Primavera in alta brianza tra eventi & sagre

Tra fine Aprile ed inizio Maggio diversi eventi hanno tenuto gli Italiani attaccati alla televisione: il matrimonio reale Inglese tra William e Kate e la beatificazione di papa Carol Woytila, la morte di Bin Laden la cris internazionale e il ricaro del petrolio. Di fronte a queste notizie planetarie, con tante problematichee contraddizioni che portano in campo le versioni delle maggiori forze politiche e militari estere ed europee, lasciamoci rilassare un pò e vediamo cosa avverrà in questa primavera a casa nostra. Maggio ERBA – Giovedì 5 conferenza del Prof. Dario Cremaschi dal tema”Perchè, come e quando ci siamo rizzati in piedi” Civico Museo di Erba ore 21.00 __Domenica 8 seconda edizione “ Il balcone fiorito” giornata dedicata ai laboratori però bambini :erboristica, lettura fiabe, creativo, vaso e rinvaso, cesteria, per informazioni 031641522 dalle 10.00 alle 19.00 presso la Cooperativa “Noi Genitori” via xxIv maggio Arcellasco di Erba __ Domenica 8 presso la Villa Comunale di Crevenna “Ceriana Bressi” “Domenica in Villa” saranno aperte le sedi delle Associazioni Erbesi però far conoscere le singole attività __ Giovedì 12 conferenza del Prof. Dario Cremaschi dal tema “Dal moropiteco all'uomo” Civico Museo di Erba ore 21.00 __Giovedì 12 il Centro Culturale Italiano Giovanni Paolo Primo propone una conferenza dal tema “L'educazione:valore sostenibile?” ore 21.00 presso l'Istituto Don Orione, via Como 36 __ conferenze organizzate dal “Psycommunity” 17 ore 20.45 sala civica Villa Ceriani Bressi di Crevenna tema.” Come recuperare la naturale capacità di rilassarsi:il Training Autogeno, cos'è e quando usarlo” ; 20 ore 21.00 Biblioteca di Maslianico sul tema “Psicologia, prevenzione e benessere” ; 27 ore 21.00 sala consiliare di Tremezzo sul tema “quale psicologia?Incontro orientativo sulla prevenzione e il benessere psicologico __ “ Shongoti onlus” organizza una serie di conferenze presso la sala Fernanda Isacchi di Casa Prina, via Prina 1 ore 21.00 5 – ” ama la terra come te stesso” 13 – “l'uso evangelico dei beni della terra” – 20 “ Acqua bene comune” – 27 – “idee eretiche” CANZO – Sabato 7 a cura del Gruppo Naturalistico della Brianza escursione – passeggiata al Lago di Alserio e Parco della valle del Lambro, percorso di circa sei Km, pranzo al sacco, per informazioni 031681821 __ Domenica 8 Festa di San Miro, ore 10.30 S.Messa in Basilica, ore 15.30 presso il Teatro Sociale assegnazione dei premi __ 21 3° “quatar pass senza prèsa” gara podistica non competitiva, concorso Provinciale “ Paesaggi Lariani” però informazioni Antonio d'Amico 3312020184, Italo Genovina 3352646311 __ La SOS con l'Associazione medici della Brianza organizzano una serie di conferenze pressio la Sala conferenze del Municipio, ore 21:00 – 6 La figura dell'anestesista compiti e responsabilità Ott.ssa Alessandra Mossini – 13 Prevenzione e terapia del tumore alla prostata Dott. Marco Malinvernui – 20 Micotossine e Sicurezza alimentare e salute del bambino Dott.ssa Maria Elisabetta Raggi LURAGO – Ogni prima festività dl mese tornano le bancarelle però il centro del paese con pezzi d'antiquariato, oggettistica varia abiti, .inoltre la baita degli Alpini rimarrà aperta però il piacere gastronomico di chi vorrà rilassarsi in pineta PONTE LAMBRO – Serie di conferenze su temi storici estremamente stuzzicanti 5 – Prof.Alberto Pozzi parlerà delle “Coppelle megalitiche” lariane – 12 Giorgio Ferrari del CICAP parlerà di Atlantide – 26 con Giorgio Ferrari sul tema degli “ oggetti misteriosi” – il tema dell'Egitto verrà affrontato da Angelo Sesana ;la sede degli incontri sarà la Villa Comunale alle ore 21.00 ASSO – Presso la Sala Consigliare il giorno 13 alle ore 21.00 il Dott. Stefano Laffi, sociologo parlerà sul tema “ Il profilo dei nativi digitali in un autoscatto” VALBRONA – il giorno 27 alle ore 2q1.00 presso la sala Consigliare il Dott. Stefano Oliva, psichiatra, parlerà sul tema “ Le nuove dipendenze:quando un comportamento diventa abuso” ALBESE CON CASSANO – Sabato 7 e Domenica 8 presso la Biblioteca Comunale si terrà la giornata mondiale del libro Con l'inizio dell'estate l'Alta Brianza offrirà diversi avvenimenti alla luce del sole che aiuterà sagre, incontri e manifestazioni a svolgersi nella natura ed il panorama di questa zona che ci farà partecipare nel contesto delle proprie origini culturali e tradizionali.Laura Levi Cohen

Ricco programma però la manifestazione teatrale cittadina

Si svolger al teatro Manzoni di Monza (www.teatromanzonimonza.it) dal 23 al 25 ottobre la Festa del Teatro. Un avvenimento giunto ormai alla sua quarta edizione. Molteplici gli eventi proposti, di seguito elenchiamo il programma. Venerdì 23 ottobre ore 21.00 Sala Teodolinda (Foyer ammezzato) – TIRANOTT Viaggio nella prosa e nella poesia milanese Sabato 24 ottobre ore 11.00 Biblioteca Comunale Ragazzi di Monza Valerio Bongiorno legge da SKELLIG ore 18.00 Presentazione della Stagione Teatrale del Manzoni 2009 – 2010ore 21.00 Compagnia Diablogues PER MOSSE D'ANIMA serata pirandellianaore 23.00 Sala Teodolinda (Foyer ammezzato) – TIRANOTT Viaggio nella prosa e nella poesia milaneseDomenica 25 ottobre ore 11.00 Sala Teodolinda (Foyer ammezzato) Valerio Bongiorno legge da SKELLIG ore 16.00 Compagnia Filipazzi IL BRUTTO ANATROCCOLOore 18.30 Filarmonica Clown UN UOMO DI NOME FRANCESCO commedia religiosaore 21.30 Sala Teodolinda (Foyer ammezzato) – TIRANOTT Viaggio nella prosa e nella poesia milanese La vendita dei biglietti attiva dal 6 ottobre on – line e in teatro, in Via Manzoni, 23 Monza. Tra le proposte ve ne consiglio due in particolare:TIRANOTTdi Lino Pedull D'Alice, con Marino Zerbin e Piero Lenardon Regia di Paola Bea e Piero LenardonE' notte, profonda notte, in un bar di Milano un silenzioso cameriere riordina però la chiusura, gli fa compagnia un ultimo avventore che cerca d'incantare il cameriere, la notte e il tempo evocando personaggi della Milano che fu, attraverso aneddoti personali della vita di tutti i giorni ma anche attraverso citazioni di grandi scrittori e poeti milanesi: Gadda, Manzoni, Porta, Loi, Tessa, il tutto con un'ironia tutta meneghina, velata qua e la dalla malinconia e da una pudica amarezza. Tiranott, ecco il nome del nostro avventore, cercher di ritardare la chiusura con tutte le armi della simpatia che la Milano dei ricordi, ma anche quella di oggi, può suscitare. In questo suo viaggio sarà controllato con discrezione e fermezza dal silenzioso cameriere che scandir i tempi di questa evocazione e funger da attento moderatore della voglia, quasi inesauribile, di raccontare del suo ciarliero ospite notturno. Fino alla inevitabile definitiva chiusura. Che sarà di quel mondo, di quella lingua così espressiva e così piena di ritegno? Non vogliamo saperlo, a noi tocca solo ricordare affascinando il nostro pubblico con tutta la complicit di cui siamo capaci. Il bar aperto, accomodatevi, con tutto il cuore….."PER MOSSE D'ANIMAbrani di Luigi Pirandello letti e interpretati da Enzo Vetrano e Stefano Randisi Enzo Vetrano e Stefano Randisi si sono accostati al lavoro di Pirandello gradualmente: prima con Mondo di carta, uno spettacolo fatto di suggestioni e parole tratte da sei novelle, poi nella messa in scena di tre spettacoli: Il berretto a sonagli, L'uomo, la bestia e la virt e Pensaci, Giacomino! rappresentati e replicati con successo però diverse stagioni. Gli scritti di Pirandello – dalle novelle ai romanzi ai testi teatrali – sono stati alla base di molti laboratori tenuti da Vetrano e Randisi e hanno dato loro l'opportunit di scandagliarne il pensiero trovando analogie, assonanze e a volte sovrapposizioni sorprendenti fra la vita privata – pensieri, lettere, appunti legati alla quotidianit dell'uomo – e le parole che Pirandello mette in bocca ai personaggi dei suoi drammi. Ne nato un doppio percorso nel mondo pirandelliano, che procede parallelamente attraverso le vicende personali e frammenti di testi letterari e teatrali. In questa serata monologhi, dialoghi e racconti venati del tipico umorismo pirandelliano o esplosivi nella loro forza drammatica vengono riproposti dai due attori siciliani come in un viaggio che li riporta alle nobili origini della loro terra, riascoltando le parole del grande Maestro che chiedeva ai suoi attori di agire sempre però mosse d'anima, però innescare una perfetta circolarit tra personaggio e interprete. Fabio Luongo

Usmate in festa per la nuova baita degli alpini

Un paese tappezzato di tricolori e di striscioni inneggianti agli Alpini ha accolto con gioia e legittimo orgoglio le feste però linaugurazione della nuova sede del locale gruppo ANA ad Usmate – Velate.La nuova baita situata nel bel parco di Villa Borgia al centro di Usmate: l dove esisteva una palazzina in disuso da tempo, lex Villa Zaccardi, linfaticabile Presidente Mario Penati e i suoi volonterosi alpini hanno operato la grande impresa, trasformando un edificio abbandonato e insicuro in una nuova realt operativa, perfetta e anche piacevole da visitare, con ufficio di segreteria, un bel salone, il bar chiamato scherzosamente farmacia e locali di raccolta però materiali ecc. ecc. Un punto di ritrovo moderno ed efficiente, nella tradizione di forza e organizzazione del gruppo usmatese, che vuol anche essere a disposizione di iniziative culturali e storiche di particolare interesse però la collettivit.Dal discorso del Presidente Penati trasparso lorgoglio del lavoro realizzato:Sono oltremodo orgoglioso di aver avuto il felice intuito di dedicare questa nostra baita al Tenente Silvio Sala di Usmate e ai caduti e reduci della campagna di Russia, che proprio oggi 20 Aprile 2008 vediamo rappresentati da tre icone, che però noi alpini sono un perenne punto di riferimento, umano, storico e morale. Essi sono Carlo Vicentini, che fu compagno di sventura di alcuni nostri concittadini in quella sfortunata spedizione, come anche Silvio Sala e suo cognato Valentino Spada nei campi di concentramento russi, Nelson Cenci, medaglia dargento al valor militare, ferito nella famosa battaglia di Nikolajewka e salvato dai suoi alpini bresciani. Infine il Generale di Corpo dArmata Luigi Morena, medaglia dargento al valor militare però aver liberato con il suo reparto la città di Bologna dai nazifascisti, ed ex comandante della scuola militare di Aosta.Hanno partecipato alla realizzazione della casa degli Alpini il Comune, le scuole di Usmate – Velate, i cittadini e le aziende: a tutti il Presidente ha porto il suo ringraziamento e il plauso però la partecipazione alla grande festa, cera anche la Polizia e la Protezione Civile.Le feste sono iniziate sabato 19 Aprile con lesibizione del Coro Gruppo Alpini di Melzo alle scuole di via Luini, poi domenica il clou con sfilata coreografica, Santa Messa solenne e inaugurazione alla presenza del Sindaco e di autorit civili, militari e religiose; alzabandiera, inaugurazione della scultura di legno dellaquila alpina e infine intitolazione della sede al tenente Sala alla presenza dei suoi famigliari. Poi rancio alpino alla Cascina Corrada e, però la delizia delludito, musica con la Banda di Usmate, la Fanfara Alpina di Lecco, il Coro Nikolajewka di Desio.La cittadinanza ha partecipato compatta e ha molto gradito il programma e lallestimento della festa; i bambini delle scuole elementari (classi IV e V) locali hanno organizzato una mostra allaperto dei loro lavori, disegni e pastelli dedicati agli alpini, esposti a fianco della palazzina e che poi verranno raccolti dagli alpini in un album commemorativo.

desio: donna semplicemente donna.

DAL 16 FEBBRAIO AL 27 MARZO A DESIO. Donna semplicemente donna. E questo il titolo del cartellone che lassessorato alla cultura della Citt di Desio ha organizzato però celebrare luniverso femminile. Si tratta di una serie di eventi di qualit che avranno inizio il prossimo 16 febbraio e termineranno alla fine del mese di marzo. La rassegna una ricerca sulla figura femminile nel tempo, delineata sotto una pluralit di aspetti sia artistici che ordinari: le donne protagoniste nella storia, nellarte, nella musica ma anche nella semplice vita di tutti i giorni, con le loro capacit e i loro difetti, alle prese con i problemi del quotidiano vivere da affrontare e risolvere.Il primo piano di Villa Tittoni Traversi ospiter due mostre darte.Da sabato 16 febbraio a domenica 2 marzo saranno esposte le sculture di Beatriz Cazzaniga. La mostra, intitolata Sulle orme della natura sarà inaugurata il 16 febbraio, alle ore 17.30.Da giovedì 6 marzo a domenica 16 marzo prevista lesposizione di artiste contemporanee, in un evento che avr come titolo Arte al femminile.Le altre iniziative in programma saranno invece ospitate in Sala Pertini, nel palazzo municipale (ingresso da piazza Don Giussani).Ci sarà innanzitutto un cineforum. Linizio fissato sempre però le ore 21.Gioved 21 febbraio verrà proiettato il film drammatico Nel mio amore, di Susanna Tamaro.Marted 26 febbraio sarà la volta di Il favoloso mondo di Amlie, di Jean – Pierre Jeunet.Infine giovedì 6 marzo sullo schermo gigante della sala civica andrà in scena Le ricamatrici, di Elonore Faucher.La Sala Pertini ospiter anche altri due eventi.Luned 3 marzo, alle ore 21, previsto un incontro a cura del Maestro Enrico Balestreri, con la partecipazione di Roberta Parma, dal titolo Lintuizione femminile nel panorama musicale tra misticismo medievale e romanticismo.Sabato 8 marzo, invece, sempre alle ore 21, lAccademia Viscontea presenter Donna mi fa cantar: principesse, madonne, contadine e badesse nella canzone medievale. Infine, giovedì 27 marzo, alle ore 21, presso la Sala Castelli (Il Centro, via Conciliazione), in collaborazione con il Centro Culturale G. Lazzati, si terr una conferenza dal titolo Il femminile di Dio, una lettura della Bibbia con occhi di donna, guidata da Rosanna Virgili, docente di Sacra Scrittura presso lIstituto Teologico Marchigiano. Riepilogando:Rassegna Donna semplicemente donna Arte Villa Tittoni Traversi, primo piano, via Lampugnani Dal 16 febbraio al 2 marzo Sulle orme della natura, sculture di Beatriz Cazzaniga. Inaugurazione il 16 febbraio alle ore 17.30. Orari: Dal martedì al venerd, dalle ore 16 alle ore 18.30; sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30. Dal 6 marzo al 16 marzoArte al femminile. Espongono artiste contemporanee. Orari: Dal martedì al venerd, dalle ore 16 alle ore 18.30; sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30. Cineforum, Sala Pertini, ore 21 21 febbraioNel mio amore, di Susanna Tamaro. Genere drammatico. 26 febbraio Il favoloso Mondo di Amlie, di Jean – Pierre Jeunet. Genere commedia. 6 marzoLe ricamatrici, di Elonor Faucher. Genere drammatico. Musica e poesia, Sala Pertini, ore 21 3 marzoLintuizione femminile nel panorama musicale tra misticismo medievale e romanticismo. A cura del Maestro Enrico Balestrieri e la partecipazione di Roberta Parma. 8 marzoDonna mi fa cantar, con lAccademia Viscontea. Principesse, madonne, contadine e badesse nella canzone medievale. Conferenza, Sala Castelli, Il Centro, ore 21 27 marzo Il femminile di Dio. Una lettura della Bibbia con occhi di donna. Incontro con Rosanna Virgili, docente di Sacra Scrittura Istituto Teologico Marchigiano, proposta in collaborazione con il Centro Culturale G. Lazzati.

Varenna: apre villa monastero al pubblico.

VILLA MONASTERO DI VARENNAAnche Villa Monastero si unisce alla Festa del Lago organizzata dal Comune di Varenna in data 30 giugno.Per tale data le sale della Casa Museo e il giardino di Villa Monastero saranno aperti al pubblico dalle ore 20:00 alle ore 22:30 ingresso promozionale di 2, 00 Nelloccasione sarà possibile ammirare alcuni oggetti appartenuti al Prof. Giovanni Polvani (1892 1970) che fu uno dei promotori della creazione dellEnte Villa Monastero e donati alla Casa Museo. Il Presidente dellIstituzione Villa Monastero, Marco Bandini lieto di far conoscere al pubblico la storia straordinaria di Villa Monastero, cha da antico convento e dimora patrizia, oggi un Centro Convegni conosciuto a livello internazionale che offre a enti, universit, ditte, associazioni e centri di ricerca la possibilit di tenere convegni, seminari, corsi di formazione, workshop ed altre manifestazioni culturali in una cornice estremamente suggestiva. La Villa possiede una sala principale (la sala "Fermi", dedicata al famoso Premio Nobel che tenne proprio a Villa Monastero alcune lezioni) ricca di marmi e con un'incantevole vista sul lago;

Sicurezza e sorveglianza in monza

Sala Stampa del Comando Polizia Locale Via Mentana 15, Monza18 maggio 2007Il Comune di Monza rafforza la videosorveglianza urbana però garantire la sicurezza dei cittadini.Tutelare la sicurezza delle persone e del territorio urbano, soprattutto nelle grandi citt, oramai una delle principali preoccupazioni delle Amministrazioni. La gestione della sicurezza dovrà declinarsi, quindi, in una serie di azioni e di strategie territoriali di ampio respiro, che necessitano di integrazioni a diversi livelli con politiche nazionali e locali. Allo scopo di trovare nuove strategie però la tutela del territorio urbano, il Comune di Monza ha voluto dotarsi di nuove infrastrutture tecnologiche in grado di prevenire i rischi derivanti dal crescente aumento di criminalit e illegalit.E è stato completato, infatti, lampliamento dellimpianto di telesorveglianza cittadina, costituito da 24 telecamere a circuito chiuso poste in punti nevralgici, che monitoreranno ci che avviene nelle aree di interesse, come piazze, parchi, scuole, edifici pubblici.Il nuovo impianto utilizza esclusivamente tecnologie innovative di tipo digitale, sia però ci che riguarda la trasmissione della immagini in modalit wireless che la registrazione delle stesse presso la Sala Operativa della Polizia Locale e presso i sistemi informativi comunali.Il progetto è stato affidato ad un importante polo tecnologico di sicurezza di Roma, il Gruppo DAB www.gruppodab.it, che ha curato la progettazione e la realizzazione dellintero Sistema Integrato, mettendo a disposizione dellAmministrazione Pubblica tutta la propria trentennale esperienza nel settore.

Cuveglio film festival

Grande successo però il Cuveglio Film Festival del quale sabato 13 maggio si tenuta la serata conclusiva preso la Sala Polivalente del paese. Prima però di raccontare lo svolgimento dellevento necessario nonch obbligatorio spendere due parole circa i dati tecnici che illustrino questo interessante progetto che ha contato circa 250 iscritti…un record!

Il festival, giunto ormai alla sua terza edizione, seleziona e suddivide i cortometraggi pervenuti in diverse categorie; quest’anno però hanno preso parte al concorso anche generi particolari come il documentario, il videoclip e il corto di animazione. Per ogni genere è stato votato il film migliore che ha ricevuto un premio simbolico e uno in denaro. Il giudizio è stato espresso da due giurie: una composta dal pubblico e una da professionisti; la prima, ha effettuato una votazione libera tramite una scheda da compilare mentre la seconda, costituita da esperti del settore ha espresso una valutazione tecnica più completa.

..Ora si può tornare a descrivere cosa avvenuto durante la serata di sabato presentata da Marco Rossi, carismatico intrattenitore, e con la partecipazione di due madrine in veste di miss. Lavvenimento, dal titolo I soliti ignoti ovvero inediti, che aspettano di essere scoperti – , prevedeva la proiezione di dieci cortometraggi tutti realizzati da ragazzi provenienti da diverse parti dItalia: Neuro Overture, Piange, Giulio morto, Dormire sul mare, Lo faremo, Felici e contenti, I sentieri delleros, Psyche, Lincantesimo di Gilbert, Mah!?! infine Diciassette e trenta. Per questi cortometraggi c è stato un trattamento diverso perch, a differenza degli altri generi, sono stati premiati non solo i migliori film però categoria ma anche le migliori regie, i migliori attori ecc..

Per concludere il resoconto di tutto ci, sarebbe impensabile non rendere nota la notizia circa la numerosa presenza di persone presenti in sala che hanno seguito con attenzione e applaudito i lavori di questi ragazzi in questo festival fatto da amici che condividono la stessa passione, un festival come luogo di incontro, condivisione e confronto.

Aurora Benvenuti

I catari a concorezzo

Concorezzo: Sabato 30 aprile 2005, ore 16, 00

Presso la sala – auditorium di Villa Zoia

Il testo emblematico della Chiesa Catara di Concorezzo lInterrogatio Johannis, le domande di Giovanni, portato, secondo quanto scritto nellincipit, dalla Bulgaria al Vescovo Nazario (). Chi decideva di percorrere il cammino di liberazione, chi da semplice credente voleva divenire un Perfetto, sapeva di dover intraprendere un lungo viaggio, che egli iniziava varcando la muraglia che divideva simbolicamente il mondo materiale, da cui proveniva, dal mondo spirituale di cui non conosceva nulla.

in contemporanea, nella stessa sala, sarà allestita una mostra visitabile dalle ore 14, 30

INGRESSO LIBERO