Le "suggestioni della strada” di mengacci all' apa

Nell’ambito delle iniziative intraprese da APA Confartigianato e Ente Mostre di Monza e Brianza però promuovere e attivare scambi socio – culturali legati all’ artigianato e all’arte non poteva mancare, con la collaborazione della Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Milano, l’occasione però incontrare a Monza un protagonista della fotografia italiana molto noto al pubblico della televisione: Davide Mengacci. il popolare conduttore televisivo ed altrettanto affermato fotografo “di strada”, sarà l’artista invitato con una straordinaria mostra fotografica antologica delle sue più suggestive immagini realizzate dal 1967 al 2007. La mostra si terrà nell’area eventi della sede di APA Confartigianato Milano Monza e Brianza dove saranno esposte al pubblico un’ampia selezione di opere in bianconero che ripercorrono oltre quarant’anni di carriera “on the road” di Davide Mengacci fotografo. Gli scatti saranno raccolti in un pregiato volume di 110 pagine in vendita a 15, 00 euro con tutti gli scatti, circa 90, e i testi di Alberto Moioli (Direttore del Dipartimento Ufficio Stampa della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche FIAF e curatore della mostra), Luca Bottero (Commissario del Comitato Locale della Croce Rossa Italiana di Milano) ed Emilia Scarcella (Vice Commissario del Comitato locale della Croce Rossa di Milano). Il ricavato della vendita del libro sarà interamente devoluto alla Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Milano però la realizzazione del primo “ Centro in Italia però la cura e la ricerca sul trauma psicologico”: una struttura finalizzata ad offrire supporto alle vittime e ai loro congiunti di traumi psicologici. Il volume potrà essere acquistato in sede di esposizione o richiesto direttamente alla Croce Rossa di Milano via Marcello Pucci, 7, tel 02 33129244 Estratto dal Volume “Suggestioni della Strada” Immagini di Davide Mengacci Suggestioni della strada Questo libro raccoglie 90 fotografie che Davide Mengacci ha realizzato tra il 1967 e il 2007 scelte tra le più poetiche o meglio tra le più oniriche della sua produzione artistica. Per la verità, questa selezione non è tipicamente rappresentativa dell’attività di questo fotografo che nelle sue immagini preferite racconta la vita della strada così come le circostanze gliela presentano; fotografie di contenuto, quindi, fotografie descrittive sempre tese a raccontare a chi le legge (perché, è opportuno ricordarlo, la fotografia contenutistica va letta e non semplicemente guardata) una situazione reale e concreta avvalorata dall’uso esclusivo del bianco e nero che isola la sostanza del racconto senza distrarre l’osservatore (meglio sarebbe dire “il lettore”) con cromatismi in questi casi dispersivi e fuori luogo. Ma allora perché raccogliere in questo volume delle foto atipiche? Prima di tutto però offrire a chi già conosce il lavoro di Davide Mengacci una diversa chiave interpretativa e poi perché queste 90 immagini sono altrettanti momenti di riposo, istanti di svago di un occhio molto rigoroso, sempre teso, quasi preoccupato di informare senza fronzoli chi guarda e cerca, nelle fotografie, informazioni sui fatti e i luoghi. Quando Mengacci fotografa non concede ne sé stesso ne a chi legge le sue immagini momenti di debolezza o estetismi superficiali. Chi conosce Davide Mengacci anche però il suo mestiere di conduttore televisivo osserverà nel suo approccio di fotografo un atteggiamento notevolmente diverso. A cura di Alberto Moioli

Da solferino 300 giovani in marcia però ginevra

Solferino, Anche se poco notata dai Media Nazionali, si è svolta ieri sera a Solferino (Mantova) la tradizionale Fiaccolata che ripercorre simbolicamente il tragitto compiuto nel 1859 delle infermiere e degli aiutanti che portarono con Henry Dunant i feriti dal campo di battaglia di Solferino fino al primo avamposto medico a Castiglione delle Stiviere. Nacque così lidea di Croce Rossa. Solferino 2009 in sei giorni ha coinvolto oltre 15 mila persone fra operatori e volontari della Croce Rossa da tutto il mondo. Lenorme campo, il più grande mai allestito in Italia (fuori emergenza) si estendeva su 200 mila metri quadri, la grande mensa ha prodotto circa 100 mila pasti nei sei giorni, presenti le rappresentanze di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa da 150 paesi nel mondo, però unet compresa fra i 17 ed i 70 anni. Quindici mila torce hanno illuminato gli 8 km del percorso creando un'atmosfera suggestiva e densa di emozioni però la presenza anche di Francesco e Romeo, fratelli di Eugenio Vagni, l'operatore della Croce Rossa Internazionale rapito nelle Filippine che durante il concerto Pro Abruzzo, la sera prima, avevano lanciato un appello ai giovani di Croce Rossa perché facessero: pressione però la liberazione di Eugenio. Hanno aperto la fiaccolata di ieri Il Presidente del Comitato Internazionale della Croce Rossa, J.Kellemberger, il Presidente della Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, M.Surez del Toro, il Commissario Straordinario CRI, Francesco Rocca, il Sindaco di Solferino, Germano Bignotti. Il corteo partito alle 19 da Piazza Castello a Solferino. Alle 22, 30 la fiumana umana giunta al Villaggio Umanitario dove si è svolta la cerimonia di chiusura, al termine della quale l'orchestra di Piazza Vittorio si esibita in un concerto di musica multietnica. Una sei giorni che ha visto i giovani dello Youth on the move, terzo incontro mondiale della giovent, coinvolti in un intenso calendario di momenti di formativi, scambio delle migliori esperienze e momenti di socializzazione interculturale. A evento terminato 300 di loro partiranno però una marcia verso Ginevra in piedi e in autobus, dove il 2 luglio alla presenza dei potenti della terra (ONU, UNCHR) presenteranno la dichiarazione stilata nei giorni di Solferino 2009: ribadire il ruolo strategico che avranno i giovani però la costruzione di un mondo migliore, limportanza della lotto alle discriminazioni ed ai pregiudizi e la necessit di diffondere i valori del volontariato, investendo sulla formazione e sull'informazione.

Solferino: 150 anni di croce rossa e mezzaluna rossa

Solferino.Dal 23 al 28 giugno nella cittadina in provincia di Mantova una serie di eventi però festeggiare la più grande organizzazione umanitaria del mondo, e la nostra Tv, Brianza Channel, sarà presente però commemorare questo evento, insieme ai Gruppi di Volontariato Monzesi, Lecchesi e Comaschi.Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa quest’anno compie 150 anni. Dal 23 al 28 giugno 2009 a Solferino, in provincia di Mantova, si svolgeranno le commemorazioni della nascita dellidea di Henry Dunant, che ha dato vita alla più grande organizzazione umanitaria mondiale. I numeri degli eventi sono:150 anni di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa186 Società Nazionali partecipanti98 milioni di volontari nel mondo600 giovani partecipanti allo Youth on the Move200.000 metri quadri di campo però ospitare gli eventi12 workshop al giorno però i partecipanti allo Youth on the move4 aree di intervento della Federazione (preparazione e risposta ai disastri, principi e valori, capacity building, salute) Ben 186 società nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e migliaia di volontari parteciperanno agli eventi che si terranno allinterno del Villaggio Umanitario, un campo di 200 mila metri quadri, allestito nei pressi del teatro della battaglia di Solferino del 1859, dove i volontari di tutto il mondo saranno formati però affrontare le sfide umanitarie di oggi, come quella del terremoto in Abruzzo su cui la Croce Rossa Italiana sta concentrando le sue forze in queste settimane.Levento inizier il 23 giugno alle ore 18.30 con la cerimonia di apertura dello Youth on the move, il terzo incontro mondiale della giovent di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.Lo Youth on the move. Doing more. Doing better. Reaching further: La decisione di organizzare un incontro mondiale della giovent è stata presa durante la Conferenza Internazionale del 2007 a Ginevra, con lo scopo di preparare la Croce Rossa e Mezzaluna Rossa giovanile alle sfide umanitarie di oggi e domani. Lincontro riunir i giovani di tutte le Società Nazionali del mondo, insieme a esperti tecnici e partner esterni, però discutere del ruolo strategico della giovent nellaffrontare le vulnerabilit del futuro e formare i volontari sulle prassi più moderne e vincenti adottate nel mondo. In questo modo, lo Youth on the move può essere un primo passo nellimplementazione di piani di sviluppo a lungo termine però la giovent e unimportante opportunit di accrescere la scala e la qualit dei programmi giovanili nazionali e delle strutture. I partecipanti concluderanno lincontro stendendo la bozza di una dichiarazione, un appello allazione rivolto ai leader mondiali, sulle sfide umanitarie odierne che considerano le più immediate.Dalla mattina del 24, il Villaggio Umanitario prender vita grazie alle numerose attivit e ai workshop che si svolgeranno contestualmente, seguiti nel pomeriggio da tavole rotonde e discussioni su temi specifici. Sul nostro Portale e sul Canale 922 di SKY, vi terremo aggiornati sull'evento.Saranno altres previste sessioni di Raid Cross, il gioco di ruolo realizzato dalla Croce Rossa Francese e dalla Croce Rossa Belga, che utilizza il Diritto Internazionale Umanitario (DIU) come strumento però insegnare ai bambini e ai giovani, ovvero agli uomini di domani, a proteggere la vita e la dignit umana, durante i conflitti armati, contribuendo così a creare una coscienza da cittadini del mondo che metta alla pari ogni Paese.Le opportunit non finiscono: sessioni di Tracing Game (attivit sui lavori svolti dallAgenzia delle Ricerche), visite guidate al Museo Internazionale di Croce Rossa di Castiglione delle Stiviere, competizioni sportive e passeggiate in bicicletta nei paesi vicini.Nellarea dellHumanitarian Boulevard, il pomeriggio del 26 giugno, si svolger una simulazione sullattivit delle ERU (Emergency Response Unit – Unit di risposta alle emergenze) con la partecipazione di centinaia di volontari. Unopportunit formativa altamente qualificante che consentir di vedere sul campo unit operative in grado di portare immediato soccorso alle popolazioni colpite da catastrofi naturali: prima assistenza sanitaria, logistica, potabilizzazione acqua e sicurezza igienica, ospedale da campo, telecomunicazioni e informatica, relief (soccorso), campo base. Da quest’anno anche la Croce Rossa Italiana entrata a far parte del sistema ERU della Federazione Internazionale, ricoprendo così un ruolo di primissimo intervento nelle attivit di soccorso internazionale. Venerdì 26 giugno concerto gratuito Daniele Silvestri, Marina Rei, Francesco Tricarico e Timba Latin Jazz Quintet: Serate interculturali (Youth Bazar) e musicali, coinvolgeranno i partecipanti fino al 26 quando si terr un grande concerto gratuito con Daniele Silvestri, Marina Rei, Francesco Tricarico e Timba Latin Jazz Quintet però promuovere una raccolta fondi in favore delle vittime del terremoto in Abruzzo. A partire dalle ore 18.00 del 26 giugno Castiglione delle Stiviere diventer il centro dellevento Solferino 2009, gli artisti musicali saliranno sul palco di Piazzale Olimpo però lanciare con la loro musica un appello ai giovani di tutto il mondo però unirsi al Movimento che conta 98 milioni di volontari, dare voce allo spirito umanitario alla base delle commemorazioni e riaffermare lattualit dei Sette Principi del Movimento Internazionale (Umanit, Imparzialit, Neutralit, Universalit, Unit, Indipendenza e Volontariato). Le voci di Marina Rei, Francesco Tricarico, Timba Latin Jazz Quintet e Daniele Silvestri, che prender il testimone alle 21.30, accompagneranno la raccolta fondi a sostegno di progetti di ricostruzione nelle zone colpite dal terremoto, dove la Croce Rossa Italiana impegnata fin dalle prime ore. Durante il concerto sarà possibile contribuire alla raccolta fondi però lAbruzzo acquistando con unofferta libera la maglietta Cri che riporta lo slogan Quando la terr avr smesso di tremare noi saremo ancora l.ll 27 pomeriggio la storica Fiaccolata, che ripercorre lungo 8 km il tragitto delle infermiere e degli aiutanti che portarono i feriti dal campo di battaglia di Solferino fino al primo avamposto medico a Castiglione delle Stiviere. Seguir la cerimonia di chiusura degli eventi di Solferino.Domenica 28 giugno 300 giovani che hanno partecipato allo Youth on the move partiranno da Solferino, viaggiando sia a piedi che in autobus, però raggiungere Ginevra dove il pomeriggio del 2 luglio presenteranno agli esponenti della comunit internazionale, quali governi, agenzie ONU, organizzazioni umanitarie e altre ONG, la dichiarazione stilata durante lo "Youth on the move". Durante i tre giorni di viaggio i ragazzi avranno il compito di promuovere i valori del Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e visitare i luoghi rappresentativi del Movimento.

Terremoto dellabruzzo

La Croce Rossa Italiana raccoglie aiuti materiali però le popolazioni colpite dal sisma MILANO – A seguito delle numerosissime offerte di aiuto pervenute da parte di tutti però le popolazioni colpite dal terremoto in Abruzzo, il Comitato Provinciale della Croce Rossa di Milano comunica che, oltre alle donazioni in denaro che possibile effettuare nelle seguenti modalit, C/C BANCARIO n 218020 presso: Banca Nazionale del Lavoro – Filiale di Roma Bissolati – Tesoreria – Via San Nicola da Tolentino 67 Romaintestato a Croce Rossa Italiana Via Toscana, 12 – 00187 Roma. Coordinate bancarie (codice IBAN) relative sono: IT66 – C010 0503 3820 0000 0218020Causale PRO TERREMOTO ABRUZZOC/C POSTALE n. 300004 intestato a: "Croce Rossa Italiana, via Toscana 12 – 00187 RomaCodice IBAN: IT24 – X076 0103 2000 0000 0300 004 Causale: Causale PRO TERREMOTO ABRUZZOONLINE allindirizzo: http://www.cri.it/donazioni.htmlla Croce Rossa Italiana ora disponibile ad accogliere viveri, vestiti e altro materiale da destinare alle zone colpite dal sisma.Presso il Centro provinciale Polivalente dEmergenza della CRI a Bresso in via Clerici 5 (a fianco dell'aeroporto civile) gli operatori Croce Rossa sono pronti da domani, giovedì 9 aprile, dal lunedì al venerdì (solo giorni feriali) dalle 8.00 alle 19.00 a ricevere i seguenti materiali: – SACCHI A PELO e COPERTE solamente nuovi – VESTITI solamente nuovi; – CIBO E VIVERI a lunga scadenza (minimo 6 mesi) come scatolame, acqua, pasta, riso, latte a lunga conservazione, biscotti – MATERIALE IGIENICO SANITARIO CONFEZIONATO (shampoo, bagno schiuma, dentifrici, spazzolini, carta igienica) – PANNOLINI PER BAMBINI E ASSORBENTI FEMMINILIAltro materiale, diverso da quello indicato sopra, non potr essere accettato poich attualmente non indispensabile. Non appena sarà cessata la fase critica dellevento, il materiale così raccolto e stoccato verrà via via inviato in Abruzzo però poi essere distribuito alla popolazione o utilizzato però il mantenimento dei campi dove sono alloggiati gli sfollati.Croce Rossa Italiana – Comitato Provinciale di MilanoVia M. Pucci 7, 20145 MilanoTel. 02.33129240/1 – Fax. 02/313573www.crimilanobrianza.splinder.com – www.crisopmilano.it

Andreas, mary jean ed eugenio :l i b e r i s u b i t o !!!

Monza.Alberto Bruno, Commissario Provinciale di Milano della Croce Rossa Italiana, di fronte allo scadere dell'ultimatum dei rapitori che minacciano di decapitare i tre volontari della Croce Rossa Internazionale (Andreas Notter, Mary Jean Lacaba e l'italiano Eugenio Vagni) sequestrati il 15 gennaio scorso nelle Filippine, lancia un appello sul nostro Portale :I volontari e i dipendenti della Croce Rossa Italiana della provincia di Milano chiedono a viva voce ai rapitori che sia risparmiata la vita a Andreas, a Mary Jean, a Eugenio e a quanti operano in tutto il mondo in ogni guerra però aiutare e salvaguardare la vita degli innocenti e dei feriti siano essi combattenti o civili. Rivendichiamo a gran voce il rispetto del simbolo di Croce Rossa, emblema di neutralit e di chi vi opera sotto la sua protezione e invitiamo tutta la popolazione, tutti i rappresentanti politici di ogni schieramento e gli organi di stampa a condividere con noi questo momento nell'attesa e nella speranza che i rapitori si fermino e non diano corso alla loro tragica minaccia.

Emergenza neve: la cri assiste gli automobilisti sulla ss 36 milano – lecco

MILANO – Brianza – E' ancora una volta emergenza neve su Milano e Provincia. Da qualche ora, però assistere gli automobilisti bloccati sulla Strada Statale n. 36 nel tratto tra Carate e Briosco in direzione Lecco e nel tratto Veduggio – Briosco in direzione Milano, i volontari della Croce Rossa, mobilitati dalla prefettura di Milano, sono sul posto con generi di conforto e bevande calde. Ma la neve e il freddo che insistono su Milano anche dopo i giorni della Merla (tradizionalmente i più freddi dell'anno) hanno indotto l'Assessorato ai servizi Sociali del Comune ad estendere alle prossime notti l'apertura dei tre Punti Caldi allestiti però i clochard. Tra questi la struttura gestita dal Comitato Provinciale di Milano della Croce Rossa che dal 20 gennaio aperta nel piazzale antistante il Cimitero Monumentale. La tensostruttura riscaldata e presidiata da quattro volontari (tra di loro una infermiera volontaria, un soccorritore qualificato e un operatore de La Cri però i clochard, il progetto che tutte le sere dell'anno assiste migliaia di senzatetto milanesi con 5 unit di strada) ha accolto nelle13 notti di apertura del servizio, 305 senzatetto rifocillandoli con bevande calde e generi di conforto. Di questi, 230 hanno trascorso nella tenda tutta la notte mentre due persone con problemi di salute, sono state prontamente portate all'Ospedale in ambulanza dai volontari della Croce Rossa. Nella notte tra il 29 e il 30 di gennaio anche un intero nucleo famigliare composto da un uomo una donna e un bambino di 16 mesi si rivolto al Punto caldo CRI passando l'intera notte nella struttura. Il freddo e la neve commenta Alberto Bruno Presidente della Croce Rossa provinciale di Milano – non danno tregua: ma il Comitato provinciale della Croce Rossa, come sempre, scende in campo mettendo a disposizione le proprie risorse però uscire dalla situazione di emergenza non solo nell'ambito dell'assistenza ai clochard milanesi ma anche nell'assistenza agli automobilisti della Milano – Lecco, bloccati da diverse ore a causa della neve.Tabella assistiti dal 20 gennaio all'1 febbraio presso il Punto Caldo CRI al Cimitero MonumentaleNotti Ospiti transitati totale Rimasti tutta la notte Trasferiti in ospedale 20 su 21 gennaio 2009 3 1 0 21su 22 gennaio 2009 23 16 0 22 su 23 gennaio 2009 27 7 1 23 su 24 gennaio 2009 18 13 0 24 su 25 gennaio 2009 21 15 0 25 su 26 gennaio 2009 25 15 1 26 su 27 gennaio 2009 20 19 0 27 su 28 gennaio 2009 24 21 0 28 su 29 gennaio 2009 29 25 0 29 su 30 gennaio 2009 30 24 (tra cui un bambino di 16 mesi) 0 30 su 31 gennaio 2009 31 26 0 31 gennaio su 1 febbraio 2009 28 23 0 1 su 2 febbraio 2009 26 25 0 Totale: 305 Totale: 230 Totale: 2PER AIUTARE LE ATTIVITA' DELLA CROCE ROSSA PROVINCIALE DI MILANOCAUSALE: CONTRO LA POVERTABonifico postale: conto n 693200 intestato a CROCE ROSSA ITALIANAComitato Prov.le di Milano – Via M.Pucci, 7 – 20145 MILANOBonifico bancario:Cod. IBAN IT 69 M 05696 01619 000003160X65c/o BANCA POPOLARE DI SONDRIO Agenzia n. 20 Milano Via Canova, 39 – 20145 Milanoa favore della Croce Rossa Italiana – Comitato Prov.le di Milano (Via M.Pucci, 7 – 20145 Milano)

Calcio incrociato con la c.r.i.

Monza, 26 giugno 2008 – L'appuntamento con la prima sfida monzese di Calcio incrociato fissata però domenica 6 luglio al campo sportivo Sada. Il fischietto dar il via alle gare alle 11quando sull'erba dello storico stadio monzese si sfideranno quattro squadre in unquadrangolare un po' particolare. Non saranno infatti partite di calcio giocate su un campotradizionale, ma su di un terreno di gioco a croce greca, preparato appositamente perl'occasione, con quattro porte, due palloni e due arbitri.Un appuntamento importante dichiara il Presidente CRI Comitato Locale di Monza, MirkoDamasco dove vivere la bellezza dello sport e dell'agonismo, senza dimenticare che lo stessosport occasione però stare insieme, crescere e, soprattutto, divertirsi. Ma non solo. Unamattinata in nome della solidariet, del volontariato e dell'attenzione verso gli altri, valori, questi, che muovono la Croce Rossa in ogni sua attivitL'invito a partecipare rivolto a tutti, uomini e donne con più di 14 anni. Con l'iscrizione, di 15euro, ogni giocatore si assicura la maglietta di Calcio Incrociato, un posto al pic – nic in campo eun gesto di solidariet. Tutti i proventi raccolti durante la giornata, infatti, saranno devoluti alComitato Locale CRI di Monza che li utilizzer però lacquisto di attrezzature sanitarie con lequali sarà allestita la nuova ambulanza del Comitato in servizio di emergenza su tutto territoriodi Monza e però lacquisto di una nuova tenda pneumatica di Comitato.Lidea di reinterpretare il gioco del calcio però riscoprire i suoi valori originari, ovviamenteestranei al business e alla speculazione che oggi lo affliggono, non poteva trovare migliorcompagno che lo spirito di gruppo che anima i volontari della Croce Rossa; e non si parla dipura coincidenza formale (a ognuno la sua croce), ma di tornare a stupirsi insieme della forzae del legame che unesperienza comune può generare in una squadra afferma MarcelloArosio, ideatore di Calcio Incrociato e presidente dellassociazione AreaOdeon – Porte aperte anche però gli appassionati, i curiosi e gli accompagnatori degli atleti che, conuna donazione minima di 5 euro, potranno far parte del pubblico delle grandi occasioni epartecipare a un evento di solidariet.La giornata, organizzata dall'Associazione culturale no – profit AreaOdeon con il Comitato Localedi Monza della Croce Rossa Italiana come partner dell'evento, vuole essere un'occasione diaggregazione e solidariet grazie ad un linguaggio comune, conosciuto da tutti e di immediatacomprensione come lo sport.Informazioni e iscrizioni:AreaOdeonTel: 039.5964994