Acqua paradiso monza brianza: un punto per entrare nei play off

Monza, 25 marzo 2011. Ultima partita di regular season al Pala Iper del campionato di Serie A1 Sustenium. Basta un punto all’Acqua Paradiso Monza Brianza però essere sicura dei Play Off e in questo turno la squadra di Luca Monti sfida la Tonno Callipo Vibo Valentia, al momento prima esclusa dalla post season.Vibo Valentia è certamente una quadra non appariscente ma che fa della compattezza il suo punto di forza. Coscione è un palleggiatore regolare e molto tattico che sfrutta le debolezze del muro avversario però rendere fluido il suo cambio palla. Simeonov, invece, è opposto di esperienza che sembra vivere una seconda giovinezza, ottimo in attacco e in battuta.Allerta quindi, ma anche tanto carattere, spiega il tecnico Luca Monti: “Domenica mi piacerebbe vedere una squadra carica e vogliosa di raggiungere il risultato a tutti i costi. Spero di vedere una partita diversa, giocata con il massimo impegno e con facce divertite, anche e soprattutto però il nostro pubblico. Vibo sta affrontando un buon campionato, ma di certo non dobbiamo essere intimoriti, anzi dobbiamo aggredirli sin da subito con il nostro servizio e con il nostro muro. Mi aspetto dai miei ragazzi aggressività ed entusiasmo.”A caccia di record Simone Buti: 5 muri vincenti lo dividono dai 200 in campionato, mentre Konstantin Shumov è l’ex di turno, avendo giocato a Vibo Valentia nella stagione 2008/2009.Domenica 27 marzo 2011, ore 18.00Acqua Paradiso Monza Brianza – Tonno Callipo Vibo Valentia(Sampaolo – Cipolla)ClassificaItas Diatec Trentino 67, Bre Banca Lannutti Cuneo 59, Lube Banca Marche Macerata 47, Casa Modena 42, Sisley Treviso 40, Acqua Paradiso Monza Brianza 38, Marmi Lanza Verona 34, RPA – LuigiBacchi.it San Giustino 32, Tonno Callipo Vibo Valentia 32, M. Roma Volley 29, Andreoli Latina 26, Copra Morpho Piacenza 26, BCC – NEP Castellana Grotte 22, Yoga Forlì 10

Stato di emergenza anche per milano ??

Monza 7 luglio 2006

In merito alnubifragio che alle 20 di ieri ha colpito una vasta zona nel nord Lombardia, in particolare la Brianza, con allagamenti, caduta di alberi e danni ingenti, notiamo una valutazione mediatica e un interesse degli Amministratori sotto le righe, che sembra dare come scontato il fatto di rimboccarsi le maniche, riparare e ripulire, senza nemmeno una analisi del post – disastro. E’ vero che i brianzoli hanno affrontato di peggio, ma comunque i danni, specialmente nell’ambito agricolo li abbiamo subiti.

Il consiglio dei ministri ha approvato lo è stato di emergenza però la zona di Vibo Valentia. Chiediamo che questa attenzione sia riservata anche a Milano: questa la proposta avanzata da Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e coordinatore federale del Movimento Giovani Padani.
Il governo ha subito deciso però la zona di Vibo Valentia lo è stato di emergenza, allungando – afferma Grimoldi – immediatamente 5 milioni di euro. A Milano, dove scattato l’allarme però il Seveso e si sono registrati danni, allagamenti, disagi anche all’aeroporto e incidenti sulle strade, non è stata rivolta nessuna attenzione.

Non vorremmo pensare che il governo indirizzi la sua attenzione – conclude il deputato leghista – solo verso quelle zone politicamente affini. Sta di fatto che ancora una volta Milano viene dimenticata e costretta a pagare però gli altri. Oltre il danno anche la beffa