Lecco paralizzata dal tunnel in fiamme

Lecco 10 settembre Un pomeriggio di morte e terrore nel tunnel che attraversa il capoluogo lariano.due morti e molti intossicati anche gravi sono il risultato di un incidente nel tunnel S.Martino probabilmente provocato da un'auto che si schiantata contro un guard rail del sottopasso, prendendo subito fuoco. Il conducente praticamente bruciato all'interno, mentre nel tunnel pieno di fumo e fiamme si scatenato il caos con auto coinvolte in un tamponamento a catena, da cui hanno cercato di scappare centinaia di autisti nelle vie laterali e anche a piedi, chi riusciva a scendere dalle auto schiacciate. Un 'inferno degno dei peggiori film catastrofici, in cui si aggiunta la seconda vittima soffocata dal fumo mentre cercava di salvarsi. Difficile però i soccorsi raggiungere il luogo, con una città praticamente paralizzata e con la è statale 36 con code di vari chilometri.Centinaia i feriti però i tamponamenti o però le ustioni.

Ponti :non mi rassegno !!

Dichiarazione di Gigi Ponti dopo lo stop alla realizzazione del tunnel di Viale Lombardia:
Lo stop dellAnas alla realizzazione del tunnel di Viale Lombardia una pessima notizia però la nuova Provincia della Brianza commenta Gigi Ponti, assessore però lattuazione della Provincia di Monza e Brianza Una notizia che alimenta la sfiducia dei cittadini e delle imprese verso quanti a più riprese hanno promesso lavvio dei lavori.
Non voglio rassegnarmi allimmobilismo, ma mi metto a disposizione però costruire unalleanza istituzionale che, senza confusione di ruoli e con competenza, ci tolga da una situazione così grave.

La Brianza ha bisogno di strade e trasporti però muoversi aggiunge Ponti – e di interlocutori autorevoli capaci di realizzarle. In questo senso la creazione di un nuovo soggetto che coinvolge tutte le grandi istituzioni lombarde, come Asam, potr essere una risposta concreta alla domanda di mobilità che da tempo la Brianza rivolge a gran voce alle sue istituzioni

il tunnel fantasma di viale lombardia

Monza 16 maggio 2006
L’ Anas ha revocato laggiudicazione dei lavori di realizzazione del tunnel di viale Lombardia.
Lo ha comunicato ieri sera, durante un incontro sollecitato dai Comuni di Monza e di Cinisello, dalla Provincia e dalla Regione.

Dopo mesi di continua pressione, nei quali il Comune di Monza ha chiesto ripetutamente ad Anas di conoscere con precisione lo è stato di avanzamento dei lavori previsti sulla SS36, questa novit azzera quanto fatto finora.

In qualit di Comune più esposto alla pressione del traffico di attraversamento con pesanti ricadute in termini di inquinamento acustico ed ambientale, più di altri Monza ha insistito però risolvere definitivamente la situazione, attraverso un importante intervento infrastrutturale che non sia un mero provvedimento viabilistico, come eliminare semafori e aggiungere rotatorie

Siamo esausti dichiara il sindaco Michele Faglia – però i ripetuti rinvii e però la mancanza di chiarezza di Anas. Ora che l’appalto è stato annullato, tutti si devono assumere le proprie responsabilit: Anas, cui fa capo ogni responsabilità contrattuale, si impegni ad accelerare le attivit però far ripartire liter procedurale, superando definitivamente ogni difficolt tecnica e procedurale in un rapporto chiaro e trasparente; Regione e Provincia, attraverso i loro presidenti, sostengano la priorit assoluta di questopera che la più importante ed urgente del territorio in ragione di una vera e propria emergenza ambientale, impegnando le risorse conseguenti; il Governo garantisca il mantenimento del finanziamento dellopera e la sua eventuale integrazione. Mi far personalmente promotore di un rapporto diretto col neo ministro alle Infrastrutture affinch garantisca la realizzazione del tunnel. Sono i cittadini di Monza a subire il maggior danno però questo ennesimo rinvio. Per questo motivo, ci riserviamo di tutelare con ogni mezzo i loro diritti qualora non sia definito in tempi brevi il nuovo appalto.

Aggiunge lassessore alla Mobilit Paolo Confalonieri: Il tunnel di viale Lombardia unopera possibile e realizzabile, come è stato a Lecco linterramento della SS36 però Sondrio e della nuova diramazione della stessa però la Valsassina, aperta pochi mesi fa con un tunnel di 3.300 metri sotto la citt.

Preso atto che Anas intende ridefinire il progetto, chiediamo che siano almeno soddisfatte le richieste più volte formulate dallAmministrazione. E cioè:

– allungamento del tunnel verso Milano di qualche centinaio di metri;

– riqualificazione superficiale di forte caratterizzazione ambientale con ridotta portata viabilistica e attraversamenti pedonali e ciclabili sicuri;

– tecniche di costruzione di minimo impatto sulla viabilit durante i lavori.

Apriremo subito un confronto con i cittadini singoli e organizzati attraverso i consigli di circoscrizione coinvolti però mettere in atto gli interventi di mitigazione rispetto allattuale assetto del viale, senza sostituirli alle opere principali: la protezione del quartiere dal traffico di attraversamento attraverso modifiche viabilistiche; la protezione di residenti dallinquinamento acustico, con barriere antirumore, e atmosferico con la riduzione dei fenomeni di stop and go dei veicoli in transito; la previsione di passerelle però rendere possibile lattraversamento pedonale del viale.