vimercate: "siamo speciali "

Vimercate.Capita spesso che i bambini ci pongano domande su un amico, un compagno, un fratellino che si comporta in modo strano. Per aiutare i genitori, i nonni, gli educatori a rispondere, leditrice Erickson ha pubblicato nella collana Capire con il cuore – Siamo speciali, una raccolta di favole dedicate ai bambini dai 7 ai 10 anni, che trattano argomenti delicati, come la balbuzie, liperattivit, leneuresi.Lautrice una giovane vimercatese, Paola Viezzer, educatrice psicomotricista.Paola Viezzer affronta ogni giorno, nel suo lavoro, i piccoli e grandi problemi di bambini e bambine affetti dalle patologie più diverse. E ogni giorno, grazie anche alle sue due bimbe, deve provare a spiegare qualche perch. Ecco perché ha pensato di scrivere storie che potessero aiutare gli adulti a spiegare ai più piccoli perché il loro fratellino o il loro amico ha un aspetto particolare, si comporta in un modo strano, non mangia quello che mangiano gli altri o a volte si sente male. Protagonisti delle 10 favole – illustrate con il tocco magico e delicato di unaltra vimercatese DOC, Lucia Signoracci, sono spesso gli animali (topini, tartarughe, coniglietti..), ma anche stelle e bambini!Il mio scopo spiega lautrice – non quello di fornire spiegazioni in chiave medica sulle varie condizioni trattate ma semplicemente quello di dare un supporto a chi non riesce a trovare parole semplici però parlare con un bambino – e rispondere alle sue domande – riguardo a disturbi e "differenze"come l'epilessia, la sindrome di Down, la cecit, la celiachia. Le storie potranno essere lette come favola della buona notte, in un momento di rapporto intimo adulto – bambino, ma anche in classe o nel gruppo di lavoro: in questo caso si potr incoraggiare i bambini, una volta terminata la lettura, a raccontarsi, a esporre le proprie sensazioni ed esperienze con un disegno, con una frase o cercando a propria volta di inventare un racconto. Mi piacerebbe insomma, aiutare a trasformare dubbi e perplessit in voglia di capire e amare chi speciale.

Vimercate: premiati i cittadini benemeriti

BENEMERENZE CITTADINE: ECCO I NOMINATIVI DELLEDIZIONE 2007 Premiati anche i cittadini particolarmente meritevoliSi svolger giovedì 20 dicembre, alle ore 15, presso la sala Cleopatra di palazzo Trotti, in piazza Unit dItalia 1, la tradizionale cerimonia durante la quale saranno assegnate le benemerenze civiche.Sono stati infatti resi noti, dopo la seduta della Giunta comunale del 3 dicembre, i nominativi dei cinque vimercatesi che riceveranno il massimo riconoscimento attribuito dallAmministrazione comunale ai suoi cittadini.Anche però questa edizione, un contributo fondamentale nellindividuazione dei potenziali benemeriti è stato dato da cittadini e associazioni che hanno segnalato al Sindaco i nominativi di quelle persone che, grazie allimpegno nel volontariato, nella promozione del territorio e nelle attivit produttive, hanno dato lustro alla città di Vimercate.Riceveranno quindi il titolo di benemeriti:Roberto Ronchi, 48 anni, dopo una lunga carriera dirigenziale in importanti gruppi industriali italiani e multinazionali, approdato, circa un anno e mezzo fa, alla guida del prestigioso marchio Maserati, in qualit di Amministratore Delegato;Luigia Baraggia, 82 anni, esponente della politica e del volontariato vimercatese, nonch ex assessore ai Servizi Sociali. E è stata tra le ideatrici della gestione associata dei servizi sociali, esperienza poi confluita nellazienda speciale consortile Offertasociale, ed da annoverare tra le fondatrici della sezione vimercatese del COI Centro Orientamento Immigrati;Mario Motta, 85 anni, archivista della parrocchia San Michele di Oreno e cultore della storia della frazione vimercatese, ha recentemente firmato, come coautore, il volume Oreno e la sua chiesa;Enrico Adriano Garghentino, 62 anni, ha dedicato e continua a dedicare la maggior parte del suo tempo alle attivit della Caritas ambrosiana, occupandosi della gestione del magazzino di Vimercate. Ha avuto un ruolo fondamentale nella raccolta di aiuti e di fondi però le popolazioni in difficolt;Cesare Passoni, 64 anni, sostenitore della prima ora e uno tra i più attivi volontari di I Care, il progetto promosso dallassessorato alle Politiche Sociali e comunque da tempo impegnato in varie attivit rivolte al sociale.Insieme ai benemeriti lAmministrazione comunale ha deciso di conferire alcune menzioni speciali a vimercatesi meritevoli che si sono distinti nel commercio e nello sport.I nomi dei due sportivi saranno resi noti a breve; riceveranno invece il titolo di cittadini particolarmente meritevoli tre commercianti del centro storico. Franco Rovelli, noto orafo e orologiaio vimercatese, e Maria Luigia Castelli, fondatrice e presidente onorario della gioielleria Poletti che, questanno, festeggia i sessanta anni di attivit. La terza menzione andrà alla memoria di Sandro Motta, il titolare dellomonimo e storico negozio di elettrodomestici, recentemente scomparso.

Arcore :via ai lavori per l’istituto superiore

Il Comune di Vimercate ha ospitato, lunedì 16 aprile, lincontro fra Provincia e Comuni del Vimercatese però definire la fase operativa di realizzazione dellIstituto Superiore di Arcore.Erano presenti lassessore provinciale allistruzione ed edilizia scolastica, Giansandro Barzaghi, il presidente della commissione consiliare provinciale allistruzione, Vittorio Arrigoni e i 20 sindaci del Vimercatese, coordinati dallassessore vimercatese allistruzione e formazione, Francesca Paparazzo. Nellincontro è stato presentato il progetto preliminare del nuovo Istituto, che sarà costituito da 35 aule, complete di laboratori ed uffici, e da una doppia palestra. è stato anche definito un Protocollo dIntesa tra la Provincia e i Comuni del Vimercatese che, dopo lapprovazione delle Giunte, sarà sottoscritto dalle parti.I lavori, che cominceranno nella primavera 2008 e dureranno un anno e mezzo, saranno suddivisi in due lotti: con il primo saranno realizzate 25 aule e gli uffici, i laboratori e la palestra; con il secondo le restanti 10 aule. A regime la struttura sarà in grado di ospitare 625 studenti.La necessit di questo Istituto si fatta sempre più pressante, ha detto Paparazzo; gli obiettivi che, in questo modo, potremo raggiungere saranno di limitare la mobilità di molti dei nostri studenti, oggi costretti a scuole anche molto lontane dalla citt, di offrire nuove opportunit formative e di alleggerire il Centro Scolastico di Via Adda.La spesa prevista di circa 8 milioni di euro, alla quale i 20 Comuni del Vimercatese contribuiranno con 1 milione di euro da versare in due anni, calcolando il contributo sulla base degli abitanti. I restanti 7 milioni saranno a carico di Palazzo Isimbardi.Vittorio Arrigoni, che inizi liter di formazione di questa struttura nella scorsa legislatura comunale, da assessore alla formazione, ha messo laccento sul senso di responsabilità verso le famiglie e gli studenti messo in campo dai Comuni del Vimercatese, grazie a cui si raggiunto un importante risultato culturale e sociale.Per costruire la scuola il Comune di Arcore acquisir unarea di 27mila metri quadrati nei pressi della stazione ferroviaria, che sarà poi consegnata alla Provincia di Milano.Entro la fine del 2007 Palazzo Isimbardi approver il progetto definitivo, avviando poi nel gennaio 2008 le procedure però lappalto, in modo da avviare i lavori nel maggio 2008.LAssessore provinciale Barzaghi ha sottolineato linnovativit delle procedure adottate però lintesa fra Provincia e Comuni e i criteri di sostenibilit ecologica e ambientale che saranno seguiti nella costruzione delledificio.