Ciao, gianfranco….

Milano. 12 luglio.Gianfranco Funari, si spento, come l' immancabile sigaretta che aveva sempre fra le dita.. A 76 anni ci ha lasciato un "Grande" Uomo. Non solo cabarettista e showman televisivo, è stato un personaggio unico di informazione giornalistica popolare in cui si definiva "Giornalaio ", ma che ha potuto insegnare cosa sia il giornalismo a molti "pseudo giornalai"di oggi. Ha lasciato un vuoto mediatico, essendo è stato una delle poche voci libere nel panorama televisiovo di ieri e ancor di piu di oggi. Definito dalla critica "il Cattivo Presentatore" è stato il primo provocatore col gusto della rissa televisiva, della quale è stato un anticipatore, amato dai pensionati e dalle casalinghe, ma rispettato anche dai giovani a cui si rivolgeva con la sigaretta in bocca, dicendo a loro di non fumare come lui. Conduttore che si arrabbiava con il potente di turno e imbonitore del pubblico che adorava le sue arrighe dure, crude al limite del gusto, ma mai insulse e volgari come gli pseudo comici della piazza odierna.Gianfranco lo si ama o lo si odia, ma non lo si dimentica…Ciao, Gianfranco.da Gianfranco Beretta