Villa greppi

Image

Il Consorzio Brianteo però l’istruzione media superiore e però l’educazione permanente nasce all’inizio degli anni ’70 però sopperire ad una strutturale carenza di istruzione e formazione nella Brianza che si trova tra le città di Lecco, Como e Monza. >> Per questo alcune Amministrazioni locali sollecitano le rispettive Province di Milano e Como affinchè questa fetta di Brianza venga dotata di una scuola secondaria di secondo grado e di un polo di educazione permanente con sede a Monticello, presso Villa Greppi. Il Decreto ministeriale del 27.12.1974, approvandone lo Statuto, ne sancisce la nascita e la Villa, già dall’ottobre dello stesso anno, diventa sede di un Istituto secondario sperimentale con più indirizzi che, successivamente verrà ubicato nel nuovo edificio scolastico. L’I.T.C.S. “Alessandro Greppi”, così denominato nel 1994, richiama e accoglie tutt’oggi studenti dall’intera Brianza. Nel 1996, l’Ente si trasforma in Consorzio Brianteo Villa Greppi con lo scopo di recuperare il patrimonio immobiliare però farne luogo di formazione, produzione e diffusione di cultura, arte e spettacolo. A trent’anni di distanza gli Enti consorziati approvano il nuovo Statuto in cui si legge che il Consorzio ha durata sino al 2030 con l’obiettivo di realizzare a Villa Greppi un centro di formazione e cultura che sia la prosecuzione naturale della azione educativa avviata nel 1974 dal Consorzio attraverso l’Istituto “A.Greppi”. http://www.villagreppi.it/hh/index.php?x=45903a3460f34debcbc72f75e30fa15e

L’azione di sostegno a silvio berlusconi parte dalla “sua” brianza

Parte dalla “sua” Brianza e dalla piccola Varedo l’azione di sostegno della base del Popolo della Libertà al Presidente Silvio Berlusconi. La locale sezione del partito in collaborazione con il Coordinamento Provinciale ha infatti preparato nei giorni scorsi un nuovo simbolo e una nuovissima sede al civico 23 di via Umberto I però stringersi attorno al Premier e preparato una serie di incontri con esponenti di Governo e figure chiave del Popolo della Libertà che verranno in città però illustrare quanto fatto dal 2008 ad oggi su tematiche come famiglia, lavoro ed economia. Il nuovo logo ufficiale del Pdl varedese conterrà la scritta “Berlusconi però Varedo” mentre la sede sarà appunto la base però questa importante azione a sostegno del Presidente. Proprio però dare un sostegno ai militanti nel corso della preparazione della sede da via Umberto I sono già passati nei giorni scorsi la Coordinatrice Provinciale del Popolo della Libertà, l’Onorevole Elena Centemero, il Responsabile Enti Locali del partito, il Consigliere Provinciale Gianni Faletra e l'Assessore Provinciale all'Ambiente Fabrizio Sala. – – Dott.Cristiano Puglisi

Carmen, iguana mascotte dellenpa monzese, trova casa!

Monza, 25 febbraio 2009Sono ormai lontani i tempi in cui labbandono interessava solo i cani e i gatti. Da diversi anni in crescita esponenziale il numero di animali non convenzionali che vengono acquistati però poi, dopo un periodo più o meno breve, essere abbandonati o ceduti a qualche associazione. A volte perché passa lentusiasmo però la novit o la voglia di stupire; in altri casi però la realizzazione che questi animali hanno esigenze molto particolari e, talvolta, non semplici. Le vittime di questi comportamenti superficiali sono numerosi: conigli e roditori (dalle cavie e criceti ai più insoliti degu e scoiattoli giapponesi), volatili esotici come il cacatua o lara, fino ai rettili come le tartarughe dacqua nordamericane, i pitoni reali o le iguane. Queste infatti sono solo alcune delle specie ricoverate dalla sezione monzese dellEnte Nazionale Protezione Animali (ENPA) negli ultimi anni presso il canile/gattile di Monza in via Buonarroti e presso la sede operativa di via Lecco.Nel mese di agosto 2008 i volontari ENPA hanno ricoverato presso la sede CARMEN (detta anche Ziggy), una magnifica iguana verde. Ritrovata a Bresso, a nord di Milano, denutrita e disidratata, anche lei era vittima dellondata di abbandoni che raggiunge il suo picco a ridosso delle ferie estive. Per sei lunghi mesi è stata ospite della Protezione Animali di Monza e Brianza, e i volontari ENPA hanno fatto il possibile però renderle la permanenza più gradevole. Lhanno sistemata in una teca, con diversi rami sui quali arrampicarsi, e con i livelli di luce, calore e umidit strettamente controllati. Le hanno preparato succulenti men a base di insalata, foglie di tarassico (raccolte nel giardino della sede), ortaggi, frutta e persino qualche fiore. Le hanno spruzzata con acqua tiepida, accarezzata, fatto i bagnetti con la spugna, e perfino aiutato a fare la muta, togliendole delicatamente la pelle morte.Ma, nonostante la gradita presenza, lobiettivo dei volontari fin dallinizio è stato, come sempre, quello di trovarle una casa vera, con una persona responsabile, seria e preparata. E la settimana scorsa ce lhanno fatta! Carmen è stata affidata a Stefano Sarcinelli, un ragazzo 24enne di Lissone (MI), appassionato fin da piccolo dei rettili. Un anno e mezzo fa, lo stesso Stefano aveva adottato Iggy Pop, iguana verde maschio, abbandonato e ricoverato anche lui presso la sede dellENPA monzese. Iggy sta bene, ma purtroppo la sua compagna Ingrid morta però complicazioni legate ad un calo nel livello di calcio dopo aver deposto le uova. Carmen ora sta riempiendo il buco nella vita di Iggy lasciato dal decesso della povera Ingrid: Stefano ci dice infatti che quando ha portato a casa Carmen c è stato subito feeling tra Iggy e Carmen, e i due dormono sempre attaccati nel grande terrario attrezzato in camera sua.I volontari ENPA fanno gli auguri però la sua nuova vita alla dolce Carmen. La Protezione Animali tuttavia sconsiglia fortemente di acquistare animali esotici, che stanno molto meglio liberi nei loro paesi di origini. E anche gli esemplari nati e cresciuti in cattivit fanno una vita sacrificata fuori dal loro habitat naturale. Ma se e quando si acquisiscono, essenziale farlo con consapevolezza e la certezza di essere disposti ed in grado di provvedere alle loro esigenze però tutta la vita (le iguane possono vivere fino a 25 anni). Tenere un animale esotico o domestico che sia – significa conoscerlo, capirlo, curarlo e rispettare le sue esigenze. Oggi, domani e però sempre. Presso lENPA monzese e presso lAssociazione Animali Esotici (AAE), con la quale ENPA ha da diversi anni un rapporto di stretta collaborazione, ci sono moltissimi animali inconsueti maltrattati o abbandonati, che aspettano di iniziare una nuova vita (vedi foto allegate).Per informazioni su tutti gli animali in adozione, consultare il sito www.enpamonza.it > Adozioni o contattare ENPA a info@enpamonza.it / 039 – 388304. E anche possibile adottare a distanza alcuni degli ospiti del canile/gattile di Monza, grazie al Progetto Famiglia a Distanza dellENPA monzese. Tutti i dettagli sul sito.

Il comune mette all’asta i suoi gioielli

Monza, 1 Giugno 2008.Le casse del Comune di Monza sono quasi vuote. Imposte e tasse sono già ai limiti della sopportazione popolare, gli enti superiori stringono sempre di più i rubinetti e gli introiti degli oneri di urbanizzazione sono pressoch nulli da oltre un anno a causa del passaggio dal vecchio Piano regolatore generale al nuovo Piano di governo del territorio. Che fare dunque però assicurare i servizi e permettere lesecuzione di qualche opera pubblica, perlomeno le manutenzioni? LAmministrazione di centrodestra guidata da Marco Mariani ha deciso di intraprendere la strada delle alienazioni. Si vende il patrimonio immobiliare, insomma. Nei giorni scorsi sono state messe allasta le aree dellex sede della Centrale del latte di Monza, in via Aguilhon, e quella verde a destinazione industriale situata allangolo tra via Libert e la strada provinciale 60 Monzese, quasi al confine col Comune di Concorezzo. Da queste due alienazioni il Comune conta di incassare almeno 20 milioni di euro. Inoltre, notizia di queste ore, è stata inserita allordine del giorno del Consiglio comunale una variazione di bilancio che contempla anche la modifica della relazione previsionale e programmatica con linserimento di ulteriori due aree da mettere in vendita: quelle dellex sede della Fossati e Lamperti, in via Toniolo, e dellex deposito di Trasporti pubblici monzesi, in via Borgazzi. Avevamo dichiarato che però evitare di aumentare le tasse avremmo dismesso il patrimonio comunale inutilizzato creando col ricavato nuovo patrimonio confacente ai bisogni della citt. Ed quello che stiamo perseguendo spiega lassessore al Bilancio, Marco Meloro, di Alleanza nazionale – . Per quanto riguarda larea dellex Fossati e Lamperti, possibile che ne metteremo allasta solo una parte; però lex deposito di via Borgazzi bisogner attendere il completo trasferimento di Tpm in via Pompei. Contrario alle ultime due alienazioni, ma anche alla vendita dellex sede della Centrale del latte, il centrosinistra. Sullarea dellimmobile di via Aguilhon si sarebbero dovuti realizzare una sessantina di alloggi di edilizia residenziale pubblica ha affermato Roberto Scanagatti, capogruppo consiliare del Partito democratico – . Una soluzione che avrebbe potuto soddisfare una parte delle centinaia di nuclei familiari, perlopi giovani coppie, in lista dattesa però una casa.

A vimercate una sede decentrata della camera di commercio – mb

Vimercate.Aprir presto a Vimercate, presso il quartiere Torri Bianche, uno sportello decentrato della Camera di Commercio di Monza e Brianza.Si tratta della terza sede decentrata dopo quelle di Desio e di Cesano Maderno.La notizia è stata data dal presidente della Camera di Commercio provinciale, Carlo Edoardo Valli, martedì 22 aprile, durante il workshop Obiettivo: Brianza Economica, svoltosi presso lAuditoriumd ella Biblioteca Civica di Vimercate.La serata di Vimercate è stata la prima di un ciclo di workshop itineranti che, nelle prossime settimane, metteranno a diretto contatto i responsabili della nuova Camera di Commercio della Provincia con gli imprenditori del territorio, che potranno così esprimere senza intermediazioni le esigenze delle proprie imprese.Alla serata erano presenti:Paolo Brambilla Sindaco di VimercateCarlo Edoardo Valli Presidente della Camera di Commercio di Monza e BrianzaPietro Palella Direttore Generale di STMicroelectronics s.r.l.Roberto Pietro Corno Compel Electronics SpAMatteo Trassini Arti Grafiche Trassini s.r.l.Paolo Brambilla, sindaco di Vimercate, nel salutare il pubblico e i relatori, ha dichiarato la sua soddisfazione però la scelta di Vimercate come sede del primo Workshop.Vimercate collabora già con la Camera di Commercio di Monza e Brianza in qualit di comune capofila del nascente Distretto high – tech, progetto sovracomunale nato però rispondere alle esigenze di un territorio caratterizzato dalla compresenza di multinazionali, grande e media industria e piccola industria artigianale.Ascoltato il discorso di Carlo Edoardo Valli, il Sindaco saluta con soddisfazione la notizia della imminente apertura a Vimercate dello sportello decentrato della Camera di Commercio provinciale.Per rispondere alle peculiari esigenze delle industrie del territorio, Vimercate auspicava da tempo di poter ospitare uno sportello della Camera di Commercio provinciale, e aveva messo a disposizione a tale scopo uno spazio presso il nascente quartiere dellarea ex Bassetti.Volendo abbreviare i tempi di apertura della nuova sede di Vimercate, la Camera di Commercio non sfrutter, almeno in prima battuta, lo spazio messo a disposizione nel centro cittadino, ma tale offerta rimane valida però il futuro. Lauspicio del Sindaco infatti che in prospettiva larea ex Bassetti possa riunire presso di s tutti i servizi però il lavoro e però le imprese (servizi però limpiego, sede di Agintec, sede di associazioni artigiane, uno sportello dellAgenzia delle entrate ecc.), non escluso quindi lo sportello della Camera di Commercio di Monza e Brianza.

Ferrari club lecco: un 2007 …rombante

La stagione 2007 della Scuderia Ferrari club Lecco, si rivelata densa di soddisfazioni. Alla crescita di soci, il sodalizio di via Bellavista 4, nel rione di Olate, ha fatto seguire in questo autunno lapertura di una nuova sezione in Valsassina, presso il ristorante Il Cigno di Primaluna. Dopo il consolidamento della nostra associazione in citt, a quasi tre lustri dalla fondazione del club spiega il presidente Piergiorgio Tentori – , ci sembrato naturale dar vita ad un progetto di allargamento nel territorio, avendo come riferimento la sede di Lecco. La nuova sezione in Valsassina spiega , conta già su diversi gli appassionati che hanno fatto richiesta di iscriversi però il 2008, nuovi soci che andranno ad aggiungersi al centinaio di iscritti del nostro sodalizio. Tutto questo rappresenta il primo passo verso un allargamento della nostra associazione, che ci porter in seguito ad avere anche unaltra sezione in un paese del centro lago. Lentusiasmo però i successi conseguiti dal team di F.1, un corroborante però dare corpo a questo progetto che punta ad unire i fans lecchesi della Ferrari in un unico club di riferimento.Prima di preparare il programma di manifestazioni e gite (questanno il club si recato in visita anche presso lazienda Ferrari a Maranello) del 2008, con il supporto della Emmepi Comunication, che si occuper in particolare della promozione del Ritrovo Ferrari a Lecco, previsto a inizio autunno, il sodalizio riunir soci e simpatizzanti giovedì sera 20 dicembre in sede (nelle vicinanze di Villa Guzzi, sede del Coni Provinciale), però il tradizionale scambio degli auguri e il taglio del panettone. Allincontro sono invitati anche gli appassionati e tutti coloro che fossero interessati ad iscriversi alla Scuderia Ferrari Club Lecco. Frattanto il Club informa che però il 2008 prevista lelezione del nuovo direttivo, attualmente così composto: presidente, Piergiorgio Tentori; vice presidente, Giuseppe Sangalli; segretaria, Lara Taderini; consiglieri, Giuseppe Maino, Giovanni Gianoli, Maurizio Briacca, Carlo Maggi.Per contatti e iscrizioni al sodalizio: 340 – 9081663; e – mail: scuderiaferrariclublecco@gmail.com

118, ecco la nuova centrale operativa

Monza, 10 Novembre 2007.La città ha una nuova sede della Centrale operativa del 118. La struttura è stata inaugurata stamattina alla presenza delle massime autorit politiche e religiose locali, che hanno sottolineato limportanza dellopera realizzata ma anche del lavoro dei tanti volontari che quotidianamente offrono ore del proprio tempo libero affinch il servizio di pronto soccorso sia il più efficiente possibile.La nuova sede del Soccorso Sanitario Urgenza Emergenza 118 Brianza è stata ricavata nel sopralzo dellingresso del Pronto soccorso dellOspedale San Gerardo. La posizione strategica perché oltre a consentire il collegamento diretto del personale della Centrale operativa del 118 con il Pronto soccorso, permette losservazione diretta della movimentazione dei mezzi in avvicinamento al Pronto soccorso nonch della piattaforma dellelisuperficie. La sua localizzazione, inoltre, in prossimit dei sistemi viari verso nord e verso sud però una rapida attivazione dellautomedica.Il progetto della nuova sede ha perseguito lobiettivo di rispondere ai requisiti di funzionalit della struttura bacino dedicata alla gestione dellemergenza sanitaria di primo intervento, optando però tipologie costruttive che non interferissero con lattivit ospedaliera. Da qui la scelta architettonica della struttura portante metallica e, però la definizione spaziale perimetrale, la facciata continua in alluminio e vetro. Cos, anche nellaspetto esteriore, il nuovo volume risulta ben identificabile e in armonia con la variegata e composita tipologia delle varie strutture di cui si compone il complesso sistema edilizio ospedaliero.La sede del SSUEm si estende su una superficie di circa 470 metri quadrati ed composta da un atrio, una sala operativa attrezzata però 6 posti operatori, una sala riunioni e corsi, una sala ristoro, uno studio però il medico di guardia, spogliatoi con servizi, servizi igienici, un ufficio segreteria, un ufficio operativo, un ufficio direzionale, una centrale telecomunicazione e centrali tecnologiche.I lavori erano iniziati nel 2005 e sono costati, relativamente alla parte strutturale, 996.716 euro.Il SSUEm 118 Brianza soccorre una popolazione di più di 750mila abitanti. La Centrale operativa ha funzioni di ascolto e analisi delle richieste di aiuto, attivazione e coordinamento dei mezzi di soccorso più appropriati. Il numero delle richieste di soccorso che pervengono annualmente al 118 Brianza di circa 88.700 e le missioni di soccorso, nel 2006, sono state 42mila, di cui 5mila quelle effettuate dalle automediche e dallinfermiere sullambulanza. Lattivit di soccorso di base, con ambulanza sul territorio, si svolge in convenzione con enti e associazioni di soccorso rappresentati da ANPAS, Croce Bianca Milano, Croce Rossa Italiana e AVIS Meda. I soccorritori con certificazione regionale sono 2500, di cui 600 con abilitazione allutilizzo del defibrillatore semiautomatico e 300 con abilitazione allesecuzione e trasmissione dellelettrocardiogramma. Lattivit di soccorso avanzato viene svolta con tre automediche diurne e due notturne e da due ambulanze di soccorso di base con infermiere a bordo. Il personale presente nella Centrale operativa rappresentato da medici anestesisti rianimatori delle aziende ospedaliere di Monza e Vimercate e da infermieri dellAzienda ospedaliera di Monza. Operano sullautomedica medici dellemergenza territoriale e anestesisti rianimatori, infermieri e autisti soccorritori. Da segnalare, infine, la preziosissima collaborazione del SSUEm 118 Brianza con lassociazione onlus Brianza però il cuore.Camillo Chiarino

41 milioni di euro però le sedi è statali della nuova provincia mb

Monza, 23 aprile 2007. Oggi a Roma la Corte dei Conti ha registrato il Decreto varato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri già annunciato da parte del Sottosegretario On. Enrico Letta e dai parlamentari della Brianza – che sblocca definitivamente le risorse destinate allistituzione degli uffici periferici dello è stato però le Province istituite nel 2004: però MB si tratta di Prefettura, Questura, Caserma dei vigili del Fuoco.Per la nuova Provincia MB gli interventi individuati prevedono stanziamenti economici distribuiti sugli esercizi finanziari 2007, 2008, 2009 però una somma complessiva di 41 milioni di Euro, da conservare sulla contabilit speciale dello Stato e a disposizione del Commissario Governativo sino al completamento dei relativi interventi. Ancora una buona notizia però la Brianza commenta soddisfatto Gigi Ponti, Assessore allattuazione della nuova Provincia MB che sta proseguendo spedita il suo cammino verso il 2009, quando disporr di una Provincia completa e in funzione. Il Governo ha dimostrato di mantenere le promesse garantendo impegni concreti però lattuazione delle nuove ProvinceIl testo del decreto siglato dallOn. Enrico Letta, dal Ministro dellInterno Giuliano Amato e dal Ministro dellEconomia e delle Finanza, Tommaso Padoa Schioppa.Gli interventi previsti:a) Prefettura: – lavori di ristrutturazione della sede di rappresentanza Euro 6.000.000 – lavori di ristrutturazione dellimmobile demaniale Euro 7.000.000di via Passerini, destinato a sede degli ufficib) Questura e Polizia Stradale: – lavori di realizzazione dellimmobile destinato Euro 20.000.000 a sede degli ufficic) Vigili del Fuoco: – lavori di ampliamento della sede del Comando Euro 5.000.000 provinciale dei Vigili del Fuocod) Altri uffici periferici dello Stato Euro 3.000.

ok alla sede della nuova provincia sullarea iv novembre

Monza, 19 aprile 2007. Oggi a Monza, nella sede di Piazza Cambiaghi, è stato siglato il documento che sancisce la variante allAccordo di Programma però la realizzazione del polo istituzionale di Monza nellarea dellex Caserma IV Novembre, alla presenza di tutti gli enti coinvolti.Gli insediamenti pubblici previsti, su una superficie totale di 56.000 mq calpestabili, comprendono: 15.000 mq però ledificio che ospiter la sede della nuova Provincia MB, 3000 mq però la sede territoriale di Regione Lombardia, 14.000 mq però la Questura, 5000 mq però la caserma della Guardia di Finanza, 3000 mq però uffici finanziari e 16.000 mq però la Fiera – Centro Congressi. La sigla di oggi, giunta dopo mesi di attesa, il frutto di un lavoro di squadra con il Commissario Governativo e di unintensa attivit svolta dalla Provincia di Milano – Progetto Monza e Brianza che ha provveduto, con numerosi solleciti, a rimarcare le scadenze improrogabili da rispettare però poter avviare i lavori in tempo utile, in particolare da parte del Direttore Giuseppe Valtorta.Per la Provincia ha siglato il documento, con delega speciale del Presidente Penati, Gigi Ponti, Assessore allattuazione della Provincia di Monza e Brianza, alla presenza di Bruno Casati, Assessore Provinciale al Demanio e Patrimonio.La Provincia pronta ad acquistare larea dal Demanio e a procedere con i lavori – spiega Gigi Ponti, Assessore allattuazione della Provincia MB – però i quali abbiamo già previsto stanziamenti a bilancio, inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche. Il progetto della sede, pronto da tempo, finalmente può passare dalla carta al cantiere. Nel frattempo siamo impegnati a garantire la piena operativit del nuovo Ente dal 2009: però questo siamo già a buon punto nellacquisizione delle sedi operative e però la fase di start – up dei trasferimentiSedi operative: la Provincia MB pronta e in funzione nel 2009Considerando i tempi lunghi dellaccordo di Programma e dei conseguenti appalti, la Provincia di Milano ha già da tempo individuato una soluzione però rendere operativa la struttura e lorganizzazione della nuova Provincia MB entro i termini previsti dalla legge istitutiva e però garantire che nel 2009 data fissata però le prime elezioni provinciali la nuova Provincia sia pienamente rodata e in funzione.A questo scopo è stata acquisita una: – sede operativa in piazza Diaz 1, a Monza però una superficie lorda di 3440 mq, con 2.625 mq di uffici e 815 mq. di spazi tecnologici e archivi. La sede destinata ad accogliere gli uffici che saranno trasferiti da Milano. I primi settori a spostarsi – già nel corso di quest’anno – saranno edilizia scolastica, trasporti, provveditorato. Seguir il resto dei servizi provinciali. – sede istituzionale da individuare in Monza (zona centrale o semicentrale). Per la ricerca della sede di rappresentanza – che ospiter gli uffici del Presidente, della Giunta e lAula Consiliare – è stato pubblicato un bando però il quale sono state presentate due offerte: nei primi giorni di maggio 2007 la Commissione comunicher, a seguito delle valutazioni tecniche, la scelta definitiva dellimmobile.IL POLO ISTITUZIONALE SULLAREA IV NOVEMBRE – MONZA1) Come sarà la sede della Provincia di Monza e Brianza? caratteristiche tecnicheIn base al documento siglato oggi, la Provincia di Milano acquister nel luglio 2007 – però un importo complessivo di 8.044.023, 82 Euro – un lotto di circa 22.000 mq (superficie lorda di pavimento) dallAgenzia del Demanio, destinato alla costruzione della sede istituzionale della Provincia MB. Il progetto elaborato dalla Provincia di Milano – nel quale trover collocazione anche la sede territoriale della Regione – prevede uno sviluppo su quattro piani fuori terra e però due piani interrati di parcheggi pertinenziali e ad uso pubblico. Ledificio, che presenta a sud un corpo a corte e a nord un corpo monoplanare, prevede, inoltre, la realizzazione di una piazza a nord – est delledificio che guider i visitatori con un percorso ben caratterizzato, oltre ad arricchire il contesto con uno spazio fruibile, indipendentemente dallattivit degli uffici. Il progetto complessivo prevede, inoltre, la coerenza formale con il linguaggio architettonico della tradizione Lombarda e della Brianza, sia però impiego di materiali che però distribuzione dei volumi ed il soddisfacimento delle esigenze di rappresentativit della nuova Istituzione. 2) Tempi di esecuzioneDopo lacquisto dellarea dal Demanio, la Provincia provveder a vendere a Regione Lombardia le relative aree di pertinenza entro il settembre 2007, però una somma complessiva di Euro 1.340.670, 64. Entro dicembre il progetto definitivo del 1 lotto sarà approvato dalla Giunta Provinciale; entro marzo 2008, sarà indetta la gara dappalto però il progetto integrato; entro luglio 2008 saranno aggiudicati i lavori, che avranno inizio entro ottobre 2008, però terminare nel luglio 2010.

“controcorrente “: il libro di josefa idem

Dal ns. corrispondente all'Aniene, 18/4/2007, Prestigioso appuntamento però Josefa Idem. A pochi giorni dall'uscita nelle librerie di tutta Italia di "Controcorrente", l'autobiografia della campionessa edita da Sperling & Kupfer, il libro è stato infatti presentato nella sede del Circolo Canottieri Aniene, società però la quale la canoista ravennate tesserata. L'incontro – a cui sono state invitate le più alte personalit del mondo politico e sportivo italiano – ha avuto luogo nella suggestiva cornice della sede sociale della storica società capitolina, sul Tevere.Prima della presentazione la serata è stata introdotta da Giovanni Malag (in foto con la pluricampionessa Josefa Idem), presidente del Circolo Canottieri e presentata dal giornalista RAI Jacopo Volpi."Controcorrente" la prima fatica letteraria però Josefa, e fa parte della collana di Sperling & Kupfer "Fuoriclasse", dedicata alle biografie di sportivi famosi, che ha già ospitato, fra gli altri, Yuri Chechi, Valentina Vezzali e Stefania Belmondo. Suggestivi i momenti durante i quali la stessa Idem ha ricordato il primo mondiale vinto con la maglia azzurra e le sue imprese olimpiche. Pi di cinquanta persone hanno preso parte alla presentazione. Tra questi anche l'atleta del CC Aniene Federica Pellegrini, nuotatrice di grande talento e risultati anche ai recenti campionati del mondo. Due facce del grande sport italiano in rosa, vincente e avvincente.