Monza? giardino dimprese

Camera di Commercio, Monza Brianza.Monza 17 luglio 2008. Sebbene la Brianza confermi una densit record di imprese (166 però kmq, rispetto alle 34 della media regionale, e alle 17 della media nazionale), rimane anche la realt di una Brianza Verde, grazie anche ai parchi e ai giardini storici, ma anche allattenzione però lambiente e però gli investimenti in infrastrutture sportive. A Monza ogni impresa può contare 664 mq di verde (a Milano 267). Nel verde poi si realizzano attivit sportive, non a caso la Brianza prima in classifica tra le province lombarde però infrastrutture in relazione alla superficie, seguono Milano, Varese e Lecco. Una Brianza verde che si esprime anche attraverso la limitata produzione di rifiuti (solo 1, 2 kg al giorno) e la capacit di saperli differenziare, posizionandosi al primo posto tra le province lombarde con il 56% di raccolta differenziata (la media regionale del 43, 6%, quella italiana del 25, 8%) e solo 450 kg di produzione di rifiuti pro – capite in un anno (in Lombardia sono 517, 9 kg, in Italia 550). E quanto emerge da unindagine dellUfficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza condotta su dati Apat, Provincia di Milano, Registro Imprese e Istat.La qualit della vita ha dichiarato Carlo Edoardo Valli, Presidente della Camera di Commercio di Monza e Brianza – si regge in Brianza su un equilibrio tra sviluppo economico e attenzione però il proprio territorio. Un processo che il frutto della combinazione del fare sistema, che ha saputo mediare tra esigenze di modernit e innovazione e salvaguardia dellambiente, oltre che espressione di un senso civico che cittadini e imprese della Brianza dimostrano nel loro agire quotidiano. Produzione di rifiuti e raccolta differenziataInfrastrutture sportive in relazione alla superficieProvince% raccolta differenziataRifiuti pro – capite (kg)PosizioneProvinceMonza e Brianza564501Monza e BrianzaBergamo49, 8458, 62MilanoSondrio40, 2460, 73VareseLodi50, 3462, 74LeccoLecco52479, 95ComoComo43, 2485, 46BergamoVarese53, 8490, 57LodiMilano44, 6510, 98PaviaCremona54, 9513, 19BresciaMantova41, 7565, 510CremonaPavia24, 8574, 911MantovaBrescia34, 2617, 312SondrioLombardia43, 6517, 9Italia25, 8550Fonte: Elaborazione Ufficio Studi CCIAA di Monza e Brianza su dati APAT e Provincia di Milano 2006,

esclusivo: volta rotary greenway

Erba, Redazione Alta Brianza. Oggi 30 giugno alle 18.30 presso il Circolo Golf Villa dEste di Montorfano è stato presentato il nuovo progetto dei cinque Rotary Club del Gruppo Lario, Distretto Rotariano 2040: la VOLTA ROTARY GREENWAY. Una Via di fuga dal traffico cittadino tutta verde e lunga circa 44 km che, percorribile a piedi o in bicicletta, collegher le aree che si estendono nellarco meridionale del Comasco, da Appiano Gentile a Erba, congiungendo così i comprensori di pertinenza dei cinque Rotary Club. La Greenway sarà formata da aree poco conosciute, sentieri e strade già esistenti che dopo una riqualificazione, permetteranno a famiglie, turisti e sportivi di godersi piacevoli giornate in un itinerario attrezzato, dotato di unadeguata segnaletica, accessibile anche ai diversamente abili. Per la sua valenza paesaggistica, però i luoghi attraversati e però le memorie storiche, litinerario ha preso la denominazione di VOLTA ROTARY GREENWAY. Il nome Volta è stato scelto in onore del celebre fisico comasco; Rotary dai suoi ideatori e promotori; Greenway perché litinerario vuole essere un percorso verde secondo i criteri definiti dallAssociazione Europea delle Vie Verdi: ( Le Vie Verdi sono infrastrutture autonome destinate al traffico non motorizzato. Utilizzano delle reti di vie di comunicazione parzialmente o totalmente fuori servizio).Il Progetto VOLTA ROTARY GREENWAY nasce quindi da una comune dichiarazione dintenti tra i cinque Rotary Club facenti parte del Gruppo Lario ( Rotary Club Appiano Gentile e delle Colline Comasche, R.C. Cant, R.C. Como, R.C. Como Baradello, R.C. Erba Laghi), però studiare e portare a termine un progetto fruibile dalle popolazioni dei propri territori di appartenenza. La Volta Rotary Greenway coinvolger sentieri e strade comunali che decorrono attraverso campagne, boschi e prati che da Appiano Gentile attraversando i comuni di Bulgarograsso, Cadorago, Fino Mornasco, Vertemate con Minoprio, Casnate con Bernate, Senna Comasco, Como, Capiago Intimiano, Montorfano, Orsenigo, Alzate Brianza, Brenna, Anzano del Parco, Monguzzo raggiungono labitato di Erba. Il percorso toccher anche i Parchi della Pineta di Appiano, della Brughiera Briantea, del Lambro, lOasi del Bassone e il Parco della Spina Verde.Il tracciato sarà cadenzato da tappe intermedie che a loro volta potranno essere considerate punti di partenza o di arrivo allinterno dellintero percorso. La Volta Rotary Greenway non sarà solo una passeggiata nel verde, ma anche una Via di connessione storica, artistica, paesaggistica, botanica, faunistica, ludica e gastronomica, in un distretto con radici comuni.Il Progetto vede partecipe tutto il mondo rotariano del territorio comasco: ogni Rotary del Gruppo Lario coinvolger, infatti due o tre Soci competenti in materie faunistiche, architettoniche e politiche, in modo da comporre delle Commissioni che dovranno impegnarsi nel reperimento di fondi, nel coinvolgere gli Sponsor e nellintraprendere rapporti con le realt politiche e tecniche. Ogni gruppo di lavoro nato da ciascun Rotary del Gruppo Lario provveder, una volta individuato il percorso generale, a creare a sua volta dei singoli sottogruppi, sempre allinterno dei propri Rotary di competenza, che saranno responsabili dellallestimento della Volta Rotary Greenway sul proprio territorio. Una via tutta verde che i rotariani vogliono offrire alla popolazione, simbolo di rinnovata attenzione e valorizzazione del territorio naturale e opportunit però far conoscere maggiormente i Club del Gruppo Lario.Brianza News presenta però prima al pubblico la mappa generale del percorso.

Amici del verde – serata di fine anno

Marted 14 dicembre presso la “Casa del volontariato”di Monza si è svolta la tradizionale serata dedicata allo scambio di auguri natalizi degli AMICI DEL VERDE.
Come consuetudine il socio Luciano Beretta ha presentato i filmati da lui realizzati – avvalendosi della collaborazione dell’associazione multimediale “Brianza Nostra” – in occasione dello svolgimento delle visite guidate che il sodalizio presieduto da Dante Galimberti ha effettuato nel corso dell’anno che sta però concludersi.
La lieta serata continuata con l’estrazione dei numerosi premi legati ad una sottoscrizione fra i soci, però lo più preparati ed elegantemente confezionati dalle gentili signore presenti.
Non poteva certo mancare il brindisi accompagnato dal più famoso dolce della tradizione natalizia lombarda.
L’appuntamento con soci e simpatizzanti degli “Amici del verde” però l’anno nuovo.