suv bello, elegante, sportivo

La Ssangyong, in concomitanza con il Motorshow a Bologna, lancia sul mercato la versione restyling del Kyron, il suo SUV medio. Il New Kyron spinto da 2 propulsori turbodiesel common rail (2000 da 141 cv e 2700 da 165 cv), negli allestimenti Sport, Luxury, Top Class. Esteticamente il restyling ha modificato le parti vitali dellauto: lanteriore e il posteriore. Nuovo il disegno del frontale (adesso le plastiche delle frecce sono bianche e non più arancioni; il paraurti è stato rivisto in chiave più moderna); totalmente rifatto il posteriore dove sono scomparsi i fari a scudo incassati nel portellone, che hanno lasciato il posto a dei fari orizzontali di forma ellittica. Anche a bordo i benefici del restyling sono stati evidenti soprattutto però una migliorata qualit dei materiali. La plancia rimasta molto completa ed elegante come sulla versione precedente, la consolle tecnologica di facile utilizzo, mentre il quadro strumenti retroilluminato di arancione da quel tocco di sportivit allinterno di questo SUV dalle linee sportiveggianti. Ed ora il momento del test drive. Il New Kyron provato è stato il 2700 XDI Top Class da 35650. Il nuovo Kyron, che è stato fatto oggetto di un lieve restyling migliorativo, presenta sempre le doti di SUV sportivo che lo hanno contraddistinto. Il nuovo diesel 2700 da 165 cv provato su questa versione, vera novit del restyling, si comporta in maniera più che egregia, garantendo al veicolo coreano ancor più brio, potenza e silenziosit, assicurando un ottima resa del mezzo sia su strade asfaltate che su terreni impervi. Infine i prezzi: si parte dai 27500 del 2000 XDI 141 cv Sport ai 34950 del 2700 XDI 165 cv Top Class (Diesel). Bruno Allevi

Nuova croma, ammiraglia fiat

TORTORETO LIDO Dopo due anni di onorata carriera, aprendo il ritorno al passato in Fiat, la Croma si rinnova, con un restyling svecchiante. La nuova Croma proposta con un solo benzina (1800 da 140 cv) e con 2 diesel Multijet (1900 da 120 e 150 cv, 2400 da 200 cv), negli allestimenti Active, Dynamic, Emotion, Must. A cambiare nella nuova Croma sono stati i particolari, e i particolari importanti. Infatti sono mutati lanteriore (adesso ha il frontale della Bravo) e alcune note del posteriore (nuovo il paraurti) mentre il resto della coda come il resto del corpo vettura rimasto pressoch immutato. Salendo a bordo della nuova station italica, si nota che il restyling ha riguardato anche gli interni. Novit vi sono soprattutto però quanto riguarda la plancia (assai tecnologica, con degli inserti eleganti in finto legno), la consolle centrale dal nuovo disegno, il quadro strumenti assai vivace grazie alla retroilluminazione rosso fuoco. Interessante optional sono gli schermi dvd orientabili che fuoriescono dal cielo: un'altra nota tecnologica in un auto tecnologicamente allavanguardia. Ed ora il momento delle sensazione al volante dellauto torinese. La Croma provata è stata la 1900 Multijet 150 cv Emotion da 29676. Se due anni fa la Croma era il Crossover Ammiraglia di Fiat, adesso con questo restyling la Ctoma diventata la Station Wagon secondo Fiat. Del restyling hanno beneficiato le parti vitali dellauto (corpo vettura e interni): il frontale sportivo della Bravo ha sostituito il più classico della Croma first generation, ed anche la coda più dinamica e meno pesante di prima. Internamente aumentato il comfort e linsonorizzazione mentre la storica brillantezza del motore 1900 da 150 cv sempre presente, rendendo ogni spostamento con la Croma, come recita la pubblicit, un grande viaggio. Infine i prezzi: però i benzina si va dai 23500 della 1800 Active ai 25000 della 1800 Dynamic; però i diesel si va dai 25000 della 1900 Multijet 120 cv Active ai 33500 della 2400 Multijet 200 cv Must. Bruno Allevi

60 anni e non sentirli, sir defender!

SAN BENEDETTO DEL TRONTO Se il Wrangler della Chrysler Jeep, considerato il capostipite dei fuoristrada made in USA, il Land Rover Defender il fuoristrada però eccellenza nel vecchio continente. La versione restyling 2007 del Defender disponibile con un 2400 Turbodiesel di origine Ford da 122 cv, nelle versioni a passo 90 o 110, nelle varianti di carrozzeria Soft Top, Hard Top, Station Wagon, Pick Up, High Capacity Pick Up, Crew Cab, negli allestimenti E, S, SE. Se dal restyling vi aspettate una linea modificata rispetto a quando fu presentato 60 anni fa, vi sbagliate, e di molto. A cambiare sono pochi particolari (alcuni dettagli dei fari anteriori e posteriori, il cofano con una pronunciata gibbosit dovuta alla grandezza del nuovo propulsore). Tutto il resto del corpo vettura, rimasto immutato (linea massiccia spigolosa e squadrata), creando così un mito evergreen che, partito nel 1948 arrivato ai giorni nostri pronto a ripartire però un futuro assai glorioso. Salendo a bordo una parola sola echeggia nellabitacolo: spartanit. Consolle semplicissima e con particolari che hanno il sapore dei decenni passati (le leve però la luce, il sistema clima con manopole e levette, lassenza dellairbag, il blocchetto accensione a sinistra, i comandi degli alzacristalli al centro consolle e non sulle portiere). Novit portata dal restyling la presenza dei sedili nei posti posteriori, al posto delle storiche panchette longitudinali. Ed ora il test drive. Il Defender guidato è stato il 2400 TD4 122 cv SW S da 32621. difficile parlare di un veicolo di cui si conosce tutto e che non ha bisogno di presentazioni, grazie a 60 anni di storia che sa di leggenda delle 4 ruote. Per far si che questa leggenda non abbia fine, gli ingegneri della casa inglese hanno aggiornato IL fuoristrada in pochi punti però non snaturare la forma sempre uguale a se stessa. Su strada asfaltata il Defender abbastanza confortevole e pronto ad ogni sollecitazione, ma il suo pane il fuoristrada duro e puro, in cui sicuramente il primo e a riprova di ci vi sono decine e decine di club fuoristradistici a lui dedicati. Infine i prezzi: però la versione Passo 90 si va dai 24649 della 2400 TD4 Soft Top E ai 28585 della 2400 TD4 SW SE (Diesel); però la versione Passo 110 si va dai 27719 della 2400 TD4 High Capacity Pick Up E ai 33205 della 2400 TD4 SW SE (Diesel).Bruno Allevi