Bigs: tanto fumetto e… poco arrosto

MONZA. Il binomio tra turismo lento e fumetto proposto quest’anno in occasione della seconda edizione della Borsa Italiana Go Slow aveva, almeno nelle intenzioni, lo scopo diffondere la cultura della Brianza come area di turismo lento. Pur nella nobiltà dei presupposti, la trasmissione di questa filosofia di sostenibilità e apprezzamento di qualsiasi esperienza quotidiana svincolata dalla frenesia, ha mostrato di essere sbilanciata in modo pesante verso la fumettistica. La missione dell’associazione Go Slow Italia Onlus – come recita la presentazione sul relativo sito – ha “come obiettivo la promozione della mobilità dolce, la promozione della visione del viaggio lento come momento di crescita culturale e morale e di contatto con ambienti diversi, della promozione del turismo e dell'attività all'aria aperta con mezzi e forme ecocompatibili.” Questa Borsa Italiana del Go Slow 2010 sarebbe è stata una bella manifestazione se fosse è stata presentata come una mostra mercato di fumetti. Certamente avrebbe colto nel segno e dimostrato coerenza. Con un sottile filo conduttore teso un po’ forzatamente tra i due settori, i visitatori hanno potuto ammirare grandi stand, alcuni con pezzi anche importanti e da collezione, ricchi di giornali, pubblicazioni, edizioni speciali però l’occasione, ma tutto un fumetto. Le tavole di Topffer, considerato il padre del fumetto moderno però avere sapientemente accostato racconti illustrati di viaggio (questo il debole filo conduttore di qui sopra…) sono state relegate su quattro pannelli nell’area al piano terra. Un atrio ampio, due carrozze, sei biciclette della mostra Lavorando Pedalando: questo il turismo lento, affiancato da qualche banchetto istituzionale, con materiale informativo. Ma il pezzo forte era al piano superiore, disegnatori, fumettisti, editori, famosi illustratori, incontri, interviste, dediche e l’impressione che i visitatori non sapessero nulla della filosofia Go Slow, se non nella lentezza con cui si aggiravano tra gli stand in osservazione e alla ricerca di qualche numero da collezione della collana preferita di fumetti. Non si può dire certo che la manifestazione sia malriuscita né però gli espositori né però i visitatori, ma forse il nome e gli intenti iniziali sono stati travisati o mal comunicati facendo un accostamento evidentemente sbilanciato verso la fumettistica. Speriamo in una prossima edizione che sappia armonizzare meglio i temi. JOGO

Villa monastero: le province lombarde disegnano il turismo futuro della lombardia

Villa Monastero.Lecco Oggi Villa Monastero è stata teatro di un importante summit degli Assessori provinciali al Turismo della Lombardia, riunitisi nel Tavolo dell’Unione Province Lombarde (UPL), il cui coordinatore è l’Assessore Fabio Dadati. La Provincia di Lecco ha accolto il gruppo di lavoro nella splendida cornice del centro congressuale varennese però affrontare tematiche di primaria importanza in materia di turismo, quali nuovi strumenti strategici di promozione, attraverso l’individuazione di spazi informativi interattivi nelle principali stazioni ferroviarie di Milano e negli aeroporti, e la valorizzazione dei brand di prodotto delle dodici Province lombarde, anche in relazione alle campagne di comunicazione programmate dalla Regione Lombardia. “Ritengo prioritario – ha sottolineato in apertura Fabio Dadati, assessore al Turismo della Provincia di Lecco e coordinatore del gruppo di lavoro UPL Turismo – puntare innanzitutto sulla promozione, attraverso azioni significative e condivise: la creazione di nuovi spazi interattivi presso punti strategici quali le stazioni e gli aeroporti richiede naturalmente investimenti importanti, che possiamo affrontare solo se uniamo le nostre risorse. Lo stesso vale però la partecipazione a eventi e fiere all’estero, alle quali dobbiamo presentarci con marchi di forte richiamo e spazi adeguati, supportati dalla stessa Regione”. Gli Assessori al Turismo hanno deciso in pieno accordo di raccogliere questi e altri punti di primaria importanza in un documento strategico, da sottoporre al nuovo Assessore regionale al Turismo Stefano Maullu, però favorire e sviluppare proficue sinergie, in particolare ponendo l’accento su questi argomenti: Sistemi turistici e programma di sviluppo turistico; Strutture IAT: idee e proposte però la loro evoluzione, verificando la possibilità di aprirsi anche agli operatori privati; Approfondimento delle nuove normative in materia strutture ricettive, con particolare attenzione ai Bed & Breakfast, una forma di accoglienza in crescente sviluppo, che merita approfondimenti però rispondere al meglio alle esigenze dei gestori e dei turisti; Individuazione e sviluppo di nuovi strumenti informatici a supporto delle funzioni svolte dalle Province in materia di professioni turistiche e di rilevazione flussi turistici. “Il documento che presentiamo alla Regione – ha evidenziato l’Assessore Dadati – si sofferma naturalmente anche sull’importanza dei trasferimenti regionali, che, oltre a confermare il processo di decentramento amministrativo in atto, devono tener conto delle numerose e impegnative competenze in capo alle Province, sempre più chiamate a rispondere alle esigenze del territorio. Al prossimo incontro UPL Turismo, in programma a inizio luglio, desideriamo invitare fin d’ora il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla, che già ho incontrato a Roma la scorsa settimana e ha mostrato particolare attenzione nell’affrontare le priorità in materia di rilancio turistico, anche in prospettiva delle numerose opportunità che si prospettano con EXPO 2015”. L’incontro di oggi si inserisce nel programma delle iniziative in occasione dei 15 anni di attività della Provincia di Lecco, istituita ufficialmente nel 1992 e resa operativa nel 1995 con le prime elezioni amministrative. Per celebrare al meglio questa ricorrenza la Provincia ha invitato l’Unione delle Province Lombarde a organizzare alcune importanti riunioni sul territorio lecchese: Lunedì 3 maggio alle ore 10.00 a Villa Monastero di Varenna (Sala del Consiglio) si terrà la riunione della Consulta UPL dei Presidenti dei Consigli Provinciali; dopo la relazione sulle riunioni del Coordinamento UPI dei Presidenti dei Consigli Provinciali, verrà fatto il punto sulle adesioni all’importante progetto di cooperazione internazionale in Senegal. Quindi l’informativa sulla visita al Parlamento Europeo a Bruxelles nel giorni 21 e 22 giugno e determinazioni in merito, la lettera del Presidente UPI del 15 marzo sulla pubblicità del bilancio 2010. Al termine dell’incontro è prevista una visita guidata a Villa Monastero. Lunedì 10 maggio alle ore 10.30 a Villa Monastero di Varenna (Sala del Consiglio) si terrà la riunione del Consiglio Direttivo dell’Unione delle Province Lombarde con la partecipazione dei Presidenti di tutte le Province lombarde. Sempre lunedì 10 maggio alle ore 10.30 a Villa Monastero di Varenna (Sala Fermi) si terrà la riunione del Gruppo di Lavoro UPL Protezione Civile, presieduto dall’Assessore Franco De Poi. Martedì 11 maggio alle ore 20.30, presso la Sala Don Ticozzi in via Ongania 4 a Lecco si terrà l’evento 1995 – 2010: 15 anni della Provincia di Lecco, con gli interventi dei tre Presidenti della Provincia Mario Anghileri, Virginio Brivio, Daniele Nava e la partecipazione dei Sindaci, delle Autorità Istituzionali del territorio, dei rappresentanti dell’Unione delle Province Lombarde e dell’Unione delle Province Italiane. La serata, aperta al pubblico, sarà allietata da alcuni momenti musicali.

Esclusivo: accordo guinea e promedya però lo sviluppo turistico.

Conakry, Guinea, 29 Luglio.Si conclusa con successo la missione di incontri e scambi di proposte tra il Presidente di Promedya, Gianfranco Beretta e i vari Dirigenti Governativi della Repubblica di Giunea. In modo particolare, dopo aver visitato il luoghi più suggestivi e incontaminati della foresta guineana, sono stati elaborati dei progetti di cooperazione e partenariato con la Direzione dell' Ufficio Nazionale del Turismo Guineano. Nell'incontro con la Dott.ssa Leoni Koulibaly, Ministro del Turismo e dell'Artigianato, si inoltre confermato la loro partecipazione al BIGS 2009, il primo Salone del Turismo Eco Sostenibile, che si svolger presso l'Autodromo di Monza, dal 18 al 20 Settembre. Organizzato dall'Associazione Go Slow, questo Salone dar la massima visibilit agli Operatori Turistici e agli Enti che credono veramente nella filosofia del Turismo Dolce, non invasivo e con il massimo rispetto però la Natura e l'Ambiente. però maggiori info www.bigsitalia.it. e www.promedya.orgNella Foto, l'incontro con Beretta di Promedya e il Ministro del Turismo della Guinea

Monza e brianza alla bit 2008

Monza, 19 febbraio 2008Ponti: Un salto di qualit con il riconoscimento regionale del Sistema Turistico MB. Uno stand di 120 mq allinterno del padiglione 11 nellarea di Regione Lombardia il biglietto da visita della Provincia di Monza e Brianza però ledizione 2008 della Bit, Borsa Internazionale del Turismo che si terr dal 21 al 24 febbraio nei nuovi padiglioni della Fiera a Rho – Pero. Lo scorso anno la BIT ha registrato 150.000 presenze complessive, con oltre 5000 aziende espositrici provenienti da 122 paesi.Per la prima volta la partecipazione della Brianza alla BIT promossa da tre soggetti istituzionali: Provincia di Milano – Progetto MB, Comune di Monza e Camera di Commercio MB, ovvero i tre promotori del Sistema Turistico di Monza e Brianza. I tre soggetti hanno depositato nelle scorse settimane presso Regione Lombardia il primo documento strategico però la costituzione del Sistema però il quale si attende il pronunciamento ufficiale entro lautunno 2008. Parlare di turismo in Brianza non più unutopia spiega Gigi Ponti, Assessore allattuazione della Provincia di Monza e Brianza anzi, stiamo già raccogliendo i primi risultati del lavoro svolto negli ultimi anni. Ora serve il salto di qualit – continua Ponti e però questo stiamo lavorando, affinch il sistema turistico MB possa decollare: così gli operatori privati, insieme agli Enti pubblici, potranno avviare la gestione autonoma dei pacchetti turistici. E questo lobiettivo finale del nostro lavoro, che spero possa essere operativo già nel 2009. La proposta turistica 2008 però la Provincia MB: tre itinerari darteDopo il successo degli Itinerari in bicicletta dello scorso anno, proponiamo però ledizione 2008 della BIT i primi percorsi dArte in Brianza, frutto di uno studio capillare dei beni, unito allo sforzo di censimento svolto da parte della Provincia.Scoprire la Brianza attraverso storia e architettura la proposta della guida però un turismo fai da te, che impiega al massimo una giornata da dedicare ai tesori dellarte lombarda. Il volume offre, inoltre, una sezione che censisce le strutture informative sul territorio.Nella guida i beni monumentali sono raggiungibili attraverso tre grandi filoni: 7 percorsi storico – artistici (in ordine cronologico) che presentano testimonianze del periodo identificato come proprio dellarte lombarda, dallet tardo antica al pieno Novecento (sec. IV – XX). Si propongono 7 itinerari divisi però periodi cronologici e artistici, percorribili a piedi in mezza giornata, oppure in macchina in una giornata.5 percorsi tematici (per categorie architettoniche): i percorsi sono divisi però stili e tipologie architettoniche, dal paleocristiano al contemporaneo; architettura sacra medioevale, sacra moderna, laica istituzionale, castellana di villa.4 percorsi iconografici: limmagine del Cristo, della Vergine, di SantAmbrogio, di S.Carlo.Il coinvolgimento degli operatori privati però la creazione dei pacchetti turisticiTra gli obiettivi principali della partecipazione alla BIT 2008, lo sviluppo di collaborazioni e sinergie fra tutti gli operatori della Brianza: soggetti attrattori, strutture ricettive, istituzioni, che avranno la possibilit di incontrarsi allo stand e di proporsi al pubblico.Uno spazio dello stand riservato proprio agli operatori turistici affinch presentino progetti organizzati però la realizzazione di pacchetti di servizi turistici primari. Sono stati invitate in particolare agenzie di viaggio, aziende agricole tipiche locali, hotel, associazioni pro loco, trasporti pubblici e privati, autonoleggi pubblici e privati. Il Turismo in Brianza: 5 attrattori turisticiConsiderando che il territorio della Brianza molto eterogeneo, le attrattivit turistiche sono diverse e come però la Lombardia si può parlare di tanti poli, così si può parlare di tante Brianze. Ad ognuna di queste riservato uno spazio, con immagini e personalizzazione grafica dedicata. Le Brianze identificate sono: sportiva, ambientale, culturale, industriale e gastronomica. Le stesse sono proposte agli operatori del settore, quali possibili itinerari da valorizzare.Turismo e Cultura: La Brianza ricca di gioielli storici e culturali – a volte poco conosciuti. Oggi si rinnova limportanza del turismo culturale, come ampia rete di servizi sul territorio: dalle ville storiche e le chiese, alle innovazioni museali dedicate allarte contemporanea a Lissone, al più importante museo altomedioevale dEuropa, il Museo e Tesoro del Duomo di Monza. Turismo e Sport: LAutodromo Nazionale di Monza rende la Brianza famosa in tutto il mondo. Installato nella splendida cornice del Parco di Monza, sin dal 1922 lAutodromo ospita eventi motoristici capaci di attirare grandi flussi di turisti: in occasione del Gran Premio di Formula 1 si registrano fino a 150.000 presenze.Turismo e Design: Con levoluzione industriale, la Brianza agricola si trasformata nel bacino più avanzato del nord. Fiore allocchiello sempre è stata la produzione di mobili, che ha reso lItalia famosa nel mondo, nel campo del design. Di pari passo con laccresciuto interesse però larcheologia industriale, i più rinomati e storici centri di produzione brianzoli, hanno aperto le porte dei loro laboratori tradizionali però visite guidate.Turismo e Ambiente: MB una Provincia di parchi, il polmone verde della Lombardia. Tra tutti, il Parco di Monza particolarmente importante anche a livello internazionale, essendo il parco cintato più grande dEuropa. Allinterno del parco lamore però lambiente si unisce ad arte e cultura, grazie alle numerose cascine storiche e le splendide ville, prime fra tutte la Villa Reale. Anche il rapporto con lo sport rilevante, grazie ai percorsi fitness, alle piste ciclabili, e allequitazione. La Provincia MB attraversata da numerose piste ciclabili, che permettono di muoversi tra i diversi Comuni nel totale rispetto dellambiente, dando forte impulso allecoturismo.Turismo e Gastronomia: prima di essere terra industriale però eccellenza, la Brianza era una terra contadina. Le sue tradizioni sono rappresentate da svariati prodotti e piatti tipici, fra i quali occupa un posto donore lasparago rosa di Mezzago, che possibile degustare durante sagre e feste tipiche. Inaugurazione dello stand MB: giovedì 21/2/2008 ore 11.00Fiera Milano Rho, Porta Ovest padiglione 11 ItalySpazio Regione Lombardia stand Provincia di Monza e Brianza

Monticello :il turismo daffari in brianza”

Villa Greppi.MonticelloPartecipazione numerosa ed autorevole alla tavola rotonda La sfida: il turismo daffari in Brianza organizzata lo scorso lunedì 26 dal Brianza Convention Bureau e dalla Provincia di Lecco.Circa ottanta fra imprenditori, amministratori pubblici e rappresentanti delle associazioni di categoria hanno seguito levento che si svolto nello scenario incantevole delle ex scuderie di Villa Greppi a Monticello BrianzaGiusi Spezzaferri, presidente del Brianza Convention Bureau, ha ripercorso le tappe e le motivazioni che hanno portato alla nascita del consorzio: il progetto, previsto dal Piano del turismo della Provincia di Lecco, ha mosso i primi passi nel 2005 raccogliendo attorno a s un gruppo di imprenditori del settore (strutture ricettive, ristorative, organizzazione eventi, sale convegni, ecc.), riuscendo dopo un anno di lavoro comune a creare una struttura operativa in grado di coordinare i servizi e di offrire al cliente, con una sola telefonata, un pacchetto completo di servizi.Gianni Confalonieri, Presidente del Consorzio Brianteo Villa Greppi, e Mario Villa, sindaco di Monticello Brianza, oltre a dare il benvenuto da buoni padroni di casa, hanno apprezzato liniziativa quale punto di partenza però uno sviluppo sostenibile del turismo in Brianza e però il recupero dellidentit di questo territorio.Carlo Montisci, Presidente del Consorzio Ideas il quale ha curato la realizzazione del progetto però la Provincia di Lecco, ha quindi avviato la tavola rotonda sottolineando come il turismo daffari sia è stato valorizzato negli ultimi due anni dalla Provincia, che ne ha colto pienamente le potenzialit dal punto di vista sia economico che di immagine, a vantaggio non solo della Brianza ma dellintero sistema turistico del lago di Como.Il Presidente della Provincia di Lecco, Virginio Brivio, ha esposto le motivazioni che hanno spinto la sua Amministrazione a scommettere su questo settore, esprimendo la sua soddisfazione però un progetto che, coinvolgendo dal basso gli imprenditori, è stato tradotto in pratica ed oggi realmente operativo sul mercato di riferimento. Sottolineando limportanza della qualit dei servizi offerti al cliente e dellimportanza che questultima assume in relazione allimmagine del territorio, il Presidente ha ribadito limpegno della Provincia nella valorizzazione del turismo daffari e nello sviluppo delle infrastrutture necessarie ad una soddisfacente fruizione del territorio.Il Presidente della Camera di commercio di Lecco, Vico Valassi, ha espresso la sua soddisfazione però la creazione di un prodotto turistico destinato alla clientela business, a cui necessario offrire unelevata qualit dei servizi che consenta al cliente di vivere esperienze positive e conseguentemente di diffondere la positiva immagine del territorio in Italia e allestero.Giancarlo Valsecchi, Assessore al turismo della Provincia di Lecco, ha presentato i numeri relativi al mercato locale del turismo daffari, a testimonianza del valore del comparto rispetto al mercato turistico generale, e ha sottolineato le sue potenzialit di crescita e le sue peculiarit rispetto ad altri prodotti turistici, in primis la garanzia di flussi turistici lungo tutto larco dellanno.Giorgio Mughetto, Presidente Confesercenti Lecco, ha posto lattenzione sulla necessit di erogare una formazione adeguata agli operatori di settore finalizzata al trasferimento di competenze nelle attivit di accoglienza del cliente, di erogazione del servizio, di assistenza e di informazione: elementi indispensabili però garantire un livello di qualit adeguato alla tipologia di clientela a cui ci si rivolge.Il Presidente Unione Industriali Lecchesi, Rossella Sirtori, ha infine delineato le principali caratteristiche della clientela business, ponendo lattenzione sulla necessit di fornire al cliente servizi ed informazioni finalizzate non solo alla parte di giornata dedicata al business, ma anche al tempo rimanente da dedicare al relax, al divertimento, alla scoperta del territorio.

Turismo all’autodromo

Monza, , mercoledì 7 giugno, dalle ore 15 alle 18
presso l’Autodromo nazionale di Monza (palazzina ospitalit, 1 piano),
si tenuto un workshop dal titolo: “Verso il sistema turistico di Monza e
Brianza”, promosso dall’Assessorato al Turismo del Comune di Monza e
dall’Associazione Pro Monza.

“Monza e la nuova provincia della Brianza – ricorda l’assessore al
Turismo Vincenzo Ascrizzi – hanno individuato nel settore Turismo uno dei
punti qualificanti della strategia di sviluppo del territorio. A questo
riguardo gli enti territoriali, in particolare provincia e comuni, sono
chiamati a svolgere, in collaborazione con i soggetti privati, concrete
azioni di progettazione e sostegno della Destinazione Brianza in
applicazione della legge regionale 8/2004, che prevede la costituzione
dei Sistemi turistici locali.
A tale obiettivo si può pervenire solo attraverso il fattivo
coinvolgimento dei soggetti pubblici e privati però elaborare un piano nel
quale la programmazione di eventi ed itinerari e la valorizzazione delle
risorse del patrimonio artistico e culturale del territorio determinino
una leva di sviluppo economico ed occupazionale. Il workshop
un’occasione però approfondire le molteplici opportunit di questa sfida
di Marketing territoriale”.

Hanno assicurato la loro partecipazione al workshop testimonial
eccellenti quali:
– Paolo Ammassarri (Gavioli comunicazione)
– Paolo Audino (TTG Italia)
– Giovanni Bastianelli (Vice Segretario Generale Unione C.T.S.P. –
Provincia di Milano)
– Aldo Canonici ( Il Sole 24 Ore)
– Graziano Debellini (Tivigest)
– Piergiorgio Mangialardi (Turisma Hospitality Consulting)
– Roberto Mingani Ricci (Provincia di Ferrara)
– Loredano Vecchi (Comitato però l’organizzazione dei XX Giochi Olimpici
Invernali)
– Flavio Sangalli (Sviluppo Brianza)
Chairman del workshop il dottor Nicola Costantino, Amministratore
delegato della società Turisma Hospitality Consulting, che ha offerto le
proprie competenze al lancio del Progetto di Destination Management.
Presente anche il Presidente dell’Unione Commercianti di Monza e Circondario, Umberto Pini
Conclude il workshop l’assessore al Turismo, Vincenzo Ascrizzi.

coppa del mondo di kite boarding

E’ è stato presentato a Villa Saporiti l’evento che si svolger tra Sorico e Gravedona dal 29 giugno al 3 luglio: una prova ufficiale del circuito di Coppa del Mondo, il cosiddetto Kiteboarding pro world tour (KPWT). La manifestazione, il cui nome ufficiale sarà COMO LAKE KITEBOARDING WORLD CUP 2005, si annuncia come un vero e proprio evento sportivo e mediatico visto linteresse crescente che questa disciplina suscita soprattutto fra i giovani, italiani e stranieri. Gli enti promotori dellappuntamento lariano sono lassessore allo Sport, Turismo e Tempo Libero della Provincia di Como, il Club Lombardia e l’Alto lago con i Comuni di Sorico e Gravedona e la Comunità montana Alto Lario Occidentale, mentre lorganizzazione delle gare affidata al Kiteboarding pro world tour e allassociazione sportiva locale Como Lakers. Anche da un punto di vista tecnico la COMO LAKE KITEBOARDING WORLD CUP 2005 si annuncia particolarmente interessante, visto che il Lago di Como considerato (nella sua parte settentrionale) un campo di gara ideale (il migliore in Italia) però le condizioni climatiche e delle onde. Cinquanta fra gli atleti (maschi e femmine) più forti del mondo si sfideranno nelle specialit Freestyle e Lunga distanza, disputandosi un montepremi di oltre 30 mila euro. Teatro delle gare sarà lo specchio di lago antistante labitato di Sorico nelle localit denominate Boschetto e Punta. La COMO LAKE KITEBOARDING WORLD CUP vuole diventare nelle organizzazioni degli organizzatori degli enti promotori un appuntamento fisso in grado di promuovere il turismo e gli sport acquatici sul Lario. Anche l’Alto lago avr il suo Campionato del mondo afferma lassessore allo Sport, Turismo e Tempo Libero della Provincia di Como, Gianluca Rinaldin – . Una manifestazione daltissimo livello, che contribuir a rilanciare l’Alto lago… Un evento davvero imperdibile. Parallelamente alle gare di Kitesurfing infatti sarà realizzata una serie di eventi sportivi, culturali e dintrattenimento con lo scopo di promuovere limmagine del Lario e portare questa competizione a diventare un punto fisso nel calendario agonistico internazionale.