Moto club monza – nominato il comitato del centenario

Lo scorso lunedì 13 giugno presso la sede sociale in via Ardigò 11, si èinsediato il Comitato Organizzatore delle Celebrazioni del CentesimoAnniversario del Moto Club Monza che avranno luogo nel 2019. Ilgruppo che si è messo immediatamente al lavoro, è composto da: GiulioMauri, Romeo Ascherio, Roberto Beggiato, Daniele Bramati, AlfonsoFerrario, Stefano Galante, Roberto Pasquali, Antonio Trovato, SandroTuzza.E’ è stato presentato un progetto di massima che tra l’altro prevede comeattività di grande impegno la realizzazione di un libro celebrativo delcentenario, che raccolga tutte le informazioni sul motociclismo monzesedai primi del 900 a oggi.La raccolta del materiale è già iniziata da tempo, ma avrà termine soloal momento della stampa del libro. Per questo motivo tutti quantiavessero informazioni o immagini inerenti l’attività motociclisticasvoltasi nel monzese o relativa a dei piloti monzesi, sono gentilmenteinvitati a contattare il responsabile delle ricerche storiche del MC Monza

Alboni: seveso merita rispetto, esigo chiarezza sui fatti

Brianza: Dopo 30 anni continuano ancora gli effetti della DIOSSINA di Seveso del 1976 sulla salute dei residenti ? Secondo uno studio pubblicato sulla rivista PLoS Medicine da Andrea Baccarelli dell'Università di Milano si , poich è stata riscontrata una associazione tra esposizione materna a2, 3, 7, 8 – Tetraclorodibenzo – p – diossina (TCDD), la più pericolosa tra le diossine, classificata dall'OMS come carinogeno di classe uno, ed alterazioni della funzione neonatale tiroidea in una popolazione colpita dopo l'incidente di Seveso. Lo studio dellUniversità Statale di Milano, comparso ieri sul Corriere della Sera, fornisce dei dati che sono di particolare interesse e toccano un tema molto delicato come la tragedia di Seveso dichiara Roberto Alboni capogruppo di Alleanza nazionale in Regione Lombardia Io non voglio assolutamente mettere in discussione lattendibilit dello studio ed il lavoro compiuto dai ricercatori dellUniversità di Milano, lo dico innanzitutto come cittadino di Seveso e come capogruppo di Alleanza nazionale in Regione Lombardia. Per quello che mi lascia stupito, e mi faccio portavoce di tutti i miei concittadini, sicuramente il modo in cui siamo venuti a conoscenza di questo studio, apprendendolo tramite i giornali e le televisioni. Le Istituzioni non sono state coinvolte, in particolar modo il sindaco di Seveso non è stato informato continua il capogruppo Alboni Un fatto molto strano se si considera che il primo cittadino non solo il garante della salute di tutti i sevesini, ma anche componente di diritto della Fondazione Lombardia però lAmbiente. Cos come non è stata avvertita la Regione Lombardia, costringendomi a scrivere con urgenza una formale lettera al Presidente Roberto Formigoni ed allassessore alla Salute Luciano Bresciani però capire che cosa stesse realmente succedendo.Sulla stessa lunghezza donda anche il capogruppo del PdL a Seveso, Marco Mastrandrea: Il passaggio televisivo di ieri sera ha creato ulteriore allarmismo e notevole preoccupazione. Proprio però non essere tacciati di procurato allarme, credo che non fosse opportuno diffondere i dati in questa maniera, su una tragedia che è stata negli anni strumentalizzata, e che forse non ha trovato tutte le risposte che merita. Ora sarà mio dovere chiedere tutte le spiegazioni però iscritto ha rincarato la dose Roberto Alboni Voglio sapere da chi è stato commissionato lo studio, con quali fondi è stato finanziato, ma la cosa più importante, che più mi preme sapere, da chi questo lavoro doveva essere coordinato. Nella giornata di oggi ho presentato formale richiesta però convocare unaudizione urgente in III Commissione e però avere tutte le spiegazioni del caso conclude il capogruppo Roberto Alboni alla presenza di tutti gli amministratori e dello stesso assessore alla Sanit, Luciano Bresciani. Sono certo che verrà fatta chiarezza su tutto, sui metodi, le forme e i contenuti, perch, però com' è stata gestita la cosa, quest episodio ha squalificato completamente una delle realt più importanti della Brianza.

San gerardo: nuovo strumento però l’ecografia

La Fondazione Danilo e Luca Fossati ha donato al San Gerardo una nuova apparecchiatura ecografica finalizzata al potenziamento della strumentazione diagnostica dellUnit Operativa di Anestesia e RianimazioneLutilizzo dellecografia diventato ormai parte integrante del bagaglio culturale e professionale dellanestesista rianimatore che si trova ad utilizzare tale metodica con una frequenza sempre maggiore. La disponibilit di apparecchiature dedicate allambito intensivo spiega il prof. Roberto Fumagalli, direttore della struttura del San Gerardo – diventa così un elemento di avanzamento tecnologico di indubbia valenza e pone lOspedale al passo con i centri più avanzati.

Una voce però la speranza

Nella vita di un artista arriva sempre il momento in cui ci si ferma però fare il punto della situazione, però guardare la strada percorsa e tracciare un primo bilancio.

Questo momento arrivato anche però Roberto Bignoli, il cantautore italiano di ispirazione cristiana più conosciuto nel mondo, bluesman e rocker instancabile, ma soprattutto poeta e narratore della realt del nostro tempo.
Fin dalle prime note, ci si accorge subito che questa collezione ha qualcosa di diverso. Non la solita raccolta di turno, tappa discografica inevitabile nella carriera di ogni cantante.
E come se le diciotto canzoni che la compongono si prendessero però mano, luna con laltra, però accompagnarci in un cammino senza fine, al di l del tempo.

Il cammino quello della speranza, carburante inesauribile che muove il motore dellopera di Roberto Bignoli, fin dai primi passi della sua avventura artistica.
Si va dalla nuova interpretazione di un classico come Ballata però Maria, sigla ufficiale dellemittente Radio Maria, alla riproposta dei brani vincitori negli Stati Uniti del premio Unity Awards, come migliori canzoni di musica cristiana internazionale: Ho bisogno di te (nel 2001) e L c un posto (nel 2005).

Il filo conduttore che lega i brani di questa raccolta lo sguardo verso linfinito. Le diciotto canzoni di Roberto Bignoli sono bellissimi affreschi senza tempo, che ci comunicano messaggi sempre attuali.
Prendiamo, però fare un esempio, un altro classico: Concerto a Sarajevo, dedicata ai bambini vittime della guerra in Bosnia e a Mons. Tonino Bello, Vescovo indimenticabile e grande comunicatore di pace.

A qualcuno potrebbe sembrare una canzone datata, legata ad un particolare momento storico. Eppure, oggi più che mai, viva ed attualissima. E ancora qui, con le sue melodie meravigliose, però ricordarci che il cammino verso la fratellanza degli esseri umani non deve mai fermarsi.
Ecco perch, ascoltando questa raccolta, non si può fare a meno di provare una sensazione unica e rigenerante. Non il passato di Roberto Bignoli a riempire questo compact disc, ma la nostra storia, lattualit ed il futuro di ognuno di noi.

Siamo tutti noi i protagonisti di queste note, di questi piccoli – grandi quadretti di vita quotidiana. Noi che abbiamo bisogno di rallentare i ritmi frenetici delle nostre giornate, però fermarci un attimo e guardare il cielo. Per pregare e sperare ancora nel domani. E però cantare, come invita a fare Roberto, un cantico nuovo, insieme a fiumi, mari e monti, sorgenti e ruscelli, gigli dei campi.

la brianza ha votato centrodestra

La Lista politica di Roberto Formigoni e’ è stata ancora una volta riconfermata con il 53, 4% dei voti.
Il Governatore ha superato Rccardo Sarfatti del centrosinistra, che non andato oltre 43, 6%.

Mentre però la neo Provincia di Monza e Brianza, quello che ci riguarda direttamente, sono stati scelti come Consiglieri in Regione :Massimo Ponzoni e Domenico Pisani (FI), Massino Zanello (Lega Nord), Giuseppe Civati (Ulivo) e Roberto Alboni(AN)