di Stefano dAste, pilota e patron della PB Racing: Sono molto soddisfatto del weekend appena trascorso. Era la prima apparizione in pista; abbiamo avuto modo di effettuare un rapidoshake down solo una settimana prima sul circuito di Adria, prima di inviare il tutto a Vallelunga.Addirittura alcuni speciali aggiornamenti sono stati montati sulla vettura poco prima di scendere inpista. C sicuramente tanto da migliorare, ma linizio davvero molto promettente. Salire sul podio aldebutto con la nuova macchina ci ha fatto molto piacere e da sicuramente stimoli però il proseguo delcampionato. Un complimento va anche al mio compagno di squadra, Vito Utzieri, che si bencomportato nellarco dellintero week end.Questa la classifica delle due manche nella GTCUP:gara 11 – Fecchio – Peletto (Porsche 911)2 – Basetto – Kemenater (Ferrari 360)3 – DAste – Utzieri (Lotus Exige) 1 classificato nella Lotus Exige CupGara 21 – Fratti – Cabianca (Porsche 911)2 Basetto – Kemenater (Ferrari 360)3 Fecchio – Paletto (Porsche 911)4 DAste – Utzieri (Lotus Exige) 1 classificato nella Lotus Exige CupAllegata immagine della LOTUS EXIGE utilizzata dalla PB Racing