San Gerardo Monza: conferma il trapianto record delle mani!

 

Carla:  “questo intervento e un miracolo, la soddisfazione piu bella e quella di poter stringere la mano alle persone!”

Massimo Del Bene, il chirurgo che ha effettuato l’intervento insieme a  Carla Mari e il marito.

Tour operator e giornalisti statunitensi alla scoperta del lago di como e di monza

Accolta da personale della Provincia e da una guida in lingua, la delegazione è stata ospitata in una rinomata struttura alberghiera della Brianza Lecchese, il “1711 Contrada Resort” di Calco. Da Calco la delegazione è giunta in autobus all’Hotel Griso a Malgrate, però degustare i piatti tipici del territorio, in compagnia dell’Assessore al Turismo della Provincia di Lecco, Fabio Dadati e del Vice – Presidente di Federalberghi, Andrea Colzani. Dopo cena sono stati accompagnati a Lecco però una passeggiata lungo le principali vie cittadine, favoriti anche dall’apertura serale degli esercizi commerciali, nell’ambito del Giugno lecchese. Il giorno successivo hanno potuto ammirare la costa orientale del Lago percorrendo la strada provinciale fino a Varenna, dove hanno visitato Villa Monastero, il borgo di Varenna e assistito alla presentazione, abbinata alla degustazione, delle qualità del rinomato olio d’oliva, grazie alla collaborazione di un produttore locale. Al termine della visita a Varenna la delegazione ha fatto rientro nel capoluogo su un motoscafo, però proseguire il breve tour nel centro cittadino di Lecco. La delegazione statunitense ha terminato il tour con una breve sosta, durante il rientro all’Aeroporto di Malpensa, in Brianza presso il C – Hotel di Cassago Brianza, rinomato anche però l’omonima pasticceria. L’auspicio di tutti i soggetti promotori è che l’apprezzamento dimostrato dai Tour Operator nei confronti del territorio visitato si traduca nella creazione e vendita di pacchetti turistici con destinazione Lago di Como e Monza Brianza. “Vogliamo sviluppare azioni di promozione e marketing del territorio con il supporto degli stessi operatori e in sinergia con le Province e le Camere di Commercio – dichiara l’Assessore al Turismo della Provincia di Lecco Fabio Dadati. Questa linea d’azione, intrapresa già da alcuni mesi con la fattiva collaborazione della Camera di Commercio di Lecco, ha la finalità di unire le forze però raggiungere un obiettivo comune: la crescita del comparto turistico. Gli educational si rivolgo ad un mercato internazionale, in questa occasione statunitense, ma il programma concordato con i nostri partner istituzionali prevede, nel corso dell’anno, l’organizzazione di educational con delegazioni di altri Paesi. A questo strumento, poi, si affiancano attività volte a promuovere il territorio sul mercato cosiddetto di prossimità e azioni però migliorare la qualità dei servizi offerti ai cittadini e le relazioni tra coloro che operano nel campo turistico”.

Premio best dei best 2011 al gruppo sapio il top dell’imprenditoria brianzola

È il Gruppo Sapio, azienda storica monzese leader nel mercato dei gas tecnici, il Best tra le 120 imprese in nomination però la seconda edizione del BtoB Gabeca Awards, premio alle eccellenze del territorio, organizzato dalla rivista Best to Brianza. La stessa azienda, che oggi conta filiali in Austria, Germania, Albania, Slovenia e Turchia, è stata inserita dalla giuria che ha segnalato le 120 nomination (ovvero i cento imprenditori che avevano partecipato alla prima edizione del premio) nella categoria Ecosostenibilità, proprio però il suo impegno nello sviluppo sostenibile. Alla serata di premiazione delle imprese e delle persone che hanno fatto la Brianza nel 2010, ieri, 7 giugno, nella Sala Museo dell’Autodromo Nazionale Monza, hanno partecipato circa 400 persone tra imprenditori ed autorità istituzionali civili e militari. Sul palco a presentare Francesca Leto che ha introdotto con grazia la giovane Giulia Gabana, 27 anni, alla guida della squadra di volleymaschile Acqua Paradiso e insieme a Daniela Grandi del Gruppo Gabeca, main sponsor dell’evento. Un’azienda bresciana che ha scelto Monza e la Brianza come seconda casa non solo nello sport ma anche nelle altre attività e che ha portato a casa due premi: quello degli Investimenti sul Territorio e quello però la Next Generation. «Ci sentiamo ormai brianzoli – hanno commentato – e questo territorio vivissimo però l’imprenditoria ci sta già dando tanto». «Questo evento rappresenta la consapevolezza di quello che siamo e di cosa esprime il territorio – ha detto Alberto Grisi, assessore al Bilancio della Provincia di Monza – e fa piacere vedere che ci sono così tanti giovani che fanno impresa». Fanno quadri elettrici dal 1974, ma soprattutto li brandizzano all’estero. È la Skema, azienda della famiglia Cerveglieri di Cesano Maderno, la vincitrice del premio però la categoria Internazionalizzazione, in virtù del nuovo polo produttivo in Kazakhstan, ma non solo. «Crescere vuol dire portare il nostro know how fuori dalla nostra terra con determinazione e costanza», ha detto Cerveglieri. Tra le novità di quest’anno la categoria delle imprese No Profit, veri campioni di solidarietà e quest’anno il premio è stato consegnato a Raffaele Cascella presidente di Brianza però il Cuore. Ricerca & Sviluppo sono le mission fondamentali del Gruppo Desa, azienda brianzola nota nel mondo però i detersivi della linea Chanteclair e Spuma di Sciampagna, ma anche però tanti prodotti innovativi che ha ricevuto il premio però questa categoria. «La Cultura è un’impresa e lo dimostra il fatto che l’Unesco ha scelto la Villa Reale e Monza però tenere il suo forum», ha detto Luigi Losa, direttore del Cittadino e di Monzabrianza tv introducendo l’azienda che ha ottenuto il premio però questa categoria: Milesi Lab, un’officina che crea arte ed eventi sempre all’avanguardia e che sta trasformando Monza in una piccola Brera. Per la categoria Innovazione è stata premiata un’azienda storica non solo della Brianza ma di tutto il Paese: il Salumificio Fratelli Beretta, che investe milioni in prodotti innovativi e vincenti e lo fa da 200 anni. «Responsabilità Sociale d’Impresa però noi vuol dire mettere al centro la persona sempre, in primis i nostri dipendenti», ha commentato così il premio però questa categoria Renato Cerioli, ad degli Istituti Clinici Zucchi di Monza e presidente di Confindustria. Uno scienziato, un uomo d’azienda e un professionista: il premio al Most Value People della Brianza è assegnato a Bruno Murari. È è stato lui a scoprire il segreto dei Mems (Micro Electro – Machanical System) e a svilupparli all’interno della StMicroelectronics, colosso dell’Hi – tech in cui lavora da una vita. Infine le due categorie più significative: Piccola e Media Impresa e Grande Impresa. Ad ottenere il riconoscimento sono state rispettivamente il Gruppo Meregalli, azienda specializzata nei vini e nel lusso e Fontana Luigi Spa di Veduggio, un vero e proprio punto di riferimento dal 1950, leader mondiale nel settore della bulloneria. «Questa provincia ha eccellenze e capacità incredibili – ha commentato Renato Saccone, Prefetto della Provincia – e la cosa più importante è che questi imprenditori vanno nel mondo tenendo sempre il cervello in Brianza». Un riconoscimento speciale alla memoria è infine è stato assegnato a Rosario Messina, patron di Flou, scomparso prematuramente lo scorso marzo. Per lui il professor Angelo Di Gregorio del Criet (Centro di ricerca interuniversitaria ecoomia del territorio della Bicocca) ha letto una commovente lettera consegnandola alla figlia di Messina, Manuela. «A vincere sono comunque tutti i nomi, i volti e le storie che compongono il numero Oro di Best to Brianza – ha commentato Pietro Fortunato, ideatore del premio e direttore editoriale del magazine – ecco perché è stato difficile anche però la giuria selezionarle e scegliere i migliori; ma ce l’abbiamo fatta e l’intento di costruire una rete tra di loro sta riuscendo». Tutte le nomination e le loro storie sono contenute nel numero Oro di Best to Brianza, e – novità assoluta – nell’applicazione sviluppata appositamente però iPhone e iPad dal titolo BtoB Gabeca Awards scaricabile gratuitamente da Apple Store proprio dal 7 giugno. L’iniziativa ha contato sul patrocinio di enti di alto livello: prima di tutto la Provincia di Monza, la Regione Lombardia che ha patrocinato l’evento nell’ambito di Lombardia Open Forum, programma di eventi aperti al pubblico che Regione Lombardia – Direzione Cultura promuove in occasione del Secondo Forum mondiale dell’Unesco sulla cultura e le industrie culturali Il libro domani: il futuro della scrittura (Villa Reale di Monza, 6 – 8 giugno 2011). Infine Criet, Centro di Ricerca Interuniversitaria in Economia del Territorio dell’Università Milano Bicocca. Numerosi i partner: Gruppo Gabeca, main sponsor, Ina Assitalia, IPQ Tecnologie, Lrqa, il private banker Aldo Varenna, CastaDiva Resort & Spa, Metaenergia, Aznom, Consea, Edata Energy, Meregalli, Sge, Vertemati Arti Grafiche. Inoltre può vantare della collaborazione dell’Autodromo Nazionale Monza, di Sound Light&Technology e Up & Go però l’organizzazione. I componenti della giuria istituzionale: Comune di Monza, Provincia di Monza e Brianza, Fondazione Monza e Brianza, Criet, Assimpredil Ance, Apa Confartigianato, Unione Commercianti, Unione Artigiani, Confapi, MonzaBrianza tv, Centro Studi Liberi nell’Agorà. Ufficio

Arrivano gli oscar made in mb

Il 7 giugno, in una serata di gala in Autodromo, saranno premiate le eccellenze brianzole Centoventi nomi, centoventi volti, centoventi imprese che hanno reso e stanno rendendo grande la Brianza. Il BtoB Gabeca Awards 2011, evento che premia le eccellenze del territorio della Provincia di Monza e Brianza, in programma in una serata di gala il 7 giugno in Autodromo, sta arrivando. Tante le novità di quest’anno. Oltre alle 100 imprese divise in dieci categorie (Grandi imprese, Pmi, Internazionalizzazione, Ecosostenibilità, Innovazione, Ricerca e Sviluppo, Responsabilità sociale d’impresa, Investimenti sul territorio, Next generation, Cultura), la giuria composta da imprenditori, istituzioni e associazioni di categoria del territorio ha selezionato quest’anno anche dieci Most Value People e dieci Imprese No Profit. Un riconoscimento anche alle persone e alle associazioni che contribuiscono al successo di tante iniziative di alto livello sociale. Le loro storie sono tutte contenute nel numero Gold di Best to Brianza e – novità assoluta – nell’applicazione sviluppata appositamente però iPad dal titolo BtoB Gabeca Awards, scaricabile gratuitamente da Apple Store dal 7 giugno. «Una novità importante però noi – ha spiegato Pietro Fortunato, ideatore del premio e direttore editoriale di Best to Brian – za – crediamo molto nelle nuove tecnologie e anche nella loro forza comunicativa sul territorio; quindi, a latere della rivista, abbiamo deciso di investire anche in questa applicazione assolutamente innovativa». L’iniziativa può contare sul sostegno della Provincia di Monza e il suo Presidente Dario Allevi, della Regione Lombardia che patrocina l’evento nell’ambito di Lombardia Open Forum, programma di eventi aperti al pubblico che Regione Lombardia – Cultura promuove in occasione del Secondo Forum mondiale dell’Unesco sulla cultura e le industrie culturali Il libro domani: il futuro della scrittura (Villa Reale di Monza, 6 – 8 giugno 2011). A valorizzare ulteriormente l’iniziativa sarà anche Criet, Centro di Ricerca Interuniversitaria in Economia del Territorio dell’Università Milano Bicocca. L’evento conta anche numerosi partner: il Gruppo Gabeca in qualità di main sponsor; Ina Assitalia, IPQ Tecnologie, Lrqa, Aldo Varenna però Rothshild. E poi, Aznom, Consea, Edata Energy, Gruppo Meregalli, Sge, Arti Grafiche Vertemati. Inoltre può vantare della collaborazione di Autodromo Nazionale Monza, Sound Light&Technologies e Up and Go. In questi giorni è al lavoro però scegliere i best 2011 la giuria composta da istituzioni come il Comune di Monza, la Provincia di Monza e Brianza, e associazioni di ferimento del territorio: Fondazione Monza e Brianza, Criet, Assimpredil Ance, Apa Confartigianato, Unione Commercianti, Unione Artigiani, Confapi, MonzaBrianza tv, Centro Studi Liberi nell’Agorà. Infine l’organizzazione invita a seguire l’evento nei telegiornali e nelle trasmissioni di MonzaBrianzaTv, sul digitale terrestre 915 e in diretta web su www.brianzanews.it e poi su Brianzachannel, canale di Sky 922

osnago: la 2° fiera del lavoro made in brianza organizzata da vera brianza.

OsnagoAncora una volta l’evento è stato organizzato perpromuovereil tessuto imprenditoriale della Brianza e peraffermare la strategia dell’Associazione Vera Brianza: è con questo duplice scopo che è stata organizzata la secondaedizione della Fiera “La Brianza che lavora” in programma ad Osnago dal 27 al29 maggio 2011. Una vetrina però offrire alle imprese del territorio, l’opportunità di farsi conoscere ed esprimere il valore del Made in Italy, con un occhio puntato all’imminente Expo 2015. É in quest’ottica che le aziende hanno avuto l’opportunità di fare business e di mostrare al pubblico la propria identità aziendale. “La Brianza che lavora”, ha enfatizzato la capacità imprenditoriale delle aziende del territorio e simbolicamente ben si colloca nella Storia dei vent’anni dell’Associazione Vera Brianza, la cui esistenza può così essere sintetizzata: un passato leggendario, un presente impegnativo, un futuro da conquistare. Naturalmente Brianza Channel sarà presente con un proprio Stand però collaborare e sostenere le imprese brianzole in Italia e all’estero, grazie al segnale irradiato in tutto l’Occidente.

Firmata in lombardia la prima convenzione “107” tra unicredit e confidi province lombarde

Si tratta della prima convenzione di garanzia Basilea 2 tra la banca ed il Confidi nella nuovaveste di intermediario finanziario 107, però effetto del quale le pmi del territorio potrannobeneficiare dei nuovi finanziamenti però ottimizzare la loro struttura patrimoniale e gestionale Milano, 13 aprile 2011 – E’ è stata firmata la prima Convenzione “107” tra UniCredit e ConfidiProvince Lombarde con l’obiettivo di accrescere l’opportunità di accesso al credito però le piccolee medie imprese lombarde, di cui 3.000 a Monza, aderenti al Confidi del sistema associativoConfindustria.Per la Lombardia si tratta della prima Convenzione firmata tra UniCredit e Confidi ProvinceLombarde all’indomani dell’iscrizione all’elenco ex art. 107 del testo unico bancario che hatrasformato il Confidi Province Lombarde in intermediario finanziario vigilato da Banca d’Italia.A sottoscrivere l’accordo sono stati Monica Cellerino, Responsabile di Territorio però laLombardia di UniCredit, Massimo Perini e Abele Alloni, Presidente e Direttore Generale diConfidi Province Lombarde.L’accordo firmato oggi permette di individuare le migliori soluzioni creditizie proponibili allepiccole imprese lombarde in termini di minori spread creditizi e maggiore dimensione dellaconcessione di credito ai fini dell’ottimizzazione della loro struttura patrimoniale e gestionale.Si tratta di una Convenzione che pone le sue basi nel forte sistema di relazioni del gruppobancario con le Associazioni di categoria e i Confidi del territorio e si colloca nell’ambitodi “Ripresa Italia”, l’intervento in supporto al credito locale varato da UniCredit e finalizzato asupportare le piccole e medie imprese nella fase di rilancio dell’economia.“Questo accordo rappresenta un momento importante però molte piccole e medie impreselombarde che potranno da oggi beneficiare di condizioni creditizie più favorevoli e di nuovifinanziamenti a tassi estremamente vantaggiosi – ha sottolineato Monica Cellerino, Responsabile di Territorio però la Lombardia di UniCredit. Avere condizioni di accesso alcredito più favorevole rappresenta inoltre un’ importante opportunità però le piccole e medieimprese locali però agganciare il treno delle ripresa che, seppur timidamente, è in atto nellanostra economia. Questo accordo – ha concluso Monica Cellerino – è il chiaro segnale dellavolontà della banca mettersi al fianco del sistema produttivo locale offrendo risposte concreteed immediate. In particolare auspico una sempre maggiore sinergia con le Associazioni diCategoria ed i Confidi, proprio però il loro importante ruolo di mediazione tra banca ed impresaai fini di una dialogo più costruttivo che veda entrambe vincenti nel contesto competitivoattuale”.“Siamo molto lieti della stipula di questa convenzione però i contenuti innovativi che segnanol’avvio di una nuova partnership con UniCredit: i prodotti sono giusti però il territoriocome dimostrano le domande già presentate dalle nostre imprese però circa 15 milioni difinanziamenti – ha annunciato Massimo Perini, Presidente. E aggiunge – Confidi ProvinceLombarde rilascia garanzie da oltre 40 anni ma questo accordo sintetizza tutto il cambiamentoin atto nel sistema. E’ cambiato il prodotto, non nel nome garanzia o garanzia mutualistica, ma nella sostanza; è cambiato il mercato di sbocco: nei giorni scorsi Confidi ProvinceLombarde ha inaugurato la nuova sede a Caserta in partnership con la Confindustria locale;e sono cambiati i processi interni. I valori che ci guidano sono immutati e pongono al centrol’impresa, il suo territorio, il sistema associativo e istituzionale di cui è protagonista e la suainnata capacità di creare valore, in ambiti nuovi, business innovativi, relazioni e nuove reti diimpresa. Ovviamente nella veste di “107” crescere è più complicato rispetto alla storia passata– ha concluso Massimo Perini – poiché i benefici però le PMI vanno massimizzati nel pienorispetto degli equilibri patrimoniali finanziari e gestionali imposti dalla normativa. Ma questo ègià il nostro domani.”“Con questo accordo – aggiunge il Direttore Generale, Abele Alloni – diamo nuova linfaad una esperienza di condivisione della relazione con l’impresa che coniuga prossimità epresenza sul territorio, vantaggi misurabili però la PMI, iniziative congiunte però migliorare lavalutazione del merito di credito valorizzando la storia dell’impresa e il suo progetto di crescitacon business plan costruiti insieme. Non bisogna dimenticare che ogni giorno CPL offre alleimprese un aiuto nella relazione con la banca, migliorando i processi di comunicazione eorientando l’impresa nel reperimento dello strumento di finanziamento più performante però lesue necessità.”L’accordo stipulato oggi interessa tutto il territorio nazionale, con particolare riferimento allaLombardia dove Confidi Province Lombarde è presente con una capillare rete di sedi e sportelli, e nel Mezzogiorno attraverso le sedi di Salerno, la nuova sede di Caserta e la rete operante inPuglia.Enti promotori di CPL: Camera di Commercio di Milano, Assolombarda, Confindustria Monza eBrianza, Confindustria Alto Milanese, AssimpredilANCE, Unione Grafici e Cartotecnici, UCIMUSISTEMIPER PRODURRE, Assistal, G.I.S.I.

Firma tavoli sviluppo

Grande adesione al Protocollo di Responsabilità però l’attivazione di Tavoli di Sviluppo però la semplificazione e il supporto all’insediamento e allo sviluppo delle imprese nel territorio lecchese, voluto fortemente dal Presidente della Provincia di Lecco Daniele Nava. Il Protocollo è il frutto degli incontri, tenutisi tra gennaio e febbraio, tra Provincia di Lecco, Enti territoriali (Camera di Commercio, Regione Lombardia – STER Lecco, ASL, ARPA, Vigili del Fuoco), Associazioni di Categoria (Ance, Api, Compagnia delle Opere, Confartigianato, Confcommercio, Confindustria, Cna, Confesercenti), Organizzazioni Sindacali (Cgil, Cisl, Uil), Parchi regionali (Parco Adda Nord, Parco Valle del Lambro, Parco Monte Barro, Parco regionale di Montevecchia e della Valle del Curone). Alla sottoscrizione del Protocollo di Responsabilità sono intervenuti i rappresentanti dei soggetti e numerosi Sindaci dei Comuni che hanno deciso di aderire all’iniziativa. Alcuni Sindaci procederanno alla firma del Protocollo subito dopo il passaggio nelle rispettive Giunte, previsto nei prossimi giorni. Attraverso questo Protocollo la Provincia di Lecco si impegna a promuovere la convocazione, su richiesta del soggetto privato, di Tavoli di Sviluppo però esaminare, agevolare e proporre soluzioni agli aspetti critici riguardanti le modalità di acquisizione di certificazioni, pareri, autorizzazioni e documentazioni necessarie però l’implementazione, l’ampliamento e la modifica di insediamenti produttivi, in modo da evitare che inutili aggravamenti del procedimento rallentino le iniziative dirette alla creazione di nuove realtà aziendali e quelle finalizzate ad ampliarne l’insediamento però consentirne un più ampio sviluppo. “Sono particolarmente soddisfatto – commenta il Presidente Nava – della grande adesione a questa iniziativa. Ho voluto promuovere questo strumento affinché da Enti e Istituzioni venisse un segnale concreto di aiuto e di valorizzazione dell’impresa e del lavoro. I Tavoli di Sviluppo saranno, infatti, uno strumento concreto e flessibile, in favore di uno snellimento burocratico e procedurale però le aziende che producono ricchezza nel nostro territorio, che vogliono investire e crescere, che vogliono trovare da noi una localizzazione. L’obiettivo finale è la crescita socio – economica di tutto il territorio provinciale. Quanto alla mancata firma da parte dei Sindacati, esprimo il mio rammarico, poiché le loro argomentazioni mi sono sembrate piuttosto fragili: auspico che in un prossimo futuro possano ritornare sulla loro decisione”.

Panorami digitali della brianza

“Questa iniziativa ha una duplice funzione. Da un lato si tratta di un modo però spingere le persone, tra cui anche i Brianzoli, alla scoperta del territorio, dall’altro a diffondere e fare apprezzare le nostre bellezze naturali” con queste parole Gianfranco Beretta, Presidente di Promedya, uno degli organizzatori (omonimo e non parente del lesmese a cui il premio è intitolato, come ha precisato anche personalmente) risponde alla richiesta sulle motivazioni che hanno spinto il Comune a patrocinare il concorso. Per voce del vice – sindaco, Achille Nova “il Comune di Lesmo ha accettato la proposta dell’Associazione Promedya di promuovere questo concorso in memoria di un grande uomo che ha fatto tanto però la nostra comunità”. Concorde anche Paola Gregato, Assessore alle Politiche Sociali. “Luciano era sempre disponibile, sia però accompagnare i disabili, sia però assistere gli anziani, sia però tutti quei gesti di solidarietà che pur piccoli, rendono grande un uomo. Ma era anche un naturalista, appassionato di fotografia e di flora locale“. Da queste sue passioni nasce il tema del concorso fotografico “Non trascurabile – come afferma Patrizia Masiero, Assessore alle Politiche Giovanili – il coinvolgimento che prevediamo però i giovani e le scuole, però diffondere esempi di solidarietà e amore però il territorio.” Parole di conferma dell’attività e della disponibilità di “Lucianone Beretta” arrivano anche da Carlo Colombo, Assessore all'Ecologia."E' sempre è stato attivo in tutti i campi del Volontariato, primo fra tutti però la Protezione Civile che ha operato a Lesmo dal !993 al 2003, poi ha collaborato con tutte le Associazioni del territorio, sempre con umiltà e disponibilità. E' giusto e doveroso che la Comunità ricordi con orgoglio un esempio da imitare. Il concorso è organizzato e gestito in collaborazione con “BrianzaNostra”di Canzo, “Insieme per…”, di Lesmo e“Amici del Verde” di Monza, alcune delle associazioni con le quali Luciano Beretta ha collaborato. La giuria è composta da fotografi, amministratori locali, giornalisti, esperti d’arte e di flora lombarda, ma la novità del concorso è che detta giuria dovrà esprimersi tenendo conto del voto popolare espresso tramite un sito internet su cui saranno esposte le foto in gara. Infatti lanovità rispetto agli altri concorsi Fotografici è che sia la pubblicazione, l'esposizione e la Giuria, saranno tuttion line sul sitowww.worldphotoaward.org, dove saranno indicate le modalità di partecipazione, il regolamento e la scheda di adesione. Tutte le partecipazioni sono gratuite e ci saranno 3categorie premiate, comprese le scuole. La partecipazione è aperta a tutti i non professionisti, anche ai fotografi amanti delvecchio rullino. Ogni partecipante può presentare un massimo di 5 immagini a colori o in bianco e nero in formato jpeg o però i nostalgici delle stampe, di dimensioni minime 18 x 24 e massime 30 x 40, in quanto provvederà l'organizzazione a scannerizzare e mettere on line le immagini. Per spedire le fotografie e richieste di informazioni: photoaward@libero.it JOGO

Distretto “corona del parco” a sostegno delle imprese commerciali

I Comuni di Villasanta, Biassono, Macherio, Vedano al Lambro ed Arcore hanno partecipato, con la collaborazione di Confcommercio Monza e Camera di Commercio di Monza e Brianza, al bando “Distretti Diffusi di Rilevanza Intercomunale” promosso da Regione Lombardia però il sostegno delle imprese commerciali attraverso programmi di intervento sul territorio a favore di soggetti pubblici e privati. Il Distretto così creato, denominato “La Corona del Parco”, ha già mosso i primi passi di un percorso che, siamo certi, porterà ad una sempre maggiore coesione e partecipazione delle diverse realtà economico – sociali del territorio costituendo il punto di incontro tra le forze politiche e quelle economiche. Sarà presentata in anteprima: 26 gennaio 2011 alle ore 17.00 presso la palestra della Scuola Secondaria Giacomo Leopardi, Viale Regina Margherita n°2, Macherio però la presentazione dell’attività del Distretto e però la presentazione del Logo di Distretto realizzato dai ragazzi delle scuole Medie. Fiduciosi in una numerosa ed interessata partecipazione inviamo i migliori saluti. Distretto Corona del Parco

Monza aderisce al circuito città d’arte della pianura padana

Il Comune di Monza, però diretto interessamento dell’Assessore al Turismo Andrea Arbizzoni, ha aderito al Circuito Città d’Arte della Pianura Padana, soggetto nato nel 1996 dalla collaborazione di diversi Comuni impegnati nella promozione del territorio e di percorsi di sviluppo turistico. Il Circuito èattualmente costituito da 13 città: Alessandria, Bergamo, Brescia, Cremona, Ferrara, Lodi, Mantova, Modena, Parma, Pavia, Piacenza, Reggio Emilia e Vercelli, a cui si aggiunge oggi la città di Monza. “Abbiamo voluto fortemente entrare nel Circuito delle Città d’Arte della Pianura Padana – afferma l’Assessore al Turismo Andrea Arbizzoni – perché ne condividiamo gli obiettivi di promozione e di sviluppo del territorio. Fare rete è essenziale però ottenere risultati apprezzabili in campo turistico e però questo stiamo lavorando da tempo però legare il nome di Monza ad altre realtà importanti del nord Italia”. Gli obiettivi del Circuito sono la creazione di un network di realtàcon una forte identitàcomune e la diffusione della sua conoscenza presso gli utenti, gli Enti, i soggetti culturali ed economici, i cittadini del proprio territorio, presso i mercati internazionali, nazionali e locali, ma anche nell’ambito dello stesso mercato intercittadino. Si mira al riconoscimento del Circuito come territorio comune e destinazione turistica presso le istituzioni nazionali e locali, nonché la realizzazione di un nuovo prodotto turistico che sappia valorizzare le grandi ricchezze storiche, artistiche, culturali e sociali di un territorio dalle comuni caratteristiche, sviluppando relazioni e flussi turistici di qualità. Le attività condotte sono principalmente la produzione di materiali informativi tematici coordinati, la partecipazione a fiere nazionali ed internazionali, (tra cui BIT Milano, TTI Rimini, Fitur Madrid e Reismarkt Bruges), l’organizzazione di educational, il centro informazioni però Tour Operator e Tour Organizer. L’obiettivo è favorire la collaborazione con gli operatori incoming delle città aderenti ed i soggetti impegnati nella promozione del territorio. Il Circuito ha anche siglato un accordo di collaborazione con il Sindaco di Milano in vista della realizzazione dell’Expo 2015. Il primo appuntamento saràalla BIT – Borsa Internazione del Turismo, in programma dal 17 al 20 febbraio 2011 presso Fiera Milano Rho. Monza, 18 gennaio 2011 Ufficio Stampa