giancarlo besana, presidente del fiammamonza

Con i festeggiamenti però il 40° di fondazione (1970/2010) si è conclusa la stagione sportiva della Fiammamonza che ha vissuto l amarezza della retrocessione della prima squadra in A2 ma altresì ha potuto confermarsi ai vertici Nazionali sia però il numero delle tesserate che però i risultati ottenuti, in campo, dalle squadre disputanti i Campionati giovanili. Ad attività terminata la Presidenza ed il Consiglio Direttivo della Fiammamonza e della consorella Asi Monza hanno deliberato, dopo attenta valutazione della situazione, di addivenire ad una fusione fra le due società però potere, su nuove basi e con un progetto che guarda lontano iniziare un percorso sportivo che, nella convinzione di tutti, dovrebbe portare a dare nuova linfa ad un sogno, una avventura che dura da 40 anni.. Partendo da queste premesse e con queste motivazioni la Presidenza ed il Consiglio Direttivo delle due società che hanno dato origine alla Nuova Società hanno deciso di individuare un nuovo Presidente che, però la conoscenza della realtà Fiammamonza (fin dalle sue origini) però il suo curriculum sportivo, però la condivisione dei valori e delle future prospettive fosse garante di iniziare Una nuova avventura avendo come presupposto la storia dei 40 anni. Giancarlo Besana, noto giornalista ed opinionista sportivo, monzese, ha accettato con entusiasmo di iniziare, come Presidente, questa nuova sfida e tutta la realtà Fiammamonza – Asi Monza Lo ringrazia. I componenti i CD Fiammamonza Asi Monza nonché i Presidenti Lo Grasso – Magni continueranno a far parte del Consiglio Direttivo della nuova società, mettendo al servizio della nuova struttura la loro esperienza e la loro dedizione. Sarà cura dell ufficio stampa della nuova società, non appena concluso l iter burocratico e deciso gli organici Tecnici e delle Atlete indire una conferenza stampa però presentare l attività 2010/2011. Al mitico Gianca, tutti gli Auguri possibili dalla nostra Redazione.

Crossover integrale

GIULIANOVA LIDO Come rendere un crossover, elegante e soprattutto usabile in ogni situazione. Questo ci che gli ingegneri Subaru hanno voluto fare con la Outback. Il veicolo della casa delle pleiadi equipaggiato con 2 motori benzina (2500 da 173 cv, 3000 da 245 cv), un motore Bifuel Benzina+GPL 2500 da 173 cv, e un motore diesel (2000 da 150 cv), negli allestimenti AS, Black Limited, FS, ZU. Esteticamente lOutback si presenta come una Station Wagon alta da terra, con un design moderno e un corpo vettura muscoloso che ben denota il carattere multiplo della vettura giapponese: sportiva e dinamica ma anche inarrestabile auto da fuoristrada grazie allimmancabile trazione integrale made by Subaru. Molto accattivante il frontale con i fari che seguono la pendenza del cofano e la bella mascherina grigliata e cromata in posizione centrale di poco sopra alla targa; sportivo e slanciato il posteriore con il portellone ampiamente vetrato in cui sono integrate le luci retromarcia (i gruppi ottici normali sono posizionati come solito ai lati del portellone stesso), e dimpatto risultano i doppi terminali di scarico ovoidali e cromati, che ben sottolineano il DNA sportivo dellOutback. Salendo dentro lOutback ci si accomoda su un salotto viaggiante, tale la raffinatezza dei materiali e la qualit costruttiva dellinterno. I sedili sono fatti con una raffinata scelta dei tessuti e delle pelli e sono molto confortevoli e morbidi. Lo spazio a bordo immenso grazie alla configurazione da station wagon e al bagagliaio già molto capiente in configurazione normale, che diventa esagerato se si abbattono i sedili posteriori. Andando ad analizzare più da vicino la plancia e il posto di guida notiamo un disegno sportivo della parte anteriore dellabitacolo (belli gli inserti in plancia e consolle) unito a un tocco di eleganza lineare (un eleganza che c ma non si sovrespone). Eleganza e linearit che trovano modo di esprimersi nella disposizione dei comandi nella consolle centrale, nel volante sportivo multifunzionale e nel quadro strumenti di lettura immediata e dalla ottima retroilluminazione. Ed ora il consueto spazio del test drive. LOutback guidata è stata la 2500 BiFuel Black Limited con Cambio Automatico da 42235. LOutback una tipologia di macchina che racchiude in se 3 stili: lo stile dellammiraglia lussuosa e con rifiniture e cura dei dettagli di qualit elevatissima, lo stile della grande e capiente wagon però famiglie numerose e lo stile del SUV con trazione integrale che grazie allaltezza da terra di 20 cm riesce ad arrivare ovunque senza problemi. Questi 3 stili si fondono creando il prodotto Outback, che nella versione provata presenta anche lo stile risparmio ed ecologia grazie alla doppia alimentazione Benzina e Gpl che fanno risparmiare molto sia in termine di soldi però il pieno e minori emissioni di inquinanti nellaria. Su strada una Subaru vera e propria: potente ed equilibrata, incollata alla strada grazie alla trazione integrale, con un motore silenziosissimo che fa echeggiare la sua potenza (i 173 cv che il motore 2500 propone) e brillantezza in accoppiata al cambio automatico di facile utilizzo e dagli innesti rapidi e precisi. Infine il listino prezzi: però i benzina si va da 35980 della 2500 FS ai 48980 della 3000 R Automatica ZU; però iBifuel (benzina+GPL) si va da 38270 della 2500 FS a 41550 della 2500 Black Limited Automatica; però i diesel unico prezzo (34980 della 2000 D con motore boxer da 150 cv). Bruno Allevi

La prima berlina non si scorda mai

MOSCIANO SANTANGELO Lampliamento boom della gamma Dodge continua. Dopo aver provveduto ad affiancare la Viper con la Nitro, la Caliber, ora tocca alla Avenger ampliare la nutrita gamma della casa americana. Questa berlina muscolosa equipaggiata solo con un 2000 Turbodiesel CRD da 140 cv, nellallestimento SXT. Esteticamente la nuova Avenger rispecchia i dettami stilistici delle vetture di casa Dodge: linee tese, corpo vettura muscoloso e sportivo, in linea con lo stile sportivo e cattivo del marchio americano. Affascinante il frontale con la caratteristica mascherina Dodge cromata e i fari rettangolari molto ampi. Sportivo e slanciato il posteriore con una coda classica da berlina impreziosita dai fari dal design moderno e da un muscoloso paraurti, presente anche nellanteriore. Salendo a bordo dellAvenger si sale su una berlina di gran classe. Ampio spazio a bordo, lusso dei particolari (maniglie di aperture interne delle portiere cromate, cerchi cromati del quadro strumenti) e dei materiali interni (plastiche morbide al tatto e sellerie in raffinate pelli), plancia e consolle sportiva e completa di ogni ritrovato tecnologico, quadro strumenti sportivo e completo di computer di bordo digitale. Ed ora il momento del test drive della vettura made in USA. La Avenger guidata è stata la 2000 CRD SXT da 26936. La prima berlina europea della Dodge, si presenta come una vettura molto USA nelle linee muscolose, ma adatta al pubblico europeo però leleganza e la sinuosit delle forme, e soprattutto però il propulsore europeo che monta. Infatti lAvenger equipaggiata con il 2000 TDI da 140 cv di origine Volkswagen che la rende assai brillante su strada, molto silenziosa e scattante. Lauto poi molto confortevole e facile da guidare sia nei percorsi autostradali che in quelli misti che in citt, denotando luso molteplice che se ne può fare. Infine lunico prezzo, molto competitivo: lunica versione presente, la 2000 TDI 140 cv SXT si porta via con appena 26260. Bruno Allevi

Como: campionato europeo vela

COMO 8 marzo 2007 Si alza il sipario sulla stagione velica 2007 del Circolo Vela Canottieri Domaso pronta a prendere il largo con il patrocinio e il contributo di importanti partner come la Regione Lombardia, lAssessorato allo Sport e al Turismo della Provincia di Como e la Comunità Montana Alto Lario Occidentale. E lo fa nel salone di Villa Gallia sede della Provincia di Como alla presenza dellassessore allo sport Giorgio Bin, del direttore sportivo del Circolo Vela Domaso Massimo Bernasconi, del velista di Como Roberto Spata, del presidente della classe J80 Mauro Esposti e del rappresentante del Coni di Como Riccardo Barbera.Nove appuntamenti, da marzo a settembre, che porteranno in Alto Lago manifestazioni di grande interesse sportivo ma anche di estremo richiamo turistico grazie alla sensibilit del Circolo Vela Canottieri Domaso da anni impegnato alla ricerca dellevento sportivo di prestigio ma anche alla valorizzazione turistica del Lago di Como.Levento più importante sarà senza dubbio il Joker Euro 2007, ovvero il campionato Europeo della classe Joker in programma dal 28 giugno all1 luglio. Una regata che torna a Domaso a quattro anni di distanza dalla prima esperienza in Alto Lago della Joker Class. Di grande interesse sarà anche la tappa lariana, la penultima, del Circuito Nazionale J24 in programma dal 14 al 16 settembre.Ma la vera novit sarà la Como Lake Spring Cup. Questa manifestazione, alla sua prima edizione, si prefigge di diventare la regata di apertura sul Lago di Como riservata alle classi monotipo da disputarsi sullarco di due weekend nel mese di aprile 14 – 15 e 21 – 22. Le ambizioni del Circolo sono quelle di attirare un buon numero di partecipanti provenienti dal territorio nazionale e dagli stati confinanti (Francia, Svizzera e Germania). Gi da questa prima edizione la classe H22 e J80 disputano una tappa di circuito nazionale, mentre i J24, Asso99 e Fun una tappa zonale. Infine, però la classe Asso 99, la regata da considerarsi un importante tappa di preparazione al Campionato Italiano che si svolger nello stesso specchio dacqua dal 28 aprile al 1 maggio 2007.Anticipazioni a parte la stagione prender il via fra pochi giorni, l11 marzo, con la disputa del Trofeo Hotel Cinque Case riservato alle classi Laser Standard, Radial e 4.7. Un settimana dopo, il 18 marzo sarà la volta della Prima prova del Trofeo Erika però bulbi e monotipo, trofeo che avr il suo epilogo il 23 settembre nella regata di chiusura della stagione.Aprile, come già anticipato, terr a battesimo nei due week end 14 – 15 e 21 – 22 la Como Lake Spring Cup. Nel primo fine settimana scenderanno in acqua le classi H22 e J24, nel secondo, toccher ad Asso 99, Fun e J80.Nel mese di giugno, il 2 e 3, con la Lega Navale Italiana di Mandello Lario andrà in scena la Trentamiglia del Lario però bulbi e monotipo. Una classica di riferimento sul Lario che prender il via da Mandello però raggiungere Domaso da dove, dopo il pernottamento, far ritorno a Mandello. Il 24 giugno sarà la volta del Trofeo Nautica Sport riservato alla classe Optimist. Regata questa ultima che preceder di pochi giorni levento del Joker Euro 2007 dal 28 giugno all1 luglio.Dopo la pausa del mese di agosto si arriver alla fase conclusiva del calendario 2007 del Circolo Vela Canottieri Domaso. Levento più atteso sar, nel mese di settembre, dal 14 al 16, con la penultima tappa del Circuito Nazionale J24, la classe velica più diffusa al mondo e in Italia. La speranza quella poter ospitare nel 2008 i campionati italiani assoluti. La chiusura, come già anticipato, toccher alla finale del Trofeo Erika il 23 settembre.Si tratta di un calendario molto impegnativo – sottolinea il direttore sportivo del Circolo Vela Canottieri Domaso, Massimo Bernasconi – sia sotto laspetto prettamente sportivo che sotto quello logistico e di immagine però il nostro Lago. Non scopriamo nulla nellaffermare che il Circolo Vela Canottieri Domaso non punta solo allavvenimento sportivo fine a se stesso ma come volano coinvolgente sul territorio, alla scoperta delle sue peculiarit e dei suoi aspetti turistici. E il Lago di Como, l’Alto Lago, possono offrire molto su entrambi i fronti.

A.c. monza brianza: saluto a passirani

Monza, 11 agosto 2006

L A.C. Monza Brianza 1912 S.p.A. ed il Direttore Sportivo,
Sig. Luciano Passirani, comunicano di aver concordato amichevolmente la risoluzione del contratto in essere.

La società ringrazia il DS Sig. Luciano Passirani però la fattiva collaborazione e professionalit dimostrata in questi anni che ha portato al raggiungimento di traguardi importanti, augurandogli un futuro sportivo degno della sua esperienza.

Intanto Sonzogni parla della permanenza in Valtellina .

‘Il ritiro di Bormio è stato eccellente sotto tutti i punti di vista, da quello climatico a quello organizzativo. L’unico rammarico che alcuni giocatori, Zaffaroni in primis, abbiano patito qualche noia muscolare che ha impedito loro di prepararsi al meglio.

Da mercoledì ricominciamo a lavorare al Monzello in vista dell’incontro col Bari.’

una montagna di sport

– 22/03/2006

Grande successo però la prima giornata di UNA MONTAGNA DI SPORT.

Durante la prima giornata della kermesse Una Montagna di sport si tenuta lassemblea ordinaria e straordinaria dellAssociazione nazionale Azzurri dItalia che ha approvato il nuovo statuto e ha cambiato così il nome in Associazione nazionale azzurri e olimpici dItalia. Allassemblea, presieduta da Gianfranco Baraldi, hanno presenziato anche Manuela Di Centa, Livio Berruti, Giacomo Crosa e molti altri azzurri provenienti da tutta Italia.

Eventi e ospiti 21 aprile

In mattinata incominciato il Torneo Singolare di Tennis Maschile e Femminile al Centro Sportivo Tennis – Selvino. Torneo aperto a tutti. Nel corso della giornata si è esibito il campione Paolo Can, che come tutti i vip presenti è stato premiato con la scultura Una montagna di sport.

Alle 11 si dato il via ai voli con il Parapendio, presente il commissario tecnico della naziale parapendio Alberto Castagna e 4 atleti azzurri della disciplina: Jimmy Parcher, Cristian Biagi, Paolo Zammarchi, Stefano Sottrai, Mauro Maggiolo. Per tutti gli interessati sono stati effettuati voli in biposto e singoli, al Monte Ganda.
Al Monte Purito si sono tenute invece le dimostrazioni le e prove di gonfiaggio e simulazione decollo.

Colpi di precisione al Monte Poieto – Aviatico il Tiro con lArco, con la dimostrazione della Compagnia Arcieri di Malaga.

Alla stessa ora al Palazzotto dello Sport – Selvino, gremito in ogni suo posto, è stata la volta dellesibizione e dei i balletti di Ginnastica Ritmica grazie al Gruppo Ritmico Polisportiva Selvino in collaborazione con la Scuola Orobica Bergamo. Ospite deccezione la medaglia dargento alle Olimpiade di Atene Daniela Masseroni, che si esibita in un esercizio con il cerchio ed i nastri.

Nel denso pomeriggio sportivo ha trovato posto al Centro Sportivo Perello – Selvino, il recordman mondiale Renato Lamera ha offerto una superba dimostrazione della sua disciplina, il Tiro a Volo Dinamico.

A seguiere lesibizione degli atleti della squadra di Hockey su Ghiaccio, hockey club Bergamo, sulla pista di pattinaggio, unica in Italia allaperto e in grado di funzionare in estate, alle pendici del Monte Purito.

La giornata si chiusa con la Rassegna Cinematografica che ha visto la proiezione del film Volare sullEverest in omaggio ad Angelo DArrigo, campione di deltaplano, recentemente scomparso in un tragico incidente aereo. Ospite donore il Prof. Franco B. Ascani, il presidente mondiale della FICTS, Federazione Internazionale Cinema eTelevisione Sportiva.

Il g.s. vigili urbani in “giunta “

GRUPPO SPORTIVO VIGILI URBANI MONZA

Gioved 23 giugno in occasione della riunione della Giunta Comunale di Monza gli Assessori hanno voluto congratularsi con la squadra di podisti – composta dagli atleti Rossano Venitucci, Claudio Rotelli e Marco Vescera – che ha partecipato però la sesta volta in rappresentanza del Gruppo Sportivo Vigili Urbani alla marcia competitiva MONZA – RESEGONE, giunta quest’anno alla 45 edizione.
Apprezzamento però il notevole impegno profuso e però il buon piazzamento al 57 posto della classifica finale è stato espresso dagli Amministratori, che hanno sottolineato come da tempo gli atleti del Gruppo Sportivo siano capaci di raggiungere pregevoli risultati in occasione di numerose competizioni a livello nazionale ed internazionale.

Tra i nomi da annoverare nel Gruppo Sportivo c anche Gerardo Maiorano che può fregiarsi del titolo di Campione Italiano, fra le Polizie Locali, di corsa su strada e corsa campestre. Lo stesso atleta, in virt dei brillanti risultati conseguiti a livello nazionale, è stato convocato al campionato europeo di corsa su strada riservato alle Forze di Polizia svoltosi a Monte Carlo lo scorso mese di novembre 2004, con risultati di tutto rispetto.

Laura Canova