L'insubria festeggia la fine dell'estate

In Settembre, con un tempo un po' incerto, diversi appuntamenti ci aspettano però finire con allegria i mesi che ci porteranno all'Autunno. Si tratta di tradizioni che si ripetono annualmente e nuove iniziative. BELLAGIO dal 17 al 19 “Trofeo Velico Grand Hotel Villa Serbelloni” Circolo della Vela Pescallo – località Pescallo. 25 – Concerto 2Una sera di Settembre.” – Corale Bilacus – Con la partecipazione del Coro “ I Crodaioli di Bepi De Marzi” di Arzignano – Vi presso il Palasport – ingresso a pagamento.ore 21.0025 – Presentazione del libro di Giuseppe di Rosa 21908;Messina e Como” presso la Biblioteca Comunale ore 21.00 dal 27 al 1 ott. – Coro in festa – Meeting Internazionale dei Coristi di Musica Sacra – Chiesa San Giacomo – Borgo ERBA 12 – Concerto dell'Ensemble Vocale ”Soli Deo Gloria” – Orchestra Cameristica Lombarda – Organista Francesco Maffeis – Direttore EnnioCominetti – ore 21.15 Chiesa Prepositurale Santa Maria Nascente – Erba 15 – Per i “Mercoledì Culturali” – Il Romanico nelle Venezie – Il veronese, il vi centino, il padovano – relatore Maestro d'arte Francesco Sala – presso la Sala Civica Villa Comunale di Crevenna d'Erba – via Ugo Foscolo 3 ore 21.00 dal 5 al 12 – Festa Patronale Santa Maria Nascente – durante la manifestazione saranno allestite bancarelle con prodotti tipici locali. ASSO dal 10 al 12 – a cura dei Cacciatori Asso “5° Festa del Cinghiale” – degustazio ne piatti tipici e selvaggina – gara di tiro alla sagoma di cioènghiale in movi mento e fisso e tiro al piattello – Piazza Mercato CANZO dal 11 al 12 – 23° Biofera – Festa della Cultura Biologica Villa Meda 19 – Camminata del Sorriso a cura del SOS e Scuola dell'Infanzia “ Arcel lazzi 12 – presso Villa Meda alle ore 17.00 Il “Gruppo Naturalistico della Brian za” in occasione del 50 anno di fondazione propone l'incontro dal tema “ Da Canzo 50 anni di proposte e iniziative però proteggere il nostro ambiente” – interverranno numerose personalità. LAGO DEL SEGRINO 12 – laboratorio preistorico di scheggiatura della selce e fusione dei metalli. ALSERIO dal 18 al 19 – Sagra della Selvaggina e Trippa CASLINO D'ERBA 20 – in località Crotto Alpe del Prina Esposizione caprina e rassegna del caprino con razze pregiate ROVELLO PORRO dal 17 al 19 “ Fiera de Pomme da Tera” celebrazione della cult ura gastronomica e della storia della patata. Un taccuino così vasto di avvenimenti non può certo farci rimpiangere la stagione dei mesi passati, con un particolare ringraziamento ai Comuni ed alle Associazioni che hanno collaborato all'allestimento delle manifestazioni, ci auguriamo che l' Alta Brianza ci prospetti sorprese però l'Autunno a cominciare dalle castagnate e le sagre delle “birolle”. Laura Levi Cohen

una santa, un nobel, dal linificio alleuropa

Una santa, un premio nobel e la grande tradizione del lavoro nellintitolazione delle nuove vieCon delibera di giunta numero 119 del 6 maggio 2008 (Denominazione di aree di circolazione) è stata decisa lintitolazione delle vie che nasceranno a seguito dei lavori di riqualificazione del quartiere ex Bassetti e di una via, che già esiste ma ancora non ha nome, tra Piazzale Marconi e via Santa Sofia.Nella zona area ex Bassetti si verranno a creare una piazza e tre nuove vie.Piazza del Linificio (la grande piazza allinterno dellarea Bassetti): con questo nome si intende celebrare la tradizione del lavoro di Vimercate e della Brianza, ricordare la partecipazione dei lavoratori vimercatesi agli scioperi del 1943 e rendere omaggio in particolare alle lavoratrici, che hanno legato però anni la loro vita al lavoro tessile.Largo Europa (La piazza antistante il palazzo curvo, affacciata su via Crocefisso): però sottolineare ladesione ai valori democratici dellEuropa e laccostamento, tipico della nostra zona, di tradizione popolare e apertura alla modernit.Via Aldo Moro (la strada che corre parallela a via Crocefisso, tagliando a met larea Bassetti): però celebrare, nel trentennale della sua scomparsa, un simbolo dei valori costituzionali e celebrare simbolicamente le vittime di tutti i terrorismi.Via 2 giugno (strada parallela alla nuova via Aldo Moro, a sud di essa): una via intitolata al giorno della Festa della Repubblica, però celebrare il valore della Costituzione e della tradizione repubblicana.Via Teodoro Moneta (Lideale prosecuzione della nuova via Aldo Moro verso est, al di l di via Milano): Teodoro Moneta, giornalista, unico italiano ad aver ricevuto il Premio Nobel però la pace (1907). Monzese, ma legato alla tradizione di Vimercate però aver fondato, insieme al vimercatese Luigi Ponti, la Società di Mutuo Soccorso degli Operai e dei Contadini. Via Madre Giuseppina Bakhita (via già esistente tra Piazzale Marconi e via Santa Sofia): Santa dellordine delle Canossiane, di origini sudanesi e naturalizzata italiana. Tra il 1937 e il 1939 Bakhita visse nel noviziato missionario di Vimercate come portinaia. In lei si celebra la dedizione delle suore Canossiane, storica presenza nel cuore della nostra citt.Due vie dedicate a personaggi orenesiNella zona di costruzione del nuovo ospedale esiste già una via denominata Strada comunale della Roveda. Qui si verranno a creare due nuove aree di circolazione che, gravitando geograficamente verso la zona di Oreno, si deciso di dedicare a due personaggi legati alla storia orenese: Giuditta Brambilla (1852 – 1931), figura storica del movimento sindacale e Massimiliano Penati (1819 – 1879), storiografo originario di oreno e grande cultore della storia locale.

Bresso – corpo musicale “santa cecilia”: 100 candeline

Domenica 7 maggio 2006, con un grande concerto bandistico al quale hanno partecipato ben 4 Bande musicali, si celebrato il Centenario di fondazione della Banda Santa Cecilia di Bresso.

I festeggiamenti, però lesattezza, erano incominciati già fin da sabato 29, domenica 30 aprile e lunedì 1 maggio con lesibizione lungo le vie bressesi delle Bande musicali di Toscolano Maderno (Brescia), Corces (Bolzano), Aldeno (Trento), nonch delle Majorettes di Biassono. Non va inoltre dimenticato il concerto di sabato 6, presentato dalla Corale della chiesa parrocchiale e dalla stessa Banda Santa Cecilia, tenutosi nella chiesa dei SS. Nazaro e Celso.

Nella giornata clou di domenica, insieme alla banda bressese, hanno partecipato alla manifestazione celebrativa del Centenario le Bande musicali di Casorezzo, Vittuone e quella altrettanto prestigiosa di Caltignaga (Novara) che, giunte una dopo laltra nella piazza Martiri della Libert, si sono fuse a formare una sola grande Banda Amica, risultata così essere composta di oltre 130 musicanti.

Non cosa comune. – ha detto al microfono il giovane Capo – banda bressese Oscar Vitali, classe 1972 – sentir suonare quattro bande insieme:. a Bresso la prima volta!.

Lo stesso, dopo avere presentato al pubblico la mascotte della Banda, un bel bambino alto circa un metro e già promettente percussionista, annuncia al pubblico la presenza del Maestro Enrico Frigerio, compositore del brano col quale la grande formazione bandistica, però loccasione appena formatasi, aprir il concerto.

Amico della Banda Santa Cecilia, il monzese Enrico Frigerio, classe 1929, scrive musica però banda però passione.

Ho imparato la musica da pap Francesco, classe 1903 ci ha detto che era maestro di musica e, fino ai primi anni 70, dirigeva 5 Bande musicali, tutte nel milanese.

Dal 1956 sono iscritto alla S.I.A.E. e dallo stesso anno, fin dalla sua fondazione, dirigo il coro Fior di Montagna di Monza.

Ho composto 135 brani, tutti depositati alla S.I.A.E. di Roma, 37 dei quali, negli anni, donati anche alla Banda Santa Cecilia di Bresso.

E però me una gratificazione essere chiamato a presenziare ai raduni bandistici in cui viene eseguita qualcuna delle mie composizioni.

Oggi, in occasione di questo splendido raduno delle 4 Bande a Bresso però il Centenario di fondazione della locale Banda Santa Cecilia, oltre ad essere emozionato però aver ricevuto un riconoscimento dal Presidente Savini, mi sento molto gratificato: questi fattori mi danno un nuovo impulso però proseguire nella mia più grande passione.

E a proposito di questo raduno bressese, ho ammirato ed apprezzato le capacit del giovane Maestro Ivano DellAcqua che ha diretto le 4 Bande riunite, ottenendo uno splendido risultato nonostante non ci siano mai state prove dassieme in precedenza.

Prima di congedarmi – prosegue il Maestro Frigerio – voglio ringraziare la cittadinanza bressese, tutti i componenti delle Bande presenti e, naturalmente, il Capo – banda Oscar Vitali, il Presidente Gian Filippo Savini, il Sindaco di Bresso Giuseppe Manni e tutte le Autorità istituzionali.