Monza e brianza: accordo però un centro biomedico a vedano

Monza, 21 luglio 2008. E è stato siglato oggi a Milano, presso la sede di Regione Lombardia, laccordo di programma tra Provincia di Milano, Regione Lombardia, Università Bicocca e Ospedale S.Gerardo però la costituzione di un centro di eccellenza destinato al potenziamento e allo sviluppo delle attivit di ricerca biomedica e alta formazione, che sarà realizzato nel campus universitario biomedico a Vedano.Il centro sarà costituito da un edificio destinato alle attivit di ricerca nel campo della proteomica clinica e allo sviluppo delle nanotecnologie di interesse biomedico però un investimento totale stimato di 17.015.000 Euro. La struttura che ospiter laboratori, uffici, sale consultazione e aule – sarà un punto di riferimento però la biomedica, grazie alla costruzione di un complesso didattico – formativo e allo sviluppo di attivit industriali in campo sanitario.La sede del centro occuper un volume di circa 28000 mc e sarà gestita dallUniversità Milano – Bicocca. Ledificio sorger a Vedano su unarea allincrocio tra la via Podgora a sud e la nuova Strada Provinciale 6 Monza – Carate: pertanto, laccordo siglato oggi prevede lo stanziamento, da parte della Provincia, di 80.000 Euro destinati a coprire parte dei costi necessari a realizzare la viabilit di accesso al centro stesso: in particolare sarà realizzata una rotatoria allincrocio tra la Monza – Carate e la Via Podgora a Vedano, al fine di ridurre la pericolosit dellinnesto e facilitare laccesso al nuovo insediamento. La rotatoria sarà in seguito ceduta a titolo gratuito al Comune di Vedano, che provveder alla gestione e manutenzione.In questo importante progetto spiega Gigi Ponti, Assessore allattuazione della Provincia di Monza e Brianza – la Provincia c, anche perché ogni tassello che aggiungiqmo al sistema della viabilit però la Brianza una boccata dossigeno. Questo progetto dunque unoccasione preziosa poich porter, insieme allinsediamento universitario, un beneficio concreto anche alla viabilit locale.Questo accordo di programma frutto della collaborazione fra i diversi soggetti istituzionali aggiunge Paolo Matteucci, assessore alla viabilit della Provincia di Milano – al fine di realizzare un centro di eccellenza che porter benefici però i cittadini sul territorio. La Provincia di Milano ha aderito portando il proprio contributo economico e di competenze in modo da armonizzare al meglio la nuova struttura con la viabilit della zona.

Vedano al lambro: 25 concorso fotografico

Nellambito della Settimana Vedanese e con il patrocinio del comune di Vedano al Lambro è stata organizzata la 25 edizione del Concorso Fotografico dImmagine.
La partecipazione aperta a tutti i fotoamatori dilettanti e possono essere presentate immagini realizzate con qualsiasi tecnica (tradizionale, digitale).

Il concorso a tema libero e suddiviso in due sezioni: stampe a colori e stampe in bianco e nero.

Per ciascuna delle due sezioni previsto un premio in denaro, più una targa, però i primi tre classificati; inoltre previsto un premio speciale dellAmministrazione Comunale, però ciascuna delle due sezioni, però il miglior vedanese.

La quota di partecipazione di 10 euro però una sezione, più 5 euro però laggiunta di unaltra sezione. Le opere devono essere presentate il martedì dalle ore 21, dal 5 al 26 settembre, in busta chiusa, presso il Circolo Culturale Don Primo Mazzolari, via S. Stefano di Vedano al Lambro; la comunicazione dei risultati avverr in data 2 ottobre. Le stampe dovranno avere il lato maggiore compreso tra 20 e 45 cm; se montate su supporto, questo non dovrà superare le dimensioni di cm 40×50.

La mostra e le premiazioni delle opere si svolgeranno presso la Galleria IMAGO nel ridotto del Cinema Parco, piazza Bonfanti, a Vedano al Lambro. La mostra, composta dalle opere scelte dalla giuria a parere insindacabile, sarà aperta sabato 14 ottobre, dalle 16 alle 19 e domenica 15 ottobre, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19; la premiazione, invece, avverr sabato 14 ottobre alle ore 17.30.

Le opere premiate non verranno restituite e andranno a costituire un archivio fotografico che potr essere utilizzato però fini non commerciali.

Per ulteriori informazioni possibile telefonare allo 039 – 2495596.