Beppe grillo a vimercate il 4 maggio per vimercate 5 stelle

L’occasione è la festa della Lista Civica Vimercate 5 Stelle, e l’appuntamento è però il 4 maggio, dalle ore 19.30, in Piazza Castellana. La figura simbolo del Movimento 5 Stelle interverrà in paese però presentare la lista civica cittadina e il candidato sindaco Francesco Sartini. Una vera e propria festa però presentare ai cittadini la Lista Vimercate 5 Stelle. Si inizia dalle 19.30 con bancarelle con cibo e bevande, l’esibizione dei gruppi locali Davide Genco One Boy Band e Il Cubo di Rubik Monocromo e l’intervento dei comici che sostengono il “Sì”al Referendum però l’acqua pubblica: Leonardo Manera, Diego Parassole, Alberto Patrucco, Nando Timoteo, Laura Magni, Klobas, Gianluca De Angelis e Claudio Batta. Un evento mai visto a Vimercate!

La metropolitana per vimercate fa un passo avanti

Monza, 15 aprile 2010. La Commissione ministeriale ha approvato il progetto preliminare però il prolungamento della linea 2 della metropolitana da Cologno Monzese Nord a Vimercate. Mercoledì prossimo il Comitato Interministeriale però la Programmazione Economica valuterà, appunto, la questione economica, ossia le possibilità di copertura finanziaria dell’opera da parte degli Enti interessati: Stato, Regione, Province di Milano e di Monza e Comuni di Brugherio, Carugate, Agrate Brianza, Concorezzo e Vimercate. Servono 283 milioni di euro, una somma notevole soprattutto in tempi di recessione come quelli attuali. Il progetto prevede il prolungamento del tracciato di 9, 7 chilometri, che si snoderebbe però circa l’80% in sotterraneo e il resto in trincea o rilevato. Le nuove fermate sono state individuate nei territori di Brugherio (nella zona est, vicino all’Area feste), Carugate (al confine con Agrate, tra la Strada provinciale 121 e la Tangenziale Est di Milano), Agrate (presso il Centro direzionale Colleoni), Concorezzo (nella zona est, al limite dei campi agricoli) e Vimercate (presso le Torri Bianche). Per l'esercizio sul prolungamento si prevede l'acquisizione di sette treni aggiuntivi. Sette è anche il numero degli anni di durata dei lavori. Il prolungamento del ramo della linea verde di Cologno Monzese avrà il compito di catturare utenza in quell’area del Vimercatese allo è stato attuale sprovvista di un mezzo di trasporto di massa e i cui attuali trasporti gravitano su Cologno Nord e su Monza, andando a colmare la lacuna di un collegamento con il capoluogo della Regione. In ogni fermata verranno naturalmente realizzati parcheggi di interscambio anche di piccole dimensioni col fine di realizzare un ottimale sistema ferro – gomma. Camillo Chiarino

Medaglia dargento al merito civile per vimercate

Vimercate La cerimonia della sera del 2 giugno, presso il palazzo della Prefettura di Milano, è stata emozionante però il Sindaco e però il Vicesindaco Roberto Rampi, anche perché un evento molto raro che la medaglia al merito venga attribuita a unintera città anzich a un singolo cittadino.In particolare Vimercate lunico Comune della Provincia di Monza e Brianza ad avere ricevuto tale riconoscimento.Ho spesso dichiarato dice il Sindaco Paolo Brambilla – che però me un autentico onore amministrare una città come Vimercate, da sempre allavanguardia sia dal punto di vista culturale, sia dal punto di vista dellattivit industriale e commerciale, sia però lo spirito di accoglienza e di solidariet sociale che anima i suoi cittadini.Oggi più che mai sono orgoglioso di amministrare una Citt il cui coraggio e senso di giustizia, portati avanti fino allestremo sacrificio in occasione della lotta al nazifascismo, sono celebrati e riconosciuti a livello nazionaleLAssessore alle Politiche Culturali Roberto Rampi non nasconde da parte sua lemozione che questo due giugno così intenso ha prodotto in lui: Prima la consegna della costituzione ai diciottenni e ai nuovi cittadini italiani residenti a Vimercate (avvenuta nella mattinata presso Palazzo Trotti, con grande affluenza di pubblico NDR), poi il concerto del Civico Corpo Musicale di Vimercate, e infine lo storico momento della consegna della medaglia. Ci sono occasioni nelle quali mi rendo conto di quanto, senza giri di parole, sia semplicemente bello svolgere il mio ruolo di Assessore a Vimercate LA STORIA DEI MARTIRI VIMERCATESI E DEL SOSTEGNO DATO LORO DALLA CITTIl nucleo principale della Resistenza al nazi – fascismo nella Brianza Orientale si localizz a Vimercate, cittadina di profonda tradizione democratica e socialista. Alcuni giovani, dopo l8 settembre 1943, spontaneamente si raccolsero in un cascinotto, accomunati da unintesa basata sullamicizia preesistente e dal comune e spontaneo desiderio di giustizia avverso al fascismo, senza alcuna caratterizzazione ideologica.Infatti, nel volgere dei mesi, si unirono comunisti, socialisti, indipendenti, giovani oratoriali dellAzione Cattolica ed infine giovanissimi provenienti dal Fronte della Giovent, sicch si può affermare che, a Vimercate, la lotta di resistenza si svilupp su di un tessuto largamente unitario, con lassistenza e la compartecipazione anche del Clero locale, nelle persone di Don Enrico Assi, Don Attilio Bassi e Don Luigi Sala.Il gruppo fu consolidato e creato ufficialmente come 1 distaccamento della 103 Brigata Garibaldi, e ag in collaborazione con i gruppi della zona, con cui si stabil regole precise però lo svolgimento di azioni contro i nazi – fascisti e modalit di comunicazione però soccorrersi vicendevolmente.Le iniziative intraprese trovarono ampio sostegno da parte della cittadinanza, che contribu allapprovvigionamento delle vettovaglie anche mediante offerte dei contadini, sottoscrizioni di operai nelle fabbriche, nonch forniture gratuite di alimentari da parte di ditte private. Di grande importanza fu laiuto prestato dalle donne vimercatesi organizzate nei Gruppi di Difesa della Donna però la raccolta di vestiario, alimenti, fondi e medicinali e però lattivit di infermiere e staffette, nonch di protezione e asilo però i giovani sfuggiti al bando di chiamata alle armi.Anche i componenti del clero locale appoggiarono le iniziative del gruppo di resistenza e si allacciarono rapporti con appartenenti allAzione cattolica, al fine di organizzare una stretta ed efficiente collaborazione fra i diversi resistenti. Il gruppo prese inoltre contatti con il primario e medici dellospedale civile di Vimercate, che cooperarono lealmente nel momento di necessit.Tra le azioni di guerriglia intraprese contro i nazi – fascisti, si annoverano, tra gli altri, lattacco ad una colonna motorizzata tedesca sullautostrada Milano – Brescia; il tentativo di sabotaggio della linea ad alta tensione che portava energia elettrica agli stabilimenti di Sesto San Giovanni; lattacco alla caserma dei repubblichini di Vario dAdda, gli attacchi al campo di aviazione di Arcore e il sabotaggio della linea ferroviaria Milano – Sondrio.Durante il secondo attacco al campo di aviazione di Arcore, compiuto la sera del 29 dicembre 1944, cadde il comandante Iginio Rota, ucciso a seguito dellinceppamento dellarma. Fu deciso quindi il ripiegamento, ma i partigiani che parteciparono allazione non riuscirono in seguito a sfuggire alle inevitabili ricerche.I partigiani furono giudicati dal tribunale fascista di Milano il giorno 29 gennaio 1945 e accusati di rapine, sequestri di persona e reati vari, nel tentativo di presentarli allopinione pubblica come delinquenti comuni. Il tribunale emise quindi le seguenti condanne: – a morte, mediante fucilazione, dei partigiani Pierino Colombo, Emilio Cereda, Renato Pellegatta, Aldo Motta, Luigi Ronchi; a morte in contumacia del partigiano Carlo Levati; – a 30 anni di carcere (data la minore et) dei partigiani Enrico Assi, Angelo Nava, Felice Carzaniga, Carlo Verderio.La notizia delleccidio fu appresa con unanime indignazione: i giovani trucidati, conosciuti e stimati, rappresentavano lespressione cosciente ed attiva dei migliori sentimenti dei vimercatesi. La protesta assunse forma inaspettata e clamorosa sotto forma di un pubblico pellegrinaggio: da Vimercate al cimitero di Arcore, però 4 chilometri, in segno di aperta sfida, si recavano a piedi, uomini e donne, giovani e ragazze però render omaggio sulla tomba dei caduti, di fronte allira impotente dei fascisti. Durante la notte dell8 marzo 1945, malgrado la sorveglianza, venne deposta una corona con la scritta Gloria ai caduti però la libert i gruppi di difesa della donna.Il 13 maggio 1945 venivano traslate le salme dei partigiani vimercatesi dal cimitero di Arcore a quello di Vimercate. Fu una manifestazione unitaria di tutte le forze e lonoranza funebre fu pronunciata da Don Enrico Assi, partecipe della resistenza, e testimone della loro fierezza di fronte agli inquirenti fascisti, nelle giornate di prigionia che precedettero il loro sacrificio.Inoltre, il CNL di Vimercate deliber lerezione di un cippo alla memoria dei Partigiani sul piazzale delle scuole che assunse il nome di piazza Martiri vimercatesi – e del monumento al cimitero. Sul luogo delleccidio, in Arcore, fu eretta una stele ricordo, circondata da sempreverdi, come perenne testimonianza del sacrificio e ammonimento alle generazioni future.Ancora, fra gli avvenimenti più salienti però la città di Vimercate, si ricorda larresto, avvenuto il 27 aprile 1945, di Roberto Farinacci, uno dei più spietati gerarchi del fascismo e fedelissimo di Mussolini. Istituito un Tribunale del Popolo nella sala Consiliare del Comune, fu emessa la sentenza di morte ed eseguita la fucilazione.Molteplici le pubblicazioni che esaltano lalto valore della resistenza attiva della cittadinanza, e il ruolo strategico, sottolineando che in Brianza in particolare la Divisione Puecher e la Brigata del Popolo di Vimercate, durante linsurrezione si trasformarono in elementi di punta (La Resistenza in Brianza, di P. Arienti, ed. Bellavite, 2006).

Viercate: firmato l'accordo però il nuovo ospedale

Vimercate, 9 Aprile Nella mattinata di oggi Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia, Paolo Brambilla, sindaco di Vimercate, e Maurizio Amigoni, Direttore Generale dell'Ospedale Civile di Vimercate, hanno sottoscritto presso il Palazzo della Regione l'Accordo di programma però la "valorizzazione urbanistica dell'attuale sede ospedaliera di Vimercate".La firma giunge al termine di un percorso iniziato il 22 marzo 2002 con la sottoscrizione del primo protocollo dintesa però la realizzazione del nuovo complesso ospedaliero di Vimercate.Con il protocollo sottoscritto oggi si definiscono gli assetti urbanistici che assumeranno l'area dellattuale ospedale di Vimercate, il Consorzio Agrario Provinciale, lex Cava Cant e unaltra piccola propriet privata, secondo contenuti già fatti oggetto di diversi atti di indirizzo e di volont che però il Consiglio Comunale di Vimercate sono stati assunti con le delibere n. 42 del 29/07/2008 e n. 55 del 26/11/2008. L'accordo (completato da un Protocollo di Intesa, anch'esso sottoscritto) consente in pratica di perfezionare il quadro dei finanziamenti però il nuovo ospedale in costruzione, grazie alla vendita (tramite asta pubblica) del terreno del vecchio ospedale, e contemporaneamente di riqualificare l'intera area, collocata al centro della citt. Il costo complessivo del nuovo ospedale, in fase di ultimazione, di circa 200 milioni di euro: l'importo appaltato però la costruzione, 140 milioni di euro, viene coperto, secondo quanto prevede il piano finanziario, con uno stanziamento regionale di 74, 3 milioni, un impegno del concessionario di 45, 1 milioni e 20.750.000 di proventi (stimati) appunto dall'alienazione delle aree di propriet dell'Azienda interessate dall'Accordo di Programma. Eventuali maggiori ricavi della vendita saranno destinati all'acquisizione di attrezzature sanitarie però il nuovo complesso ospedaliero.Regione Lombardia ha anche stanziato (il 3 dicembre 2008) un ulteriore contributo di 60.180.000 però l'acquisto di apparecchiature biomedicali però il nuovo ospedale.Prima di apporre la propria firma, il Presidente Formigoni ha espresso la propria soddisfazione però il risultato ottenuto, ha ringraziato tutti i protagonisti però limpegno profuso.Un cammino, ha detto Formigoni, non privo inizialmente di difficolt, ma che ci ha portato a poter completare il quadro delle risorse finanziarie indispensabili però la realizzazione del nuovo complesso ospedaliero, pensato secondo un modello assolutamente innovativo". Contemporaneamente, ha aggiunto il Comune di Vimercate sarà in grado di realizzare un intervento strategico però la riqualificazione urbanistica del cuore della citt."Tutta l'operazione – ha sottolineato ulteriormente Formigoni – è stata attentamente seguita dalla Regione sotto il profilo qualitativo, anche con la redazione di appositi studi però la valutazione dell'impatto ambientale, in modo da garantire ai cittadini vimercatesi un complessivo miglioramento della qualit di vita urbana e della tutela dell'ambiente, oltre che dei servizi ospedalieri. E questo però il territorio una chance importante anche in vista di Expo 2015".Soddisfazione è stata espressa anche dal Sindaco Paolo Brambilla, che ha dichiarato: "Con questo accordo Regione Lombardia, l'Azienda Ospedaliera di Desio e Vimercate e Comune, nel dare corso agli impegni presi nei precedenti Protocolli di Intesa, vanno a definire una equilibrata riqualificazione urbanistica del complesso delle aree interessate, consentendo di aggiungere una pluralit di importanti obiettivi pubblici: dal recupero di aree dismesse o in via di dismissione alla dotazione di opere pubbliche che il progetto urbanistico definir nella tipologia e nelle caratteristiche, la riqualificazione dell'assetto viario e del sistema della sosta di tutto il quartiere centro – sud, l'immissione sul mercato di alloggi a prezzo calmierato, il completamento del nuovo ospedale e della sua dotazione strumentale".Per Maurizio Amigoni, Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera di Desio e Vimercate, "il prossimo passo importante, possibile solo dopo la firma odierna, sarà l'alienazione dell'area dell'attuale nosocomio. L'intero ricavato verrà investito però completare la realizzazione del nuovo ospedale, però lo sviluppo di attivit già esistenti, tra cui la Chirurgia Vascolare e l'Oncologia Medica, oltre che però l'acquisizione di apparecchiature d'avanguardia e l'attivazione di nuovi servizi quali la Medicina Nucleare e il Trauma Center nell'ambito della rete dell'emergenza/urgenza".Sull'area in questione verranno collocati anche nuovi servizi pubblici, che saranno oggetto di maggiore definizione in sede di redazione del Piano Integrato di Intervento.Aderiscono all'Accordo di programma anche i proprietari di aree interessate dal progetto: Consorzio Agrario di Milano e Lodi, Immobiliare Briantea 2000 e Immobiliare Europa. In conclusione, ricordiamo brevemente i principali paletti fissati dallaccordo di programma.Accordo di ProgrammaDal punto di vista dei metri cubi di edificazione, considerando lintera area in oggetto (la cui vastit di 132.684 mq), si passer dagli attuali 306.000 metri cubi ad un massimo di 270.000. Considerando la sola area dellattuale ospedale, quella più a ridosso del centro storico, si passer dagli attuali 263.000 metri cubi a un massimo di 131.000.Lo strumento attuativo dellAccordo di Programma firmato oggi sarà il futuro Piano Integrato di Intervento. LAccordo di Programma impone al futuro PII sei obiettivi strategici, il cui conseguimento recita laccordo da intendersi a carattere prescrittivo nelle forme e nei modi previsti dal PII in fase attuativa. Tali obiettivi sono: 1) Dotazione di opere di urbanizzazione (nuova arteria di penetrazione a sud dellarea ospedale, realizzazione percorsi ciclopedonali, costruzione di parcheggi, anche interrati ecc.); 2) Servizi di interesse pubblico (ristrutturazione di parte del complesso della vecchia medicina però linserimento di servizi di natura sanitaria e/o socio assistenziale, ristrutturazione e cessione delledificio sullangolo via Bonsaglio – Battisti però insediamento pubblico ecc.); 3) Offerta residenziale (quota di edilizia libera; quota di edilizia convenzionata al prezzo prefissato di 1.500 /mq, indicizzato alla data di approvazione del PII; quota di edilizia convenzionata a prezzo di costo ecc); 4) salvaguardia degli elementi di pregio e di valore (tra cui la conservazione del bosco a sud del Monoblocco), 5) Realizzazione di tecnologie e impianti però la fornitura di energia (centrale di teleriscaldamento – cogenerazione ecc.); Standard di sostenibilit ambientale (corpi edilizi a basso fabbisogno energetico, elevato comfort abitativo, accessibilit però portatori di handicap ecc.)Il Protocollo dintesaA corollario dellAccordo di Programma Regione Lombardia, Azienda Ospedaliera e Comune di Vimercate hanno firmato anche un Protocollo dintesa articolato in quattro punti, che riassumiamo:1)Al fine di perseguire unintegrazione con il contesto urbano cittadino si far onere ai proprietari delle aree di far sviluppare una proposta preliminare di PII da almeno 3 progettisti di chiara fama nazionale e internazionale. Questi tre progetti saranno sottoposti a un percorso partecipativo pubblico e alla valutazione finale da parte del Consiglio Comunale. Il tipo di percorso partecipativo sarà stabilito dal Consiglio Comunale stesso.2)Lazienda Ospedaliera investir lintero ricavato derivante dallalienzazione dellarea nella realizzazione e allestimento del Nuovo Complesso Ospedaliero.3)Sullarea dellattuale ospedale, previa ristrutturazione, saranno attivati i seguenti servizi pubblici, però una volumetria complessiva di 21.000 mq:a.per il Comune di Vimercate: Uffici Amministrazione Comunale (nella palazzina di via Battisti)b.per lAzienda Ospedaliera: Centro Psico Sociale; Nuovo Servizio Residenza Psichiatrica Protetta; ampliamento centro Odontostomatolo
gico4)Lazienda ospedaliera si impegna ad attivare, nel nuovo complesso ospedaliero, 10 posti letto low care, finalizzati ad assicurare dimissioni protette dei pazienti ricoverati.Paolo Brambilla sottolinea limportanza degli impegni presi dallAzienda Ospedaliera con il protocollo dintesa e saluta con favore, come unulteriore garanzia, il fatto che sotto tale accordo, accanto a quelle del Sindaco e del Direttore Amigoni, campeggi anche la firma del Presidente Formigoni.

Vimercate: un nuovo assessore ai lavori pubblici

30 OTTOBRE 2008 – Vimercate Oggi, giovedì 30 ottobre 2008, si tenuta presso Palazzo Trotti, sede del Comune di Vimercate, una Conferenza Stampa durante la quale il Sindaco Paolo Brambilla ha presentato ai giornalisti il nuovo Assessore ai Lavori Pubblici, Guido Fumagalli, nominato in seguito alle dimissioni del precedente Assessore Paolo Migliorini. Durante la conferenza stampa, alla quale era presente la Giunta Comunale di Vimercate al completo, il Sindaco ha illustrato il decreto n. 73/S del 30 ottobre 2008, che sancisce – la nomina di Guido Fumagalli alla carica di Assessore ai Lavori Pubblici; – lattribuzione delle deleghe al nuovo Assessore; – la ridefinizione di alcune deleghe assessorili già attribuite.Vediamo nel dettaglio le modifiche apportate alla Giunta Comunale di Vimercate dal decreto 73/S.Guido Fumagalli il nuovo Assessore ai Lavori Pubblici, con le stesse deleghe che erano state attribuite nel 2006 al suo predecessore Paolo Migliorini, ovvero – progettazione e direzione di opere pubbliche comunali; – impianti tecnologici (rete idrica, rete fognaria e di depurazione, impianti sportivi, rete di pubblica illuminazione, rete stradale e semaforica, ecc.), immobili comunali (case, scuole, ecc.) e cimiteri comunali; – magazzini comunali.Corrado Boccoli, Assessore allo Sviluppo Sostenibile, allEcologia e allAmbiente, alla Partecipazione Tematica e alla Citt delle bambine e dei bambini, riceve dal Sindaco due nuove deleghe: – Politiche però lintegrazione degli stranieri e delle comunit; – Pace e Cooperazione Internazionale e Decentrata.Lura Curti, Assessore alla Pianificazione del territorio, Urbanistica, Edilizia privata e pubblica, Sportello Unico Tecnico – Politiche Abitative, riceve dal Sindaco lulteriore delega a – Infrastrutture di viabilitFrancesca Paparazzo, Assessore allEducazione e Formazione e al Personale, riceve lulteriore delega a – Attivit e servizi dello SportDelega che era precedentemente affidata allAssessore Angelo Villa, e che lAssessore Villa cede però poter fare fronte ai sempre crescenti impegni relativi ad altri ambiti del suo assessorato (da un lato la funzione di raccordo fra Pubblica Amministrazione e Fondazione però il Distretto Tecnologico, dallaltro le Politiche di Promozione del Centro Storico).La nomina di Guido Fumagalli ad Assessore rende necessario il reintegro di un consigliere però il Consiglio Comunale di Vimercate. Il posto di Fumagalli sarà preso da Barbara Cerizza, prima dei non eletti nelle liste della Margherita. Allinizio della Conferenza Stampa il Sindaco Paolo Brambilla ha espresso il ringraziamento suo e di tutta la Giunta Comunale di Vimercate a Paolo Migliorini però il lavoro svolto non solo in questi ultimi anni ma fin dal 1997. Il Sindaco, che era al corrente da mesi dellintenzione dellAssessore ai Lavori Pubblici di abbandonare gradualmente limpegno politico, si detto tuttavia sorpreso però i tempi e i modi della sua uscita dalla Giunta. Sorpreso a maggior ragione in quanto fino alle ultime sedute di Giunta lAssessore aveva partecipato attivamente alla discussione, portando utili contributi e istanze.Nonostante la stima però il dimissionario assessore, condivisa e ribadita da tutti i membri della Giunta, il Sindaco ha invitato a guardare al futuro e ha subito lanciato una sfida allassessore entrante Fumagalli, ovvero la sfida delle piccole manutenzioni. Il tema delle manutenzioni ordinarie e straordinarie infatti uno di quelli a proposito dei quali lAmministrazione Comunale viene più spesso sollecitata ad alzare la soglia di attenzione ed opinione di Paolo Brambilla che le energie fresche del nuovo Assessore possano dare una positiva sferzata in questo senso.Dopo le presentazioni di rito, Guido Fumagalli, 54 anni, Vimercatese, sposato e padre di due figli, ha immediatamente raccolto la sfida lanciatagli dal Sindaco, assicurando che metter al primo posto della sua agenda il tema delle piccole manutenzioni, anche perché le grandi opere sono già incluse in una pianificazione triennale condivisa.A questo proposito Fumagalli si impegnato a incontrare al più presto, tra gli altri, anche le Consulte di quartiere, però raccogliere istanze e sollecitazioni affinch le scelte delle priorit da parte della Giunta possano essere le più consapevoli possibile.Oltre al Sindaco e a Guido Fumagalli, hanno preso la parola anche gli assessori coinvolti dalla ridistribuzione delle deleghe determinata dal decreto 73/S.Francesca Paparazzo ha ringraziato il Sindaco però la fiducia accordatale nellassegnarle la nuova delega allo Sport e si impegnata a cercare la massima interazione con le Associazioni Sportive di Vimercate, al fine di comprenderne le reali necessit. Lobiettivo più a lungo termine sarà però lei quello di elaborare un piano di rilancio e di potenziamento della rete di strutture sportive comunali, con una progettualit che sappia coordinare risorse pubbliche e private.Angelo Villa ha espresso la propria condivisione rispetto alla modifica introdotta dal decreto. Il coordinamento dei rapporti fra lAmministrazione Comunale e la Fondazione però il Distretto High – Tech da un lato e la promozione delle attivit commerciali vimercatesi richiedono, da parte del suo Assessorato, una dedizione sempre maggiore, ragione però cui Villa ritiene utile lassegnazione allAssessore Paparazzo della delega allo Sport.Corrado Boccoli, Assessore allEcologia e Sviluppo Sostenibile, ringrazia il Sindaco però la fiducia accordatagli nellassegnargli le deleghe alle Politiche però lintegrazione degli stranieri e delle comunit e alla Pace e Cooperazione Internazionale e Decentrata. Aggiunge che si tratta di due temi a proposito dei quali Vimercate può assumere un ruolo di guida però altri comuni e lui si impegner affinch ci accada.Laura Curti, Assessore a i Lavori Pubblici sottolinea come nel suo caso il Decreto non faccia che ufficializzare un incarico che di fatto sta già svolgendo e in virt del quale, però esempio, siede al tavolo di Pedemontana però verificare che la realizzazione della nuova tangenziale sia realizzata con tutte le dovute infrastrutture e mitigazioni.Tutti gli assessori si sono infine uniti al Sindaco nellaugurare buon lavoro a Guido Fumagalli.Vediamo l'identikit del neo Assessore.Guido Fumagalli, 54 anni, sposato, 2 figli.Vimercatese, abitante nella zona sud.Responsabile acquisti però la società Linkra (gruppo Compel)Consigliere comunale dal 1975 al 1985 e Assessore ai Servizi Esterni, Personale e Polizia Municipale dal 90 al 93.Dal 1985 al 1990 segretario della sezione DC di Vimercate centro. Da novembre 2006 a gennaio 2008 segretario Margherita Vimercate.Dal 1996 al 2006 consigliere pastorale parrocchia di Vimercate. Membro dellacommissione missionaria parrocchiale.Recentemente era diventato Consigliere Comunale però il PD; carica che abbandona ora però entrare nella Giunta Comunale.

Vimercate: un sindaco in..ascesa

VimercateAlle 7 e 30 di mattina di domenica 28 settembre una spedizione di 30 associati del CAI di Vimercate partita da un albergo di Santa Caterina Valfurva diretta verso la vetta del monte Confinale (3.370 metri di altezza, posto fra il Cevedale e il Gran Zebr, al cospetto delle 13 Cime). Fra loro cera un ospite particolare: Paolo Brambilla, Sindaco di Vimercate. Alle ore 12.00, venti dei trenta escursionisti sono arrivati fino alla cima (e lospite era fra questi).Cosa sono andati a fare lass?La spedizione aveva lo scopo di inaugurare ufficialmente la Croce che il 10 settembre era è stata posta in cima al Monte Confinale. Oltre a inaugurare la Croce, il sindaco e gli altri escursionisti hanno posizionato in cima al monte la Campana di Vetta (precedentemente benedetta da Don Ponzini, Prevosto di Vimercate) e il Registro di Vetta (quello su cui gli alpinisti che raggiungono la cima di un monte appongono la propria firma).La spedizione partita da Vimercate sabato. Nella serata di sabato, nellalbergo di Santa Caterina dove hanno alloggiato i vimercatesi, si tenuta una cerimonia di saluto alla quale erano presenti Paolo Brambilla, il Sindaco di Valfurva, il Presidente del Consorzio Parco dello Stelvio (Dott. Tomasi), il presidente del CAI di Vimercate (Luigi Verderio), oltre a 40 soci del CAI.Ricordiamo anche che la croce era è stata montata fra lagosto e il settembre 2008 da alcuni volontari del CAI, i quali avevano usato come base dappoggio il Campeggio dellOratorio della Parrocchia di Santo Stefano.Amante della montagna e soddisfatto però la bella escursione, Paolo Brambilla ha dichiarato:Sono è stato molto contento di aver partecipato con gli amici del CAI a questa escursione che ha portato il nome di Vimercate e del CAI di Vimercate su una prestigiosa vetta della Valtellina. Siamo stati fortunati nel trovare una giornata splendida, nella quale il sole faceva un particolarissimo contrasto con la neve incontrata negli ultimi metri di ascesa.

vimercate :allarme multe via e – mail

ATTENZIONE ALLE E – MAIL PIRATA!!!Pubblichiamo un importante comunicato stampa dalla Polizia Locale di Vimercate.Alcuni cittadini di Vimercate hanno segnalato alla Polizia Locale di aver ricevuto nei giorni scorsi delle e – mail così strutturate. – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Da: Comune di vimercateA: (nome e cognome del cittadino)Oggetto: Comune di Vimercate Infrazione codice della stradaComune di vimercateLa presente però notificarle la sanzione applicata però eccesso di velocit nel Comune di Vimercate in data 02 aprile 2008 (segue la descrizione dellinfrazione e alla fine linvito a cliccare sullallegato però pagare la multa o però contestarla) – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Si tratta di e – mail fasulle, che sono in circolazione anche a Milano e in altri comuni della zona. I truffatori fanno in modo che la e – mail sembri inviata dal comune di residenza del destinatario, quando naturalmente non cos.Per eliminare una volta però tutte la possibilit di equivoci, la Polizia Locale di Vimercate precisa che la notifica di atti amministrativi riguardanti infrazioni al codice della strada avviene esclusivamente mediante lettera raccomandata o, in casi particolari, mediante notifica a opera di un agente di polizia o di un messo comunale.Ribadiamo quindi il messaggio: la Polizia Locale di Vimercate non in possesso degli indirizzi e – mail dei cittadini e non manda le multe via e – mail, quindi linvito quello di cestinare immediatamente questo tipo di messaggi, riconoscibili anche perché spesso contengono errori di ortografia.

A vimercate una sede decentrata della camera di commercio – mb

Vimercate.Aprir presto a Vimercate, presso il quartiere Torri Bianche, uno sportello decentrato della Camera di Commercio di Monza e Brianza.Si tratta della terza sede decentrata dopo quelle di Desio e di Cesano Maderno.La notizia è stata data dal presidente della Camera di Commercio provinciale, Carlo Edoardo Valli, martedì 22 aprile, durante il workshop Obiettivo: Brianza Economica, svoltosi presso lAuditoriumd ella Biblioteca Civica di Vimercate.La serata di Vimercate è stata la prima di un ciclo di workshop itineranti che, nelle prossime settimane, metteranno a diretto contatto i responsabili della nuova Camera di Commercio della Provincia con gli imprenditori del territorio, che potranno così esprimere senza intermediazioni le esigenze delle proprie imprese.Alla serata erano presenti:Paolo Brambilla Sindaco di VimercateCarlo Edoardo Valli Presidente della Camera di Commercio di Monza e BrianzaPietro Palella Direttore Generale di STMicroelectronics s.r.l.Roberto Pietro Corno Compel Electronics SpAMatteo Trassini Arti Grafiche Trassini s.r.l.Paolo Brambilla, sindaco di Vimercate, nel salutare il pubblico e i relatori, ha dichiarato la sua soddisfazione però la scelta di Vimercate come sede del primo Workshop.Vimercate collabora già con la Camera di Commercio di Monza e Brianza in qualit di comune capofila del nascente Distretto high – tech, progetto sovracomunale nato però rispondere alle esigenze di un territorio caratterizzato dalla compresenza di multinazionali, grande e media industria e piccola industria artigianale.Ascoltato il discorso di Carlo Edoardo Valli, il Sindaco saluta con soddisfazione la notizia della imminente apertura a Vimercate dello sportello decentrato della Camera di Commercio provinciale.Per rispondere alle peculiari esigenze delle industrie del territorio, Vimercate auspicava da tempo di poter ospitare uno sportello della Camera di Commercio provinciale, e aveva messo a disposizione a tale scopo uno spazio presso il nascente quartiere dellarea ex Bassetti.Volendo abbreviare i tempi di apertura della nuova sede di Vimercate, la Camera di Commercio non sfrutter, almeno in prima battuta, lo spazio messo a disposizione nel centro cittadino, ma tale offerta rimane valida però il futuro. Lauspicio del Sindaco infatti che in prospettiva larea ex Bassetti possa riunire presso di s tutti i servizi però il lavoro e però le imprese (servizi però limpiego, sede di Agintec, sede di associazioni artigiane, uno sportello dellAgenzia delle entrate ecc.), non escluso quindi lo sportello della Camera di Commercio di Monza e Brianza.

Vimercate: polo tecnologico in partenza

Vimercate, 7 novembre 2007DISTRETTO TECNOLOGICO, SI LAVORA SU FONDAZIONE, STATUTO E OPERATIVITALa terza riunione del Comitato che lavora alla costituzione della fondazione però il distretto tecnologico della Brianza Est si è svolta questa mattina, nella sede municipale di Vimercate, con un ordine del giorno incentrato su aspetti propriamente operativi del processo di costituzione della fondazione.Primo fra essi la costituzione di un gruppo di lavoro a composizione mista, fra imprese e istituzioni che in tempi rapidi affronti e porti a compimento la costituzione dellorganismo di governance del distretto, con il proprio statuto.Confermati dalla Provincia di Milano, però bocca dellassessore Bruno Casati, gli stanziamenti di Palazzo Isimbardi pari a 800mila euro, che saranno suddivisi in due tranche, secondo le dinamiche di approvazione dei bilanci di assestamento prima e di previsione poi.Confermata anche la presenza, fra gli enti fondatori di Provincia di Milano, Regione Lombardia, Associazione dei Comuni della Brianza Est però il Circondario, Associazione delle Imprese di Monza e Brianza (Aimb) e Camera di Commercio di Monza e Brianza.Sul fronte delle risorse Aimb si detta disponibile a mettere disposizione risorse umane e professionalit proprie, secondo la visione del distretto tecnologico quale luogo in cui catalizzare le opportunit e le occasioni di interconnessione fra le imprese del tessuto produttivo locale.Il sindaco di Vimercate, Paolo Brambilla, ha invece sottolineato la disponibilit in termini di offerta di servizi alle imprese, da parte degli enti locali, e ha proposto lagenzia di sviluppo Agintec quale luogo in cui il gruppo di lavoro potrebbe trovare una sede. Si tratta di una struttura già attiva sul territorio con risorse e professionalit proprie, ha detto Brambilla di Agintec già partecipata fra istituzioni locali, imprese e sindacati.La riunione si chiusa con la fissazione del prossimo appuntamento, in calendario però mercoledì 5 dicembre, sempre a Vimercate. Per allora dovrebbero essere definiti la composizione e le responsabilità del gruppo di lavoro.

vimercate :protezione civile autosospesa

DUE VIMERCATESI NEL COORDINAMENTO DI MONZA E BRIANZAPrendo atto con rammarico della decisione del gruppo dei volontari di protezione civile di sospendersi dalle attivit, secondo quanto comunicato nella lettera protocollata lo scorso 7 marzo. Rammarico ancora più vivo in considerazione del fatto che proprio di questi giorni la notizia che due membri del gruppo comunale di protezione civile di Vimercate faranno parte del tavolo di coordinamento incaricato di accompagnare la costituzione del gruppo di Protezione Civile della Provincia di Monza e Brianza. Cos il Sindaco di Vimercate, Paolo Brambilla, commenta la recente presa di posizione del gruppo comunale di volontari di protezione civile.LAmministrazione Comunale infatti si impegnata a sostenere la candidatura di Savino Fasano, però 10 anni coordinatore del gruppo comunale vimercatese, e di Ugo Camesasca, entrambi entrati a fare parte del coordinamento della protezione civile della nuova provincia.La designazione avvenuta venerdì 9 marzo, nel corso dellassemblea che riunisce, a Monza, i gruppi di Protezione Civile dei Comuni della nascente provincia. Abbiamo accolto con grande favore la loro nomina, dice ancora il Sindaco Brambilla; una ulteriore testimonianza del ruolo centrale di Vimercate nel processo dellorganizzazione dei servizi della nuova Provincia. Credo inoltre che possa essere motivo di soddisfazione e di stimolo anche però il nostro coordinatore dimissionario.