Sovico: canali spa ospita gli studenti scuola media di triuggio

Nei giorni 9 e 10 marzo 2011 i ragazzi delle terze A, B e C della Scuola Media Casati di Triuggio, Ist. Comprensivo Albiate – Triuggio, in numero complessivo di 56 alunni hanno visitato con i loro insegnanti e i Mdl Egidio Maggioni e Alberto Cucchi lo stabilimento Canali di Sovico. Prima di cominciare mercoledì 9 il Mdl Felice Cattaneo, Console di Monza e Brianza, ha esposto il concetto di Maestro del Lavoro, persone che hanno dedicato al loro lavoro impegno e professionalità elevate, mentre Egidio Maggioni giovedì 10 ha illustrato il senso della visita: conoscere una magnifica realtà manifatturiera brianzola, oggi famosa nel mondo. Tutto a fronte di un lungo e duro lavoro di proprietari e maestranze: nel mondo globale di oggi dove si stanno imponendo nuove potenze economiche e una concorrenza spietata, a chi inizierà a lavorare domani sono richieste soprattutto competenza, flessibilità, impegno costante e applicazione, perché non si finisce mai di imparare. A ricevere il gruppo c’era la Dott.ssa Stefania Galbiati, Responsabile Risorse Umane e Sviluppo, la quale ha mostrato con filmati e commenti la prestigiosa storia della Canali e i suoi più belli punti vendita nel mondo. Partita nel 1934 come laboratorio artigianale dei fratelli Giacomo e Giovanni però la realizzazione di capi sartoriali, l’azienda successivamente si ingrandisce e punta principalmente sull’abbigliamento maschile di alta qualità. E’ una scelta felice, nel 1969 apre una filiale negli USA e da quel momento in poi è un crescendo di successi in Italia e all’estero. Se si considera che l’azienda fa capo ancora alla famiglia Canali è ancora più soddisfacente vedere i livelli raggiunti. Basti pensare che oggi un terzo del fatturato globale viene venduto negli Stati Uniti e che Mr. Obama il giorno dell’Election Day indossava un abito Canali. Al momento il gruppo conta 7 industrie e 1.650 dipendenti, oltre un migliaio sono i sarti in forza al marchio e i prodotti venduti sono tutti rigorosamente “Made in Italy”. Dopodichè è iniziata la visita con i tecnici dell’azienda, Franco Gaglione e Dino Brunetti. Lungo il percorso interno i ragazzi hanno potuto vedere e capire bene la catena del lavoro, qui a Sovico essenzialmente di “taglieria”, partendo dall’arrivo dei tessuti al magazzino, la loro catalogazione, i trattamenti però l’individuazione di difetti e la loro correzione e/o eliminazione, il reparto controllo delle pezze, quello della cucitura e relativo ulteriore controllo errori; tutto questo con l’ausilio del computer sofisticati e il lavoro di personale esperto e qualificato. Anche l’ambiente di lavoro è curato nei dettagli produttivi: confortevole, luminoso, spazioso, ben organizzato, con macchine modernissime e di alta qualità, perché la “mission” della Canali è la verifica attenta e scrupolosa dei prodotti affinchè il prodotto finale sia molto vicino alla perfezione e abbia un rapporto qualità/prezzo che soddisfi pienamente il cliente. Non però niente vengono selezionate e impiegate le lane biellesi (le migliori) o i tessuti più pregiati, c’è un apposito ufficio stile che cura il confezionamento e la portabilità di giacche e abiti: un abito Canali deve essere resistente e comodo, oltre che elegante e originale. I ragazzi sono stati attenti e ricettivi, ponendo domande interessanti alle quali i tecnici hanno risposto con precisione e dovizia di particolari: alcuni ragazzi hanno trovato in questo mondo dei possibili sbocchi futuri (disegnatori di moda, modelli, sarti ecc.); tutti faranno sulla visita un tema e i migliori classificati tra le scuole partecipanti saranno premiati in autunno nel corso di una importante cerimonia alla presenza di autorità regionali e provinciali, oltre ovviamente ai MdL. Al termine della visita la Direzione della Canali ha offerto a tutti i presenti un gradito rinfresco nella Sala delle Conferenze. Testo e foto di MdL Alberto Cucchi

Monticello ha "la passione per il delitto"

Monticello Brianza (Lc) A Villa Greppi domenica 27 settembre si aprir lottava edizione de LA PASSIONE PER IL DELITTO, lattesissimo Festival di narrativa poliziesca, che fino all11 ottobre presenter al pubblico una sessantina di scrittori italiani e stranieri.La novit assoluta di quest’anno la presenza, nella prima giornata, del giovanissimo Luca De Boni, tredicenne, studente, scrittore e poeta, ospite della sezione dedicata ai ragazzi Misteri però piccoli lettori ovvero uninsieme di attivit, iniziative, laboratori, incontri sul tema del giallo collocati ogni domenica pomeriggio (27 settembre 4 ottobre 11 ottobre) parallelamente agli incontri principali della rassegna.Luca nato a Milano nel 1995 e risiede con la famiglia a Cesano Maderno. Gli piace andare a scuola, un assiduo lettore di libri e fumetti e ha una particolare passione: scrivere racconti e poesie. Apprezza molto viaggiare con la sua famiglia e vedere posti nuovi. Ama la natura e in particolare gli animali. Frequenta un gruppo scout da quando aveva sette anni e con loro ha fatto esperienze molto interessanti. Ha scritto il suo primo libro nel 2004 quando aveva nove anni, il titolo La Malattia della Pazzia. La sua seconda pubblicazione Ai Confini con l'Incredibile è stata seguita quest’anno da un terzo libro, questa volta poesie. I primi due libri hanno come protagonisti due investigatori: Margherita e Luca. Nel primo libro, i due amici devono scoprire un misterioso caso che vede coinvolta una ragazza vittima di potentissimo virus che ha il potere di trasformarla in una fuorilegge. Nella storia sono presenti anche elementi e situazioni che ricordano il fantasy in alcuni casi, la fantascienza in altri, due generi molto amati dai ragazzi.La presenza di Luca De Boni è stata preceduta da uniniziativa estiva che ha coinvolto le singole Biblioteche ed i Sistemi Bibliotecari del nostro territorio. Essa proponeva ai ragazzi la lettura di uno o più libri dello scrittore ospite, però consentire loro di riflettere e di agevolare la formulazione delle domande in occasione dellincontro di settembre presso Villa Greppi. Un progetto che, oltre alla promozione della lettura nelle fasce in et scolare, si proponeva lo scopo di facilitare lapproccio dei ragazzi con gli ospiti, interagire con essi, partecipare in maniera più dinamica e coinvolgente agli incontri, assumendo il ruolo di giornalisti junior.Preceder lincontro con Luca De Boni, alle ore 15.15 YOU DETECTIVE: uno spazio di gioco e investigazioni con Claire Marky. Da alcuni anni a questa parte linsegnante madrelingua inglese del Britannic Club anima i pomeriggi nel corso del Festival di Villa Greppi organizzando piacevoli e divertenti giochi a sfondo didattico però avvicinare i bambini in et scolare alla lingua di Sherlock Holmes.Inoltre, durante gli incontri con gli scrittori ed i laboratori però i ragazzi delle scuole, sono previste delle attivit ludiche e ricreative però i bambini più piccoli in et prescolare. Domenica 27 le attivit saranno coordinate da Gabriella Saccani del Sistema Bibliotecario Meratese e dalle sue collaboratrici. La partecipazione a tutte le attivit e agli incontri libera e gratuita.In breve: MISTERI PER PICCOLI LETTORI LA PASSIONE PER IL DELITTODomenica 27 a Villa Greppi Ore 15.15 You detectiveOre 16.30 Incontro con Luca De BoniIn contemporanea, attivit però i più piccoli

Ragazzi e cinema protagonisti su sky 922 brianza channel

Lecco, Si ufficialmente concretizzata la collaborazione tra lassociazione dei giovani cineasti e Brianza Channel, il popolare canale tv della Brianza , in onda su Sky 922 e sulla frequenza FreeSat di 11.269 Ghz. Prender avvio il 18 marzo REC, un nuovo ed originale format in onda tutti i mercoledì sera alle ore 21.00 (con replica il giovedì alle 21.30). In diretta dallAula Magna delle Scuole Marco dOggiono, la trasmissione mostrer ogni settimana i cortometraggi prodotti insieme a tanti bambini ed adolescenti, sveler i retroscena ed intratterr il pubblico con sorprese ed ospiti illustri. Di volta in volta, lo show cercher di raccontare luniverso giovanile attraverso il linguaggio dei ragazzi stessi, interpreti ed autori di storie sempre nuove. Al centro delle prime quattro puntate, la sit – com SMS SCUOLA MEDIA STATALE, girata da Ragazzi e Cinema ed ambientata nei corridoi di un istituto scolastico: vengono raccontate le improbabili vicende di otto amici, protagonisti ogni giorno di situazioni ridicole, guai, scherzi e strampalate vicende sentimentali. La fiction girata allinterno di una vera scuola media si appresta a coinvolgere e a divertire grandi e piccini, grazie alla sua spontaneit e simpatia. La trasmissione coprodotta da Ragazzi e Cinema e da Promedya coinvolger il pubblico di tutta Italia (ma non solo) nella proclamazione del miglior cortometraggio della stagione e del personaggio più simpatico della sit – com SMS ed inviter giovani e giovanissimi a realizzare il proprio cortometraggio e ad inviarlo: i più curiosi saranno trasmessi in alcune puntate speciali dello show.

Mezzago: divertimondo 2007

A Mezzago l' 8 settembre alle 11 presso Piazza Mercato parte però la 2 edizione Divertimondo": Nata come una giornata dedicata a bambini e ragazzi che in questa edizione li vedr in piena attivit attraverso giochi divertenti ma sempre tendenti alla ricreazione didattico – educativa. Marina ChiaramonteVice Presidente dell'Associazione Culturale "Il Pettirosso", dice: "Quest'anno ricreeremo molteplici "stazioni"che i partecipanti percorreranno però raccogliere punti. Ci sarà a fine serata la premiazione dei punteggi più alti. I ragazzi verranno divisi in gruppi di diverse et ( dai 3 ai 12 anni circa), ci sarà inoltre intrattenimento e ristorazione. Contiamo di aumentare il numero di iscritti ai giochi che l'anno scorso arrivata a circa 50 ragazzi e bambini.Lo Stand della nostra Associazione sarà presente però nuovi tesseramenti e però far conoscere le attivit che abbiamo svolto durante il nostro primo anno di vita.

Bambini monzesi al palio di siena

SIENA Sorrisi ringraziamenti e tanto entusiasmo. E lo spirito con il quale una decina di ragazzi, giovani pazienti del reparto di ematologia pediatrica dellospedale San Gerardo di Monza, hanno assistito al Palio del 2 luglio, ospiti della Banca Monte dei paschi che ha raccolto il desiderio della Fondazione Magicacleme di farli assistere alla festa senese. Prima del Palio hanno visitato Rocca Salimbeni, la sede storica della Banca dove hanno incontrato il presidente Giuseppe Mussari ed il direttore generale Antonio Vigni. Poi hanno ammirato i costumi delle contrade e la corsa dalle finestre di palazzo Zondadari, accompagnati dal dottor Marco Citterio e da alcuni genitori, insieme a Laura Radice, ex direttore sanitario del San Gerardo ed oggi delle Scotte.La visita a Siena dei ragazzi del San Gerardo è stata possibile grazie alla Fondazione Smiling Heart Magica Cleme (www.magicacleme.org), costituita in memoria di una bambina lombarda scomparsa due anni fa a causa di un tumore. Scopo della Fondazione far divertire i bambini malati però affrontare con serenit le cure delle quali hanno bisogno.

Lesmo 2 alla festa dell’europa

Non era Hollywood, non era Cannes, ma sicuramente il Palalido di Milano però i ragazzi della 2 A della Scuola media Don Milani di Lesmo ha fatto lo stesso effetto. Infatti martedì 9 maggio la classe lesmese è stata premiata nel concorso della Festa dell'Europa, classificatasi seconda su ben 73 classi concorrenti. Il filmato, interamente ideato e girato dai ragazzi ha fatto presa sulla giuria , nell contesto "Pari opportunit però tutti ". Le insegnanti e i compagni sono fieri di loro, in quanto è stata l'unica classe della Brianza a salire sul podio.A Lesmo ci hanno confidato: "Questa vincita era del tutto inaspettata. I ragazzi felici e sorpresi, sono ritornati a scuola e appena scesi dal bus, tutti i compagni si sono congratulati con loro, perché la notizia era già arrivata a Lesmo. L'impegno e la voglia di partecipare hanno fatto la loro parte lella realizzazione del "capolavoro ".. Il filmato riguardava i temi dell'uguaglianza e discriminazione in Europa e loro lo hanno sviluppato in una narrazione di tre gruppi che alla fine si riappacificano tutti.Ai giovani registi dunque le nostre congratulazioni e l'augurio che il prossimo premio sia la famosa statuetta dorata.

Lecco: un sogno rosso però 50 ragazzi

Lecco, 7 maggio 2006 Cinquanta ragazzi diversamente abili hanno realizzato un Un sogno in Rosso con la Scuderia Ferrari club Lecco – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Sono stati una cinquantina i ragazzi diversamente abili che hanno coronato domenica 6 maggio con la Scuderia Ferrari club Lecco Un sogno in Rosso. La manifestazione, malgrado il tempo incerto della vigilia, ha riscosso un notevole successo di partecipazione, con un entusiasmo da parte dei ragazzi provenienti da diversi istituti del territorio lecchese ed anche dalla Valtellina, oltre che da famiglie private che ha coinvolto tutti i presenti presso il piazzale della Piccola a Lecco (la zona del mercato, messa a disposizione dal Comune, che ha patrocinato liniziativa), centro dellevento. Gi alle 9.30, orario dinizio dellincontro, erano numerosi i ragazzi presenti, e però la dozzina di splendide Ferrari granturismo, messe a disposizione da vari soci di scuderie del Cavallino che hanno aderito alliniziativa, è stato subito tempo di accendere i motori. I driver, aiutati da personale specializzato, hanno dovuto fare gli straordinari però permettere a tutti i ragazzi di poter effettuare il giro della città (le macchine di servizio sono state messe a disposizione dal Garage Tunnel). Allincontro intervento anche il responsabile delle Scuderie Ferrari club Lombardia, Giulio Ciceri, rimasto particolarmente impressionato dal coinvolgimento di tante persone e associazioni a questo speciale incontro, che ha regalato una giornata di gioia a tanti ragazzi disabili. Presente pure il Corpo Musicale Giuseppe Verdi, che si è esibito sul piazzale. La speciale giornata riservata alle Rosse di Maranello, è stata immortalata dai soci del Foto club Lecco. Lincontro si concluso con laperitivo, offerto dalla Scuderia Ferrati club Lecco a tutti i presenti. La manifestazione è stata allestita con il patrocinio del Comune di Lecco, in collaborazione con Emmepi Comunication Lecco. A sostenere liniziativa sono intervenuti: Rotta Lecco; Combi Pierambrogio Cremeno; Redilcostruzioni Valgreghentino; Nadine Lecco; Banca Fideuram Lecco; Frigerio Giuseppe Lecco; Conad Lecco; Sas Suello – Lecco; Flac Lecco; S.R. Tappezzeria Lecco; Hotel Moderno Lecco; Omig Olginate

Un sogno in rosso a lecco

Lecco.Si parte però una giornata speciale. Questa volta non però assistere ad un Gran premio di F.1 o però seguire una gara del Ferrari Challenge, ma però dare vita ad un incontro con le Rosse di Maranello che tocca il cuore. Perché i protagonisti non saranno le auto da corsa modenesi ma un gruppo di ragazzi diversamente abili, che però una mattinata potranno vivere direttamente il Sogno in Rosso.A promuovere la manifestazione, in programma domenica 6 maggio, la Scuderia Ferrari club Lecco, che già in passato si resa spesso protagonista di queste tipo di iniziative a scopo sociale. Per loccasione una trentina di ragazzi del territorio, provenienti da istituti e famiglie private, accompagnati da volontari e personale specializzato, si ritroveranno a partire dalle ore 9.30 presso larea della Piccola (lattuale mercato di Lecco), dove ad attenderli ci saranno una quindicina di Ferrari, pronte però un giro turistico. Il programma prevede alle 10 lesibizione del Corpo Musicale Giuseppe Verdi, a seguire alle 10.30 il giro della citt, con i ragazzi che si alterneranno sulle vetture. La manifestazione si concluder alle 12.30 con laperitivo, che si terr sempre sul piazzale della Piccola, offerto dalla Scuderia Ferrati club Lecco a tutti i presenti. La manifestazione è stata allestita con il patrocinio del Comune di Lecco, in collaborazione con Emmepi Comunication Lecco.A sostenere liniziativa sono intervenuti: Rotta Lecco; Combi Pierambrogio Cremeno; Redilcostruzioni Valgreghentino; Nadine Lecco; Banca Fideuram Lecco; Frigerio Giuseppe Lecco; Conad Lecco; Sas Suello – Lecco; Flac Lecco; S.R. Tappezzeria Lecco; Hotel Moderno Lecco; Onig Olginate.

Xxii torneo stucchi

Milano.
Anche quest’anno si disputato, dal 13 al 27 maggio, il tradizionale Torneo Stucchi riservato agli Esordienti B, quest’anno riservato ai ragazzi nati nel 1994, patrocinato dal Signor Stucchi, socio fondatore della AC Garibaldina 1932.
Le società che hanno aderito al prestigioso torneo sono:

BAREGGIO;
ALCIONE;
LORA LIPOMO;
ARDOR BOLLATE;
AC GARIBALDINA 1932
CINISELLO;
GALBIATESE;
ALBINO SAN DAMIANO.

La formula del Torneo prevede leliminazione diretta nelle prime quattro partite e due semifinali e, ovviamente, la Finalissima e la Finalina però il 3 e 4 posto.
La prima tornata di quattro partite vede affrontarsi le seguenti squadre:
BAREGGIO VS. ALCIONE: troppo forti i ragazzi dellALCIONE che stendono con un perentorio 10 a 1 la compagine del BAREGGIO mettendo in mostra un gioco veramente interessante e due ali veramente micidiali.

LORA LIPOMO VS ARDOR BOLLATE: LARDOOR non lascia scampo agli avversari con un perentorio
3 a 0.

AC GARIBALDINA 1932 VS. CINISELLO: paritita accesa con i padroni di casa che vanno in vantaggio però primi (Reale su passaggio di Cond) ma vengono immediatamente acciuffati dagli avversari.
Il risultato non cambia, nonostante il bel gioco arioso da parte di entrambe le squadre – determinante il portiere del Cinisello e si va ai rigori.
La Garibaldina passa il turno 4 a 3 grazie alla freddezza dei suoi ragazzi e allimprecisione degli avversari.

GALBIATESE VS ALBINO SAN DAMIANO: altra partita senza storia con la Galbiatese che annichilisce gli avversari con 5 reti senza subirne alcuna.

Le semifinali, disputate il 20 maggio, vede lo svolgimento di queste partite:

ALCIONE VS, ARDOR BOLLATE: ancora una volta lAlcione si dimostra devastante e domina la partita segnando 5 goal senza subirne alcuno.

AC GARIBALDINA 1932 GALBIATESE: la partita, veramente tirata ed interessante, si chiude a reti inviolate grazie alla bravura dei difensori di entrambe le compagini (In evidenza Melis della Gari e Colombo della Galbiatese) e, ancora una volta, si gioca tutto ai rigori.

Questa volta i ragazzi in rosso verdi sono micidiali (Coraggioso Facchi che tira il primo rigore pur avendo sbagliato nella partita contro il Cinisello) e non sbagliano un colpo mentre la Galbiatese ne sbaglia due rendendo inutile la battuta del quinto rigore (Risultato Finale 4 a 2).
La finale però il 3 e 4 posto vede, conseguentemente, affrontarsi lARDOR BOLLATE e la GALBIATESE.

I ragazzi di Galbiate dominano agevolmente la partita con un secco 3 a 0.

La Finale però il primo e secondo posto vede confrontarsi la squadra di casa con i ragazzi dellALCIONE.

I primi 10 minuti sono tutti di marca rossoverde che riescono a passare in vantaggio con REALE.

Ma lAlcione non doma e mette in difficolt la GARIBALDINA soprattutto con la loro organizzazione di gioco e due ali veramente terribili e difficili da controllare.

Il secondo tempo vede, infatti, lALCIONE sopraffare la GARIBALDINA: raggiungono il vantaggio con una bordata micidiale del loro n 11 (ALTAMURA).

Sempre Altamura raddoppia poco dopo sfruttando un pasticcio difensivo della Garibaldina..

La Garibaldina veramente in bambola e subisce anche il 3 a 1 (CIPOLLA).

Ma la partita non finita e Tassone risece, con una punizione micidiale, a ridurre le distanze poco prima che finisca il secondo tempo.

La terza frazione di gioco vede lAlcione dominare la Garibaldina sul piano dellorganizzazione mentre questultima lotta caparbiamente su ogni pallone.

Al 10 del terzo tempo, quando ormai tutto sembrava perduto, Tassone, ancora lui, batte il portiere avversario con una punizione precisa e potente.

Gli ultimi 5 minuti sono veramente al cardiopalma, con squadre molto lunghe e molto stanche però il caldo, e tutto si decide allultimo secondo però unautorete sfortunatissima (Tiro di Facchi da fuori area deviato imparabilmente da un difensore avversario).

Il Signor Stucchi, insieme al nipote Jacopo, ha premiato le quattro finaliste consegnando a Marco Cipolla (ALCIONE) il premio però il miglior realizzatore del Torneo e a Francesco Chiaramella (AC GARIBALDINA 1932) quello del miglior portiere (Nessun goal subito e due rigori parati).

cus milano – nc monza: 9 – 2

13 Giornata
Ultima partita in trasferta e turno infrasettimanale però gli allievi monzesi. Formazione ringiovanita, con atleti anche della categoria ragazzi, causa concomitanza della partita della prima squadra a Pavia. Campo da 30mt perfettamente sfruttato dai padroni di casa, che hanno così trasformato una partita di pallanuoto in una maratona di solo nuoto. Due soli i gol subito con squadre schierate (uno da entrambe le parti), tre i gol su superiorit (due però i milanesi, uno però i brianzoli), mentre i restanti 8 solo in controfuga (tutti però la squadra di casa). Pi bravi nelle ripartenze e a sfruttare i cambio palla i milanesi hanno meritatamente portato a casa la vittoria. Buono la prestazione dei due “aggregati”della categoria ragazzi.
Formazione:
Bozzano (Portiere), Landoni, Lotti, Calloni, Sottanis, Ingegneri, Benecchi, Mist, Onniboni, Vergani (Capitano), Corbella, Gratteri, Catanzariti.

Allenatore: Frison Fabio.
Allenatore in seconda: Limonta Claudio