La muay thai esordisce al panathlon

Monza. A poco meno di un mese dalla 4^ fase del campionato italiano di muay thai, svoltasi domenica 25 gennaio a Milano, la Boxe Tailandese è stata il tema della conviviale di giovedi 12 febbraio del Panathlon Club Monza Brianza. A presentarla era la stessa FIMT (Federazione Italiana Muay Thai, lunica riconosciuta dal GAISF – CIO). Assente il suo presidente Davide Carlot (in viaggio in Thailandia) cerano il segretario nazionale Emanuele Drogo e gli atleti Daniele Scravaglieri, Vanni Fa e Fabrizio Sacco, accompagnati da un invidiabile palmares fra titoli nazionali, europei e mondiali. La Muay Thai lo sport nazionale thailandese, tanto che il giorno del compleanno del sovrano si disputano numerosi combattimenti a cui assistono fino ad un milione di spettatori! Ha le sue origini nella Mae Mai Muay Thai, antica tecnica di lotta thailandese, come tale ha anche i suoi riti. Infatti, prima di ogni combattimento, i due contendenti pregano e compiono una danza, il Wai Kru, dopodich non si risparmiano salvando solo testa e genitali. Sono micidiali i colpi inferti con tibie, gomiti e ginocchia. I panathleti, con un pizzico di trepidazione, ne hanno visto un vasto campionario in alcuni spezzoni di filmato tratto dalla manifestazione The Contender 2008 e poi, dal vivo, con una simulazione proposta da Vanni Fa e Fabrizio Sacco. La soddisfazione di questa federazione (tutto allinsegna del più puro dilettantismo) il riscontrare che in una dozzina danni sono passati da un centinaio a ben seimilacinquecento tesserati fra cui, crescente, la percentuale di ragazze. A questo punto quali possono essere le aspirazioni? Gli Europei in Italia nel 2010 e il sospirato riconoscimento dal CONI. Gianmaria Italia

Una promessa della thaiboxe tutta brianzola

– Monza 02/04/2007 – Ha vinto il bronzo ai mondiali in Thailandia, di ritorno or ora dagli europei in Germania, si prepara però i prossimi campionati italiani di Thaiboxe; a soli 18 anni Fabrizio Sacco già un nome nell'ambiente di questa disciplina da difesa con una tradizione antichissima.Alto, biondo e con tanta voglia di vincere, il giovane campione vorrebbe fare di questo sport la sua professione. . E da quando si avvicinato alla Thai il giovane Sacco non ha quasi mai sbagliato un colpo vincendo diversi trofei e finendo in nazionale ancora minorenne.. Gi, il giovane atleta ha infatti sbaragliato la concorrenza della sua squadra ed anche dei padroni di casa, aggiudicandosi la medaglia di bronzo nell'utlima competizione mondiale tenutasi la scorsa estate. Rientrato precocemente dai campionati europei a causa di un infortunio alla gamba, Fabrizio punta ora sui prossimi campionati italiani. .Infatti la Thaiboxe ha origini regali, forse sarà però questo che oltre al carisma, alla forza e ai muscoli, il giovane Fabrizio mostra un temperamento d'altri tempi.