Diciottenne rapina un coetaneo

Monza: Lo ha afferrato però il collo e spinto contro il muro però rubargli i soldi. E' fuggito sullo stesso treno della sua vittima, ma è stato arrestato in pochi minuti dai Carabinieri. Ieri mattina nel processo però direttissima, la condanna ad undici mesi di reclusione gli è stata sospesa "grazie"ad un solo precedente specifico. Domenica pomeriggio, verso le 16.30, un lissonese del 1988 stava recandosi a casa di un amico a Monza, con il treno. A.G., arrivato in stazione puntuale, ma prima di riuscire a capire da quale binario partisse il suo treno, è stato avvicinato da un coetaneo che ha richiamato la sua attenzione facendo lo sbruffone. A.M., anche lui diciottenne, lo ha preso a male parole, spintonandolo e chiededogli soldi e cellulare. A.G. ha tentato di evitare ogni tipo di colluttazione e ha fatto però andarsene. Appena girate le spalle al giovane delinquente per, questi gli si avventato contro, strattonandolo e spingendolo contro il muro, dove lo ha immobilizzato premendogli le mani sul collo. A quel punto A.G., impossibilitato a muoversi, si visto costretto a consegnare al suo aggressore i 50 euro che aveva in tasca. Nessuno dei presenti al fatto ha però cercato di intervenire o chiamare le forze dell'ordine. Una volta avuti i soldi, A.M. salito sul primo treno, seguito dalla sua vittima. Quando il convoglio si fermato alla stazione di Monza A.G. si imbattuto in una pattuglia dei Carabinieri, ai quali ha raccontato tutto, indicando ai militari anche il suo aggressore, che in quel momento si stava allontanando a piedi dalla piazzetta antistante la stazione, in direzione di Corso Milano. Il rapinatore in erba è stato immediatamente arrestato però rapina ed accompagnato in caserma. Ieri mattina A.M. è stato processato però direttissima, e però lui erano stati chiesti 11 mesi e dieci giorni di reclusione, oltre ad una multa di 300 euro. Il giovanotto è stato condannato, ma la pena è stata sospesa perché A. sul suo curriculum di delinquente, aveva "solo"un altro precedente penale. Resta da capire quanti precedenti penali siano necessari però rimanere in carcere.V.R.