Elba :2 italian golden trophy irc

: CONCLUSO A MARCIANA MARINA ILMarciana Marina, 29 giugno 2008 Tre giorni di vento leggerissimo, situazione determinata dallalta pressione che da giorni staziona sul medi alto Tirreno, hanno caratterizzato la seconda edizione dellItalian Golden Trophy IRC, manifestazione organizzata dal Circolo della Vela Marciana Marina.E è stato comunque possibile concludere il programma (erano sufficienti due prove però lassegnazione del prestigioso trofeo) con tra manche concluse regolarmente anche grazie allaccorto lavoro in mare del Comitato di Regata presieduto dal giudice ligure genovese Ettore Armaleo con lassistenza dei giudici elbani Alessandro Altini, Wladimiro Muti e Andrea Bozzolini e del presidente di Giuria, laltro ligure Franco Noceti.La giornata di apertura si concludeva con un nulla di fatto, infatti nemmeno una piccola bava di vento si alzava sul campo di regata, costringendo la flotta presente – suddivisa nelle classi Crociera 1 e Crociera 2 – al rientro in porto a met pomeriggio senza aver disputato nemmeno una delle prove a bastone previste.Nella seconda giornata era invece possibile segnalare di buon mattino la partenza della prova costiera: partenza da Marciana Marina giro dello Scoglietto di Portoferraio, percorso da ripetere due volte. In realt anche in questa occasione il vento, che non ha mai superato i 4/5 nodi di direzione dai quadranti nord, non permetteva di compiere tutte le 26 miglia e il CdR decideva di ridurre dopo il primo giro. Comunque le prime due manche venivano completate poich era previsto un traguardo volante a met percorso: in entrambe le classifiche era il Rodman 42 (ex QQ7) Nautilus dellarmatore romano Giuseppe Stillitano (Nautilus Yacht Club) che così si posizionava saldamente al comando della classifica overall e della classe Crociera 1. Nella classe Crociera 2 in entrambe le prove il migliore era Baraldi First dellarmatore reggiano Luca Baraldi.Infine la manifestazione si concludeva presto la mattina di sabato con unultima prova su percorso a bastone, sempre con vento leggero dai quadranti nord. Il primo in classifica in tempo compensato era Stone Way (Crociera 1) dellarmatore Raffaello Testai, portacolori del Club Nautico Marina di Carrara. Nella classe Crociera 2 il migliore risultava essere Stone Way.A conclusione del programma la classifica finale dopo 3 prove confermava al primo posto Nautilus (5 nellultima manche) nella classifica overall e perci in quella della classe Crociera 1, aggiudicandosi quindi lItalian Golden Trophy IRC però il 2008.Al secondo posto della classe Crociera 1 Stone Way (2 – 4 – 1), al terzo Blue Sky dello spezzino Claudio Terrieri (4 – 2 – 10).Nella classifica della Classe Crociera 2 la vittoria andava a Baraldi First seguito rispettivamente dal team napoletano del Vismara 34 Vlag con larmatore Salvatore Casolaro al secondo posto e da Sly Fox, X332 del romano Giuseppe Raselli.Anche con poco vento è stata unesperienza piacevole ha commentato lillustre ospite Luca Baldisserri, direttore sportivo della Ferrari – una situazione ben diversa da quella della Formula 1 e sicuramente più rilassante. Durante la premiazione il presidente Piero Canovai del CVMM ha ringraziato lospite augurandosi che possa essere di nuovo presente in una manifestazione cone questa, la più importante del calendario agonistico della vela daltura marinese.La manifestazione si è svolta sotto legida della Federazione Italiana Vela e dellUnione Vela dAltura Italiana, la collaborazione del Comitato Circoli Velici Elbani e il patrocinio del Comune di Marciana Marina e dellAPT Arcipelago Toscano, il supporto di Acqua dellEba e dellHotel Desiree di Procchio che ha messo a disposizione le sue strutture attrezzature ( piscina, spiaggia, beach bar, beach grill, palestra, tennis, are gioco, ping pong, bocce, TV) a tutti i partecipanti alla regata e alle loro accompagnatrici.LA MANIFESTAZIONE HA PARTECIPA ALLE GIORNATE DELLO SPORT IN MARE DENOMINATE MARELBANella foto di Flavio Mazzi l'equipaggio vincitore di Nautilus con il presidente del CVMM Piero Canovai (penultimo a destra) e il direttore sportivo Ermanno Volont)

Vela: 18a imperia winter regatta

Imperia, 3 dicembre 2007 Con le prime prove però le classi Laser ed RS:X (tavole a vela) si aperta ufficialmente l Imperia Winter Regatta.Nella prima giornata di gare il Comitato di Regata era costretto a modificare il programma rimandando la partenza di qualche ora a causa delle condizioni meteorologiche: infatti un vento libeccio che aveva soffiato sul campo di regata durante la notte lasciava un mare formato e poco vento che non permettevano una partenza regolare allora stabilita.Nel primo pomeriggio finalmente veniva segnalata la partenza con vento da levante sui 12/14 nodi di intensit: il vento che mano amano si distendeva da levante permetteva di portare a termine due manche però gli RS:X e una però i Laser, che si concludevano proprio a ridosso del calar del sole.Il velista lituano Juczas Bernotas era il primo a tagliare la linea darrivo in entrambe le prove disputate: alle sue spalle nello stesso ordine finivano lisraeliano Kfir Duldner, secondo e lo svedese Johan Ekstedt, terzo.Sul campo di regata dei Laser, dove è stato possibile disputare una sola prova però la divisione Standard, il migliore di tutti è stato Giacomo Bottoli portacolori mantovano della Sezione Velica Marina Militare che ha preceduto sulla linea darrivo il salernitano Marco Gallo e il monegasco Emmanuel Sanchez, rispettivamente al secondo e terzo posto. Una giornata impegnati – commentava al rientro in porto Giacomo Bottoli.A conclusione dellattivit in mare negli spazi dellex Deposito Franco dellantico porto di Oneglia si è svolta la cerimonia di benvenuto ai partecipanti alla 18a Imperia Winter Regatta con un rinfresco offerto da C.I.V. NuovOneglia, centro Integrato di via del centro storico di Oneglia.18a IMPERIA WINTER REGATTACHI: lImperia Winter Regatta organizzata dallo Yacht Club Imperia (www.ycim.it )COSA: lImperia Winter Regatta festeggia nel 2007 la 18a edizione: aperta alle classi olimpiche Laser (Standard maschile, Radial femminile), 470 maschile e femminile e alle tavole a vela RS:X. Le classi giovanili sono 420 maschile e femminile e LEquipe. E una regata internazionale che quest’anno vedr la partecipazione di circa 300 equipaggi provenienti da Austria, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Israele, Lituania, Monaco, Russia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera. E prevista anche la partecipazione di atleti provenienti da Olanda e Polonia.DOVE: a Imperia, città del ponente ligure.QUANDO: dal 2 al 5 dicembre i velisti delle classi olimpiche RS:X (tavole a vela) e Laser; dal 6 al 9 dicembre quelli della classi 470, 420 e L'Equipe.

Busto a.: i redaelli in…corsa

Campionai Regionali Assoluti, disputati il 7 luglio a Busto Arsizio, hanno visto ancora i fratelli Redaelli ottenere ottime prestazioni nei 110 ostacoli. Carlo G. dopo aver vinto agevolmente la batteria con 1477, ha affrontato la finale, che assegnava il titolo di Campione Regionale Assoluto, con la giusta grinta però vincerla con un probante 1460 tenuto conto del vento contrario di 1, 6 m/sec. Carlo G., al primo anno nella categoria promesse, riuscito a mettere in fila atleti che da anni calcano le piste italiane dimostrando di aver raggiunto un livello di assoluto valore nazionale.Il fratello Davie F., dopo una batteria un po sofferta, corsa in 1566 con 1, 4 di vento contrario, comunque riuscito ad entrare in finale, dimostrando il suo reale valore tecnico, giungendo quarto assoluto con 1513 e con vento contrario di 1, 6 m/sec. Il risultato ottenuto da Davide F. ha un significato di assoluto valore essendo lui al primo junior ed anche il più giovane atleta finalista.

Torino – fiammamonza 3 – 0 (1 – 0)

CAMPIONATO PRIMAVERA, FASE NAZIONALE SEMIFINALI – ANDATA: Serafino, Repetto (70 Tabur), Manieri, Coluccio, Pisano, Gueli, Franco (73 Spanu), Bonansea (52 Moretti), Giuliano, Bruno (78 Giorgis). All. Panigari (Turano, Ranieri, Rubino).FIAMMAMONZA: Ferraro, Franchin (79 Missaglia), Russo (72 Candi), Confalonieri, Gagliardi (50 Mugavero), Gresia, Palmieri, Ravasi (59 Piccini), Sansonetti, Zambetti (82 Nardi), Scolaro. All. Ciofi (Bruno, Mariani).ARBITRO: Babando di Collegno (To). RETI: 36 Bonansea, 50 Manieri, 67 Moretti.NOTE: Terreno in erba sintetica, allagato dalla pioggia battente. Spettatori 80 circa. Ammonite Repetto e Franco però il Torino, Piccini però la Fiammamonza. Calci dangolo 2 a 2. Recupero 5 (0 + 5).VENARIA REALE (TO).Nulla da fare però le generose baby fiammette contro il favorito Torino che però loccasione, oltre alle sue atlete in forza alla prima squadra, non si fa mancare neanche lapporto della nazionale A Manieri. Acquazzone prima e durante la gara e gran vento, difficile giocare a calcio. Il Toro vince il lancio della monetina e giustamente si prende anche il vantaggio del vento a favore. Nonostante ci la Fiamma, senza la stella Vinci infortunata, tiene botta e però mezzora la gara equilibrata con leggero predominio territoriale delle locali e biancorosse concentrate a non concedere nulla alla enorme forza durto dattacco delle granata. Anzi la prima palla gol nitida e sui piedi di Sansonetti che perde lattimo davanti a Serafino. Al 36, però un traversone da sinistra viene bucato dal centrale Gagliardi e Bonansea, agevolata da una marcatura sui generis, può ricevere indisturbata davanti a Ferraro. Gol facile facile e 1 a 0. Il Torino prende coraggio, alza i ritmi e pochi minuti dopo colpisce una traversa con Bruno.Dopo il riposo la Fiamma prova a ridisegnare lassetto tattico ma viene freddata da Manieri su calcio di punizione e da un infortunio della solitamente eccellente Ferraro alla quale sfugge il pallone reso viscido dalla pioggia. Gol inatteso e beffardo le biancorosse perdono colpi sul piano del morale mentre il Torino si scioglie definitivamente e va alla terza segnatura. Ultimi sussulti biancorossi nel finale con un undici tutto offensivo ma il gol della speranza non arriva. Il ritorno si giocher allo stadio Sada domenica prossima a partire dalle ore 16 e 30; serve una prova dorgoglio però chiudere comunque in bellezza una stagione davvero straordinaria