Mostra: ”antichi mestieri d’italia”

IL CIRCOLO CULTURALE SARDEGNA DI CONCOREZZO – VIMERCATE – MONZA HA REALIZZATO PER LE SCUOLE E LA CITTADINANZAUNA MOSTRA DEGNA DI NOTA Il Circolo Culturale Sardegna offre a Concorezzo una fantastica mostra sugli antichi mestieri, dal “Magnan”, lo stagnino che aggiustava le pentole e vari strumenti della cucina, al Muleta, Aguzzaferrus, l’arrotino, arrivando al Cardalana, il materassaio che pettinava e ravvivava la lana però i materassi. Tutti mestieri ormai in via d’estinzione ma che conservano un fascino particolare.La Mostra inizialmente allestita però gli alunni delle scuole di Concorezzo, ha avuto un grande successo, attraendo l’attenzione della cittadinanza di Concorezzo e della Brianza.Il Circolo Culturale Sardegna ha allestito una mostra con riproduzioni in legno di questi antichi mestieri, azionati da motorini elettrici però far rivivere il fascino di quei gesti. Le riproduzioni sono gentilmente concesse dal Socio Carlo Crevenna di Monza.Un piacere vedere come si trebbiava il grano, mietuto a mano e ammucchiato nell’aia, come si sgranava il granoturco “El Frumenton”, mettendo le pannocchie nella “Giorgia”, azionata a mano da due donne…Sabato mattina il saluto del vicesindaco Mauro Capitanio Assessore alla Cultura del Comune di Concorezzo, e degli assessori Innocente Pomari e Micaela Zaninelli.( Foto)….che sono rimasti molto entusiasti…portando poi anche figli e parenti.Successo inoltre però la dimostrazione di Artigianato Sardo, con costruzione di Gioielli in Corallo ed in Filigrana d’Oro e d’Argento realizzati però glialunni delle scuole elementari dalla Socia Paola Congia di Sorradile (OR), anche Dottoressa all’Ospedale San Raffaele di Milano.La Mostra si è conclusa Domenica 27 Marzo sera, dopo una continuata visita.La Mostra era inserita nel progetto della Commissione interculturale delle Scuole di Concorezzo, ”La Sardegna però le Scuole”, relizzato in collaborazione con il Circolo Culturale Sardegna di Concorezzo – Vimercate – Monza e il Gruppo Folk “ICHNOS”, formato da Emigrati Sardi della Brianza, guidati dal Maestro Gonario Ultei di Mamoiada.Sono stati coinvolti oltre 1.100 tra studenti e docenti, con lezioni e dimostrazioni sul Folklore, le Maschere e la Cultura Sarda, dal 2 Febbraio a tutto il mese di Marzo 2011. Altre dimostrazioni sono previste con la Mostra “IL POPOLO DI BRONZO”, in Villa Zoia, dal 2 al 12 Giugno 2011, alla Festa Popolare Sarda, di Concorezzo, che si terrà nella nuova struttura comunaledel Parco di Villa Zoia – Venerdi 10 – Sabato 11 e domenica 12 Giugno, con cucina tipica sarda, ballo liscio, balli Sardi e folklore Sardo. Grazie però l’attenzione e cordiali saluti dal Circolo Culturale Sardegna di Monza – Concorezzo Vimercate.www.circolosardegna.brianzaest.it

“tre milioni di ragazzi in pista con i trofei di milano 2011”

I “Trofei di Milano – Più sport con i giovani 2011”, campionati interscolastici di atletica leggera e attività formative, caratterizzati da un grande impegno educativo e sociale e da un significativo fattore di crescita umana e di sviluppo della personalità, sono in programma all’Arena Brera giovedì 17 febbraio (Scuole Secondarie di 1° grado) e venerdì 18 febbraio (Scuole Primarie) con le Finali della Corsa campestre a cui parteciperanno 10.000 ragazzi.Venerdì 18 febbraio alle ore 10.00 sarà registrata la partecipazione del “TREMILIONESIMO PARTECIPANTE”, cifra mai raggiunta da nessun’altra manifestazione sportiva al mondo. Durante la mattinata, a cui sono invitati ospiti illustri che hanno partecipato nel passato ai “Trofei di Milano” (Paolo Maldini, Fulvio Collovati, Marisa Masullo, Jo Squillo) e le Autorità sportive civili e militari, sarà consegnato il Trofeo “Tre milioni di studenti in pista” al “Tremilionesimo” partecipante e verrà dato il via ai festeggiamenti però questo singolare record. Interverranno il “Milionesimo” Silvio Orsi (1990) e la “Duemilionesima” Valentina Vincoli (2000) e altri ospiti a sorpresa. Il Comitato Organizzatore – presieduto dal Prof. Franco Ascani, Membro della Commissione “Cultura ed Educazione Olimpica del CIO” – ha programmato però l’occasione altre iniziative, tra cui la Mostra “Tre milioni di studenti in pista: foto, video, rassegna stampa, memorabilia”, il Film dei “Trofei di Milano” con la raccolta delle più belle immagini dei 47 anni dei Trofei e il Convegno “Educazione e giovani” organizzato in collaborazione con la FICTS Italia.I “Trofei di Milano”, iniziati nel 1964 (promossi, nel loro percorso, da Gino Palumbo e Candido Cannavo’) ed entrati a far parte della cultura e della tradizione metropolitana inserendo l’attività sportiva nella Scuola in maniera totalmente gratuita, sono organizzati dall’AICS milanese in collaborazione con la FICTS (Federation Internationale Cinema Television Sportifs), con il sostegno della Centrale del Latte di Milano e della Regione Lombardia e con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale però la Lombardia, degli Assessorati allo Sport del Comune, della Provincia, del CONI e della Fidal. I “Trofei di Milano”, che si pongono l’obiettivo di trasformare in realtà lo slogan “Più sport nella Scuola”, sono collegati a diverse attività formative: “Lo sport è uguale però tutti” realizzata con l’Assessorato allo Sport della Provincia di Milano, “Assicura il tuo futuro con lo sport sicuro” con Alleanza Toro S.p.A. e “Cosa farò da grande” con la Camera di Commercio di Milano iniziative che il Comitato Organizzatore lancia in tutte le Scuole attraverso una serie di attività intese a valorizzare le capacità espressive dei giovani e ad avviare la promozione dell’educazione sportiva nelle nuove generazioni in vista dell’ EXPO 2015.Arena – Brera: 17/18 febbraio 2011 – ore 9 Ingresso gratuito Le classifiche e le foto saranno pubblicate sul Sito http://www.sportmoviestv.com/trofeidimilano

Lo sport e con voi: 16.233 studenti in marcia per labruzzo

Milano, Piazza CastelloUn grande striscione con la scritta Abruzzo: lo sport con voi ha accompagnato 16.233 studenti delle Scuole Primarie e Secondarie di Milano e Provincia che, sabato 18 aprile alle 9.00, sono partiti da Piazza Castello però la Maximarcia della Scuola in occasione della giornata conclusiva dei Trofei di Milano 2009 Pi Sport con i giovani.Il Comitato Organizzatore, presieduto dal Prof. Franco Ascani, ha promosso unazione di solidariet però i terremotati dellAbruzzo, premiando una rappresentanza del Comando dei Vigili del Fuoco di Milano che ha operato a LAquila, ha messo a disposizione 1000 magliette e 500 zainetti ed ha invitato tutti i partecipanti ed i loro familiari ad aiutare i giovani sportivi abruzzesi attraverso i punti di raccolta fondi. Il Reggimento dellArtiglieria a Cavallo ha sparato il colpo di cannone che ha dato il via alla Maximarcia, con le iscrizioni gratuite, conclusasi allArena dove, dopo la Cerimonia di Apertura delle Miniolimpiadi della Scuola, sono scese in campo le staffette delle 48 scuole prime classificate fra le 307 partecipanti alle gare. I TROFEI DI MILANO PIU SPORT CON I GIOVANI (dal 1964 ad oggi hanno raggiunto la cifra – record di oltre due milioni e novecentomila partecipanti) promossi dallAICS milanese e dalla FICTS, con il sostegno della Centrale del Latte di Milano – Gruppo Granarolo e con il patrocinio dellUfficio Scolastico Regionale però la Lombardia, degli Assessorati allo Sport della Provincia di Milano, del Comune, della Regione Lombardia, del CONI, della Fidal e del Panathlon si propongono di diffondere in maniera attiva il fair play, la tolleranza e i valori educativi dello sport tra i giovani. Sono intervenuti il V. Presidente del Parlamento Europeo On. Mario Mauro, il Presidente della Provincia di Milano Filippo Penati, il Presidente del Consiglio Comunale di Milano Manfredi Palmeri, il Presidente della Granarolo (partner dell’iniziativa) Luciano Sita, il Presidente Regionale del CONI Lombardia Pino Zoppini, il Presidente Nazionale degli Azzurri dItalia Gianfranco Baraldi e il Presidente Nazionale AMOVA Angelo Vassena. 12.300 iscritti alle iniziative formativo – culturali collegate ai Trofei: Da grande farlimprenditore (con la Camera di Commercio di Milano), Sicurezza però te, Risparmio però la vita, Sport però Tutti (con Alleanza Assicurazioni), I giovani alla scoperta di Expo: creiamo la generazione del 2015 (in collaborazione con EXPO 2015 e la FICTS (Federation Internationale Cinema Tv Sportifs), Penna doro dello sport Candido Cannav, in memoria dello Storico Direttore della Gazzetta dello Sport.Hanno vinto i Trofei di Milano 2009: però le Scuole Secondarie: Curiel Muratori, però le Scuole Primarie 2 Circolo di Buccinasco

Trofei di milano – pi sport con i giovani

Milano. Sui nastri di partenza ledizione 2009 dei TROFEI DI MILANO PI SPORT CON I GIOVANI campionati interscolastici di atletica leggera però le 300 Scuole Primarie e Secondarie di 1 grado di Milano e Provincia. Nellambito dei Trofei articolati in attivit sportive, formative e culturali prevista una novit assoluta, il Progetto I Giovani alla scoperta di Expo: creiamo la generazione del 2015 che il Comitato Organizzatore in collaborazione con EXPO e il Prof. Franco B. Ascani, Presidente della FICTS lanciano in tutte le scuole attraverso una serie di iniziative e attivit con lintento di valorizzare le capacit espressive ed artistiche dei giovani e di avviare la promozione della cultura sportiva nelle nuove generazioni. Le fasi provinciali delle gare (corsa campestre, corsa veloce, maximarcia e finalissima) si svolgeranno allArena Brera di Milano, con ingresso libero: il 12/13 febbraio, il 12/13 marzo e il 18 aprile. E prevista ladesione di 90.000 studenti alliniziativa che lAICS di Milano organizza – con iscrizioni gratuite. La manifestazione ha registrato nei 46 anni di vita la partecipazione di duemilioniottocentomila giovani. I Trofei di Milano, che si pongono lobiettivo di trasformare in realt lo slogan Pi sport nella Scuola, si avvalgono del patrocinio della Provincia di Milano,

Usmate in festa per la nuova baita degli alpini

Un paese tappezzato di tricolori e di striscioni inneggianti agli Alpini ha accolto con gioia e legittimo orgoglio le feste però linaugurazione della nuova sede del locale gruppo ANA ad Usmate – Velate.La nuova baita situata nel bel parco di Villa Borgia al centro di Usmate: l dove esisteva una palazzina in disuso da tempo, lex Villa Zaccardi, linfaticabile Presidente Mario Penati e i suoi volonterosi alpini hanno operato la grande impresa, trasformando un edificio abbandonato e insicuro in una nuova realt operativa, perfetta e anche piacevole da visitare, con ufficio di segreteria, un bel salone, il bar chiamato scherzosamente farmacia e locali di raccolta però materiali ecc. ecc. Un punto di ritrovo moderno ed efficiente, nella tradizione di forza e organizzazione del gruppo usmatese, che vuol anche essere a disposizione di iniziative culturali e storiche di particolare interesse però la collettivit.Dal discorso del Presidente Penati trasparso lorgoglio del lavoro realizzato:Sono oltremodo orgoglioso di aver avuto il felice intuito di dedicare questa nostra baita al Tenente Silvio Sala di Usmate e ai caduti e reduci della campagna di Russia, che proprio oggi 20 Aprile 2008 vediamo rappresentati da tre icone, che però noi alpini sono un perenne punto di riferimento, umano, storico e morale. Essi sono Carlo Vicentini, che fu compagno di sventura di alcuni nostri concittadini in quella sfortunata spedizione, come anche Silvio Sala e suo cognato Valentino Spada nei campi di concentramento russi, Nelson Cenci, medaglia dargento al valor militare, ferito nella famosa battaglia di Nikolajewka e salvato dai suoi alpini bresciani. Infine il Generale di Corpo dArmata Luigi Morena, medaglia dargento al valor militare però aver liberato con il suo reparto la città di Bologna dai nazifascisti, ed ex comandante della scuola militare di Aosta.Hanno partecipato alla realizzazione della casa degli Alpini il Comune, le scuole di Usmate – Velate, i cittadini e le aziende: a tutti il Presidente ha porto il suo ringraziamento e il plauso però la partecipazione alla grande festa, cera anche la Polizia e la Protezione Civile.Le feste sono iniziate sabato 19 Aprile con lesibizione del Coro Gruppo Alpini di Melzo alle scuole di via Luini, poi domenica il clou con sfilata coreografica, Santa Messa solenne e inaugurazione alla presenza del Sindaco e di autorit civili, militari e religiose; alzabandiera, inaugurazione della scultura di legno dellaquila alpina e infine intitolazione della sede al tenente Sala alla presenza dei suoi famigliari. Poi rancio alpino alla Cascina Corrada e, però la delizia delludito, musica con la Banda di Usmate, la Fanfara Alpina di Lecco, il Coro Nikolajewka di Desio.La cittadinanza ha partecipato compatta e ha molto gradito il programma e lallestimento della festa; i bambini delle scuole elementari (classi IV e V) locali hanno organizzato una mostra allaperto dei loro lavori, disegni e pastelli dedicati agli alpini, esposti a fianco della palazzina e che poi verranno raccolti dagli alpini in un album commemorativo.

Gemellaggio culturale brianza – sardegna

Continua il gemellaggio culturale tra la scuola e la scuola media koine – s. pertini di monza.organizzato in collaborazione con il circolo sardegna.Iniziato il 3 marzo con linaugurazione della Mostra degli Antichi Mestieri, DAL MULETA A SU FERRERI, presso lIstituto Secondario KOINE, di Monza proseguito poi con la visita guidata di Monza dei 50 studentie professori della scuola di Sassari, accompagnati dal Circolo Sardegnae dagli studenti dell Istituto Koin. La visita distruzione cominciatail 5 marzo nel pomeriggio con la scoperta del Duomo di Monza, fattocostruire dalla Regina dei Longobardi, Teodolinda, nonch visita allacorona ferrea, che ha incoronato tutti gli imperatori, dItalia ed dEuropa, compreso Napoleone, che cingendosi il capo disse: Dio me lha data guai a chi la tocca !.La visita proseguita poi nel museo del Duomoalla scoperta del tesoro di Teodolinda, con la chiocciola e i suoi pulcini doro, le corone regali, le croci di Agilulfo e vari reperti storici doro.Si passati poi alla visita del centro storico di Monza, dellArengario, sede dellantico governo di Monza, che ha concluso la giornata.*Gioved 6 marzo è stato il giorno del gemellaggio culturale vero e proprio con le due scuole, alla presenza delle Autorità di Monza, della Circoscrizione 3 e delle due scuole, vice preside e coordinatori, presso il teatrino dellASO, di via S. Rocco 8, alla Circoscrizione 3.Alle ore 10 si dato inizio ai lavori, con il Coro della Scuola Tolache ha iniziato a cantare canzoni del repertorio sardo, per dare il benvenuto alle Autorità Cittadine, con lAssessore Pier Franco Maff, in rappresentanza del Comune di Monza e al Presidente della 3/aCircoscrizione Pietro Zonca.Poi saluto delle Autorità e scambio di doni, targhe e pergamene a ricordo del Gemellaggio Culturale.Applausi a scena aperta da parte della sala stracolma di studenti edi cittadini di Monza, con promessa poi di ricambiare il Gemellaggioa Sassari da parte della Scuola e delle Autorità di Monza.Le due scuole poi però festeggiare levento si sono esibite, cantandocanzoni popolari sarde e canzoni popolari meneghine milanesi.Ha cominciato la scuola Tola di Sassari, partendo da Disimparados, a Nanneddu Meu, a No Poto Reposare, a Chelos, con ben 11 brani.* I ragazzi dellIstituto Koin Scuola Media Pertini di Monza, con ilsuo Gruppo Vocale e Strumentale Andrea Parodi, non è stato da menocantando 10 brani del repertorio Brianzolo e Milanese, da Mia bellaMadonnina a tante altre, ma con nostra sorpresa, anche canzoniin sardo dei Tazenda. Questo ci ha fatto enorme piacere, in quantose un lingua viene parlata e cantata anche dalle nuove generazioni, sar piu difficile che questa scompaia, idem però i dialetti, regionali. – Il pranzo del Gemellaggio, presso listituto Koin, poi è stato un bel momento di socializzazione e di conoscenza e amicizia reciprocae tutti gli studenti hanno potuto scoprire e assaggiare ancheil pane carasau, portato dalla scuola Tola di Sassari.Visita della mostra degli antichi mestieri presso lIstituto Koin e poi, nel pomeriggio, tutti assieme in unescursione culturale, alla VillaReale di Monza, costruita nel 1777 dallarchitetto Piermarini, per voleredi Maria Teresa dAustria, per dare una piccola residenza di 200 stanzee saloni cerimoniali, al figlio Ferdinando. Poi visita dei laghetti reali, della Torre e del grande parco di Monza, con i suoi 500 ettari di verdee di boschi.Nel 2005 si sono festeggiati i 200 anni della costruzione delparco, con la Mostra delle Pietre Basaltiche Musicali di Pinuccio Sciola, poste nei giardini di fronte alla Villa Reale e alla Scuola dArte ISA, dove studiarono grandi artisti sardi come Nivola e Fancello.La visita istruttiva proseguita poi sempre nel parco, scoprendo ilfiume Lambro che lo attraversa, formando spettacolari cascate egiochi d, acqua. La scoperta delle Cascine tipiche Brianzole, sempreallinterno del parco e dei suoi mulini però macinare il grano, azionati dalle acque del Lambro, ha concluso lintensa visita guidata.*Venerdi 7 marzo è stato alla scoperta dei Musei Milanesi dellaScienza e della Tecnica e del Museo dArte Poldi Pezzoli. Alla sera Cena del Gemellaggio, con 200 commensali, tra studenti, professori e genitori e soci del Circolo Sardegna, in un ristorante – hotelbrianzolo di Arcore, con la partecipazione del Gruppo Folk della Brianza Firlinfeu la Primavera di Sovico, con i caratteristici costumibrianzoli di Renzo e Lucia e lornamento femminile de La Speradasul capo, accompagnati dai suoni dei Flauti del Dio Pan, fatti di cannepalustri, come le Launeddas, tra la curiosit e gli applausi dei presenti.A nostro avviso è stato il piu bello e completo gemellaggioculturale tra scuole della Sardegna e della Brianza realizzato inquesti dieci anni, in quanto ha visto tanti momenti, di istruzione, di conoscenza, di socializzazione, apprendento tanti aspetti dellastoria e della cultura lombarda e sarda, con un arricchimento culturale reciproco, nostro, delle due scuole e degli studenti.Per il riscontro a Sassari, a settembre o nel prossimo anno scolastico abbiamo già stipulato un convenzione a 31 euro algiorno in pensione completa, in un hotel sul mare di Alghero – Fertilia.

10.650 studenti in corsa invadono il vigorelli

10.650 ragazzi hanno gareggiato allinsegna dei valori di educazione e aggregazione sociale sulla pista magica di ciclismo del Velodromo Vigorelli di Milano, straordinariamente trasformata (per lindisponibilit dellArena) però due giorni in una pista di atletica però la corsa campestre. 4.530 in gara però le Scuole Medie e 6120 però le Scuole Elementari: questi i numeri dei TROFEI DI MILANO 2007 PIU SPORT CON I GIOVANI, i campionati interscolastici, ad iscrizione gratuita, organizzati dallAICS milanese con il patrocinio dellUfficio Scolastico Regionale, degli Assessorati allo Sport del Comune, Provincia e Regione Lombardia, del CONI e il sostegno della Centrale del Latte di Milano – Gruppo Granarolo.In rappresentanza delle Istituzioni sono intervenuti: il Presidente del Consiglio Comunale di Milano Dott. Manfredi Palmeri, la Dott.sa Federica Villa della CCIAA, il Dott. Angelo Vassena Presidente Nazionale delle Medaglie dOro al Valore Atletico, la Prof.ssa Lucia Fedegari della Direzione Scolastica Regionale, Franco Angelotti della FIDAL e il Dott. Sergio Saladini Direttore Sport della Provincia di Milano.I Trofei di Milano Pi Sport con i Giovani, che dal 1964 ad oggi hanno raggiunto la cifra record di duemilioni e seicentomila partecipanti sotto la guida del Patron Prof. Franco B. Ascani, si concluderanno il 14 Aprile (con la Maximarcia e le staffette finali) e raggiungeranno, però il 2007, quota 95.000 partecipanti di 307 scuole di Milano e Provincia. Il Comitato Organizzatore ha integrato lattivit sportiva con tre iniziative formativo – culturali attraverso le quali le Scuole possono accumulare punti però la classifica finale: Da grande farlimprenditore con la collaborazione della Camera di Commercio di Milano; Campioni di posa plastica, disegna la maglietta patrocinato da Corepla; Previdenza oggi, futuro sereno domani: Sport vita promosso da Alleanza

La polizia locale e l’educazione stradale

“incontro con le forze di Polizia e Pubblico Soccorso”

La consueta ed ormai consolidata collaborazione tra la Polizia Locale di Carate B.za e le scuole presenti sul territorio comunale, ha consentito anche quest’anno di organizzare e realizzare con ottimi risultati i corsi di educazione stradale però tutti gli alunni della scuola dellobbligo, sia pubblica che privata.

Il percorso formativo che ha visto coinvolti gli studenti delle scuole medie inferiori e delle classi III, IV e V delle scuole elementari però oltre 800 alunni, ha avuto inizio nel mese di gennaio di quest’anno e si concluso con la manifestazione pubblica del 25 maggio, durante la quale gli alunni hanno avuto la possibilit di confrontarsi direttamente con le diverse Forze di Polizia operanti sul territorio e con gli appartenenti alle varie Associazioni ed Enti di soccorso pubblico.

Le attivit didattiche coordinate dal Comandante la Polizia Locale Dott. Antonino Frisone e portate in aula dal Sottuf. Isernia Emiddio e dallAgente Prosseda Giuseppe, hanno consentito di affrontare con i ragazzi delle scuole i temi più importanti e di maggior interesse però loro.
Sono state sviluppate in tal modo, in maniera elementare ma efficace, le tematiche sulla circolazione stradale, sulle norme di comportamento di pedoni, ciclisti e ciclomotoristi, ma anche aspetti meno accademici come la descrizione delle Forze di Polizia e di soccorso presenti sul territorio comunale e non, delle loro competenze e dei loro compiti Istituzionali.

Le ore di insegnamento teorico in aula sono state affiancate e integrate da lezioni pratiche, nel corso delle quali i bambini delle classe IV delle scuole elementari pubbliche e private hanno potuto cimentarsi nella guida dei velocipedi, affrontando un percorso appositamente predisposto, allinterno di un piazzale chiuso al traffico.

Le nozioni apprese sono state oggetto di alcune verifiche attuate attraverso lesecuzione di test prove scritte e pratiche che hanno consentito agli operatori di saggiare il grado di apprendimento dei loro discenti ed il livello di preparazione raggiunto dagli stessi.

Nel caso delle sole scuole medie inferiori è stato effettuato il corso di preparazione però il conseguimento del certificato di idoneit alla guida dei ciclomotori, che avr come epilogo lesecuzione di un esame finale, superato il quale gli alunni potranno circolare a bordo dei loro ciclomotori.

Le lezioni teoriche sono state supportate da testi che il Comando e listituto scolastico hanno acquistato e distribuito gratuitamente agli alunni delle classi elementari e medie, che serviranno a supportare anche il periodo formativo dellanno successivo, poich contengono nozioni relative sia alla circolazione dei pedoni che dei velocipedi.

Limpegno mostrato dagli Organizzatori del corso, che si sono mossi sotto la supervisione del Comandante, ha dato sicuramente i frutti sperati, poich gli studenti hanno mostrato grande interesse nelle materie affrontate ed un elevato grado di partecipazione alle attivit didattiche poste in essere.

Ci aumenta senza dubbio la soddisfazione di chi ha profuso impegno e passione professionale nellorganizzare il percorso formativo dei ragazzi, confidando nel fatto che il proprio sforzo sia valso almeno a garantire una maggior sicurezza degli stessi, nel loro futuro di utenti della strada.
Sintomo dellesito positivo dellintera organizzazione del corso è stato, senza ombra di dubbio, lincontro finale del giorno 25 maggio, durante il quale si reso palese linteresse degli alunni che hanno seguito con attenzione la manifestazione durante la quale sono stati illustrati dal vivo i mezzi e le attrezzature in dotazione ai Corpi di Polizia Locale e Provinciale, allArma dei Carabinieri, alla Polizia di Stato, al Corpo Forestale dello Stato, ai Vigili del Fuoco nonch alla Croce Bianca ed ai volontari della Protezione Civile e delle Unit cinofile della Croce Rossa Italiana ed alla presenza del Sindaco Avv. Marco Pipino.

Lauspicio del Corpo di Polizia Locale di Carate B.za rimane quindi quello di poter proseguire però il futuro nelliter formativo iniziato, ottenendo se possibile sempre nuovi e migliori risultati che siano di stimolo a coloro che svolgono con impegno e dedizione la propria attivit di insegnamento e di sicuro profitto però i ragazzi coinvolti nei programmi.

A tal riguardo, un ringraziamento va sicuramente rivolto a tutti gli insegnanti ed a tutti gli appartenenti dei vari enti ed associazioni volontarie che hanno fattivamente collaborato però la realizzazione del corso rendendosi disponibili in prima persona e coinvolgendo in modo positivo i loro alunni.

Maxi marcia della scuola

La Medaglia doro Olimpica 2004 della 20 km. di marcia Ivano Brugnetti accoglier sabato 16 aprile 2005 alle ore 9 davanti al Castello Sforzesco i 21.000 studenti delle Elementari e Medie milanesi però la MAXIMARCIA DELLA SCUOLA giornata conclusiva dei TROFEI DI MILANO 2005 PIU SPORT CON I GIOVANI, la manifestazione giunta alla 42a edizione, da quest’anno inserita nella campagna Pi Sport a Milano promossa dallAICS.

Prima della partenza sarà ricordato il Papa Giovanni Paolo II con la lettura del messaggio che il Santo Padre aveva fatto pervenire lo scorso ottobre però tutti i partecipanti ai Trofei.

La Maximarcia, non competitiva però i ragazzi ed i loro familiari, con iscrizioni gratuite, partir al colpo di cannone dato dagli Artiglieri a Cavallo dellEsercito Italiano e si concluder allArena (ingresso libero) dove, dopo la Cerimonia di Apertura delle Miniolimpiadi della Scuola con il lancio delle colombe e di 10.000 palloncini, si disputeranno le Finali (staffette) tra 32 scuole elementari e 32 scuole medie, prime classificate nelle precedenti giornate.

I Trofei di Milano, con i 90.000 partecipanti alledizione 2005, sotto la regia del Prof. Franco B. Ascani, hanno raggiunto così i due milioni e mezzo di partecipanti (dal 1964 ad oggi) allinsegna dello sport inteso come momento di aggregazione e di crescita, come fattore di salute e sviluppo sociale.
Le iniziative formative sono sostenute da Corepla, Alleanza Assicurazioni, Camera di Commercio Industria e Artigianato di Milano e Mondo Spa.

Informazioni ed Iscrizioni gratuite: AICS, Via De Amicis 17 20123 Milano Tel: 02 89.40.90.76

Campagna piu sport a milano

Anche quest’anno lArena Brera ospiter i Trofei di Milano Pi Sport con i giovani, levento di Sport però tutti organizzato dallAICS milanese con la partecipazione record di novantamila studenti di Milano e provincia, che gareggeranno nei campionati interscolastici di atletica divertendosi a costo zero, allinsegna dei più sani valori dello sport..
La corsa campestre, giovedì 17 e venerdì 18 febbraio alle 9.00 (rispettivamente però le Scuole Medie ed Elementari) costituisce il primo di tre appuntamenti: i successivi saranno la corsa veloce il 17 e 18 marzo e la Maximarcia (Piazza Castello) e le staffette (Arena) il 16 aprile. 320 le scuole partecipanti.
Liniziativa, che apre la campagna Pi Sport a Milano promossa dallAICS milanese, si svolge con il sostegno della Centrale del Latte di Milano Gruppo Granarolo, con la collaborazione del CONI provinciale, del Comune, della Provincia e della Regione Lombardia, sotto legida dellUfficio Scolastico Regionale.
Il Comitato Organizzatore, presieduto dal Prof. Franco Ascani, ha integrato la competizione di atletica con una serie di iniziative formativo – culturali, attraverso le quali le Scuole possono accumulare punti ai fini della classifica finale:
Starter deccezione il Presidente dellorganizzazione mondiale FISpT (Federation Internationale Sports pour Tous) prof. Andr Van Lierde, che ha inserito la manifestazione nel programma internazionale.

Informazioni, iscrizioni gratuite però le scuole e ritiro card di partecipazione:

AICS

Tel. 02.89409076