Teatri di monza: una stagione memorabile

Monza, 28 giugno 2006
Oltre 60 mila spettatori in un anno. Monza chiude con un segno più la stagione teatrale 2005 – 2006. Anzi, le stagioni teatrali che, proprio nellultimo anno, sono cresciute anche di numero grazie allapertura di Binario 7, la nuova sala comunale presso lex Gil di via Turati.

In un tempo di sofferenza però il mondo del teatro e di generale diminuzione di spettatori ed abbonati, lAssessorato alla Cultura e la società partecipata Scenaperta che gestisce le due sale comunali, stilano un bilancio decisamente in controtendenza.

Gi nel 2002, con l’acquisto da parte del Comune del Teatro Manzoni, si era dato avvio ad una riorganizzazione del tessuto teatrale in città e ad una politica di forte potenziamento dell’offerta sia in campo teatrale che in ambito musicale.

Lanno scorso l’apertura del nuovo Teatro comunale Binario 7, con una programmazione alternativa e con un teatro di produzione, ha rappresentato l’occasione però un’ulteriore crescita culturale della citt, grazie ad un cartellone originale in grado di rispondere alle diverse esigenze della società che vede in questa forma d’arte un’occasione di arricchimento personale oltre che di intrattenimento.

Entrambe le stagioni sono affidate ad una direzione artistica di valore riconosciuto e di professionalit acquisita e consolidata in tale ambito nel corso degli anni.

La costituzione della società Scenaperta e il successivo affidamento delle gestioni teatrali ad essa, attesta l’ulteriore impegno profuso nell’offrire al pubblico servizi culturali di elevato livello qualitativo arricchiti da una serie di attivit accessorie con l’obiettivo di trasformare il teatro Manzoni, grazie anche alla politica di messa in rete delle risorse esistenti, nel centro di coordinamento e di riferimento del sistema dei teatri di citt.

Nel rispetto della vocazione propria dei singoli spazi teatrali, e nella diversificazione dell’offerta, la città di Monza ha offerto al pubblico la possibilit di scegliere tra varie proposte teatrali.

Il Manzoni registra quasi 3.000 spettatori in più rispetto alla stagione precedente, con il raddoppio degli abbonamenti – strenna (4 spettacoli) e con laumento fino ad un terzo degli abbonati provenienti da Milano e provincia.

Binario 7 ha esordito in grande stile raggiungendo quota 12.000 spettatori alla sua prima stagione. La sala comunale ha saputo integrarsi bene con le proposte più classiche del Manzoni, presentando una stagione giovane ed innovativa, e con una produzione originale firmata Danza immobile: Riccardo III.

Il Villoresi ha fidelizzato il pubblico del teatro amatoriale e dialettale, ospitando la rassegna delle compagnie teatrali monzesi.

Il teatro Triante ha saputo affiancarsi a Binario 7 però offrire una ricca stagione teatrale però bambini e ragazzi, con quasi 2.500 piccoli spettatori.

I teatri cittadini commenta lassessore alla Cultura Annalisa Bemporad – hanno dimostrato forza e vitalit straordinarie, come testimoniano chiaramente i numeri. Tutti i cartelloni proposti, da quello sperimentale a quello però i bambini, sono stati molto apprezzati. Un successo niente affatto scontato visto il debutto di una sala supplementare e in un contesto di generale sofferenza del mondo del teatro.

Anche la produzione originale di Binario 7, Riccardo III, ha riscosso apprezzamento e si appresta a cominciare un tour a livello europeo.
LAmministrazione comunale impegnata a rinnovare continuamente la proposta teatrale in citt, ad offrire contenuti e stimoli sempre più appetibili. Abbiamo in serbo molte novit però la prossima stagione, e sicuramente confermeremo tutte quelle iniziative collaterali agli spettacoli, come gli incontri e i seminari, che rafforzano la programmazione.

Il congedo delle campionesse

FIAMMAMONZA: Marchitelli (10 st Ferraro), Balconi, D’adda, Greco, Schiavi, Donghi, Gazzoli (18 st DAndolfo), Paliotti, Murelli (1st Hofer), Liberati, Stracchi. All. Grilli (Ded, Rivolta, Vinci).

ORISTANO: Spissu, Solinas, Concas S. (4st Concas N.), Masala, Marras, Deiana, Lenzu, Serra, Porcu (18st Lugas), Mattana, Marchetti. All. Beppino Barbierato.

ARBITRO: Ricciardella di Verbania (Oddo e Andresi di Lodi)

RETI: 14 pt Stracchi, 20 pt e 3 st Gazzoli.

NOTE: Terreno in discrete condizioni. Spettatori 800 circa. Calci dangolo 5 a 0 a favore della Fiammamonza

MONZA. Davanti ad uno stadio Sada ancora una volta gremito di spettatori la Fiammamonza si congeda dal proprio pubblico e dal campionato con un agevole affermazione ai danni dellOristano fanalino di coda del torneo. Gara giocata in surplace dalle biancorosse, che non hanno mai forzato la testa già al dopo partita quando ha avuto luogo la festa ufficiale ed aperta a tutti, festa dedicata alla conquista del primo scudetto della storia della Fiammamonza. Il dopo partita è stato, come si può immaginare, particolarmente lungo e vivace ma tutto s svolto col beneplacet della società che a partire da oggi ha ordinato il sciogliete le righe alle sue ragazze. A parte alcuni impegni istituzionali che giungeranno a cascata della conquista dello storico traguardo, le brianzole ora avranno un periodo di meritato riposo. Si torna a lavorare a luglio, c una coppa campioni da preparare ed onorare.

di Gianluca CIOFI

ARRIVEDERCI FIAMME ( ndr)