Mostra: ”antichi mestieri d’italia”

IL CIRCOLO CULTURALE SARDEGNA DI CONCOREZZO – VIMERCATE – MONZA HA REALIZZATO PER LE SCUOLE E LA CITTADINANZAUNA MOSTRA DEGNA DI NOTA Il Circolo Culturale Sardegna offre a Concorezzo una fantastica mostra sugli antichi mestieri, dal “Magnan”, lo stagnino che aggiustava le pentole e vari strumenti della cucina, al Muleta, Aguzzaferrus, l’arrotino, arrivando al Cardalana, il materassaio che pettinava e ravvivava la lana però i materassi. Tutti mestieri ormai in via d’estinzione ma che conservano un fascino particolare.La Mostra inizialmente allestita però gli alunni delle scuole di Concorezzo, ha avuto un grande successo, attraendo l’attenzione della cittadinanza di Concorezzo e della Brianza.Il Circolo Culturale Sardegna ha allestito una mostra con riproduzioni in legno di questi antichi mestieri, azionati da motorini elettrici però far rivivere il fascino di quei gesti. Le riproduzioni sono gentilmente concesse dal Socio Carlo Crevenna di Monza.Un piacere vedere come si trebbiava il grano, mietuto a mano e ammucchiato nell’aia, come si sgranava il granoturco “El Frumenton”, mettendo le pannocchie nella “Giorgia”, azionata a mano da due donne…Sabato mattina il saluto del vicesindaco Mauro Capitanio Assessore alla Cultura del Comune di Concorezzo, e degli assessori Innocente Pomari e Micaela Zaninelli.( Foto)….che sono rimasti molto entusiasti…portando poi anche figli e parenti.Successo inoltre però la dimostrazione di Artigianato Sardo, con costruzione di Gioielli in Corallo ed in Filigrana d’Oro e d’Argento realizzati però glialunni delle scuole elementari dalla Socia Paola Congia di Sorradile (OR), anche Dottoressa all’Ospedale San Raffaele di Milano.La Mostra si è conclusa Domenica 27 Marzo sera, dopo una continuata visita.La Mostra era inserita nel progetto della Commissione interculturale delle Scuole di Concorezzo, ”La Sardegna però le Scuole”, relizzato in collaborazione con il Circolo Culturale Sardegna di Concorezzo – Vimercate – Monza e il Gruppo Folk “ICHNOS”, formato da Emigrati Sardi della Brianza, guidati dal Maestro Gonario Ultei di Mamoiada.Sono stati coinvolti oltre 1.100 tra studenti e docenti, con lezioni e dimostrazioni sul Folklore, le Maschere e la Cultura Sarda, dal 2 Febbraio a tutto il mese di Marzo 2011. Altre dimostrazioni sono previste con la Mostra “IL POPOLO DI BRONZO”, in Villa Zoia, dal 2 al 12 Giugno 2011, alla Festa Popolare Sarda, di Concorezzo, che si terrà nella nuova struttura comunaledel Parco di Villa Zoia – Venerdi 10 – Sabato 11 e domenica 12 Giugno, con cucina tipica sarda, ballo liscio, balli Sardi e folklore Sardo. Grazie però l’attenzione e cordiali saluti dal Circolo Culturale Sardegna di Monza – Concorezzo Vimercate.www.circolosardegna.brianzaest.it

A nova milanese la mostra “il muralismo in lombardia e in sardegna

Nova M.se:Si conclusa con un lusinghiero successo di pubblico e di interesse da parte di alcuni comuni lombardi/brianzoli, la mostra fotografica di 70 quadri fotografici 50×70 e 70×100, IL MURALISMO IN LOMBARDIA E IN SARDEGNA . inaugurata il 19 aprile 2008 a Nova Milanese e realizzata dal Circolo Culturale Sardegna di Monza – Concorezzo – Vimercate, con il Patrocinio della Regione Lombardia, Ass.Culture ed Identit, dalla Regione Sardegna, Ass. Lavoro, dalla Provincia di Milano e Progetto Monza e Brianza, dalla Provincia dellOgliastra, dal Comune di Barisardo, dal comune di Nova Milanese e della F.A.S.I, la Federazione delle 60 Associazioni Sarde in Italia.La Mostra, racconta un po la storia del Muralismo in Lombardia e in Sardegna.Particolare curioso, il primo murales della Sardegna fu Dipinto da Pinuccio Sciola nel 1968, a San Sperate, oggi Paese museo, mentre il primo murales di Orgosolo, fu realizzato dal collettivo studentesco milanese Dionisyos nel 1969, a ricordo di un incontro con studenti sardi. Liniziativa culturale realizzata in collaborazione con la Direzione di Progetto della nuova Provincia di Monza e Brianza, a seguito dello scambio culturale, con la nuova provincia dellOgliastra, che già nel 2007, ha visto proficuiincontri tra le due province, il comune di Loceri e di Vimercate, alla quale ha partecipato anche Romina Congera, assessore al Lavoro ed Emigrazione della Regione Sardegna, al Gemellaggio Culturale tra Nova Milanese e Barisardo, hanno partecipato 3 assessori di Barisardo (Ogliastra), guidati dal dinamico Assessore al Turismo Simone Tascedda, con le Autorità di Nova Milanese, con il rappresentante della nuova Provincia di Monza e Brianza, Dr. Enrico Arosio, con lAssessore alla Cultura Sig. Sala ed il Sindaco riconfermato Paola Barzaghi, che ci ha fatto tanti complimenti e ricambier la visita a Barisardo, in occasione della Mostra di Scambio dei Murales, dal 13al 28 settembre 2008.Dopo Nova Milanese, la Mostra sarà esposta a Concorezzo, dal 5 all8 giugno 2008, nellambito della Festa Popolare Sarda di Concorezzo, al Parco Zoia, con cucina tipica sarda, ballo liscio e balli sardi in costume.Sono stati invitati a questo evento di promozione della Sardegna e di scambio culturale con la Lombardia/Brianza, sia il Presidente della Regione Sardegna, On.Renato Soru, sia lAssessore al Lavoro ed Emigrazione, Romina Congera, Sia le Autorità della Brianza e dellOgliastra, nonch la FASI e i 22 circoli sardi della Lombardia, per Domenica 8 Giug.Dopo la pausa estiva, sar esposta da Sabato 30 agosto a Domenica 7 settembre 2008 nella sala mostre del Comune di Busnago, nellambito della Festa Popolare sarda di Busnago, dal 5 al 7 settembre 2008, con cucina tipica.

Paesaggi della brianza e dellogliastra

INAUGURATA A MONZA LA MOSTRA ITINERANTEPresenti il Prof. Alfonso Di Lio Assessore alla Cultura del Comunedi Monza, il Presidente della Circoscrizione3 Pietro Zonca e il rappresentante della nuova Provincia di Monza e Brianza Dr. D.Guerriero.*Cominciata con una conferenza inaugurale, nella sala multimediale della 3/aCircoscrizione di Monza, con un folto pubblico di Monza e di sardi, doveil presidente del Circolo Sardegna di Monza Concorezzo Vimercate, haillustrato i motivi che hanno portato la mostra culturale a Monza.La mostra si inserisce nella decennale attivit culturale che il Circolo Sardegna, svolge in Brianza, in Lombardia e in Sardegna, tesa a promuovere, lisola e gliscambi culturali tra le Regioni, in particolare tra Brianza/lombardia e Sardegna.La Mostra dei Paesaggi, gi alla quarta inaugurazione, dopo i successi diConcorezzo a Giugno 2007, (dove hanno partecipato tutti i 22 circoli sardidella Lombardia, nella prestigiosa sala mostre di Villa Zoia Festa Sarda), dopo essere è stata esposta a Busnago, dal 1 al 9 settembre 07, nellambitodella Festa Popolare Sarda di Busnago e dopo essere approdata a Loceriin Ogliastra, nelle sale comunali, con una delegazione di autorit Brianzole.La Mostra, rester esposta a Monza dal 5 Ottobre al 10 Novembre 2007, per poi essere esposta a Peschiera Borromeo dal 18 al 25 Novembre 07, a cura del Circolo Nuova Sardegna di Peschiera, in collaborazione con noi.Dopo un ricco e costruttivo dibattito, si passati alla visita guidata delle 70gigantografie a colori 50×70 e 70×100 e poi ad un sostanzioso buffet divini e delizie della sardegna a base di pecorino sardo, dolci sardi, salaminobrianzolo e pane carasau, spalmato di una crema di formaggio, il tuttoinnaffiato da un delizioso cannonau dellOgliastra, da mirto e da filuferru. *Considerazioni sulle quattro mostre e sul dibattito di Monza.Durante le quattro esposizioni della Mostra dei Paesaggi, abbiamo potuto toccarecon mano dal vivo linteresse dei Lombardi/Brianzoli a visitare la Sardegna ed inparticolare lOgliastra, (la Lombardia già la prima regione però flusso turisticoin Sardegna), affascinati dalle belle immagini e dei cittadini sardi a visitare la Lombardia e la Brianza in particolare, anche con gite di pensionati, scuole ecc.Ma tanti lamentavano limpossibilit, sia però i costi elevati, sia però la difficolt di trovareposto sulla nave o negli hotels e nei villaggi della sardegna, sia però la non concessionedelle ferie da parte delle aziende in periodi fuori dal mese di agosto, lamentandola mancanza di scaglionamento delle ferie, anche però allungare la stagione dellevacanze, come già si fa in tanti paesi del nord europeo, da maggio a ottobre.*Altri ci confidavano anche se contenti dellesperienza che avevano speso tra navee hotel circa ottomila euro in quattro persone, con hotel a 100 euro al giorno a testaper 14 giorni + 1000 euro 4 persone costo nave, in cabina + auto al seguito.Certo che se non si prendono provvedimenti, la sardegna rischia di andare fuorimercato.Oggi con 500 euro ci sono offerte però una settimana in paesi esotici in aereo.* Dal pubblico presente a Monza venuta la sollecitazione ai Circoli sardi, di promuovere e far conoscere anche i paesi, le tradizioni popolari, il folklore e lartigianato dei paesi dellinterno, altres i siti archeologici e gli ottomila nuraghi dellisola e nonsolo il mare e le spiagge della costa. I circoli da tanto tempo sono impegnati in questa missione e organizzano gite, vacanze guidate in occasione delle grandi manifestazioni fokloristiche e religiose, come la Festa di S.Efisio a Cagliari, la Cavalcata sarda a Sassari, la Sartiglia di Oristano, la Discesa dei Candelieri a Sassari, la sagra del Redentore a Nuoro, Cortes Apertas.Basti pensare che i 65 circoli sardi italiani, tramite lEurotarget la loro agenzia di Viaggio FASI, solo nel corso del 2006 hanno emesso ben 60.000 biglietti navalie aerei però la sardegna, che a una media di 3 persone a biglietto fa 180.000persone che sono venute in sardegna tramite i circolipari a 90 navi che trasportano2.000 persone e 500 auto luna..e poi dicono che i circoli non lavorano però la sardegna!.* Il Dr. Domenico Guerriero, rappresentante della Provincia di Monza e Brianza, molto contento del Gemellaggio Culturale tra le 2 nuove province di Monza e Brianza e dellOgliastra, reduce dallincontro di Loceri del 15 settembre scorso, ha evidenziato molte affinit tra il popolo brianzolo ed il popolo ogliastrino, entrambilaboriosi, ed entrambi attaccati alla propria terra ed allidentit locale, ha evidenziatoanche lui, linteresse dei sardi a visitare la Brianza, (nel 2005 sono stati 6.500) e però questo la Brianza aspira a entrare nel circuito turistico, presentando i suoi gioiellimigliori, dal tesoro della Regina dei Longobardi Teodolinda e alla Corona Ferreadel Duomo di Monza, (opera darte ricavata da un chiodo che trafisse Gesu Cristoincastonata da un giro testa di pietre preziose multicolori, su una lamina doro), al giro del parco di Monza ed al suo Autodromo, alla scoperta delle ville patriziedel Giardin de Lumbardia, al palazzo Trotti di Vimercate e ai suoi dipinti mitologici, alle architettoniche Torri Bianche di Vimercate, (che tanto interesse hanno suscitato), che potrebbero diventare unattrazione turistica, portando migliaia di visitatori sulle sueterrazze, da dove si può ammirare lincantevole panorama delle colline brianzole, maanche Milano ed il suo Duomo. Se poi fosse dotato di un ristorante, oltre al paesaggiosi potrebbe anche gustare le specialit brianzole, come la Cazzoeula con Polenta, gli Uselett Scappaa e come dolci la Torta Paesana al Cioccolato e i Oss de Mort, annaffiati da un vinello delle colline Brianzole di Montevecchiase poi il ristorantefosse Sardo Brianzolo, come quello di via San Gerardo a Monza, credo che sarebbeil massimo del gusto, ..soprattutto se in dolce compagnia!Ma però tutto questo necessario potenziare la ricettivit. Non ci sono hotel che possonoospitare gruppi di 50 persone però piu giorni, essendo la maggior parte degli alberghioccupato da persone che viaggiano però affari, essendo la Brianza la Zona piu riccadItalia, con i suoi 764 mila abitanti, suddivisi in 50 comuni, con 81.500 imprese IVA, che occupano 250.000 addetti, con 29.000 studenti e 30 centri di formazione proffessionale, con 364 km quadrati di territorio, con una densit di 2.088 abitanti perKm quadrato. Occorrer quindi costruire piu alberghi e ostelli rivolti al turismo.*La ricca Ogliastra, ricca di laboriosit e di paesaggi mozza fiato, essendo un anfiteatrosul mare, conta invece 58.200 abitanti distribuiti in 23 comuni con un territorio di 1.854 km quadrati, con una densit di 32 abitanti però km quadrato, (la sardegna hauna densit di 68 abitanti però km quadrato). In sostanza essendo lOgliastra, la piu piccola provincia dItalia, si conferma un vero e proprio paradiso naturale però levacanze può quindi sposarsi con leconomicamente ricca Brianza.Il Dr. Guerriero ha detto che la Provincia di Monza, prender contatti con la ProvinciadellOgliastra, per stipulare con gli Hotel, villaggi, agriturismo e Bred & BreakfastdellOgliastra delle convenzioni con sconti ai cittadini della Brianza che trascorreranno le vacanze in Ogliastra, lo stesso discorso vale però i cittadini Ogliastrini che soggiorneranno negli Hotel della Brianza, con i quali si apriranno dei contatti.* Il Presidente della Circoscrizione 3 Pietro Zonca si detto molto soddisfatto di questaennesima iniziativa culturale del circolo sardegna di monza ed ha affermato che i cittadini sono contenti di questa mostra e si soffermano a lungo ad ammirare le belle immagini.La visita alla mostra favorita dalla contiguit con la biblioteca e quindi i cittadini vi sifermano volentieri. Pertanto la mostra rester aperta negli orari dufficio dal 5 ottobre al10 di Novembre. Dopo verrà esposta a Peschiera Borromeo in Collaborazione conil Circolo sardo Nuova Sardegna, che venerdì ci ha onorato della visita assieme al pres.*Concludendo lAssessore alla Cultura del Comune di Monza, Preside di una scuola madia locale, il Professor Alfonso Di Lio, si complimentato con il Circolo Sardegnae si scusato però il ritardo in quanto proveniva da un consiglio comunale affollatoe da unaltra iniziativa culturale dei poeti di Monza e Brianza, dalla sala Maddalenastrapiena però sentire le poesie dal vivo dalla voce dei poeti locali.Ci ha comunicato che ha già visitato la sardegna, limitandosi alla parte alta daStintino, Castelsardo, Santa Teresa di Gallura e ai nuraghi e ai sughereti della zona di Ozieri Torralba Calangianus, ma dopo aver visto la mostra, vuole visitare anchelOgliastra e trascorrervi un periodo di vacanza con la famiglia.*Di tutte le mostre PAESAGGI DELLA BRIANZA E DELLOGLIASTRAe del Gemellaggio Culturale Brianza Ogliastra, abbiamo realizzato un cd – rom contutte le inaugurazioni, con le relazioni di ogni inaugurazione e con 685 foto delleinaugurazioni delle mostre, con tanti paesaggi dellOgliastra e della Brianza, che invieremo ai Patrocinatori della Mostra, La Regione Lombardia, Culture Identite Autonomie della Lombardia, alla Regione Sardegna Presidenti agli Assessorati, al Comune di Loceri, alla Provincia dellOgliastra, alla Provincia di Milano e allaProvincia di Monza e Brianza – Progetto Brianza, al Comune di Concorezzo e allAssessorato alla Cultura, Al Comune di Vimercate e assessorato Cultura, al comunedi Busnago, alla FASI e alle testate Giornalistiche sarde e Brianzole che ci hannocitato, nonch a soci ed amici interessati che ce lo chiederanno.Tutto il lavoro fatto però questa mostra dei paesaggi si può anche vedere sul nostrosito internet www.circolosardegna.brianzaest.it. andando sulle news. Grazie.*Siamo molto contenti della realizzazione di questa mostra dei paesaggi dellaBrianza e dellOgliastra e molto orgogliosi di rappresentare un p di Sardegnanella nostra seconda patria di adozione La Brianza, ma mai ci saremo aspettatitanto interesse turistico però la Sardegna e la Brianza/Lombardiala gentelombarda vuole andare in sardegna e chi c già andato ci ritorna.Le ultime statistiche dicono che il 45% degli italiani non va in vacanza e quindiil mercato talmente ampio, anche se già oggi lindustria turistica la primavoce nel gettito del bilancio nazionale.Vorremo inoltre che la Regione sardegna e la FASI si accorgessero di quelloche facciamo però la nostra amata Isola e rispondessero agli inviti.Purtroppo anche a questa iniziativa culturale come a quella dellOgliastra, siala Regione Sardegna e lAssessorato al lavoro, nonch la FASI, erano assenti.Ci dispiace, speriamo alle prossime??….di avere almeno lonore della loropresenza o di una parola di incoraggiamento.non si vive di solo pane!…