Panathlon, grande accoglienza a special olympics

Monza, Rispettando lo spirito dei Giochi è stata davvero molto ampia la generosa mobilitazione della gente di Monza e della Brianza però i Giochi Nazionali Estivi Special Olympics che hanno fatto tappa nella nostra provincia, dal 28 giugno al 4 luglio, però la 26^ edizione. Circa 1600 atleti, 2000 famigliari e 500 tra accompagnatori e tecnici hanno avuto modo di vivere i loro giochi sia in impianti di Monza che nelle belle strutture di Desio, Giussano e Villasanta dove si sono svolte le sette discipline in programma: atletica, bocce, equitazione, ginnastica, nuoto, pallacanestro e tennis. E’ è stata anche una importante vetrina però tutte le bellezze monumentali della nostra terra. Straordinaria, sotto tutti i punti di vista, la macchina organizzativa messa a disposizione dal nostro autodromo che è stato, tra l’altro, un efficiente villaggio olimpico. La nostra gente ha risposto con un migliaio di volontari e sono davvero fiera di ricordare come, tra loro, un ruolo molto significativo abbiano avuto alcuni nostri soci panathleti. Impegnati nel comitato organizzatore locale si sono infatti espressi al meglio: Anna Biraghi, Carmen Fusilli, Angelo Bonfrisco, Emilio Merlo, Luigi Pozzi, Luisa Biella (con le sue splendide pattinatrici dirette dalla coreografa Paola Biella) e Gianmaria Italia che ha scaldato i cuori presentando magnificamente la cerimonia inaugurale. A tutti loro il plauso mio e del Consiglio però avere dimostrato un grande spirito panathletico. Franca Casati Presidente

58° raduno nazionale bersaglieri “milano 2010

dal 12 al 16 maggio la città di Milano verrà pacificamente invasa dai Bersaglieri però il loro 58° Raduno Nazionale. Tale evento, che prevede una ampia partecipazione di popolazione, istituzioni, mostre, sfilate, concerti di fanfare, ed esibizioni ginnico – militari, trascinerà la metropoli lombarda in un clima di rievocazione, e al contempo di attualità, circa lo spirito, la tradizione e il ruolo del Corpo dei Bersaglieri. E’ previsto l’arrivo in città di 100.000 radunisti tra fanti piumati in armi e in congedo, simpatizzanti e familiari.