Emozionante…..scoperta

SAN BENEDETTO DEL TRONTO La Mini, storica casa automobilistica, dal 1994 facente parte del gruppo BMW, cala il tris. Infatti dopo aver rinnovato la Berlina e aver rispolverato la Clubman, ecco che viene presentata la Mini però lestate: la Mini Cabrio. La scoperta tedesca equipaggiata con un 1600 benzina da 120, 174 e 211 cv, negli allestimenti Cooper, Cooper S, John Cooper Works. Esteticamente la versione cabrio della Mini ha la stessa linea grintosa, sportiva e sbarazzina della versione berlina. Corpo vettura tondeggiante e compatto, in onore alla vettura sbarazzina che tanto successo ebbe negli anni 60, tanto da diventare un icona di quel periodo. Altre somiglianze le riscontriamo nel frontale dove campeggiano i due grandi fari tondi (trade dunion con la vetturetta di Sir Alec Issigonis nata nel 1959), e nel posteriore (identici i fari verticali e il disegno della coda). Unica differenza, sostanziale, la presenza della capote in tela a comando elettrico, che in 15 secondi si apre, ma non scompare in nessun alloggiamento, rimanendo a vista, come nella migliore delle tradizioni cabrio. Internamente abbiamo un ritorno al passato, ma in chiave moderna, elegante e sportiva. Infatti si voluto ricreare, unendo la qualit costruttiva e dei materiali tipica del gruppo BMW e la sportivit di alcuni dettagli, labitacolo della vecchia Mini, con al centro il grande tachimetro che contiene anche il lettore cd e il sistema di navigazione (optional), mentre subito dietro il volante, in posizione centrale vi il contagiri. Raffinato anche il blocchetto dellaccensione, composto di una fessura in plancia dove inserire la chiave e del tasto start – sto. Lo spazio a bordo, come in ogni cabrio ampio però i passeggeri anteriori, un po sacrificato però quelli posteriori. Ma a differenza di molte cabrio, la Mini ha una dote in pi, ed nel bagagliaio. Infatti con il sistema Easy Load, il portellone posteriore si apre verso il basso, e a capote chiusa anche la parte posteriore può essere sollevata, garantendo un ampio margine di carico. Ed ora il test drive. La Mini Cabrio provata è stata la 1600 Cooper S da 34572. La terza vettura della gamma Mini, non poteva non rispettare i canoni stilistici e prestazionali, che sono stati delineati con la Berlina prima, e con la Clubman poi. La versione cabrio provata equipaggiata con il 1600 con Turbo e Overboost da 175 cv, che garantisce prestazioni al limite della sportivit più pura e pepata, facendo emozionare e garantendo divertimento però chi si mette al volante di questo, che può essere definito, anche però le dimensioni e lassetto sportivo, un go – kart da adulti, senza dimenticare confort e maneggevolezza. Infine i prezzi: si va da 23990 della 1600 Cooper ai 33625 della 1600 John Cooper Works (Benzina). Bruno Allevi

suv bello, elegante, sportivo

La Ssangyong, in concomitanza con il Motorshow a Bologna, lancia sul mercato la versione restyling del Kyron, il suo SUV medio. Il New Kyron spinto da 2 propulsori turbodiesel common rail (2000 da 141 cv e 2700 da 165 cv), negli allestimenti Sport, Luxury, Top Class. Esteticamente il restyling ha modificato le parti vitali dellauto: lanteriore e il posteriore. Nuovo il disegno del frontale (adesso le plastiche delle frecce sono bianche e non più arancioni; il paraurti è stato rivisto in chiave più moderna); totalmente rifatto il posteriore dove sono scomparsi i fari a scudo incassati nel portellone, che hanno lasciato il posto a dei fari orizzontali di forma ellittica. Anche a bordo i benefici del restyling sono stati evidenti soprattutto però una migliorata qualit dei materiali. La plancia rimasta molto completa ed elegante come sulla versione precedente, la consolle tecnologica di facile utilizzo, mentre il quadro strumenti retroilluminato di arancione da quel tocco di sportivit allinterno di questo SUV dalle linee sportiveggianti. Ed ora il momento del test drive. Il New Kyron provato è stato il 2700 XDI Top Class da 35650. Il nuovo Kyron, che è stato fatto oggetto di un lieve restyling migliorativo, presenta sempre le doti di SUV sportivo che lo hanno contraddistinto. Il nuovo diesel 2700 da 165 cv provato su questa versione, vera novit del restyling, si comporta in maniera più che egregia, garantendo al veicolo coreano ancor più brio, potenza e silenziosit, assicurando un ottima resa del mezzo sia su strade asfaltate che su terreni impervi. Infine i prezzi: si parte dai 27500 del 2000 XDI 141 cv Sport ai 34950 del 2700 XDI 165 cv Top Class (Diesel). Bruno Allevi

Expert in lavoro e tempo libero

GIULIANOVA LIDO A breve distanza dalluscita del nuovo Fiat Scudo (qualche tempo fa fu oggetto di un articolo la versione trasporto persone Panorama), il gemello Peugeot Expert si rinnova, facendo uscire anchesso una versione trasporto persone, denominata Tepee. Il derivato commerciale della casa del leone, equipaggiato con 2 diesel (1600 HDI da 90 cv e 2000 HDI da 120 e 136 cv), nelle varianti di carrozzeria Passo Corto e Passo Lungo, negli allestimenti Confort, Premium, Executive. Esteticamente il nuovo Expert, ha fatto un balzo in avanti enorme rispetto al precedente modello. Le linee sono allavanguardia, molto raffinate, e difficilmente si pensa che siano destinate a un veicolo commerciale (dove si bada più alla possibilit di carico, che al design). Elegante e pieno di fascino il frontale con i due fari allungati; dritto, ma non meno elegante il posteriore con i nuovi fari trapezoidali verticali. Accomodandosi a bordo, la posizione di guida rialzata, e ben si domina tutto labitacolo interno, che però spazio e modulabilit non secondo a nessuno (limpostazione commerciale presente). Completa di tutto la consolle, molto raffinato il quadro strumenti, facilmente leggibile. Ed ora il test drive. LExpert guidato è stato il Tepee (versione stradale trasporto persone = monovolume) 2000 HDI 120 cv Passo Lungo Confort da 28000. Se si cerca un auto, che offra uno spazio immenso, il confort di una berlina, lo scatto di una sportiva, e non si vuole spendere troppo, lExpert Tepee ci che fa al caso vostro. Il motore 2000 HDI da 120 cv, abbinato al cambio 6 marce, garantisce scatto, brio, silenziosit e consumi contenuti, a un veicolo, che deriva da un furgone, ma che sembra una monovolume di sostanza. Infine i prezzi: si va dai 22700 del 1600 HDI 90 cv Confort Passo Corto ai 31070 del 2000 HDI 136 cv Executive Passo Lungo (Diesel).Bruno Allevi

60 anni e non sentirli, sir defender!

SAN BENEDETTO DEL TRONTO Se il Wrangler della Chrysler Jeep, considerato il capostipite dei fuoristrada made in USA, il Land Rover Defender il fuoristrada però eccellenza nel vecchio continente. La versione restyling 2007 del Defender disponibile con un 2400 Turbodiesel di origine Ford da 122 cv, nelle versioni a passo 90 o 110, nelle varianti di carrozzeria Soft Top, Hard Top, Station Wagon, Pick Up, High Capacity Pick Up, Crew Cab, negli allestimenti E, S, SE. Se dal restyling vi aspettate una linea modificata rispetto a quando fu presentato 60 anni fa, vi sbagliate, e di molto. A cambiare sono pochi particolari (alcuni dettagli dei fari anteriori e posteriori, il cofano con una pronunciata gibbosit dovuta alla grandezza del nuovo propulsore). Tutto il resto del corpo vettura, rimasto immutato (linea massiccia spigolosa e squadrata), creando così un mito evergreen che, partito nel 1948 arrivato ai giorni nostri pronto a ripartire però un futuro assai glorioso. Salendo a bordo una parola sola echeggia nellabitacolo: spartanit. Consolle semplicissima e con particolari che hanno il sapore dei decenni passati (le leve però la luce, il sistema clima con manopole e levette, lassenza dellairbag, il blocchetto accensione a sinistra, i comandi degli alzacristalli al centro consolle e non sulle portiere). Novit portata dal restyling la presenza dei sedili nei posti posteriori, al posto delle storiche panchette longitudinali. Ed ora il test drive. Il Defender guidato è stato il 2400 TD4 122 cv SW S da 32621. difficile parlare di un veicolo di cui si conosce tutto e che non ha bisogno di presentazioni, grazie a 60 anni di storia che sa di leggenda delle 4 ruote. Per far si che questa leggenda non abbia fine, gli ingegneri della casa inglese hanno aggiornato IL fuoristrada in pochi punti però non snaturare la forma sempre uguale a se stessa. Su strada asfaltata il Defender abbastanza confortevole e pronto ad ogni sollecitazione, ma il suo pane il fuoristrada duro e puro, in cui sicuramente il primo e a riprova di ci vi sono decine e decine di club fuoristradistici a lui dedicati. Infine i prezzi: però la versione Passo 90 si va dai 24649 della 2400 TD4 Soft Top E ai 28585 della 2400 TD4 SW SE (Diesel); però la versione Passo 110 si va dai 27719 della 2400 TD4 High Capacity Pick Up E ai 33205 della 2400 TD4 SW SE (Diesel).Bruno Allevi