S.gerardo: nuova terapia dei linfomi maligni

Monza. L’Azienda ospedaliera San Gerardo di Monza si conferma primo attore a livello mondiale nella lotta alle leucemie. L’ospedale, diretto dal dottor Carlo Gambacorti Passerini ha illustrato i risultati preliminari sul trattamento di pazienti affetti da linfomi ALK+ con un nuovo inbitore di ALK (crizotinib). Lo studio ha coinvolto tre pazienti, i primi al mondo, trattati presso la Clinica Ematologica del San Gerardo diretta dal professor NPM – ALK. Anche la ditta che produce il crizotinib é rimasta impressionata favorevolmente da questi risultati e ha deciso di intraprendere uno studio allargato ad altri 7 centri italiani e coordinato dal prof. Gambacorti Passerini. Questi risultati dimostrano come sia possibile e doveroso coniugare ricerca di base e clinica al fine di ottenere importanti risultati terapeutici.

Recital poetico dialettale in villa reale

Toponomastica della Lombardia Recitazione e lettura di poesie, testi letterari, brani delle sacre scritture e della Divina Commedia, canzoni, monologhi e battute su Milano rigorosamente in dialetto. Ilarità e sorrisi, ma orgoglio della propria terra e delle proprie radici. Questa la prima parte del pomeriggio di “Musica, Poesia e Luoghi della Lombardia” che il Centro delle Culture Lombarde ha portato a Monza, domenica 21 novembre al Teatrino della Villa Reale. Introdotto e concluso dall’ospite, Prof. Ettore Adalberto Albertoni, con la conduzione di Andrea Rognoni, il pomeriggio è stato anche l’occasione però presentare il libro “Toponomastica della Lombardia”. Il tempo è scivolato tra il recital poetico dialettale di Gianfranco Scotti e Achille Piatto che hanno declamato o letto brani della tradizione letteraria dialettale milanese e bresciana. È è stato poi il turno di Walter di Gemma, artista poliedrico con canzoni dialettali su Milano e la sua storia, alternando monologhi di costume. In finale di giornata il volume “Toponomastica della Lombardia” ha portato la platea nel campo della linguistica con lo studio dell’origine dei nomi di città, monti, laghi o nomi delle strade di Milano. Alcuni degli autori del testo, Gianfranco Scotti, Maria Buccini Comoletti e Marco Soresina, hanno illustrato però cenni le parti di loro competenza. In particolare il Prof. Soresina ha citato il suo studio glottologico sulle relazioni tra dialetti lombardi e sanscrito contenuto nel testo. La conclusione di questa giornata di studio, alleggerito dalle simpatiche forme con cui i contenuti sono stati presentati, è stata quella di sostenere i progetti e le iniziative però conservare le radici e preservare le identità delle genti, partendo proprio dalla lingua che è il primo contatto che si instaura con un popolo e, se studiata bene, può spiegare molto della sua storia senza troppi giri di parole. JOGO

Alboni: seveso merita rispetto, esigo chiarezza sui fatti

Brianza: Dopo 30 anni continuano ancora gli effetti della DIOSSINA di Seveso del 1976 sulla salute dei residenti ? Secondo uno studio pubblicato sulla rivista PLoS Medicine da Andrea Baccarelli dell'Università di Milano si , poich è stata riscontrata una associazione tra esposizione materna a2, 3, 7, 8 – Tetraclorodibenzo – p – diossina (TCDD), la più pericolosa tra le diossine, classificata dall'OMS come carinogeno di classe uno, ed alterazioni della funzione neonatale tiroidea in una popolazione colpita dopo l'incidente di Seveso. Lo studio dellUniversità Statale di Milano, comparso ieri sul Corriere della Sera, fornisce dei dati che sono di particolare interesse e toccano un tema molto delicato come la tragedia di Seveso dichiara Roberto Alboni capogruppo di Alleanza nazionale in Regione Lombardia Io non voglio assolutamente mettere in discussione lattendibilit dello studio ed il lavoro compiuto dai ricercatori dellUniversità di Milano, lo dico innanzitutto come cittadino di Seveso e come capogruppo di Alleanza nazionale in Regione Lombardia. Per quello che mi lascia stupito, e mi faccio portavoce di tutti i miei concittadini, sicuramente il modo in cui siamo venuti a conoscenza di questo studio, apprendendolo tramite i giornali e le televisioni. Le Istituzioni non sono state coinvolte, in particolar modo il sindaco di Seveso non è stato informato continua il capogruppo Alboni Un fatto molto strano se si considera che il primo cittadino non solo il garante della salute di tutti i sevesini, ma anche componente di diritto della Fondazione Lombardia però lAmbiente. Cos come non è stata avvertita la Regione Lombardia, costringendomi a scrivere con urgenza una formale lettera al Presidente Roberto Formigoni ed allassessore alla Salute Luciano Bresciani però capire che cosa stesse realmente succedendo.Sulla stessa lunghezza donda anche il capogruppo del PdL a Seveso, Marco Mastrandrea: Il passaggio televisivo di ieri sera ha creato ulteriore allarmismo e notevole preoccupazione. Proprio però non essere tacciati di procurato allarme, credo che non fosse opportuno diffondere i dati in questa maniera, su una tragedia che è stata negli anni strumentalizzata, e che forse non ha trovato tutte le risposte che merita. Ora sarà mio dovere chiedere tutte le spiegazioni però iscritto ha rincarato la dose Roberto Alboni Voglio sapere da chi è stato commissionato lo studio, con quali fondi è stato finanziato, ma la cosa più importante, che più mi preme sapere, da chi questo lavoro doveva essere coordinato. Nella giornata di oggi ho presentato formale richiesta però convocare unaudizione urgente in III Commissione e però avere tutte le spiegazioni del caso conclude il capogruppo Roberto Alboni alla presenza di tutti gli amministratori e dello stesso assessore alla Sanit, Luciano Bresciani. Sono certo che verrà fatta chiarezza su tutto, sui metodi, le forme e i contenuti, perch, però com' è stata gestita la cosa, quest episodio ha squalificato completamente una delle realt più importanti della Brianza.