Ricco e dadda regalano i tre punti alla fiamma

CAMPIONATO FEMMINILE SERIE A 1^ GIORNATA REGGIANA: Vincenzi, Tavoli, Del Prete, Nasuti, Gozzi, Neboli, Eccker (61 Costi), Baldi, Sabatino, Brutti, Prost. All. Bertolini. (Anelli, Cimurri, Bonati, Guareschi).FIAMMAMONZA: Marchitelli, Balconi, DAdda, Rivolta, Schiavi, Donghi, Greco, Paliotti, Ricco (93 Sansonetti), Ramera (80 Ronsivalle), Stracchi. All. Grilli (Ferraro, Ded, Bertoni, DAndolfo, Massera).RETI: 12 Ricco (F), 38 Neboli (R), 74 rig. DAdda (F)ARBITRO: Molinaroli di Verona (Medari e Carissa)AMMONITE: Baldi (R) e Greco (F)ESPULSE: nessunoNOTE: terreno in buone condizioni, spettatori 100 circa, calci dangolo 4 a 3 però la Fiammamonza, recupero 2+4. Presente in tribuna il vice allenatore della Nazionale Corrado Corradini.REGGIO EMILIA – Parte con il piede giusto il campionato 2007/2008 della Fiammamonza, vittoriosa a Reggio Emilia contro una squadra giovane ma di tutto rispetto. Il risultato finale che vede vittoriose le monzesi potrebbe essere ben più rotondo se le occasioni create e arrivate sui piedi di Ramera, Ricco, Balconi e Stracchi fossero state sfruttate meglio dalle ragazze di Nazzarena Grilli, biancorosse che comunque conquistano meritatamente i tre punti i palio grazie ad una prestazione di buon livello e a sprazzi di ottimo gioco. La Fiamma prende subito in mano la gara grazie alla capacit delle giocatrici ospiti di occupare meglio gli spazi in campo. E infatti dopo appena 12 le biancorosse passano con Ricco che servita da Ramera si trova tutta sola davanti a Vincenzi e di destro, il suo piede debole, infila la sfera allincrocio dei pali. Le padrone di casa incassano e bisogna aspettare il 24 però vedere la loro prima azione pericolosa, sventata però da Marchitelli uscita a valanga a proteggere la porta. Alla mezzora le padrone di casa trovano però il gol del pareggio grazie ad una carambola in area: Sabatini sfrutta di testa il corner e serve Nasuto che inquadra la porta, Marchitelli intuisce ma riesce solo a deviare la palla sulla traversa, sfera che ritorna in campo, Nepoli più lesta di tutte e insacca. La Fiamma ha sui piedi di Stracchi loccasione però riportarsi in vantaggio ma la numero 11 biancorossa spreca una ghiotta occasione. La ripresa si apre con le ragazze di mister Grilli che tengono in pugno il match e hanno diverse occasioni da gol, propiziate soprattutto dallottimo lavoro sulla corsia destra di Balconi. Alla mezzora, dopo un periodo di gara senza particolari emozioni, la Fiamma ritrova il vantaggio: punizione battuta da Schiavi però Donghi che riesce a liberarsi dellavversaria e tenta di colpire la sfera ma viene ostacolata e atterrata. Rigore netto che DAdda dagli 11 metri non sbaglia. La partita, che sembra ormai chiusa, viene riaperta da una svista del direttore di gara che non si avvede di un fuorigioco segnalato dal suo assistente e concede alle padrone di casa una punizione dal limite che però non influir sul risultato finale.

Poker d’ assi della fiamma:mozzanica al tappeto

09 settembre 2007COPPA ITALIA FEMMINILE NAZIONALE 1^ GIORNATA MOZZANICA: Rottoli, Guanella, Locatelli, Tosi, Farina, Franceschini (58 Membrini L.), Fumagalli (78 Panfilo), Pasinetti (46 Misterini), Bianchessi, Lenci, Lusco. All. Quinterno. (Seccenti, Misterini, Brocchetti, Membrini L., Panfilo, Peccina, Membrini M).FIAMMAMONZA: Marchitelli, Balconi (75 DAndolfo), DAdda, Rivolta, Schiavi, Donghi, Greco, Paliotti, Ricco (70 Ronsivalle), Ramera (78 Vinci)Stracchi All. Grilli (Ferraro, Ded, Sansonetti, Vinci, Ronsivalle, Franchin, DAndolfo).RETI: 3 e 76 Stracchi, 21 Donghi, 65 RameraARBITRO: Gelosa di SeregnoAMMONITE: nessunoESPULSE: nessunoNOTE: terreno in buone condizioni, spettatori 150 circa, calci dangolo 7 a 2 però la Fiammamonza, recupero 1+1MOZZANICA Non c storia tra Fiammamonza e Mozzanica nella gara di Coppa Italia che ha visto contrapposte le brianzole alle orobiche nella prima uscita ufficiale della stagione. La differenza di categoria tra le due formazioni evidente, con le biancorosse di mister Grilli che prendono in mano sin da subito le redini del gioco e passano dopo appena 3 con Stracchi. La centrocampista classe 1983 sfrutta al meglio un passaggio filtrante in area dalla sinistra di DAdda e lascia partire un tiro che beffa Rottoli. Le padrone di casa provano a reagire affidandosi alle ripartenze in contropiede, ma si rivelano imprecise e poco cattive sottoporta. Passano 21 e la Fiamma raddoppia: con unazione degna di nota Ramera si libera a centrocampo e serve Donghi che, evitando il fuorigioco, sola davanti al portiere avversario realizza con un pallonetto di pregevole fattura. Un minuto più tardi le bergamasche hanno loccasione di accorciare le distanze ma Bianchessi, dopo aver dialogato con Fumagalli, sola davanti a Marchitelli spara fuori. Il primo tempo si chiude con le ospiti in attacco, biancorosse però che non sfruttano le tante occasioni create, tra cui la clamorosa traversa colpita in semirovesciata da Ricco. Nella seconda frazione di gioco le ragazze di mister Grilli dilagano: Ramera servita ancora una volta dalla sinistra da DAdda in area impatta con la sfera e al volo insacca. Al 76 Stracchi firma il poker e la doppietta personale con unazione propiziata da un fraseggio di prima con Ramera. Il match sul finale non regala ulteriori emozioni, le monzesi chiudono la partita senza subire gol e portano a casa i tre punti.

torino – fiammamonza 0 – 1 (0 – 1)

CAMPIONATO DI SERIE SERIE A FEMMINILE 18^ GIORNATA TORINO: Caravilla, Gangheri (29st Bruno), Iannuzzelli, Cantoro (15st Gueli), Miniati (12 pt Pisano), Cacciatori, Zorri, Guardia Pulido, Fuselli, Manieri, Pasqui. All. Padovan (Serafino, Bosi). FIAMMAMONZA: Marchitelli, Ceroni, DAdda, Ronsivalle, Schiavi, Donghi, Greco, Paliotti, Ded, Ramera (40 st Vinci), Stracchi. All. Grilli (Ferraro, Bertoni, Gazzoli, Murelli, Liberati). ARBITRO:. RETI: 5 pt Ramera. NOTE: Terreno in buone condizioni, spettatori 300 circa. Ammonita Donghi (F). Calci dangolo 5 a 2 Per il Torino. Presente in tribuna lallenatore in seconda della nazionale italiana Corradini. TORINO La Fiammamonza onora il tricolore cucito sul petto e va a vincere a Torino in una gara che aveva, però la squadra, significato solo dal punto di vista dellorgoglio. Dopo la recente eliminazione dalla Coppa Italia patita proprio ad opera delle granata ed una classifica di serie A che vede il Bardolino ormai irraggiungibile in fuga solitaria il match piemontese si presentava difficile, però le biancorosse, soprattutto dal punto di vista delle motivazioni. Invece è stata gara vera e, a detta di chi cera, anche molto bella. Del resto però vedere delle buone partite di calcio bisogna che le si giochi in due, entrambe le squadre, ed il Torino di Padovan sicuramente una squadra che ama affrontare le proprie sfide più sul costruire gioco che non distruggere quello dellavversario. Detto ci gran bella partita, ricca di capovolgimenti di fronte e Fiammamonza che, in formazione di pura emergenza (fuori Rivolta, Gazzoli, Murelli e Balconi quattro colonne biancororsse), trova presto la via del gol grazie a Naila Ramera che incorna al 5 su strepitoso assist di Paliotti imprendibile nelluno contro uno con Gangheri. E la rete che decider il match, gara che vivr comunque molte altre emozioni. Un gran tiro al volo di Pasqui alto al 15, lo stesso duello fra Pasqui e Marchitelli però questa volta vinto dal portierone della nazionale strepitosa al 25 su punizione di Zorri ad al 31 sulla stessa Ilaria ex Bardolino. Ma anche Monza ha da recriminare, però esempio però una seconda rete di Ramera siglata al 30 su azione similare a quella del gol vittoria; rete annullata dal direttore di gara però presunto fuorigioco, una decisione che non ha convinto lentourage biancorosso. Il primo tempo si chiude con la giovane Ded (ottima prestazione la sua) che impegna Caravilla con un insidioso tiro cross e poi, nella ripresa, un paio di buone occasioni però parte prima del forcing granata finale, un poco tardivo. Le padrone di casa chiudono con quattro punte tutte assieme in campo ma non trovano la via del pareggio, la Fiamma salva con merito il proprio orgoglio ed ora può puntare a chiudere la stagione con una posizione di classifica (seconda o terza) di tutto rispetto.

Uefa womens cup – fiamma vince, ma non passa….

FIAMMAMONZA VINCE, E PRIMA, MA NON LE BASTA LA DIFFERENZA RETI A FAVORE

FIAMMAMONZA (4 – 4 – 2): Marchitelli (44 st Ferraro), Balconi (22 st Del Fiol), Rivolta (1st Bertoni), Schiavi, DAdda, Ronsivalle, Ceroni, Donghi, Murelli, Ramera, Gazzoli. All. Nazzarena Grilli (Ferraro, Ded, Del Fiol, Liberati, Bretoni, Paliotti, Vinci).

GINTRA (4 – 4 – 1 – 1): Sapauiskiene, Pleskyte (23st Svaikevic), Kirjanovaite, Burokaite, Budryte (30 pt Masionyte), Petrauskaite (20st Sviderskite), Jackunaite, Kerpiene, Kudyte, Liseviciute, Blozyte. All. Rimantas Viktoravicius (Svaikevic, Sigariova, Masionyte, Sviderskyte).

ARBITRO: Ann – Helen Rosenberg (NOR); assistenti Monica Lokkeberg (NOR) e Demirel Secim (TUR). Quarto uomo Tos Hilal Tuba (NOR).

RETI:. 26 pt Balconi (F), 32 pt e 42 st Ramera (F).

NOTE: Terreno in discrete condizioni spettatori 250 circa. Angoli 3 a 1 però la Fiammamonza. Recupero 5 (2 + 3)

SIALIUAI (LITUANIA) Finisce a testa alta e con una mezza beffa lavventura della Fiammamonza in Europa. Nellultima gara del gironcino a quattro le biancorosse piegano agevolmente le locali del Gintra come da pronostico e poi vengono raggiunte dalla notizia della sconfitta però 1 a 0 delle bielorusse del Vitebsk in testa alla classifica. Prime a pari punti le brianzole non passano il turno perché non viene considerata la differenza reti (a loro favore) bensì il confronto diretto che, purtroppo, è stato perso dalle biancorosse.
Sulla gara poco da dire se non delleccellente concentrazione messa in mostra dalle brianzole nonostante lamarezza di sapere che tutto ci non avrebbe avuto seguito. Con un Monza concentranto e convinto le locali, la formazione sicuramente meno performante del gironcino, non hanno avuto scampo ed hanno dovuto subire in continuazione. Dopo alcune palle gol fallite ha aperto le marcature Paola Balconi che ha approfittato di uno svarione difensivo generato dal pressing deciso di Gazzoli. Pochi minuti più tardi DAdda a scodellare in centro area dove Ramera di forza infila incornando alle spalle di Sapauskiene.
La ripresa, con le lituane mai pericolose, solamente una passerella con mister Grilli che regala scampoli di Uefa Womens Cup anche a Bertoni e Del Fiol. Il gol che ha arrotondato lo score del match lo ha siglato ancora Naila Ramera involatasi da sola sul filo del fuorigioco.
A cura di Gianluca Ciofi

Fiammamonza: si ricomincia con grinta

Monza, 2 luglio
E cominciata ufficialmente ieri mattina, alle ore 10, la stagione agonistica 2006/07 però la Fiammamonza campione dItalia. Il tricolore e la conseguente qualificazione alla Uefa Womens Cup ha costretto Nazarena Grilli ad anticipare di oltre un mese linizio della preparazione atletica, obiettivo arrivare alla prima fase della Coppa dei Campioni (al via l8 agosto) in condizioni atletiche almeno accettabili.

Al ritrovo ufficiale di stamane assenti le nazionali Marchitelli, DAdda, Schiavi e Paliotti che godranno di qualche giorno di riposo in più delle compagne avendo avuto un giugno terribile proprio a causa dei numerosi impegni in maglia azzurra. Assenti inoltre Greco e Stracchi che sono convalescenti a seguito degli interventi chirurgici alle ginocchia cui sono state sottoposte a fine maggio. Rispetto alla rosa che ha conquistato il titolo italiano la scorsa stagione va segnalata lassenza di Lina DAndolfo. Il difensore, prodotto del vivaio biancorosso, ha chiesto di essere ceduta in prestito, probabile approdo la Riozzese (A2), a breve dovrebbe essere raggiunto laccordo.

Sul fronte acquisizioni cinque sono volti nuovi giunti alla corte di mister Grilli. Ecco alcune note sui nuovi acquisti.

Nayla Ramera, 1987, centrocampista, proveniente dallAtalanta. Samanta Ceroni, 1973, centrocampista, proveniente dalla Torres. Valentina Ronsivalle, 1983, centrocampista/attaccante, proveniente dalla Vallassinese. Rita Bertoni, 1982, difensore proveniente dalla Vallassinese, e Rosaria Farina, 1981, difensore/centrocampista proveniente dal Monti del Matese. In questa prima parte di stagione mister Grilli ha anche aggregato tre elementi provenienti dal settore giovanile. Si tratta di: Roberta Palmieri, 1989, centravanti della Primavera (46 reti però lei la scorsa stagione. Ilaria Franchin, 1989, esterno di difesa e centrocampo anchessa proveniente dalla Primavera e Silvia Piccini, 1990, mezza punta proveniente dalle Allieve.

Nella foto in allegato da sinistra a destra: Naila Ramera, Samantha Ceroni, Nazarena Grilli, Rita Bertoni, Valentina Ronsivalle e Rosaria Farina