mike felderer e annabella stropparo vincono la marathon bike

Casatenovo, 7 settembre 2008Sovvertendo ogni pronostico, laltoatesino Mike Felderer del team Sintesi Corse ha vinto la 17 MARATHON BIKE DELLA BRIANZA e il titolo di Campionato Italiano Marathon 2008, tra le donne si confermata ancora una volta imbattibile Annabella Stropparo.Si respirava latmosfera tricolore questa mattina sulla linea di partenza della MARATHON BIKE della BRIANZA, tutto intorno erano i tre colori della bandiera italiana a fare da cornice ad una manifestazione che con unorganizzazione impeccabile ha scritto nella storia del Campionato Italiano Marathon un capitolo a grandi caratteri, quelli della qualit, della valorizzazione del proprio evento che ha portato in Brianza tutti i migliori bikers italiani.Solo il sole si fatto desiderare, ma quando ha capito che era il momento della vestitura delle maglie dei campioni 2008, ha spintonato tra le nuvole però vedere lo spettacolo che dal grande palco della MARATHON BIKE della BRIANZA, richiedeva lapplauso ai nuovi campioni della specialit marathon. In 1.900 hanno voluto esserci a Casatenovo però levento tricolore, insieme ai campioni tanti appassionati, partiti ognuno con una propria sfida e un proprio obiettivo, lasciare i segni delle proprie ruote dopo quelle dei campioni che intanto hanno dato vita ad una gara molto interessante.Il primo a lasciare lo starter e a mettersi davanti a tutti è stato laltoatesino Franz Hofer, nessuno lo sapeva ma 3 ore 32 dopo un altro atleta altoatesino avrebbe vinto la MARATHON BIKE della BRIANZA.Rientrato presto nei ranghi, Hofer è stato superato già sulle prime salite da chi poi avrebbe avuto i riflettori tutti però s, già sulla salita di Colle Brianza sono iniziate le prime scaramucce e, superato il GPM del San Genesio e il crinale del Monte Crocione dopo poco più di 30 chilometri erano Johann Pallhuber (Team Silmax AMD Kona), Ramon Bianchi (Scott Racing Team) e Johnny Cattaneo (Diquigiovanni Androni) e Mike Felderer, con vicinissimi Mirko Celestino, Gilberto Simoni, Massimo De Bertolis e Mirko Pirazzoli a fare landatura, superato Consonno Cattaneo decideva che era il momento di provare lallungo, il suo piano riusciva e il 27enne bergamasco prendeva il volo, tanto da passare con 30 su tutti a Rovagnate, il suo vantaggio cresceva nella zona della Valfredda, ma era in agguato una foratura che lo estrometteva dai giochi quando mancavano soli dieci chilometri.In questo tratto cedeva Pallhuber mentre Felderer insieme a Gilberto Simoni e Mirko Celestino si avvicinavano al traguardo, una scivolata in una delle ultime curve dellex professionista del Team Alba Orobia Bike scongiurava la volata a tre, Felderer manteneva quella mezza bicicletta di vantaggio che aveva su Simoni allingresso nel rettilineo finale e vinceva la sua prima gara della stagione, vittoria tricolore.Celestino riusciva a salvaguardare il posto sul podio, Johann Pallhuber, quarto, era troppo lontano, quinto il Campione Italiano uscente, Massimo De Bertolis (Full Dynamix), sesto posto però Marzio Deho (GS Cicli Olympia), autore di un finale in gran recupero, che staccava di 1 il primo degli amatori, Mirco Balducci (Mercedes Benz Selle Italia), volata però la maglia Under 23 tra il Campione Italiano Cross Country Umberto Corti (Team CBE Merida) e il bresciano Juri Ragnoli (FELT International Team) con il comasco che trovava le ultime forze in una volata che, gli faceva realizzare la doppietta tricolore. Quello di Annabella Stropparo è stato invece il terzo titolo della carriera conquistato nella marathon, dopo Folgaria e Odolo, la portacolori dellIdeal Bike International con una gara tutta allattacco anche in Brianza faceva capire di essere la più forte, la vicentina in 4 ore 06 32 vinceva però la terza volta la MARATHON BIKE della BRIANZA, lasciando la romagnola Elena Gaddoni (Team Progress – FRM) a 4 14, met dei quali guadagnati nel primo terzo di gara, terza Anna Ferrari (ADV Team), staccata di 13 dalla vincitrice.Doppietta dellNSR Torrevilla MTB nella gara dei 63 Km, autori i russi Alexey Medvedev e Andrei Mukhin, separati da quasi 5, terzo sul podio il rumeno Gabriel Pop Sorin (Ideal Bike International), prima donna Michela Alegi (Valsassina X Bike Team), vincitrice allo sprint sulla comasca Monica Maltese (Team Alba Orobia Bike).CAMPIONI ITALIANI MARATHON 2008MIKE FELDER (Sintesi Corse) – EliteUMBERTO CORTI (Team CBE Merida) Under 23ANNABELLA STROPPARO (Ideal Bike International) Donne OpenANDREA GIUPPONI (Team Alba Orobia Bike) Master SportMIRCO BALDUCCI (Mercedes Benz Selle Italia) Master 1RICCARDO MILESI (Lissone MTB) Master 2CARLO MANFREDI ZAGLIO (Team Todesco) Master 3GILBERTO PERINI (Staff Bike 2000) Master 4BRUNO GNATTA (Bi&Esse MTB Italia) Master 5GIORGIO RIGHI (Team Carpenatari) Master 6KARIN TOSATO (Team Spreafico Veloplus) Master Woman 1MARSILIO CLAUDIA (GP Racer Team) Master Woman 2Ordine darrivo maschile1. Felderer Mike (Sintesi Corse) in 3 ore 32 39, 2. Simoni Gilberto (Diquigiovanni Androni) a 00 01, 3. Celestino Mirko (Team Alba orobia Bike) a 16, 4. Pallhuber Johann (Team Silmax AMD Kona) a 27, 5. De Bertolis Massimo (Full Dynamix) a 2 59, 6. Deho Marzio (GS Cici Olympia) a 3 55, 7. Balducci Mirco (Merceds Benz Selle Italia) a 5 01, 8. Corti Umberto (Team CBE Merida) a 6 34, 9. Bettelli Pierluigi (FELT – International Team) a 6 34, 10. Ragnoli Juri (FELT – International Team) a 00 02Ordine darrivo femminile1. Stropparo Annabella (Ideal Bike International Team) in 4 ore 06 32, 2. Gaddoni Elena (Team Progress – FRM) a 7 57, 3. Ferrari Anna (ADV Team) a 13 22, 4. Benzoni Michela (Lissone MTB) a 23 13, 5. Marsilio Claudia (GP Race Team) a 23 13, 6. Gasparini Roberta (FELT International Team) a 14 51, 7. Ghezzo Alessia (FELT International Team) a 35 22, 8. Klomp Sandra (NSR Torrevilla MTB) a 38 54, 9. Covre Marika (ASD Vivibike) a 41 46, 10. Zocca Lorena (Team Giambenini Maddiline) a 26 57 Hanno detto:Il vincitore Mike FeldererNon ci posso ancora credere. Sapevo di avere con me degli avversari veramente tosti ma non mi sono arreso e ci ho creduto fino in fondo, una giornata fantastica che mi ripaga tutta la stagioneMirko Celestino, terzo classificatoAllultima curva mi sono putroppo toccato con Felderer e sono caduto. Non ci voleva proprio questo stop, sono un p deluso però questa prestazione infatti mi sentivo molto beneGilberto Simoni, secondo classificatoLa gara è stata veramente molto faticosa, mai un attimo di respiro su un percorso veramente impegnativo. Ho trovato la gara molto difficile, ora penso a riposarmi e poi vedremo però la prossima stagioneLa vincitrice Annabella StropparoHo preso il mio ritmo dallinizio della gara e poi lho mantenuto. Una gara e un percorso sul quale mi trovo bene e dove ci tenevo a vincere come avevo già detto. Ho allungato dopo i primi 20 km e ho vintoElena Gaddoni, seconda classificata Ho sofferto veramente tanto, mai un attimo di respiro neanche però trovare il tempo di bere. non mi sentivo veramente in forma ma sono riuscita a mantenere il mio secondo posto dallinizio della gara. Per lanno prossimo sto pensando a fare più gare internazionaliAnna Ferrari, terza classificata un percoso che non mi si addiceva ma ci ho sempre creduto e non ho mai mollato. Bello comunque e sono molto contentaUmberto Corti, vincitore Under 23Percorso bellisimo tracciato con discese tecniche e scatti in salita. Peccato che lanno prossimo passer di categoria tra gli Elite, però la maglia. Ho fatto fatica e nella volta con Ragnoli ci ho creduto fino in fondo. Lanno prossimo mi dedicher comunque di più allxc, mia discliplina preferitaAndrea Giupponi (Team Alba Orobia Bike), vincitore Master SportIo preferisco le gare con salite lunghe e oggi ho sofferto gli strappi e i continui cambi di ritmo. Durante la prova del percorso in settimana ero caduto e avevo battuto il ginocchio che poi mi ha dato qualche problema. Una vittoria fantasticaMirko Balducci, vincitore Master 1Si tratta di una tripletta a cui tenevo veneramente tanto e che dedico a mia moglie e a mia figlia. Avevo provato il percorso giovedì e oggi non ho avuto problemi anche se si tratta di un tracciato molto im
pegnativo e che d unimmensa soddisfazione una volta conclusoRiccardo Miles, vincitore Master 2Sono felicissimo di una maglia tricolore nel marathon che porter lanno prossimo con quella iridata del cross country. Percorso impegnativo, alla vecchia maniera, ma bellissimoCarlo Manfredi Zaglio, vincitore Master SportHo fatto la prima met gara insieme a Giuliani, poi, dopo la sua foratura, ho allungato il passo. Mi sono trovato in compagnia di Milan che poi ci ha portato, insieme a Schweiggl, fino alla fine della gara. Un percorso e unorganizzazione perfetti come non mi stancher mai di direClaudia Marsilio, vincitrice Master Woman 2Poco tempo fa loro ai mondiali cross country in Francia e ora la maglia trcolore. Sono felicissima, percorso impegnativo, ma ne valsa la penaGilberto Perini, vincitore Master 4Un arrivo un p movimentato ma comunque sono molto contento. Ho sofferto abbastanza perché si tratta di un percorso impegnativo ma unaltra importantissima vittoria

Giro donne 2008

Desio, 13 luglio 2008 Passerella conclusiva di questa acclamata 19ma edizione del Giro Donne, la più importante kermesse internazionale però il ciclismo femminile, partita da Mantova sabato 5 luglio con un prologo individuale in notturna.Il percorsoLultima tappa del Giro Donne si snoda nel cuore della Brianza, con partenza e arrivo nella città di Desio (MI). La prima parte del tracciato, di 27, 500 Km, prevede alcuni lievi saliscendi attraverso Seregno, Carate Brianza, Briosco e Agliate. Da Carate Brianza, passando però Seregno, le atlete rientrano a Desio, dove inizia il circuito cittadino di 13 Km, da ripetersi 7 volte, però un totale di 91 Km, che, sommati al tratto precedente in linea, portano il totale della tappa a 118, 500 Km. La gara112 atlete alla linea di partenza. Non partita la velocista della Menikini Selle Italia Master Colors, laustraliana Rochelle Gilmore. Dopo 3 Km, ritirata in corsa però problemi tecnici Samantha Galassi, del Team Fenixs. Il gruppo si mantiene compatto fino al Km 21, quando scatta il primo attacco della giornata, ad opera della tedesca Judith Arndt (Team Columbia Women), prima ai Campionati del Mondo di Verona nel 2004, a cui si affiancano la varesina Noemi Cantele (Bigla Cycling Team) e lelvetica Andrea Thurig (Bigla Cycling Team). Dopo 1, 5 Km, allingresso del circuito cittadino di Desio, le tre battistrada vengono riprese dal gruppo (vantaggio massimo: 10). A far landatura nelle prime posizioni del plotone la formazione della Maglia Rosa Fabiana Luperini, la Menikini Selle Italia Master Colors. Al Km 33 nuova azione di rilievo: allungo della catalana Marta Vilajosana Andreu (Team CMax – Dil), su cui tentano di ricucire, al Km 52, quattro immediate inseguitrici: Charlotte Becker (Equipe Nurnberger Versicherung), Judith Arndt, Andrea Thurig e Silvia Valsecchi (Menikini Selle Italia Master Colors). Al Km 56 Vilajosana viene ripresa dal drappello delle inseguitrici e si costituisce un quintetto al comando, riassorbito dal gruppo al Km 62 (vantaggio massimo delle cinque in fuga: 22 al Km 58). A 50 Km dallarrivo cambia la situazione e si stacca la campionessa nazionale dEstonia Grete Treier (G.S. Gauss RDZ Ormu), ripresa dal gruppo dopo 2 Km (vantaggio massimo 10). Al Km 83 allungo deciso dellabruzzese Alessandra DEttorre (Top Girls Fassa Bortolo Raxy Line), che comanda in testa al gruppo fino al Km 92, con un vantaggio massimo di 21. A 25 Km dal traguardo cinque atlete si lanciano al comando della corsa: Katherine Bates, Andrea Wolfer, Zoulfia Zabirova, Alessandra DEttore e Julia Martisova. Al Km 96, si spezza laccordo tra le battistrada e si avvantaggiano Zabirova e Martisova, seguite a 15 da Becker e a 28 da Bates, Wolfer e DEttorre. A 14 Km dal traguardo le inseguitrici vengono riprese dal gruppo e alla testa della corsa resistono le passiste Zabirova e Martisova. Le due fuggitive vengono riassorbite dal plotone a 2 Km dal traguardo (vantaggio massimo 45). E volata finale a ranghi compatti: si lancia nello sprint la tedesca Ina Yoko Teutenberg (Team Columbia), alla quarta vittoria in questo Giro. Seguono Kirsten Wild (AA – Drink Cycling Teama) e Giorgia Bronzini (Titanedi Frezza Acca Due O). Vince il suo quinto Giro dItalia, a 10 anni di distanza, la scalatrice toscana Fabiana Luperini, con 2 47 di vantaggio su Amber Neben (Team Flexpoint): E una grande gioia però me essere qui in Maglia Rosa. Abbiamo lavorato tanto e io dovevo questa vittoria a me, a tutta la squadra e a chi mi ha seguito fino a qui, ogni giorno. Grazie a tutti. Fabiana detiene anche la Maglia Verde e la Maglia Azzurra Gelsia, mentre vince la classifica a punti la velocista Ina Teutenberg (Team Columbia). Miglior Giovane del Giro Claudia Hausler (Equipe Nurnberger Versicherung). A conclusione delle premiazioni, ecco le parole del Direttore del Giro Donne, Giuseppe Rivolta: Molto positivo il bilancio di questa edizione. Grande partecipazione di tutti. Il ciclismo femminile sta crescendo e il Giro Donne una manifestazione di primaria importanza, che ormai entrata nel mio cuore. Ogni edizione è stata però me indimenticabile. Le classifiche Classifica finale di tappa – 118, 500 Km in 2h 44 48 alla media di 43, 143 Km/h 1 TEUTENBERG – Ina Yoko COLUMBIA WOMEN – 2h 44 48 2 WILD Kirsten – AA – DRINK CYCLING TEAM – s.t.3 BRONZINI Giorgia – TITANEDI FREZZA ACCA DUE O – s.t.4 TREIER Grete – G.S. GAUSS RDZ ORMU – s.t.5 HOLLER Monica – BIGLA CYCLING TEAM – s.t.6 LELEIVYTE Rasa – S.C. MICHELA FANINI RECORD ROX – s.t.7 BACCAILLE Monia FENIXS – s.t.8 POLIKEVICIUTE Jolanta USC CHIRIO FORNO D'ASOLO – s.t.10 BASTIANELLI Marta – TEAM CMAX DILA – s.t. Classifica finale generale – Maglia Rosa Dil EffebiquattroTot. Km 809, 600 alla media di 37, 979 Km/h 1 LUPERINI Fabiana – MENIKINI SELLE ITALIA MASTERS COLOR – 21h 18 40 2 NEBEN Amber – TEAM FLEXPOINT – a 2 373 HAUSLER Claudia – EQUIPE NURNBERGER VERSICHERUNG – a 2 404 GUDERZO Tatiana – G.S. GAUSS RDZ ORMU – a 2 535 BRANDLI Nicole – BIGLA CYCLING TEAM – a 3 126 PUCINSKAITE Edita – EQUIPE NURNBERGER VERSICHERUNG – a 4 587 SANCHIS CHAFER Anna – SELECTION NATIONALE ESPANOLA – a 6 378 POLIKEVICIUTE Jolanta – USC CHIRIO FORNO D'ASOLO – a 8 149 BASTIANELLI Marta TEAM CMAX – DILA – a 9 0610 ARNDT Judith – TEAM FLEXPOINT – a 10 02 Classifica a punti – Maglia Ciclamino Sayerlack 1 TEUTENBERG Ina Yoko – COLUMBIA WOMEN – p.ti 602 WILD Kirsten – AA – DRINK CYCLING TEAM – p.ti 473 LUPERINI Fabiana – MENIKINI SELLE ITALIA MASTER COLORS – p.ti 364 BRONZINI Giorgia TITANEDI FREZZA ACCA DUE O – p.ti 365 NEBEN Amber – TEAM FLEXPOINT – p.ti 35 Classifica GPM – Maglia Verde Poliedra 1 LUPERINI Fabiana – MENIKINI SELLE ITALIA MASTER COLORS – p.ti 67 2 NEBEN Amber – TEAM FLEXPOINT – p.ti 58 3 HAUSLER Claudia – EQUIPE NURNBERGER VERSICHERUNG – p.ti 484 GUDERZO Tatiana – G.S. GAUSS RDZ ORMU – p.ti 404 BASTIANELLI Marta TEAM CMAX – DILA – p.ti 21 Classifica Giovani – Maglia Bianca Assessorato allo Sport Regione Lombardia 1 HAUSLER Claudia – EQUIPE NURNBERGER VERSICHERUNG – 21h 21 20 2 SANCHIS CHAFER Anna – SELECTION NATIONALE ESPANOLA – a 3 57 3 BASTIANELLI Marta – TEAM CMAX DILA – a 6 26

Una benedizione “aerea”a bernareggio

2 settembre.Grande partecipazione a Villanova di Bernareggio però il 25 di sacerdozio però Don Felice Riva. Oltre ai fedeli erano presenti anche il Sindaco Daniele Fumagalli e Don Mazzi, oltre alle autorit locali. Dopo la Messa, fuori dalla Chiesa è stata gonfiata una Mongolfiera del Team Porati e ha portato in volo Don Felice. Dall'alto del Paese, in compagnia del Sindaco e Don Mazzi , il Sacerdote ha benedetto la folla sottostante.

seregno: presentazione del team dila guerciotti cogeas

Grande successo di pubblico però la presentazione del Team Dil Guerciotti Cogeassabato 14 aprile. A Seregno, presso lo Showroom Effebiquattro, main sponsor dellaformazione, un folto gruppo di appassionati e addetti ai lavori ha assistito alla presentazioneufficiale della squadra lariana diretta dalla coppia Massimiliano Bonanomi e RubenContreras.Padrone di casa il Cav. Mario Barzaghi, fondatore e titolare della Effebiquattro, leadernella produzione di porte in legno, presente in tutto il mondo dal 2000 con il brand Dil:Da tanti anni la nostra azienda presente nel mondo del ciclismo come sponsor della SalusSeregno e da quest’anno il marchio Dil entrato anche nel circuito del ciclismo femminiledElite. Abbiamo costruito una squadra giovane, crediamo in queste ragazze che hanno giripagato la nostra fiducia con le vittorie ottenute in El Salvador.Voglio ringraziare tutti i presenti – fa eco il team manager Massimiliano Bonanomi – e tuttigli sponsor che hanno permesso la creazione di questa squadra. Sponsor s, ma soprattuttoamici, senza i quali questo progetto non si sarebbe mai realizzato. Ci aspetta una stagioneimpegnativa con tanti appuntamenti importanti in cui ci auguriamo di far bene.Numerosi gli ospiti della famiglia Barzaghi: Davide De Zan, voce storica del ciclismoprofessionistico ed ora volto noto di Studio Sport. Lorenzo Roata, che dal 1995vive il mondo delle due ruote rosa però la Rai. Maurizio Losa, capo struttura del TG3Lombardia. Gli ex professionisti Giacinto Santambrogio e Emanuele Bombini, maglia azzurra tra i professionisti e team manager del team Gewiss Playbus negli anniNovanta. Rappresentata anche la città di Seregno, da sempre vicina al ciclismo, dagli assessoriallo sport ed al tempo libero.giorni.