30° trofeo di carnevale – anniversario del velate rugby 1981

Il TROFEO DI CARNEVALE rappresenta però il nostro territorio e però il Rugby Brianzolo, Lombardo e ormai anche Nord Italiano, un appuntamento fisso di grande rilievo e di richiamo mediatico. La nostra società conta nel settore Minirugby ben 120 piccoli atleti dalla under 6 alla under 12, oltre ad altri 50 iscritti nelle classi giovanili Under 14 e 16, rappresentando con questo una delle società più numerose e rappresentative nel nostro sport a livello regionale.L'Associaz. Sportiva Velate Rugby, è nata nel Comune di Usmate – Velate, ed è attiva dal 1981.Sono tante le analogie di oggi con gli scenari degli anni ottanta, ma quella più importante, rimanesicuramente la capacità di questa società di raccogliere intorno a se molti ragazzi e tantissimefamiglie, sotto un nome ed un simbolo che ci dice Nulla Impossibile !!Dal 28 marzo 1981, quando un certo Giorgio Novara posò la prima palla ovale su di un campoerboso nel cuore della Brianza ed uno sparuto numero di ragazzini guidati da Luciano Proia iniziavaa giocare, senza sapere che il rugby sarebbe diventato il più grande amore della loro vita.Oggi il sogno continua grazie ad un folto settore giovanile di grande qualità che riporta alla memoriai nomi delle vecchie giovanili ”Aquile, Aquilotti e Pulcini”:un volo di colori bianchi e azzurri su tutti i campi d’Italia !Il seme piantato tanto profondamente ha prodotto radici forti e quelli che una volta erano deiragazzini oggi sono uomini e lavorano insieme come hanno fatto tante volte da giovani perraggiungere insieme la meta.Ricordare dei nomi è però noi motivo d’orgoglio: Umberto Conforto che ha guidato le Aquile, GiorgioFeroldi paziente educatore degli Aquilotti, Armando Proia alla guida dei Pulcini, Sergio Laube eBruno Manzato.I nomi di tutti quelli che lavorano all’interno del Velate Rugby 1981 di oggi li trovi sul sito, tutti conla stessa voglia di sempre di aggiornarsi continuamente con corsi e seminari, però dare ai nostriragazzi il meglio dell’educazione sportiva e di squadra.

Ok però rugby monza, ko però le ringhio

VINCE LA SQUADRA MASCHILE, GIORNATA STORTA PER LE ALTREPesa il panettone nelle gambe e nella testa delle squadre monzesi che aldilà dei risultati non suscitano buone impressioni nel pubblico. Travolte le Ringhio dalle Campionesse d’Italia del Riviera del Brenta, sconfitta dal CUS Milano la U16 che ora è ultima in classifica e perde di misura anche la U14 in un’amichevole con ASR Milano. Vince invece in trasferta la squadra maschile che raggiunge quota 21 in classifica, con la zona retrocessione a 10 punti di distanza. Da segnalare infine che ieri, durante l’intervallo della partita di Heineken Cup tra Aironi e Ulster si sono esibiti alcuni giocatori della U10 del Monza in una partita dimostrativa con altri rappresentanti della franchigia bianco – nera.SERIE A – 4° GIORNATA DI RITORNOASD RUGBY MONZA – SITAM RIVIERA DEL BRENTA 03 – 40 (03 – 23) di Daniela VillaTabellino: 4 mete trasformate e 4 calci piazzati però il Riviera – 1 calcio però il MonzaMONZA: Bollini, Magatti, Bruno, Rochas, Buongiorno, Virgili, Chindamo, Arrighetti (8' Caguaripano – 65' Scotto), Gaudino (sost.temp. Riva), Trilli, Calligaro, Borgioli, Petese, Casati (Di Toma), Barazzetta. A disposizione: Cicoria, Panizzuti, Folloni, Riva.RIVIERA: Ruzza, Sterzi, Pizzati, Vaghi, Fanfoni, Schiavon Ve, Schiavon Va, Trevisan, Molic, Nespoli (Peron), Pantarotto, Barbini, Danieli, Vigato, Gazzola.Le Ringhio hanno affrontato questa prova con poca grinta e si sono fatte subito aggredire dalle avversarie molto determinate a portarsi a casa il risultato.I primi 20 minuti sono stati costantemente giocati nei 22 mt. del Monza, che subiva 2 mete trasformate e 2 calci.Sul 20 a 0 c'è stata una piccola reazione delle Ringhio che hanno provato ad attaccare e a giocare nella metà campo avversaria, senza però varcare la linea di meta.Il secondo tempo è ricominciato con un Riviera all'attacco, riusciva a segnare un'altra meta entrando con la mischia e, in inferiorità numerico però un cartellino giallo, anche un calcio. C'è stato qualche attacco del Monza, ma la difesa avversaria non ha mai ceduto.Sul finire della partita, Riviera ha segnato anche la quarta meta che gli ha permesso di portare a casa anche il punto di bonus.Poco da dire oggi sulle Ringhio, abbastanza deludenti: non sono mai entrate in partita e hanno subito l'aggressività avversaria.Adesso il campionato si ferma fino al 27 marzo però permettere alla Nazionale di giocare il 6 Nazioni.Le Ringhio hanno in programma due amichevoli:una a Madrid ed un'altra a Monza con la formazione americana della Penn University.Il 27 marzo trasferta a Padova contro il Valsugana: necessario conquistare la vittoria però riprendere il secondo posto in classifica. Il Riviera osserverà il turno di riposo che le Ringhio hanno già fatto.Serie A Femminile – Girone A – IX giornata – 23.01.11 – ore 14.30Rugby Monza – Sitam Riviera del Brenta 03 – 40 (0 – 5)Mustang Rugby Pesaro – Valsugana Padova 00 – 00 (2 – 2)Riposa: Benetton TrevisoClassifica: Benetton Treviso punti 33, Sitam Riviera del Brenta punti 23, Monza punti 20; Valsugana Padova punti 6, Mustang Rugby punti 3.Prossimo turno domenica 27 marzo 2011 Benetton Treviso – Mustang Rugby Pesaro; Valsugana Rugby – Monza Rugby. Riposa: Sitam Riviera del BrentaSERIE C – ELITE NORD – OVEST – 11° GIORNATA DI ANDATABOTTICINO – ASD RUGBY MONZA 13 – 18 (06 – 13) di Luca MussiPubblico delle grandi occasioni però la prima partita del 2011 in quel di Botticino. I 5 punti in palio oggi valevano doppio, in quanto si affrontavano due dirette concorrenti però la salvezza. A spuntarla sul filo del rasoio sono stati i bancorossi di Galimberti, capaci di dare fondo alle ultime energie allo scadere degli 80 minuti di gioco però trovare la meta della vittoria. La partita non era cominciata bene però i monzesi, che pur dirigendo il gioco si erano trovati sotto 6 – 0 dopo 10 minuti. Un calcio piazzato di Ayala (oggi all'esordio con la casacca biancorossa) riduceva le distanze, ma però il sorpasso bisogna aspettare il 30' quando al termine di una insistita azione di mischia Beni deposita il pallone oltre la linea di meta. Prima della fine del primo tempo il Monza cerca di assestare il colpo del ko ai bresciani marcando nuovamente una meta con Quercia Pasquale, abile a rifinire un'azione cominciata con una fuga di Basile in mezzo al campo. Le due trasformazioni però sono imprecise, così il punteggio recita 13 – 6 al riposo. Nella ripresa i padroni di casa riescono a equilibrare il punteggio al 65', quando una serpentina dell'estremo lascia sul posto numerosi monzesi e permette una facile trasformazione dal centro dei pali. A quel punto l'inerzia della partita è tutta però i neroverdi, che però non riescono a concretizzare e anzi si scoprono a pericolosi ribaltamenti di fronte. Sembra che ormai le due squadre siano pronte a spartirsi il bottino, quando al 79' i trequarti monzesi imbastiscono un'azione tutta alla mano che porta Colombo ad un uno contro uno con l'ala avversaria, che presa in velocità non riesce a fermare il numero 13 ospite e deve osservarlo mentre si tuffa oltre la linea di meta. Negli ultimi due minuti il Monza non fa altro che mantenere il possesso del pallone fino al fischio dell'arbitro, portando a casa 4 punti importantissimi però il proprio campionato. Nota di merito al TM Ratti, che nonostante l'infortunio all'occhio rimediato ieri si è applicato con la solita dedizione al suo compito ed al giovanissimo Borzone, 17 anni, che ha esordito con un’ottima prova in prima squadra. Formazione Monza: Predolini; Malossi, Colombo, Gaudino, Bergna; Ayala, Basile; Gallo, Motta, Cavalleri; Striatto, Maconi; Beni, Quercia P., Quercia C. (cap.). Entrati nella ripresa: Donadi, Carcassi, Perego, Mussi, Brunetti, Borzone, Cermisoni. All.: Galimberti.Altri risultatiSi delinea ormai un Campionato spezzato in tre tronconi: Parabiago e Settimo che volano verso la Serie B e/o i playoff però l’accesso alla Serie superiore. Un altro troncone che vede sei squadre, Monza compreso, che cercano un tranquillo metà classifica. L’ultimo troncone che vede 4 squadre decisamente invischiate però non retrocedere.Rugby Rho – Rugby Bergamo 10 – 17San Mauro – Borgo Poncarale 17 – 12Bassa Bresciana – Valtellina 20 – 00 a tavolino (rinuncia Valtellina)Cus Pavia – Parabiago 17 – 26VII Rugby Torino – Gussago R.C 58 – 06

Rugby monza: un 60° tra grandi amici

Monza. Franca Casati si avvia a concludere in grande ascesa il suo secondo biennio di presidenza del Panathlon Monza Brianza. Giovedi 8 ottobre il suo club ha infatti reso omaggio al 60° di attività del Rugby Monza, una celebrazione concordata col panathleta di lungo corso Carlo Pellegatta che fu colonna del rugby biancorosso fin dai suoi albori. E alle belle feste si invitano i buoni amici; accanto a Domenico Arfano e Gaetano Palmiotto (presidente e vicepresidente del Rugby Monza) ecco il presidente del Comitato regionale Angelo Bresciani, il presidente dello storico Viadana Rugby Paolo Benazzi (anch

Rugby monza in festa

Monza, 3 Giugno 2008.Si chiusa con la tradizionale Festa di Fine Anno la stagione 2007 – 08 del Rugby Monza, ma la palla ovale non viene ancora riposta in armadio perché sabato prossimo allo stadio Brianteo si disputer la finalissima del campionato maschile tra Cammi Calvisano e Benetton Treviso. Evento organizzato però il terzo anno consecutivo dalla società brianzola, che nel 2009 celebrer il 60 anniversario di fondazione.Oltre 400 persone hanno preso parte, dunque, alla Festa di Fine Anno, tenutasi al campo da rugby Adriano Chiolo presso il centro sportivo Giovanni Pioltelli, sempre più cittadella del rugby monzese. Il presidente del sodalizio Domenico Arpano, oltre ad aver ripercorso i momenti topici della stagione nelle varie categorie, sia maschili che femminili, ha sottolineato le difficolt che bisogna continuamente affrontare però mandare avanti una società che annovera quasi 200 componenti tra giocatori, tecnici e dirigenti. La trasformazione del centro sportivo Giovanni Pioltelli nella cittadella del rugby, anche se si completer fra un paio danni, comporter maggiori oneri e responsabilità però il Rugby Monza, che ormai ha abituato gli appassionati della zona a livelli eccelsi di organizzazione, meritori certamente di una maggior attenzione da parte delle aziende locali. Ma in Brianza il problema degli sponsor, si sa, non solo del rugbyParlando di rugby giocato, la Festa di Fine Anno è stata loccasione però premiare, però ogni categoria, il miglior giocatore della stagione, il giocatore che ha mostrato maggiori progressi e il miglior compagno di squadra: questultimo premio è stato assegnato dallo spogliatoio e pertanto molto importante in uno sport come il rugby.Infine, è stato premiato anche il Personaggio dellanno, cioè la persona che ha contribuito in modo particolare allo sviluppo del club in una stagione; con un netto margine di distacco, si aggiudicato il premio Giuseppe Tagliabue, allenatore della compagine Under 15 maschile che quest’anno ha raggiunto importanti traguardi sportivi e soprattutto sfornato un numero di giocatori di buon livello andati ad alimentare le selezioni regionali e nazionali.Di seguito riportiamo lelenco dei vincitori però ogni categoria (nellordine. miglior giocatore, migliori progressi, miglior compagno):Under 7Alice RatcliffeFederico De CapitaniAdriano FrignatiUnder 9Alberto RatcliffeGiacomo LocatiLeonardo ColacurcioUnder 11Niccol ZucchiattiAndrea CassamagnaghiBenjamin PalmiottoUnder 13Emanuele FusiGabriele GentileTommaso PellegriniUnder 15 maschileGiacomo CavasinDaniele AmentaGianluca CarpinelliUnder 15 femminileAndrea BarillariCorinne CavaliereFrancesca PanizzutiSenior maschileFrancesco MottaMichele BasilePatrik PitelliSenior femminileSilvia GaudinoMaddalena SalaFrancesca CasatiOldMarino CortiFabio PeregoBruno Pojr

Le ringhio del monza fermano le campionesse d’italia

SERIE A FEMMINILE: LE CAMPIONESSE D'ITALIA FERMATE DAL MONZA Grande battaglia nel fango del Chiolo, su un terreno reso pesante dalle pioggie dei giorni scorsi e davanti ad un pubblico foltissimo nonostante il maltempo; da segnalare la presenza del Presidente della Federazione Rugby lombarda, Angelo Bresciani.. Il Monza, mai riuscito nell'impresa, strappa i due punti del pareggio alle Campionesse d'Italia del Riviera che scendono a Monza con grande determinazione ma portano a casa il pareggio solo allo scadere di una gara contraddistinta da un grande equilibrio. Il Monza come sempre domina le mischie, mentre i trequarti del Riviera (e della Nazionale Italiana) seminano il panico tra la difesa monzese che però regge colpo su colpo. Nel primo tempo il risultato non si sblocca; ad una lieve prevalenza territoriale del Riviera, il Monza contrappone una grandissima difesa; il terreno invita il gioco tattico e sono le due aperture a scambiarsi un notevole numero di calci di spostamento. Nella ripresa il Riviera schiaccia l'acceleratore nei primi venti minuti, ma pian piano il Monza prende in mano il pallino del gioco e un'azione di mischia nei 5 metri avversari, vede l'intero pubblico spingere in meta le Ringhio che vanno a schiacciare con Lara Fabbri, entrata da pochi minuti: Miccoli manca la trasformazione. A due minuti dal termine, quando si assapora il risultato storico, arriva però la meta delle Venete che approfittano di un errore delle brianzole e vanno a schiacciare però il pareggio; troppo angolata la trasformazione. Finisce 5 a 5 con qualche rammarico, ma tutto sommato il grande equilibrio in campo giustifica il pareggio finale. Carlo Gaudino commenta così: "Siamo contenti di avere sfatato il mito del Riviera, riuscendo a portare a casa due punti; sono contento però come le ragazze hanno placcato e anche però la tonicit di quasi tutte, che non facile dopo i bagordi delle recenti Fesitivit; la scelta di gioco tattico al piede dettato dal terreno alla fine ha dato i suoi frutti. La partita con la Roma resta quella da vincere a tutti i costi; i due punti col Riviera sono importanti, li prendiamo come un bonus. Ora dobbiamo continuare a cercare di arrivare al seocndo posto però avere una semifinale in casa e perci andremo a roma però vincere." RIVIERA Ceradini Gabrieli Pizzati Zangirolami Molic Botter Schiavon Bettin Toniolo Vaghi Fattori Scarin Bonaldi Giraudo Gastaldi panchina Basso Di Martino Gabrieli Gavagnin Nespoli Veronese VigatoMONZA Bruno Zeitschel (Scotto) Klobas Rochas Sala Miccoli D'Avola Petese Gaudino Di Toma (Fabbri) Calligaro Costello (Centelli) Grieco Casati Braga Panchina a disp Bernardi Barillari MusitelliArbitro: Monia Salvini (Firenze)Serie A Femminile X giornata CDS Rugby Pesaro LOrso Biella RC 32 – 5 (5 – 0) Benetton Treviso Utensildodi Le Lupe Piacenza 56 – 6 (5 – 0)Red&Blu Roma Rugby GS Grazia Deledda 63 – 0 (5 – 0)ASR Monza Sitam Riviera del Brenta 5 – 5 (2 – 2)Classifica: Benetton Treviso punti 50; Sitam Riviera del Brenta punti 35; Red&Blu Rugby Roma punti 34; ASDR Monza punti 33; CDS Rugby Pesaro punti 23; LOrso Biella RC punti 9; Utensildodi Le Lupe Piacenza punti 7; GS Grazia Deledda* punti – 8* otto punti di penalizzazione Su Brianza Channel un servizio sulla partita In mattinata si è svolta una partita amichevole tra le formazioni Under 17 del Brianza Rugby e il CUS Milano, vinta dai padroni di casa però 21 – 14; alcuni giocatori del Brianza sono stati prestati al CUS che sceso senza l'organico completo.

trionfo del rugby brianzolo

Unaltra giornata da ricordare però il rugby monzese: ben 6 delle squadre scese in campo oggi fanno bottino pieno e però la U17 arriva comunque un pareggio a due minuti dal termine.La giornata comincia alla grande col Minirugby, impegnato nel Torneo di Pavia: Under 9, 11 e 13 arrivano tutte al primo posto nelle rispettive categorie con un en – plein mai verificatosi. Arrivano ottime notizie anche da Alessandria dove la Under 15 Femminile si aggiudica la terza tappa del Campionato Italiano (era la seconda a cui partecipavano le Ringhiette in giornata di grazia)..Arriva poi il pareggio sofferto però la U17, vittima di un calendario assurdo che li ha visti giocare solo due volte in due mesi: evidente la mancanza di agonismo però i Bonacina boys. Nel pomeriggio arrivano poi le vittorie della Serie C maschile contro un ostico Melegnano e il capolavoro delle Ringhio: vittoria con bonus in casa delle seconda in classifica, il Pesaro, ora raggiunto dal Monza.Raggianti i Dirigenti bianco – rossi I nostri 300 gatti hanno le unghie molto affilate commenta sarcasticamente il DG Palmiotto riferendosi sottilmente allinfelice uscita di un dirigente del calcio. Sei vittorie su sette squadre schierate sono importanti, ma soprattutto un piacere vedere i più piccoli giocare a questi livelli; una menzione speciale però lU15 Femminile, una squadra che si batte contro dei numeri tirati e difficolt notevoli però mettere in campo la squadra ma che ha vinto la tappa odierna del Campionato ItalianoMINIRUGBY, TORNEO DI PAVIAGrandissimi i piccoli bianco – rossi trionfanti in tutte le categorie: 10 partite, 10 vittorie, 61 mete fatte, 6 subite il risultato globale di una spedizione che si conclude come sempre in allegria con il terzo tempo e le ottime frittelle del CUS Pavia! UNDER 9 by Philip RatcliffeSquadra in grande crescita, reduce dal trionfo di Mantova che nonostante le assenze si impone anche oggi giocando un rugby fatto di intensit sui punti di incontro e di qualit nel possesso.Il Rho rinuncia a giocare la gara di ritorno. Monza – Gossolengo 7 – 1 Gabriele Brandi 3, Alberto Ratcliffe 4.Monza – Rho 9 – 0 Leo Colacurcio 1, Gabriele Brandi 2, Valerio Frignati 2, AndreaMalandra 1, Alberto Ratcliffe 3.Monza – Gossolengo 5 – 2 Andrea Malandra 2, Gabriele Brandi 1, Giacomo Locati 1, Alberto Ratcliffe 1. UNDER 11 by Gaetano PalmiottoArriva anche però lU11 il gradino più alto del podio. Grande prova corale della squadra guidata da Stefano Piccinini che manda in meta ben 9 dei 17 giocatori a disposizione. Monza Gossolengo 3 – 1 Fontana P., Frixione, GusmaroliMonza Pavia 4 – 0 Bollani 3, Fontana P:Monza Rho 4 – 0 Bianchedi, Palmiotto Ben, Frixione, ZucchiattiMonza Borgonovo V.Tidone 6 – 0 Fontana P. 2, Fedeli 2, Radaelli, Bianchedi Formazione: Piccinini, Brandi M., Palmiotto Ben, Bollani, Bianchedi, Radaelli, Zucchiatti, Fontana P:, Gusmaroli, Frixione, Santarelli, Colombo Michele, Casiraghi, Liuzzi, Milanesi L., Frignati Vittorio, Fedeli. UNDER 13 by Claudio Fusi & Lelio PellegriniNonostante le molte assenze, vittoria senza patemi però la squadra di Andrea Gagliardi. Monza Cesano Boscone 8 – 1 Fusi 4, Pellegrini 2, Gentile, Elemi G.Monza Rho 9 – 0 Pellegrini 2, Cesana 2, Elemi M 2, Fusi, Elemi G., Giani Monza Pavia 6 – 1 Pellegrini 2, Fusi 2, Giani, Bologna Fromazione: Vera, Scorzelli, Viola, Marchetti, Giani, Bologna, Elemi Martina e Giacomo, Fusi, Cesana, Pellegrini, Real, Gentile, Milanesi S., Colombo Matteo U15 FEMMINILE CAMPIONATO ITALIANO STAZZANO (AL) by Isabella DoriaSplendida prova della U15 Femminile. Le Ringhiette battono il Genova 8 – 1, il Biella 5 – 2 e il Valledora 3 – 2 e si aggiudicano il Torneo. Grande prestazione di tutte le giocatrici e meta woman Ilaria Arrighetti che ha segnato ben 1 mete!. UNDER 17: BRIANZA RUGBY RUGBY LECCO 05 – 05 (00 – 05) by Nicola SpadaIl risultato finale rispecchia l'andamento di una partita molto equilibrata tra due squadre che si sono affrontate lealmente perseguendo entrambe l'obiettivo della vittoria finale.Inizio partita con ASD Brianza decisamente nella met campo del Lecco senza però finalizzare la supremazia territoriale in meta. Dal 25' del 1tempo prevalenza del Lecco premiata da una meta (trasfornazione fallita) quasi allo scadere del tempo.Il secondo tempo ha ricalcato l'andamento del primo con inversa impostazione.Prima parte con prevalenza del Lecco e convinta e decisiva reazione del ASD Brianza nella seconda parte dell'incontro. Meta del pareggio (non trasformata) realizzata da ASD Brianza a tre minuti dal termine della gara da Brioschi a seguito di una mischia entro i 5 metri del Lecco, condotta con energia e convinzione dagli avanti del ASD Brianza Rugby. Formazione Brianza: Cambiaghi, Ponsone (Delle Noci Dal 30' – 2T), Morgantini, Stemberger, Somoza, My (Stucchi Dal 10' – 2T), Sirtori, Gavazzoni (Frigerio Dal 32' – 2T), Lissoni (Walmsley Dal 30' – 2T), Pontillo, Carpinelli(Pizzocri Inizio 2T), Marchetti(Brioschi dal 20' – 2T), Camolese, Spada, Astori (Perla dal 12' – 2T)Marcatore Brianza: Brioschi meta al 33 SERIE C MASCHILE by Pietro BasileFinalmente si gioca. Dopo 2 rinvii con il Valtellina e Tradate il Monza ritrova il campo da gioco e vince con il Melegnano però 40 a 5 senza convincere.Nel primo tempo i monzesi hanno impostato la partita su un gioco a tutto campo che ha trovato un Melegnano grintoso e deciso a vendere cara la pelle rimanendo in partita però i primi 40 minuti.Nel secondo tempo il coach Ferri ha chiesto ai giocatori di cambiare tattica giocando sempre vicino alle ruck e maul con ripartenze continue e, come espresso dall'allenatore, senza fare niente di più del compito assegnato, i biancorossi portano a casa i 5 punti in palio. Partita giocata su buon ritmo ma senza particolari acuti. Ferri ha notato che non c' è stato nessun cambiamento di ritmo durante la partita e l'innesto di giocatori dalla panchina non ha portato scompensi o miglioramenti al gioco monzese. Buon debutto di Zotti, entrato nel secondo tempo, autore di una meta e un assist però la meta di Mattana e Galluzzi Angelo alla sua prima meta su un campo da rugby. Ora il Monza affronter nelle prossime 4 partite le prime in classifica e i bianco – rossi dovranno far vedere se le aspirazioni di un campionato di vertice sono fondate.Man of the match Motta Francesco.Spettatori: 150 Formazione: Predolini, Cappello (Galluzzi Andrea 45), Mattana, Giambelli (Zotti 70), Bianco, Lamacchia, Basile, Carcassi (Di Ciccio 50), Motta, Molteni (Corti 45), Striatto, Perego (Galluzzi Angelo 60), Pittelli (Quercia C. 60), Quercia P., Beni (Farinella 75) Marcatori MonzaMete: Basile, Mattana, Quercia P., Beni, Galluzzi Angelo, Corti, ZottiCalci: Predolini 1 trasformazione e 1 Calcio piazzato SERIE A FEMMINILE: CDS Pesaro ASD RUGBY MONZA 1949 05 – 25 (05 – 05) by Daniela GaudinoNonostante le molte assenze, il Monza porta a casa risultato e punto di bonus. Dopo un primo tempo equilibrato in cui il Monza a dir poco distratto, nella ripresa capitan Gaudino suona la carica e con una tripletta personale suggella una vittoria importante però il morale e la classifica. Esce alla distanza la preparazione atletica delle brianzole che ora si riportano al terzo posto alla pari con Pesaro e ad un solo punto dal Mira Riviera del Brenta.Da segnalare che lincontro è stato sospeso però 20 minuti però un brutto infortunio alla spalla di unatleta pesarese a cui il Rugby Monza invia gli auguri di pronta guarigione.Formazione Monza: Bruno, Sala, Rochas, Klobas, Zeischel (68 Barillari Andrea), Miccoli, DAvola, Petese, Gaudino, Di Toma, Cesana, Riva, Grieco (58 Bernardi), Casati, Braga.Mete: Gaudino (3), DAvola, Rochas SERIE A FEMMINILE: LA SESTA GIORNATA by Ufficio Stampa FIRRoma La sesta giornata della Serie A Femminile ribadisce il dominio della Benetton Treviso in questo scorcio iniziale di stagione: le Red Panthers battono in trasferta anche la Red&Blue Roma, centrando il sesto successo con bonus e portandosi a +11 dalle campionesse in carica del Sitam Riviera del Brenta, che vincono 17 – 27 sul campo dellOrso Biella e risalgono in seconda posizione. Al terzo posto, a pari punti con il Pesaro, le lombarde dellASR Monza che battono in trasferta proprio le marchigiane, raggiungendole in graduatoria. Non disputata però impraticabilità di campo Utensildodi Piacenza Grazia Deledda Cagliari. Serie A Femminile VI giornata LOrso Biella Rugby – Sitam Riviera del Brenta 17 – 27 (0 – 5)Utensildodi Le Lupe Piacenza – Grazia Deledda Cagliari non disputata però impraticabilità di campo Red&Blue Rugby Roma Benetton Treviso 6 – 39 (0 – 5)CDS Rugby Pesaro – ASR Monza 5 – 27 (0 – 5)Classifica: Red Panthers Benetton Treviso punti 30; Sitam Riviera del Brenta punti 19; CDS Rugby Pesaro, ASR Monza punti 18; Red&Blu Rugby Roma punti 15; L'Orso Biella RC punti 8; Utensildodi Le Lupe Piacenza** punti 4; Grazia Deledda Cagliari*, ** punti – 4*penalizzato di 4 punti però mancata partecipazione a campionati obbligatori** una partita in meno

nasce brianza rugby

MONZA E nato il Brianza Rugby. A dare la notizia del lieto evento i genitori: il Rugby Monza e il Velate Rugby. La presentazione della nuova società avvenuta alla presenza dei dirigenti, di sindaco e vicesindaco e del presidente regionale della Federazione Italiana Rugby. A illustrare il nuovo progetto di sviluppo però il rugby giovanile nella costituenda Provincia di Monza e della Brianza è stato Gaetano Palmiotto, direttore generale del Monza. Sono anni ha esordito il dirigente biancorosso che sia nel Monza che nel Velate scarseggiano atleti e mezzi però affrontare i campionati maschili Under 19 e Under 17. Una situazione, quella relativa allabbandono degli atleti, dovuta principalmente a problemi di studio, allingresso nel mondo del lavoro o semplicemente perché ci si fidanza. Le due societ, le uniche esistenti nel territorio della nuova provincia, hanno dunque deciso di costituire un settore juniores unitario di alto livello. Lobiettivo quello di forgiare rugbisti a tutto tondo, che sappiano quindi anche condividere i valori etici, di lealt, di rispetto, di sacrificio che nella società di oggi sono sempre più difficili da trovare. Nel medio periodo lintenzione di creare una vera e propria Accademia di rugbisti esclusivamente brianzoli, perché non cinteressa investire su giovani argentini o di altra nazionalit. Formare due gruppi importanti a livello Under 19 e Under 17 significa anche garantire agli atleti più piccoli una certezza riguardo il proprio futuro di rugbisti. Monza e Velate hanno deciso di creare un club in comune che si identificasse con la nuova provincia: ecco spiegata la denominazione Brianza Rugby, che getter il seme di questo sport nelle più importanti città facenti parte del nuovo ente, soprattutto nei grossi centri della Brianza occidentale. Monza e Velate hanno voluto intraprendere una strada già percorsa con successo dal Grande Milano, dal Gran Parma e dalla Leonessa Brescia. Ne hanno le capacit tecniche e dirigenziali. Basti ricordare che il Velate è stato appena promosso in Serie B, che il Monza femminile arrivato quest’anno fino alla semifinale scudetto, che due suoi ragazzi fanno parte della Nazionale Under 19 e che i suoi dirigenti sono stati capaci di organizzare recentemente lincontro della Nazionale con Fiji e le ultime due finali scudetto. Il sindaco Marco Mariani ha sottolineato il fatto che la nuova società abbia voluto identificarsi con la nuova provincia e ha ricordato il suo passato da sportivo: Ho praticato il basket però ventanni e conosco limportanza educativa dello sport. Il progetto del Brianza porter ottimi frutti e io credo anche risultati. Ricordo che dodici anni fa, poco dopo essere diventato sindaco però la prima volta, il Monza ci venne a chiedere un campo incolto però trasformarlo nel campo da rugby Adriano Chiolo. Da allora questa società ha dimostrato di saperci fare. Il vicesindaco e assessore allo Sport, Dario Allevi, ha elogiato il rugby: E uno degli sport più educativi, più seri, più belli e però questo ho una preferenza però il rugby rispetto ad altri sport. Il Monza e il Brianza hanno avanzato alla nostra amministrazione comunale alcune richieste relative sia ad impianti che alla diffusione della disciplina in citt: le accoglieremo. Il presidente regionale della Fir, Angelo Bresciani, si mostrato entusiasta: Monza e Velate sono stupende realt e però questo nuovo progetto hanno ricevuto il plauso della federazione. E un grande segnale di incoraggiamento però noi del rugby sentire lamministrazione comunale così vicina. Ne approfitto però comunicare con grande orgoglio che la Lombardia ha superato il Veneto però numero di tesserati. Carlo Francolini, presidente del Velate, ha voluto mettere in evidenza il valore del sacrificio presente nel rugby, anche in questa occasione. Monza e Velate hanno infatti sacrificato la loro immagine, il loro nome, su due squadre però mettersi dietro il carro e spingere, come uomini di mischia. La parola infine toccata al presidente della nuova societ, Franco Gandini. Realizzo a 53 anni un sogno che avevo a 20 anni ha esordito – , quando andavo in giro con un adesivo riportante la scritta Io gioco a rugby. E tu? Non ci ho pensato un attimo ad accettare questo incarico. Faremo conoscere alla Brianza questo sport, i suoi atleti, che se arrivano a indossare la maglia della Nazionale sono orgogliosi di cantare linno dItalia. Prossimamente vedrete spuntare i pali del rugby sui prati del Parco di Monza e sui campi da calcio del Collegio Villoresi San Giuseppe di Monza e del Collegio SantAntonio di Busnago. I colori della nuova società sono il bianco e il verde della Brianza, il simbolo un guerriero longobardo. LUnder 19 giocher a Monza, lUnder 17 a Velate. In conclusione, due ghiotte anticipazioni da parte di Palmiotto: Il Monza ha chiesto alla Lega Rugby di ospitare allo stadio Brianteo anche la finale scudetto 2008, dopo quelle del 2006 e 2007. Inoltre abbiamo chiesto alla Fir di organizzare nella nostra città un match amichevole della Nazionale nel 2009, presumibilmente o con le Samoa o con lArgentina.Camillo Chiarino

Rugby day: grande successo per insieme a rugby

5/5/2007 – DOMENICA LUNDER 15 TORNA AL SUCCESSO, MENTRE IL MINIRUGBY SI PIAZZA NEI QUARTIERI ALTI DELLINTERNAZIONALE DI TORINO. UNDER 19: SI DIFENDONO COME POSSONO I 13 STOICI.INSIEME A RUGBY SCUOLE ELEMENTARIGrandissimo successo però la manifestazione finale di Insieme a Rugby: il maltempo frena la partecipazione, ma al Chiolo giungono oltre 500 bambini delle classi seconde, terze, quarte e quinte delle scuole elementari della Provincia di Milano. Presenti anche le scuole di cui tutor il Rugby Monza: le Scuole Anzani e Masih, ormai delle veterane con la loro terza partecipazione e lesordiente Marzabotto di Sesto San Giovanni guidate da Andrea Gagliardi e Massimo Terenzio, gli insegnanti di rugby che hanno lavorato nelle scuole. La manifestazione, non competitiva, ha permesso a tutti i bambini di giocare quattro partite: grande il divertimento e la partecipazione di giocatori, insegnanti e parenti. Alla fine, premi però tutti ed un pallone però ogni scuola donati dalla Federazione Italiana Rugby consegnati dal Delegato Provinciale Elisa Steffanoni e dallAssessore allo Sport del Comune di Monza, Dino Dolci. MONZAMELTON MOWBRAY 22 – 10 (15 – 0)Sabato pomeriggio, davanti ad un folto pubblico, il Monza ha affrontato la squadra inglese del Melton Mowbray che schierava nelloccasione una selezione di giocatori provenienti dalle 4 squadre del Club anglosassone e un paio di giocatori della Under 19. Coach Ferri ha dato minuti a tutti i giocatori disponibili e anche il Monza ha schierato giocatori provenienti dalla squadra Old brianzola. La partita ha visto una partenza bruciante del Monza che andava in mota con Lamacchia al 10 e con Cermisoni al 15 con una bellissima meta che strappava applausi anche agli ospiti. Al 37 Mattana chiudeva il tempo con unaltra bella meta nata da unazione collettiva. Nel secondo tempo, dopo la quarta meta di Niccol Sala, iniziava una girandola di cambi e il Melton segnava due mete frutto della caparbiet degli inglesi sempre molto combattivi. Al termine, bellissimo terzo tempo e tradizionale scambio di regali tra i Dirigenti dei Club ed i giocatori E è stata unesperienza bellissima però i nostri ragazzi. Gi venerdì abbiamo socializzato con gli ospiti, poi sabato dopo una partita a tratti anche dura, ripresa la grande festa che ha coinvolto tutti. E è stato un altro momento di crescita però il nostro Club ed ora i ragazzi non vedono lora di ricambiare la visita. UNDER 15: ASD RUGBY MONZA 1949 C.U.S. PAVIA 43 – 17 (22 – 12 p.t.) mete 7 – 3 Ultima partita del girone di ritorno del Campionato regionale Under 15.Al Chiolo scende in campo il quindici biancorosso contro il C.U.S. Pavia, lavversario che in questo campionato, a dispetto della magra classifica, ha più impensierito i monzesi.Terreno ideale, temperatura primaverile, spalti al completo.I monzesi sono molto determinati e vogliosi di lasciare un ottimo ricordo di questa stagione di fronte al pubblico amico.Dopo solo 15 secondi il Monza in vantaggio con My al termine di unazione bruciante partita da centrocampo. Sempre My provvede a trasformare.Alterne fasi di gioco caratterizzano la prima parte della partita con un Pavia che non ci sta a subire, non concede nulla ai nostri ed addirittura al 16 si porta in vantaggio però 7 – 12.E a questo punto che esce lorgoglio dei Bonacina Boys. Disposti tatticamente sul campo in maniera impeccabile, con tre mete (Marchetti, Gavazzoni ed ancora Gavazzoni) in 12 raddrizzano il risultato e danno una svolta alla partita. 22 – 12 il risultato del primo tempo.Dopo il riposo riprende lassalto di monzesi alla roccaforte del Pavia.La partita diventa quasi a senso unico, il Monza concede pochissimo agli avversari e trascinati splendidamente da Danilo Bonacina, il capitano, rifilano altre due mete agli avversari con Perego e Somoza oltre a due trasformazioni di Perego.Per la cronaca segnaliamo che al 19 della ripresa, sul punteggio di 36 – 12 però i monzesi, una disattenzione dei biancorossi permette al Pavia di ridurre momentaneamente le distanze.Ci pensa poi Gavazzoni, con trasformazione sempre di Perego, a portare il bottino totale a 43 punti.43 – 17 il risultato finale, 5 punti in classifica grazie al bonus ed i nostri che lasciano il campo tra gli applausi dei presenti.Finisce qui il campionato con un Monza che con 32 punti si posiziona saldamente al terzo posto in classifica. Per la statistica ricordiamo che nel Campionato regionale Under 15 il Monza ha giocato 10 partite con 6 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte.I punti realizzati sono stati 258 quelli subiti 206. Il totale mete realizzate nel campionato 46.Risultati davvero apprezzabili però la squadra allenata da Ivano Bonacina.Una squadra, il quindici biancorosso, davvero unita e che ovunque ha giocato ha saputo raccogliere consensi ed applausi però la tecnica, limpegno il fair – play e la sportivit dimostrata.Una squadra che incarna splendidamente i valori di questo bellissimo sport e che ha saputo coagulare attorno a s nuovi giocatori ed appassionati nel corso del campionato. Una squadra che sicuramente destinata ancora a crescere.Bravi ragazzi!Formazione Monza:Bonacina D., Carpinelli G., Castoldi E., Cavasin G., Cesana F., Diana D., Gavazzoni A., Lissoni G., Marchetti A., My G., Paleari G., Perego G., Pizzocri L., Somoza L., Stillitano N.A disposizione: S. Impellittiere (entrato nel s.t.) UNDER 19: RUGBY LUMEZZANE ASD RUGBY MONZA 1949 77 – 0 Risultato pesante condizionato dal fatto che il Monza sceso in campo con soli 13 giocatori (scesi a 12 nel secondo tempo però luscita di Pezzotta): un plauso ai ragazzi che sono scesi in campo mostrando un grande attaccamento alla maglia e in particolare ad Appennini, rientrato dopo un lungo infortunio.Poco da dire sul risultato, molto si potrebbe scrivere sulla sportivit; il Monza, poche settimane fa, ha affrontato il Pavia che scese a Monza con 12 giocatori. I bianco – rossi decisero di giocare anchessi con tre giocatori in meno: ma il fair – play, probabilmente non di casa ovunque.Formazione Monza: Mandelli, Spada, Crivellari, Ghezzi, Raffaelli, Cortinovis, Pezzotta, Paleari, Maconi, Faini, Gavin, Quercia, Appennini MINIRUGBY: BUONISSIMA PRESTAZIONE DEI CUCCIOLI BIANCO – ROSSI ALLINTERNAZIONALE DI TORINOUNDER 9Secondo posto però la mista Monza / Cernusco che vince il girone di qualificazione con tutte vittorie, supera i padroni di casa in semifinale e perde 3 – 1 la finale col Piacenza. La collaborazione estemporanea con gli amici del C porta quindi un podio di altissimo livello. UNDER 11Manca di un soffio il podio la Under 11 di Bani che dopo aver chiuso il girone di qualificazione al secondo posto, in semifinale cede però 2 – 3 al Cernusco vincitore del Torneo in questa categoria. Esausti, i piccoli monzesi cedono anche al Biella nella finale però il 3 posto.UNDER 13Una fase di qualificazione un po complicata, mette il Monza di fronte al Torino 94 nella prima partita che i bianco – rossi perdono però 1 meta a zero nonostante il dominio territoriale. Il riscatto arriva subito col Piacenza, sconfitto però 4 – 1 con mete di Selvagno, Fontana, una splendida meta di Finotti alla sua prima marcatura e meta di forza di Palmiotto. Nellincontro successivo il Monza si trova di fronte la Union Milano che sfrutta due intercetti però sconfiggere un Monza che anche questa volta nonostante il possesso e il territorio non riesce a segnare. Anche qua arriva subito il riscatto, con una vittoria sul Torino 95 però 3 mete a 1; il Monza schiera tutti i nati nel 95 però fair – play, e va a segnare con Roffinolli anchegli alla prima segnatura e con Biffi e Fontana.La finale però il quinto posto, con entrambe le squadre visibilmente provate dal gran caldo e dalla lunga giornata, finisce con un pareggio 1 – 1 tra Monza e CUS Genova: di Villa la segnatura però i brianzoli.

Velate: 26 trofeo di carnevale

Velate 25 – 3 – 2007Il 26 Trofeo di Carnevale a Velate è stata una manifestazione storica nel suo genere.Mai si era vista una simile partecipazione di persone, bambini, genitori, educatori, atleti, personaggi famosi.Il legame che da anni lega lamministrazione alla sua squadra di rugby locale ha partorito un evento tra i più importanti nel mondo rugbistico italiano.Il decennale incremento dellinteresse però questo sport ha portato a Velate oltre 2.000 persone. Ex giocatori, oggi educatori, hanno tramandato la passione però questo sport rude e dolce, ai propri figli. Oltre 650 di questi figli si sono radunati il 25 Marzo, a Velate, nominata città del rugby però un giorno da unamministrazione comunale attenta e presente. Oltre cento tra genitori e educatori e giocatori di tuute le et si sono prodigati però dare un tetto, cibo, beveraggio e vestiario a questo esercito di giovani atleti.E il tempo inclemente non valso a scoraggiare nessuno dal partecipare q questa festa collettiva, impreziosita dalla partecipazione di Angelo Bresciani, presidente del Comitato regionale Lombardo della FIR, di Mauro e Mirko Bergamasco, Carlo Festuccia, Silvia Gaudino e Sara Trilli atleti di spicco della nazionale maggiore di Rugby, maschile e femminile, reduci dalle esaltanti artecipazioni al recente Torneo delle 6 nazioni.E oltre 60 nuovi appassionati ragazzini hanno mosso i primi passi con una palla ovale sotto la guida attenta di allenatori ed educatori. Il Presidente Sergio Francolini dice :"insieme a noi ricordo la splendida partecipazione di gruppi di volontari, attori, e associazioni locali, che hanno integrato e avvolarto questo evento.Ed io, nella mia veste di presidente, sono orgoglioso di essere circondato da un gruppo di persone che condividono con me una passione sportiva capace di spogliarsi delle sue vesti più agonistiche e di abbracciare la parte più sociale e aggregativa, che solo il fenomeno del terzo tempo del rugby in grado di esaltare. Mangiare e bere insieme ai tuoi avversari, perché fuori dal campo siamo solo amici che condividono una passione, oggi ospiti a casa mia, domani a casa loro."Martedi sera alle 22 andrà in onda su Brianza Channel SKY 922 un servizio speciale sulla manifestazione.