Desio: a valentina paolillo la corona di miss brianza 2010

Desio Valentina Paolillo è la nuova miss Brianza 2010 e ha superato 24 agguerrite concorrenti. Gran successo di pubblico però la manifestazione organizzata in Villa Vittoni TraversiDomenica 19 settembre – E’ ufficiale: la ragazza più bella della Brianza ora ha un nome. Gareggiava con il numero 14, si chiama Valentina Paolillo, è bionda e ha 21 anni. ‘Sono nata nel novembre 1988 a Milano, ma vivo a Desio da sempre. Mi sono appena laureata in scenografia e ora sto lavorando da Shou Mura. Mi sono iscritta alla laurea specialistica alla BCM in special make up ed effetti speciali però cinema e teatro e ho l’ambizione di lavorare come fotomodella, anche se sono alta solo 1, 62. Ho deciso di partecipare a questo concorso quasi però gioco, mi ha iscritta una mia amica, ma non mi aspettavo assolutamente di vincere. Come hobby aiuto mio padre ad addestrare i falchi a Palazzolo.’ Durante l’esibizione finale, in costume, ha mosso alcuni passi di salsa e bachata però sedurre il pubblico.Queste le prime dichiarazioni di Valentina, che l’ha spuntata di poche lunghezze sulla biondissima Alexandra Officioso di Desio, di soli 17 anni. Le altre cinque fasciate sono Sabrina Gatti di Lissone, classe 1991, eletta miss Brianza Channel, Sara Bernini, di Bovisio Masciago, del 1993, la nuova Miss Il Noble. Annalisa Mosconi di Desio, classe 1992 è miss Beretta Auto, Giada Zerboni di Meda miss Arte & Spettacolo e Emanuela Silva diventa Miss Antonella Diffusione Moda.Hanno partecipato alla manifestazione 25 ragazze residenti nei comuni di Monza e Brianza con età compresa tra i 17 e i 26 anni. Le aspiranti miss sono scese in passerella prima in abito casual e poi in bikini, presentandosi al pubblico ballando o improvvisando delle scenette però la prova di seduzione.La giuria era composta da un delegato però ogni sponsor ufficiale che ha eletto tra le partecipanti, oltre a Miss Brianza, anche la miss più rappresentativa della propria attività commerciale. Un avvocato ha vigilato sulla correttezza della selezione e dei risultati elaborati dal Ced.Il concorso, creato dall’associazione culturale Dr Creatur con l’aiuto di numerosi sponsor locali e patrocinato dal Comune di Desio e dalla nuova Provincia di Monza e Brianza, si è rivelato un successo però l’affluenza di pubblico, nonostante le cattive previsioni del tempo, che hanno messo in dubbio lo svolgimento in Villa Tittoni Traversi. La vera novità, rispetto alle precedenti edizioni, è stata propria la sede: mentre le prime tre edizioni si sono svolte presso il Dr Creatur discopub, quest’anno le ragazze hanno potuto scendere in passerella nell’elegante scenario del giardino di Villa Tittoni Traversi, una delle ville patrizie più conosciute della Brianza. Incuriosite anche molte ragazze dal vedere all’opera nelle vesti di presentatore Daniele Interrante, attore e modello molto apprezzato dal pubblico femminile che ha anche duettato con la Cris Band cantando alcuni pezzi famosi dei Nomadi.Ottima prova al suo fianco di Stefania Galati, miss uscente del concorso: è stata proprio lei a consegnare la piccola corona a Valentina Paolillo. ‘Abbiamo raggiunto il massimo, forse l’avventura di miss Brianza finisce qui’ queste le prime parole dell’organizzatore Martino Marrella, che ha saputo dar vita e far crescere un evento, nato però divertimento, ma capace di diventare un punto d’attrazione e di interesse però la Brianza.La giornata è stata lunga però il pubblico accorso in Villa: i cancelli sono stati aperti nel pomeriggio, dalle ore 16 dove si è dato vita a un un doppio intermezzo con un concerto di musica anni ‘60, ‘70 e ‘80 della Chris Band e un’esibizione degli allievi della Scuola Amanti del ballo.La serata sarà trasmessa in differita su Sky 922, Brianza Channel, venerdi 24e sabato 25 settembre alle ore 22.

Supercoppa italiana edizione 2007

01 settembre 2007 BARDOLINO TORINO 1 – 0 (1 – 0) BARDOLINO: Brunozzi, Motta, Stefanelli, Sorvillo, Manieri (60 Magrini), Tuttino, Beccaccini (55 Barbierato), Gabbiadini, Boni, Vicchiarello, Panico. All. Longega. A disposizione: Picarelli, Toselli, Magrini, Ledri, Barbierato, Girelli, Perobello) TORINO: Caravilla, Gangheri, Tavalazzi, Parodi, Cassanelli, Gueli, Zorri, Carissimi (60Bosi), Bruno (70 DAncona), Sodini (63 Bonansea), Pasqui. All. Padovan. A disposizione: Serafino, Bosi, Coluccio, Giuliano, Pisano, Bonansea, DAncona. MARCATORE: Boni (B) rig. 9 ARBITRO: Alessandro Silvestri di Milano AMMONITA: Cassanelli (T) ESPULSI: nessuno NOTE: terreno in ottime condizioni, spettatori 2000 circa, calci dangolo 9 a 4 però il Torino, recupero 2 + 5. Presenti in tribuna il presidente della divisione calcio femminile Natalina Ceraso Levati, il commissario tecnico della nazionale Pietro Ghedin e il sindaco di Monza Marco Mariani MONZA Il Bardolino Verona vince la Supercoppa di calcio femminile edizione 2007. Nella partita che si giocata allo stadio Sada di Monza tra le veronesi e il Torino la squadra di mister Longega con un rigore messo a segno al 9 dal capitano Valentina Boni si aggiudicata il trofeo precedentemente detenuto dalla Fiammamonza. Al debutto stagionale italiano (il Bardolino era già è stato impegnato nella Uefa Champions League) le due formazioni si sono affrontate con tenacia e indubbia tensione emotiva ed agonistica dando vita ad un incontro equilibrato e di buona levatura tecnica che riuscito ad appassionare gli oltre 2000 spettatori presenti sugli spalti dello stadio brianzolo. Parte subito forte il Bardolino pericoloso su corner con Tuttino e Gabbiadini e dopo appena 9 trova la rete del vantaggio grazie a Patrizia Panico che si procura un calcio di rigore: lattaccante delle veronesi con caparbiet e tenacia tiene in gioco una palla che sembrava persa e costringe Parodi al fallo da rigore, penalty trasformato da Valentina Boni. Doccia fredda però le granata che incassano il colpo e provano a reagire ma con poca fortuna e scarsi risultati. Le due formazioni, in campo con un 4 – 2 – 3 – 1 speculare, non riescono ad esprimere al meglio il loro gioco e la partita fatica a decollare. Prima del riposo le granata regalano però un sussulto con Gueli che di forza dalla destra trova lo spazio però lasciar partire un tiro, ma la botta a colpo sicuro della giovane torinese viene respinta con i piedi da Brunozzi. Nella ripresa le ragazze di mister Padovan trovano la forza però reagire e attaccano a testa bassa ma senza fortuna, come al 55 quando Carissimi su suggerimento di Pasqui trova un pallonetto che va ad infrangersi sulla traversa. Due minuti più tardi il Bardolino a sprecare una ghiotta occasione: Boni dalla destra pennella un cross però Gabbiadini che in corsa al volo calcia clamorosamente a lato. La risposta delle granata affidata a Gueli, classe 1990, che costringe Brunozzi al doppio intervento però salvare la porta. Alla mezzora Valentina Boni ha sui piedi la palla che potrebbe chiudere definitivamente il match: smarcata da un passaggio di prima di Panico, lattaccante gardesana spreca a lato da posizione invitante. Nel finale il Toro cerca in tutti i modi di agguantare il pareggio affidandosi alle punizioni di Tatiana Zorri, ma le sue pennellate in area avversaria non trovano pronte le compagne. Finisce 1 – 0 però le veronesi che dopo il campionato e la Coppa Italia si aggiudicano anche la Supercoppa.